Notizie dal Mondo cop, Copertina

Anche Johanna Konta si lamenta della Federtennis britannica

08/12/2015 13:25 3 commenti
Johanna Konta classe 1991, n.48 WTA
Johanna Konta classe 1991, n.48 WTA

Johanna Konta ha fatto eco ad Andy Murray nella decisa critica alla LTA (Federazione britannica di tennis).

La numero-uno inglese, ai microfoni della BBC, ha infatti dichiarato che il suo progredire in classifica -sino alla posizione n°48, che detiene adesso- non sia stato minimamente agevolato dalla Federazione i cui aiuti, per l’appunto, non sono stati così ‘abbondanti’. “I risultati che ho ottenuto, nonostante non abbia ricevuto alcun tipo di aiuto dall’esterno, sono dovuti anche alle persone che mi sono vicine. I miei allenatori hanno deciso di continuare a lavorare con me e proseguire il percorso intrapreso insieme, offrendomi supporto nei molti problemi che si sono presentati. Senza di loro, non sarei senz’altro riuscita a superarli; non avrei ottenuti certi risultati”.

Anche riguardo la questione inerente alle strutture federali realizzate a Londra, costate ben 40 milioni di sterline e risultate essere spesso vuote, Konta è allineata con l’indignazione manifestata da Murray: “Certe volte penso che sia un posto troppo tranquillo, considerando l’importanza della struttura; sarebbe bello vedere quei campi sempre pieni di giocatori”.


Edoardo Gamacchio


TAG: , ,

3 commenti

Nicola (Guest) 06-02-2016 08:55

@ roberto (#1496495)

E in italia come siamo messi ???

3
roberto (Guest) 09-12-2015 00:55

Le strutture di londra sono vuote semplicemente perche’gli inglesi.sono poco interessati a giocare a tennis.
Se escludiamo murray ed henman non hanno mai avuto tennisti di rilievo, non c’e un.movimento decente in un paese grande piu dell’italia..

2
radar 09-12-2015 00:21

Un’altra che ha fatto progressi enormi nel 2015!
Da metà stagione in poi, semplicemente, superlativa.

1