Campionato Serie A1 Copertina, Generica

Campionato Serie A1 Maschile e Femminile: I risultati dei play-off e play-out. Ecco le finaliste. Fognini perde da Volandri

29/11/2015 18:59 23 commenti
Fabio Fognini classe 1987, n.21 del mondo
Fabio Fognini classe 1987, n.21 del mondo

Si sono disputate le gare di ritorno delle semifinali playoff e playout del campionato di Serie A1 maschile e femminile.

Il cuore oltre l’ostacolo per la formazione femminile del Tc Prato che si qualifica, vincendo 3-1 contro Tc Parioli Roma, per la sua sesta finale consecutiva dove affronterà il Tc genova dal 4 al 6 dicembre al Palaterme di Montecatini. Dopo il 2-2 di Roma la formazione capitanata da Carla Mel aveva l’occasione di giocare in casa la sfida decisiva e non ha fallito. Ma non è stato semplice. A Roma contro il Circolo Canottieri Aniene i maschi del Tc Prato hanno perso 5-1 e non riescono a conquistare la finale scudetto dove i romani affronteranno il Tc Italia di Forte dei Marmi che ha superato il Park Genova. “Siamo contenti di poter partecipare per la sesta volta a una finale scudetto – spiega Franco Mazzoni, ds del Tc Prato – è chiaro che abbiamo sperato di poterci andare con due squadre ma un applauso va fatto anche ai maschi che hanno fatto davvero un grande campionato. Le donne hanno messo una grinta e un’attaccamento ai nostri colori unico. Ora invaderemo Montecatini con i nostri soci”. Nel primo singolare Corinna Dentoni superava la Di Giuseppe per 62 64 poi mentre Maria Elena Camerin perdeva il primo set 64 contro la giovanissima sorpresa Touly e si trovava sotto 1-0 nel secondo set nell’altro campo Martina Trevisan doveva abbandonare il match per un infortunio contro Nastassja Burnett. Quindi 1-1 e Camerin che riusciva a vincere il secondo set per 6-2. Nel terzo set equilibrio fino al 2-2 poi la giocatrice del Tc Prato aumentava il ritmo e conquistava il set per 6-2 e il vantaggio pratese. Nel doppio era la coppia Dentoni e Camerin a sfidare il duo del Tc Parioli composto da Burnett e Di Giuseppe che all’andata aveva superato le pratesi. Il primo set vedeva tanti errori con la vittoria per 6-2 del Tc Parioli poi il Tc Prato saliva di livello soprattutto con Dentoni che riusciva a vincere diversi scambi con la Burnett e il duo pratese conquistava il secondo set 6-4. Si andava al tie break decisivo e le ragazze si portavano 7-5 avanti ma il Tc Parioli recuperava fino all’8-7 per loro ma a questo punto tre colpi vincenti della Dentoni davano la finale al Tc Prato “Non potevamo perdere questa occasione – spiega Camerin – una squadra che è unita e ha cuore”. “Sono contenta è da quando ho 15 anni che sono al Tc Prato – spiega Dentoni – e ritornare in finale è qualcosa di eccezionale”. “Non ho parole – spiega il capitano Carla Mel – non avevo mai sofferto così ma alla fine la soddisfazione è massima. Un grazie alle ragazze e a chi non ha giocato. Spero di recuperare Martina Trevisan per venerdi contro Tc Genova”. A Roma dopo il 3-1 ai singolari con la sola vittoria di Jacopo Stefanini su Vincenzo Santopadre e le sconfitte di Crugnola con Berrettini, di Grassi con Cipolla e quella di Trevisan con Panfil non è riuscito il recupero ai doppi “Siamo contenti abbiamo fatto un grande campionato a squadre – spiegano i capitani Gianluca Rossi e Antonio Cotugno – e fino alla fine siamo stati in partita”.




Una salvezza sofferta, giunta proprio in extremis, ma forse ancor più bella proprio per questo. Col successo decisivo in casa per 3-1 sul Circolo del Castellazzo (Parma) nel match di ritorno del play-out, il Ct Ceriano festeggia la permanenza nella massima serie. L’anno prossimo la formazione brianzola giocherà di nuovo la Serie A1. E così il sogno diventa realtà e la gioia può esplodere in tutta la sua spontaneità: dopo un’avventura lunga 11 anni, il Ct Ceriano si tiene stretto il massimo campionato conquistato lo scorso anno. “Mentre tutti snobbavano le giovani giocatrici del Castellazzo, settimana scorsa ci siamo accorti che non sarebbe stato per niente facile, ma alla fine abbiamo vinto meritatamente. La società è molto soddisfatta di questa stagione, che dire, appuntamento all’anno prossimo sempre in A1”. Sono le parole entusiaste del presidente del club Severino Rocco. “All’inizio avevamo un po’ di paura, ma è andata bene: le ragazze sono state bravissime anche perché contro avversarie così giovani e brave hanno tenuto il controllo e i nervi saldi nei momenti decisivi, in match difficili ed equilibrati”, ha aggiunto la capitana del team Marcella Campana.

Il pareggio di una settimana fa in Emilia, nella gara di andata, aveva un retrogusto amaro. Un’occasione che rischiava di costare parecchio al Ct Ceriano che però, nella sfida decisiva tra le mura amiche del Robur Saronno, non ha sbagliato. Rispetto al confronto di andata, la capitana Marcella Campana ha mescolato le carte e nel primo singolare di giornata ha lanciato Giulia Sussarello (2.2) contro Elsa Terranova (2.8) e si è così garantita il primo punto senza troppi patemi. Dopo un inizio stagionale non esaltante, Sussarello è cresciuta in maniera esponenziale, guadagnando parecchia fiducia nei sui mezzi e il doppio 6-0 rifilato alla sua avversaria ne è la prova: non tanto per le fattezze della vittoria ma per l’atteggiamento in campo e per la volontà di non sprecare nemmeno un 15, anche quando il punto era ampiamente ipotecato. E di carattere ne ha avuto parecchio anche Clelia Melena (2.7), che nel secondo singolare ha dovuto faticare non poco per aver ragione di Carlotta Nonnis Marzano (2.8). La giovane tennista del Castellazzo ha mostrato grande potenza e ottime doti atletiche: dopo aver vinto il primo parziale per 6-3, la tennista elvetica si è portata sul 4-1 ma poi la reazione della Nonnis è stata veemente costringendo Melena agli straordinari. Decisivo il break conquistato nel dodicesimo gioco, che ha regalato il match e il secondo punto alla formazione brianzola. Nel terzo singolare, il “peso” del punto decisivo che vale una stagione è stato tutto sulle spalle di Alice Moroni (2.2), opposta a Isabella Tcherkes Zade (2.6). Dopo un inizio molto teso ed equilibrato, la potenza della tennista emiliana viene contenuta da Alice Moroni. Bravissima soprattutto nel momento clou del primo set, quando sul 5-5 ha ottenuto il break decisivo. La svolta del match poi, all’inizio del secondo set, quando Moroni ha messo a segno un doppio break che le ha permesso di involarsi sul 4-0 e di ipotecare il match. Da quel momento la partita non c’è più stata, fino al 7-5 6-0 finale. E poi è solo festa Ceriano.




ITA PLAY OFF – M.

Semifinali

Tennis Club Italia (Forte dei Marmi) – Park Tennis Genova 4-2
(gara di andata: 3-3)
Filippo Volandri (I) b. Fabio Fognini (P) 67(4) 61 61
Alessandro Giannessi (P) b. Matteo Viola (I) 64 63
Gianluca Mager (P) b. Walter TRusendi (I) 63 64
Matteo Marrai (I) b. Luca Prevosto (P) 63 62
Filippo Volandri/Matteo Viola (I) b. Pietro Ansaldo/Gianluca Mager (P) 61 46 11-9
Walter Trusendi/Matteo Marrai (I) b. Andrea Arnaboldi/Alessandro Giannessi (P) 61 63
G.A. Alessandro Pertici; arbitri: Alessandro Atzori, Vincenzo Doti, Alessandro Parlini, Bruno Loffredo

Circolo Canottieri Aniene Roma – Tennis Club Prato 5-1
(gara di andata: 3-3)

Grzegorz Panfil (C) b. Matteo Trevisan (P) 76(4) 63
Flavio Cipolla (C) b. Claudio Grassi (P) 62 61
Matteo Berrettini (C) b. Marco Crugnola (P) 64 64
Jacopo Stefanini (P) b. Vincenzo Santopadre (C) 64 60
Grzegorz Panfil/Vincenzo Santopadre (C) b. Marco Crugnola/Matteo Trevisan (P) 46 63 10-7
Matteo Berrettini/Flavio Cipolla (C) b. Claudio Grassi/Jacopo Stefanini (P) 60 63
G.A. Aniello Santonicola; arbitri: Alessandro Germani, Andrea Cavallo, Athos Sascha Proietti




ITA PLAY OUT

Tennis Club Sinalunga – Circolo Tennis Maglie 5-1
(gara di andata: Ct Maglie 4-2)

Luca Vanni (S) b. ERik Crepaldi (M) 64 57 64
Pietro Licciardi (S) b. Gaston Arturo Grimolizzi (M) 75 63
Dawid Olejniczak (S) b. Francesco Garzelli (M) 63 36 64
Nahuel Fracassi (S) b. Giorgio Portaluri (M) 63 63
Pietro Licciardi/Luca Vanni (S) b. Francresco Garzelli/Giorgio Portaluri (M) 63 64
ERik Crepaldi/Gaston Arturo Grimolizzi (M) b. Giovanni Galuppo/Dawid Olejniczak (S) 64 62
G.A. Giovanni Capalbi; arbitri: Giuseppe Caracciolo, Remo Marinelli, Francesco Saracino

Due Ponti S.S.D. (Roma) – Società Canottieri Casale 4-2 – giocata sabato
(gara di andata: 3-3)

Potito Starace (Due Ponti) b. Nicola Ghedin (Casale) 63 67 (1) 61
Alberto Brizzi (Casale) b. Leonardo Azzaro (Due Ponti) 75 61
Lorenzo Abbruciati (Due Ponti) b. Marco Bella (Casale) 75 60
Federico Teodori (Due Ponti) b. Lorenzo Reale (Casale) 60 61
Potito Starace/Leonardo Azzaro (Due Ponti) b. Marco Bernardi/Nicola Ghedin (Casale) 61 60
Alberto Brizzi/Lorenzo Reale (Casale) b. Lorenzo Abbriciati/Cristiano Compagnone (Due Ponti) 36 4-1 ritiro
G.A. Enrico Brensacchi; arbitri: Valerio Polimanti, Gabriele Marchese, Vincenzo Favara

Società Tennis Bassano – Circolo Tennis Rovereto 5-1
(gara di andata: Ct Rovereto 4-2)

Igor Sijsling (B) b. Giacomo Oradini (R) 63 62
Marco Bortolotti (B) b. Thomas Holzer (R) 62 63
Johannes Ager (R) b. Francesco Salviato (B) 63 62
Tommaso Gabrieli (B) b. Luca Stoppini (R) 64 60
Igor Sijsling/Marco Bortolotti (B) b. Thomas Holzer/Johannes Ager (R) 63 63
Francesco Salviato/Tommaso Gabrieli (B) b. Giacomo Oradini/Luca Stoppini (R) 63 62
G.A. Emanuele Maffezzoni; arbitri: Maura Vittoria Branzoni, Enrico Cappato, Antonio Casa

Sporting Club Selva Alta (Vigevano) – Circolo Tennis Ata Battisti Trentino 3-3
(gara di andata: Selva Alta 4-2)

Roberto Marcora (S) b. Riccardo Bellotti (B) 62 63
Laurynas Grigelis (B) b. Jhonson Daniel Garcia Medina (S) 63 26 62
Filippo Baldi (S) b. Gianluca Pecoraro (B) 63 63
Pietro Pecoraro (B) b. Riccardo Barini (S) 61 61
Giovanni Rossanigo/Jhonson Daniel Garcia Medina (S) b. Nicolò Zampoli/Gianluca Pecoraro (B) 46 64 10-6
Laurynas Grigelis/Riccardo Bellotti (B) b. Roberto Marcora/Filippo Baldi (S) 61 46 10-7
G.A. Giampaolo Zoboli; arbitri: Danilo Terzi, Alessandro Provasi, Luca Laugero




ITA PLAY OFF – F

Semifinali

A.s. Dil. Tennis Club Cagliari – Tennis Club Genova 1893 3-1
(gara di andata: Tc Genova 4-0)

Alberta Brianti (G) b. Gioia Barbieri (C) 75 60
Alice Matteucci (C) b. Alice Balducci (G) 75 60
Anna Floris (C) b. Liudmila SAmsonova (G) 64 36 64
Anna Floris/Alice Matteucci (C) per rinuncia
G.A. Alessandro De Montis; arbitri: Riccardo Lodde, Gianluigi Serra

Tennis Club Prato – Tennis Club Parioli (Roma) 3-1
(gara di andata: 2-2)

Nastassja Burnett (PA) b. Martina Trevisan (PR) 1-1 rit.
Corinna Dentoni (PR) b. Martina Di Giuseppe (PA) 62 64
Maria Elena Camerin (PR) b. Carla Touly (PA) 46 62 62
Corinna DEntoni/Maria Elena Camerin (PR) b. Nastassja Burnett/Martina Di Giuseppe (PA) 46 62 10-8
G.A. Stefano Variati; arbitri: Simone Calandra Sebastianella, Alessandra Zanchetta




ITA PLAY OUT

Usd Tennis Beinasco – Circolo Tennis Albinea (Reggio Emilia) 4-0
(gara di andata: Usd Beinasco 3-1)

Giulia Gatto Monticone (B) b. Anna-Giulia Remondina (A) 64 4-1 rit.
Anastasia Grymalska (B) b. Giulia Gabba (A) 64 62
Giulia Pairone (B) b. Alessia Dario (A) 64 62
Giulia Gatto Monticone/Giulia Pairone (B) b. Giulia Gabba/Alessia Dario (A) 4-1 rit.
G.A. Renzo Perfumo; arbitri: Giulia Necco, Nicolò Dionisio

Club Tennis Ceriano – Circolo del Tennis Castellazzo 3-1
(gara di andata: 2-2)

Alice Moroni (CE) b. Isabella Zade Tcherkes (CA) 75 60
Giulia Sussarello (CE) b. Elsa Rebecca Terranova (CA) 60 60
Clelia Melena (CE) b. Carlotta Marzano Nonnis (CA) 63 75
Elsa Rebecca Terranova/Carlotta Marzano Nonnis (CA) per rinuncia
G.A. Carmelo Collorafi; arbitri: Enrico Paleari, Simona Magnano


TAG: ,

23 commenti. Lasciane uno!

Saronno forever (Guest) 30-11-2015 10:20

@ Heskey86 (#1495174)

Tanti tanti ma tanti complimenti al pubblico e ai dirigenti del Sinalunga per l’accoglienza ed il rispetto dei giocatori avversari durante gli incontri. Bravi , continuate così !!!!

23
Ely (Guest) 30-11-2015 09:29

GRANDI CERIANO!!!! Gran cuore e determinazione!!!! La migliore tifoseria di tutta la Serie A1 femminile!!!! Dopo 11 anni meritano di tenersi stretta questa A1! Brave ragazze e tutto il circolo!

22
Heskey86 30-11-2015 09:28

Complimenti al Sinalunga,grandi!!!

21
enzo680 (Guest) 30-11-2015 08:56

Campionati da abolire e senza senso.

20
gianfranco (Guest) 30-11-2015 06:38

Volandri batte Fognini.

Scommettiamo che Fognini non s’è minimamente impegnato? …. :oops:

19
GIALAPPA SBANDY REMIX 30-11-2015 02:10

Scritto da Kit Carson

Scritto da GIALAPPA SBANDY REMIX
… comunque la serie A del tennis è la palese conferma di come il business prende per il sederino i pecoroni di storditi italiani che abboccano a tutto ciò che gli sbattono in faccia.
Nel tennis c’è la regola che dice che non si può schierare più di uno straniero a sfida.
Quindi non è vero che non si può impedire nel calcio che giochino un numero illimitato di stranieri.
Potrebbero benissimo mettere il limite di tre stranieri in campo su 11 giocatori.
Ma finchè fanno così, al tennis va più che bene. Stanno distruggendo il calcio soprattutto in Italia, e non a caso, sta ritornando il tennis ed altri sport di seconda visibilità.
Fateci caso … il crollo del nostro tennis a livello internazionale è avvenuto a partire degli anni ’80 … vincendo il Mundial, la Nazionale ha fatto propaganda per incanalare tutto sul calcio.
Ora … la nazionale non vince con il Costa Rica, i club prendono 6 o 7 gol dagli squadroni stranieri …
… e nel tennis finale US OPEN tutta femminile, Fognini e Seppi top 30 … coincide !

Parallelo un po’ a caso, la serie A di tennis mica c’ha da piazzarsi in una competizione europea o ha velleità di vendere i suoi eventi a mercati esteri (manco ha più un sito!).

Il parallelo era appunto per dire il perchè di questa differenza.
Il perchè che hai detto appunto anche tu.

18
Sinalunga (Guest) 30-11-2015 01:12

Grandi dirigenti del TC.SINALUNGA che da almeno 20 anni trattano questo piccolo circolo di paese come fosse una famiglia…. Risultato: a SINALUNGA molti battono il musino

17
Piccu (Guest) 29-11-2015 23:50

Grande SINALUNGA!!!!!

16
Jago (Guest) 29-11-2015 23:19

@ fabio (#1495134)

Ecco appunto. Chieditelo, chieditelo e chieditelo ancora. Magari arrivi a qualcosa.

15
fabio (Guest) 29-11-2015 22:25

io mi chiedo invece che senso abbia disputare ancora certe competizioni autarchiche…mah!

14
nere 29-11-2015 20:56

trevisan non solo ha rinunciato all’attività pro negli ultimi mesi, ma anche nella serie A non ne vince una da un bel po’…. declino preoccupante

13
Kit Carson 29-11-2015 20:52

Scritto da GIALAPPA SBANDY REMIX
… comunque la serie A del tennis è la palese conferma di come il business prende per il sederino i pecoroni di storditi italiani che abboccano a tutto ciò che gli sbattono in faccia.
Nel tennis c’è la regola che dice che non si può schierare più di uno straniero a sfida.
Quindi non è vero che non si può impedire nel calcio che giochino un numero illimitato di stranieri.
Potrebbero benissimo mettere il limite di tre stranieri in campo su 11 giocatori.
Ma finchè fanno così, al tennis va più che bene. Stanno distruggendo il calcio soprattutto in Italia, e non a caso, sta ritornando il tennis ed altri sport di seconda visibilità.
Fateci caso … il crollo del nostro tennis a livello internazionale è avvenuto a partire degli anni ’80 … vincendo il Mundial, la Nazionale ha fatto propaganda per incanalare tutto sul calcio.
Ora … la nazionale non vince con il Costa Rica, i club prendono 6 o 7 gol dagli squadroni stranieri …
… e nel tennis finale US OPEN tutta femminile, Fognini e Seppi top 30 … coincide !

Parallelo un po’ a caso, la serie A di tennis mica c’ha da piazzarsi in una competizione europea o ha velleità di vendere i suoi eventi a mercati esteri (manco ha più un sito!).

12
Selva Alta (Guest) 29-11-2015 20:37

Anche il nostro bel circolo con un gruppo di giocatori dal grande cuore è riuscito a rimanere, meritatamente in serie A1
Forza Selva Alta, forza Vigevano

11
GIALAPPA SBANDY REMIX 29-11-2015 20:37

Scritto da Tex
L’incredibile avventura del piccolo circolo Sinalunghese continuerà in A1!
Immensi tutti, ma LUCONE VANNI che cuore grande grande…❤️❤️❤️

2006 … c’era una volta la gloriosa Canottieri Bissolati Cremona.
Matricola. Arrivava dall’A2.
Con delle impennate sul veloce dei suoi MENGA, PEDRINI, PIZZATO, SCHERRER, EL AAREJ, MAPELLI, F.TORRESI etc. si issò fino alle semifinali, contro squadre che schieravano i giocatori di punta del panorama nazionale.
Poi purtroppo niente sponsor e tutto crolla.

10
GIALAPPA SBANDY REMIX 29-11-2015 20:33

… comunque la serie A del tennis è la palese conferma di come il business prende per il sederino i pecoroni di storditi italiani che abboccano a tutto ciò che gli sbattono in faccia.
Nel tennis c’è la regola che dice che non si può schierare più di uno straniero a sfida.
Quindi non è vero che non si può impedire nel calcio che giochino un numero illimitato di stranieri.
Potrebbero benissimo mettere il limite di tre stranieri in campo su 11 giocatori.
Ma finchè fanno così, al tennis va più che bene. Stanno distruggendo il calcio soprattutto in Italia, e non a caso, sta ritornando il tennis ed altri sport di seconda visibilità.
Fateci caso … il crollo del nostro tennis a livello internazionale è avvenuto a partire degli anni ’80 … vincendo il Mundial, la Nazionale ha fatto propaganda per incanalare tutto sul calcio.
Ora … la nazionale non vince con il Costa Rica, i club prendono 6 o 7 gol dagli squadroni stranieri …
… e nel tennis finale US OPEN tutta femminile, Fognini e Seppi top 30 … coincide !

9
GIALAPPA SBANDY REMIX 29-11-2015 20:24

67 61 61 … secondo voi Fognini poteva essere concentrato in vista di Napoli – Inter ?
( comunque prima che lo scriva qualcuno, lo faccio io : è tutta colpa della Pennettaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa !!! )
:mrgreen:

8
Gabriele da Ragusa 29-11-2015 20:16

@ gianluca (#1495106)

Nn ti seguo. Intendi che sn obbligati da regolamento dei ragazzi del vivaio? Se intendi qst beh torniamo al punto prima. Perche ingaggiare dei fenomeni qnd nn li farai mai giocare?

7
gianluca (Guest) 29-11-2015 19:58

@ Gabriele da Ragusa (#1495105)

“Vivaio” non ti dice niente?

6
Gabriele da Ragusa 29-11-2015 19:50

Tralasciando l’ironia sulle prestazioni di Fognini in serie A1 (vedi anno scorso sconfitta cn Cipolla anche se aveva problemi al polso) nn riesco davvero a capire la politica del Park. Ogni anno ingaggia una marea di giocatori molti dei quali top150 e nn schiera quasi mai nessuno di loro lasciando giocare degli ex cm Ansaldo and co. Evidentemente saranno solo ingaggi a gettone/presenza. Voglio sperare che nn paghino gente forte per nn giocare mai.

5
Sinalunga (Guest) 29-11-2015 19:47

A sinalunga con la bolgia non si passa

4
andre948 29-11-2015 19:45

La finale tra Forte dei Marmi-Aniene sarà sul veloce indoor? In tal caso temo che per Volandri e compagni ci sia poco sa fare.

3
Tex (Guest) 29-11-2015 19:17

L’incredibile avventura del piccolo circolo Sinalunghese continuerà in A1!
Immensi tutti, ma LUCONE VANNI che cuore grande grande…❤️❤️❤️

2
Ilrigaiolese (Guest) 29-11-2015 19:04

Ottima prestazione dei tennisti sinalunghesi che fra le mura amiche conquistano la permanenza in A1.

1

Lascia un commento