Circuito WTA Copertina, Entry List, WTA

WTA San Pietroburgo: Entry list. Vinci e Knapp presenti

31/12/2015 11:51 9 commenti
Karin Knapp classe 1987, n.51 del mondo
Karin Knapp classe 1987, n.51 del mondo

Roberta Vinci e Karin Knapp saranno ai nastri di partenza dal prossimo 8 febbraio nel nuovo torneo WTA Premier di San Pietroburgo ($687,900, hard) .

(Clicca per vedere l'entry list)
WTA San Pietroburgo Inizio torneo: 08/02/2016 | Ultimo agg.: 05/02/2016 19:25

Main Draw (cut off: 69 - Data entry list: 28/12/15 - Special Exempts: 0/0)

  • 1. Bencic
  • 2. Vinci
  • 3. Ivanovic
  • 4. Schmiedlova
  • 5. Pavlyuchenkova
  • 6. Mladenovic
  • 7. Begu
  • 8. Cibulkova
  • 9. Niculescu
  • 10. Wickmayer
  • 11. Strycova
  • 12. Cornet
  • 13. Barthel
  • 14. Knapp
  • 15. Hradecka
  • 16. Cetkovska*pr
  • 17. Beck
  • 18. Gasparyan
  • 19. Witthoeft
  • 20. Dulgheru
  •  

Alternates

  • 1. Babos (21)
  • 2. Kasatkina (22)
  • 3. Jovanovski (23)
  • 4. Ostapenko (24)
  • 5. Flipkens (25)
  • 6. Rodina (26)
  • 7. Kontaveit (27)
  • 8. Friedsam (28)
  •  

TAG: , , , , ,

9 commenti. Lasciane uno!

cips (Guest) 01-02-2016 10:02

novità?la knapp giocherà o si è ritirata?aggiornamenti pure per gli atp redazione,grazie

9
Fabblack 31-12-2015 17:20

@ Carlo (#1499916)

E’ vero, la Brengle, 46, è stata l’ultima delle ammesse direttamente l’anno scorso, ma solo perché ci sono state diverse cancellazioni all’ultimo momento.
Infatti su live tennis, aggiornamento del 16 aprile 2015 ore 19.15, a tre giorni dall’inizio del torneo, l’ultima risultava essere la Diyas, allora 31.
Forse conta su una situazione analoga per quest’anno, oltreché magari su un buon inizio di stagione.
Curiosità: oltretutto a Stoccarda si entra in 20 perché ci sono 4 bye.
Comunque, in bocca al lupo alle due che a San Pietroburgo ci saranno e buon anno a tutti.

8
tommaso (Guest) 31-12-2015 17:15

@ Carlo (#1499916)

Sono scelte. Ci sono pro e contro. C’è anche chi si lamentò facendo le veci di ipotetici tifosi canadesi che hanno comprato il biglietto per vederla giocare dopo gli Us Open, e poi lei si cancellò all’ultimo per andare a giocare in Asia. Io apprezzo che Camila, così morigerata nel rilasciare interviste e dichiarazioni, almeno in questo ambito permetta a chi le sta vicino e ne aggiorna il sito di condividere con i tifosi i suoi programmi. Che poi possono, legittimamente, cambiare anche all’ultimo minuto.

7
Salvo (Guest) 31-12-2015 17:08

Nel 2015 l’ATP di San Pietroburgo si è giocato su Rebound Ace (vinse Raonic).
Anche la WTA sceglierà questa superficie?

6
Carlo (Guest) 31-12-2015 16:08

Aggiungo solo una piccola nota alle cose giuste che avete detto entrambi.

A Stoccarda l’anno scorso l’ultima ammessa direttamente nel MD è stata la Brengle, che era 46ma nel ranking.

C’è una certa continuità nelle partecipazioni, di anno in anno sono più le conferme che le variazioni, quindi la possibilità di ammissione diretta al MD della Giorgi sono consistenti, ovviamente molto dipende da come vanno i primi due mesi.

Piuttosto trovo interessante la scelta di cimentarsi in un torneo difficile sulla terra rossa, la sua superficie meno congeniale.

L’osservazione di Tommaso sulla prossimità del turno di Fed Cup è corretta, ma allora dobbiamo intuire che la Vinci ha chiesto di non essere convocata?
La cosa non sarebbe di per sè sorprendente, si sa che Roberta ha in mente soprattutto di raggiungere il traguardo delle Top 10, e la tappa di Fed Cup sarebbe un po’ di impiccio.
Per Roberta il torneo di S. Pietroburgo è una eccellente occasione, vista anche la sua posizione nel seeding, giusto puntarci molto.

Peccato dover fare congetture sul nulla, visto che per ora nessuna, salvo Giorgi, ha reso pubblica la propria programmazione.

5
tommaso (Guest) 31-12-2015 15:34

Scritto da Fabblack
@ tommaso (#1499902)
Sempre tutto molto giusto.
Ma incompleto.
Allora il 16-17 aprile ci potrebbe essere il secondo turno di Fed Cup e dato che con l’attuale classifica quasi certamente sarebbe fuori, non potrebbe, e sarebbe il terzo anno consecutivo che non potrebbe a causa della Fed Cup, fare le quali a Stoccarda: così facendo sarebbe quasi certo fare un torneo in meno.
In questo senso scrivevo: intanto vado a San Pietroburgo e poi si vedrà.
In effetti mi è sfuggita questa cosa dello sponsor (sarebbe ora che lo avesse!), ma non credo che qualunque sia gli possa aver detto di non giocare in Russia.

Giusto.
Ma ipotetico.
Il 16-17 bisogna arrivarci a giocare la Fed Cup e visto come è andata l’ultima volta con la Francia, in casa nostra per di più, non è così scontato. Mentre il 7-8 è certo che si giochi. Staremo a vedere e nel caso Camila farà le sue valutazioni in merito.

Sulla questione sponsor come dicevo non so con certezza come funzionino i contratti, era un’ipotesi. Comunque la programmazione ha perso un torneo e ne ha guadagnato uno, quindi non cambia poi molto.

4
Fabblack 31-12-2015 14:08

@ tommaso (#1499902)

Sempre tutto molto giusto.
Ma incompleto.
Allora il 16-17 aprile ci potrebbe essere il secondo turno di Fed Cup e dato che con l’attuale classifica quasi certamente sarebbe fuori, non potrebbe, e sarebbe il terzo anno consecutivo che non potrebbe a causa della Fed Cup, fare le quali a Stoccarda: così facendo sarebbe quasi certo fare un torneo in meno.
In questo senso scrivevo: intanto vado a San Pietroburgo e poi si vedrà.
In effetti mi è sfuggita questa cosa dello sponsor (sarebbe ora che lo avesse!), ma non credo che qualunque sia gli possa aver detto di non giocare in Russia.

3
tommaso (Guest) 31-12-2015 13:29

Scritto da Fabblack
Partendo dal caso particolare, mi piacerebbe un giorno fare un discorso più generale sull’argomento: “la WTA influisce sulle entry list?”
Nello specifico: nella prima versione della programmazione, dal suo sito, era prevista pure Camila Giorgi; ora non c’è più.
Siccome non può aver “deciso” di dover giocare la finale dell’A.O. e poi restare lì a festeggiare, perché si è cancellata per poi iscriversi a Stoccarda ad Aprile dove con la sua classifica non è certa di entrare? Basta vedere che a Brisbane è 19 su 22 e mancano Rad, Kvitova e Begu (a Shenzen) e Venus, Woz, Ivanovic, Kuz e Stephens (ad Auckland): teoricamente sarebbe fuori di 5 posti…
Premier per Premier, intanto gioco San Pietroburgo e poi si vedrà! Oltretutto sembra che ci fossero pure possibilità di testa di serie.
O no?

Caro Fabblack, provo a risponderti (da fan della Giorgi, da osservatore del tennis, assolutamente da esterno). Ci sono migliaia di motivi per cui una giocatrice decide di rendere nota o meno la propria programmazione. La Giorgi lo fa, da anni, poi per fortuna non va a leggersi tutti gli sberleffi di chi a giugno dice “oh, doveva giocare qua e invece…”. Da dicembre a giugno sai quante cose cambiano? Una può anche decidere di cambiare idea su quale torneo giocare. Tanto più che chi critica la programmazione della Giorgi finge di ignorare l’avviso sul suo sito che la programmazione è soggetta a modifiche.

Fatta questa ampia premessa, vado con le mie due ipotesi. La prima: Camila pare avere uno sponsor. Chi la segue sui social l’ha intravisto, chi di mestiere segue il tennis dovrebbe saperlo e a breve, quando tutti la vedranno sul campo con una scritta in bella mostra, scriveranno articoli sulla cosa. Qualcuno si affannerà a cercare il posizionamento su alexa del sito dello sponsor per screditarlo e giocare a “io ce l’ho più lungo” (il counter delle visite, che avevate capito???). Ora io non sono un grosso esperto, ma so che ci sono anche alcuni rapporti tra sponsor e tornei che possono non essere considerati da noi tifosi ma che invece sono considerati eccome da sponsor e giocatore, e a volte sono scritti a chiare lettere nei contratti. Ecco, un motivo potrebbe essere questo, sicuramente molto più approfondito di come l’ho messo giù io.

La seconda: il torneo di San Pietroburgo inizia l’8 di febbraio. Il 6-7, a Marsiglia, c’è Francia-Italia di Fed Cup. Probabilmente Camila ha avuto la certezza di essere tra le convocate e, considerato che anche non scendendo in campo sarebbe impegnata in Francia fino a poche ore prima del torneo in Russia, ha preferito concellarsi. tanto più che la settimana dopo (15 febbraio) giocherà a Dubai un torneo con lo stesso numero di partecipanti ma con montepremi triplo ($1,734,900 contro i $687,900 di San Pietroburgo).

Ecco, secondo me non è tanto un discorso di tds, entry list o altro, ma proprio logistico e di organizzazione del tempo, delle trasferte, della preparazione fisica, di soldi. Magari sbaglio.

2
Fabblack 31-12-2015 12:41

Partendo dal caso particolare, mi piacerebbe un giorno fare un discorso più generale sull’argomento: “la WTA influisce sulle entry list?”
Nello specifico: nella prima versione della programmazione, dal suo sito, era prevista pure Camila Giorgi; ora non c’è più.
Siccome non può aver “deciso” di dover giocare la finale dell’A.O. e poi restare lì a festeggiare, perché si è cancellata per poi iscriversi a Stoccarda ad Aprile dove con la sua classifica non è certa di entrare? Basta vedere che a Brisbane è 19 su 22 e mancano Rad, Kvitova e Begu (a Shenzen) e Venus, Woz, Ivanovic, Kuz e Stephens (ad Auckland): teoricamente sarebbe fuori di 5 posti…
Premier per Premier, intanto gioco San Pietroburgo e poi si vedrà! Oltretutto sembra che ci fossero pure possibilità di testa di serie.
O no?

1

Lascia un commento