Campionato Serie A1 Copertina, Generica

Campionato Serie A1 Maschile e Femminile: I risultati della quinta giornata con i resoconti di alcuni incontri

08/11/2015 19:10 15 commenti
Armando Zanotti, capitano del Tc Crema, insieme a Matteo Donati, a segno in doppio nella quinta giornata di A1 contro Bassano (Vicenza)
Armando Zanotti, capitano del Tc Crema, insieme a Matteo Donati, a segno in doppio nella quinta giornata di A1 contro Bassano (Vicenza)

Questi i risultati della quinta giornata del Campionato Italiano di Serie A1 Maschile e Femminile.

Era già accaduto due settimane fa nella trasferta di Maglie, ed è successo di nuovo nella quinta giornata, in casa contro la Società Tennis Bassano (Vicenza). Il Tc Crema parte a rilento, perdendo i primi due singolari, poi pareggia i conti e va a prendersi la vittoria nei doppi. Di nuovo 4-2, di nuovo tre punti, che significano secondo posto garantito nella classifica del Girone 2 della Serie A1 2015, con la certezza della permanenza nella massima serie. La terza vittoria stagionale permette ai cremaschi di rimanere a ruota della Canottieri Aniene Roma (5-1 a Maglie). La giornata si era aperta con le sconfitte di Alessandro Coppini contro Gabrieli e di Giuseppe Menga contro il giovane Bedolo. Ma poi Riccardo Sinicropi, all’esordio in singolare in questa stagione, ha lasciato solo tre giochi a Baldi, mentre la garanzia Adrian Ungur ha fatto anche meglio, superando Salviato con un comodo 6-0 6-1. A quel punto, come già nella trasferta di Maglie, ha fatto la differenza la scelta di schierare in doppio delle forze fresche, a conferma del grande valore della rosa dei padroni di casa. A riposo Sinicropi e Menga, dentro Nicola Remedi e Matteo Donati, quest’ultimo escluso per precauzione dai singolari, a causa del fastidio alla schiena che l’aveva condizionato sette giorni fa a Roma. Remedi e Ungur hanno sconfitto dapprima la coppia Baldi/Bedolo, mentre Donati e Coppini hanno siglato il successo battendo in rimonta Gabrieli/Salviato. Ceduto di misura il primo set, i portacolori lombardi hanno conquistato il secondo e allungato all’inizio del long tie-break finale, fino a chiudere per 6-7 6-4 10/5.

“Siamo felici del successo – ha detto il capitano Armando Zanotti – sia per esserci garantiti il 2° posto, sia perché il team si è dimostrato molto unito dopo la sconfitta della scorsa settimana. Ognuno si è preso le proprie responsabilità, ed eravamo tutti motivati per tornare al successo”. Un’unione che ha fatto la forza anche grazie al numeroso pubblico presente in via del Fante, decisivo per dare una spinta in più a Donati e Coppini nell’ultimo doppio. “Dopo una vittoria così – prosegue – l’umore è alto, e ci presenteremo al massimo per chiudere in bellezza”. A una giornata dal termine, la situazione in classifica è abbastanza chiara: 13 punti il Circolo Canottieri Aniene, 10 i lombardi. 22 incontri vinti e 8 persi i primi, 17-13 per i cremaschi. Significa che per agguantare le semifinali scudetto Crema dovrà battere per 6-0 Maglie, e augurarsi una sconfitta dei laziali con lo stesso punteggio contro Bassano, perché anche una situazione di parità negli incontri (in virtù del bilancio negativo negli scontri diretti) darebbe ragione all’Aniene. Uno scenario improbabile: “I giochi sembrano fatti – chiude Zanotti – ma noi ce la giochiamo fino alla fine”. Crederci non costa nulla e, secondo la matematica, si può ancora fare.




Due vittorie che valgono la qualificazione alla semifinale scudetto per entrambe le formazioni del Tc Prato. I maschi superano 5-1 l’Ata Battisti Trento e accedono con un turno di anticipo alle semifinali delle migliori quattro squadre d’Italia. Lo stesso accade alla formazione femminile che espugna il campo veloce del Ct Albinea e conquista la prima posizione del girone femminile. Alla squadra capitanata da Gianluca Rossi e Antonio Cotugno,che giocava in casa, bastava il pareggio in questa quinta giornata ma il gruppo ha dimostrato che era superiore agli avversari e così Claudio Grassi, Marco Crugnola e Jacopo Stefanini hanno superato i rispettivi avversari in singolare mentre Matteo Trevisan, in un match alla pari, con Grigelis è stato sconfitto 5-7 6-4 7-5 per il 3-1 parziale. Poi i doppi hanno visto l’affermazione sia del duo Crugnola-Grassi che di quello composto da Stefanini-Trevisan per il 5-1 finale. “Eravamo partiti per trovare una salvezza ed invece è arrivata questa qualificazione alle semfiinali – spiegano i capitani – ora tenteremo di accedere alla finale”. Al Ct Albinea esordio per la giovanissima Lisa Piccinetti (1° anno under 16) che riesce a vincere il suo primo match nel campionato di serie A1 contro Filanci e da un punto importantissimo alla squadra, che sommato a quelli conquistati da Lucrezia Stefanini e da Maria Elena Camerin permette l’affermazione della squadra di Carla Mel e la qualificazione come prima formazione del girone e quindi la possibilità di giocare la partita decisiva di semifinale in casa il 29 novembre. “Per noi era fondamentale conquistare il primo posto e questo è successo grazie alle nostre due atlete riferimento come Stefanini e Camerin – spiega Carla Mel – per noi è stata una soddisfazione perchè la settimana scorsa grazie a Giulia Peoni e in questa occasione a Lisa Piccinetti entrambe under 15 sono arrivati due risultati importanti. E’ una dimostrazione di come si può dare spazio ai giovani anche in contesti importanti. Un grazie al circolo che ci ha permesso di avere una panchina lunga”.




ITA Serie A1 Maschile – 5° Giornata


GIRONE 1


Tennis Club Parioli (Roma) – Società Canottieri Casale 5-1
Salvatore Caruso (P) b. Jaroslav Pospisil (C) 76(4) 64
Matteo Fago (P) b. Nicola Ghedin (C) 76(4) 63
Gian Marco Moroni (P) b. Marco Bernardi (C) 64 60
Federico Bonacia (P) b. Lorenzo Reale (C) 60 60
Federico Bonacia/Gian Marco Moroni (P) b. Marco Bernardi/Lorenzo Reale (C) 4-1 rit.
Nicola Ghedin/Jaroslav Pospisil (C) b. Francesco Bessire/Matteo Fago (P) 76(4) 76(5)
G.A. Giovanni Capalbi; arbitri: Daniela Carbonaro, Gabriele Marchese, Mario Giuseppe Giuliano Boggiali

Tennis Club Italia (Forte dei Marmi) – Sporting Club Selva Alta (Vigevano) 5-1
Filippo Volandri (I) b. Roberto Marcora (S) 62 62
Matteo Viola (I) b. Jhonson Daniel Garcia Medina (S) 63 60
Walter Trusendi (I) b. Filippo Baldi (S) 62 63
Marrai Matteo (I) b. Riccardo Barini (S) 60 60
Filippo Baldi/Jhonson Daniel Garcia Medina (S) b. Matteo Marrai/Daniele Giorgini (I) 57 64 10-7
Filippo Volandri/Walter Trusendi (I) b. Roberto Marcora/Riccardo Barini (S) 60 64
G.A. Donatella Nistri; arbitri: Alessandro Parlini, Alessandro Atzori, Fausto Marchesini

CLASSIFICA
15 (5) Tennis Club Italia (Forte dei Marmi)
10 (5) Tennis Club Parioli ASD (Roma)
4 (5) Sporting Club Selva Alta (Vigevano)
0 (5) Società Canottieri Casale



GIRONE 2


Circolo Tennis Maglie – Circolo Canottieri Aniene (Roma) 1-5
Erik Crepaldi (M) b. Simone Bolelli (A) 63 4-5 rit.
Gregorz Panfil (A) b. Gaston Arturo Grimolizzi (M) 63 64
Flavio Cipolla (A) b. Francesco Garzelli (M) 61 63
Matteo Berrettini (A) b. Pierpaolo Puzzovio (M) 62 60
Flavio Cipolla/Matteo Berrettini (A) b. Alessandro Moretti/Vittorio Rubino (M) 62 60
Vincenzo Santopadre/Gregorz Panfil (A) b. Gaston Arturo Grimolizzi/Francesco Garzelli (M) 63 75
G.A. Stefano VariatI; arbitri: Davide Zambrano, Riccardo Lapi, Luca Cavalieri

A.S.D. e Ricreativa Tennis Club Crema – Società Tennis Bassano 4-2
Adrian Ungur (C) b. Francesco Salviato (B) 60 61
Riccardo Sinicropi (C) b. Matteo Baldi (B) 60 63
Mattia Bedolo (B) b. Giuseppe Menga (C) 36 64 75
Tommaso Gabrieli (B) b. Alessandro Coppini (C) 63 63
Adrian Ungur/Nicola Remedi (C) b. Mattia Bedolo/Matteo Baldi (B) 62 61
Matteo Donati/Alessandro Coppini (C) b. Francesco Salviato/Tommaso Gabrieli (B) 67(4) 64 10-5
G.A. Gianni Iudicone; arbitri: Lari Cordova, Emanuele Scotti, Marco Caravaggi

CLASSIFICA
13 (5) Circolo Canottieri Aniene (Roma)
10 (5) A.S.D. e Ricreativa Tennis Club Crema
4 (5) Società Tennis Bassano
1 (5) Circolo Tennis Maglie



GIRONE 3


Due Ponti S.S.D. (Roma) – Tennis Club Schio Arket 1-5
Marco Cecchinato (S) b. Potito Starace (D) 76 67 62
Lorenzo Giustino (S) b. Leonardo Azzaro D) 57 61 60
Matjaz Jurman (S) b. Lorenzo Abbruciati (D) 63 46 64
Federico Teodori (D) b. Mirko Medda (S) 60 61
Matjaz Jurman/Mirko Medda (S) b. Leonardo Azzaro/Lorenzo Abbruciati (D) 63 16 10-8
Marco Cecchinato/Giulio Di Meo (S) b. Potito Starace/Federico Teodori (D) 64 63
G.A. Diego Testa; arbitri: Lidia Avena, Vincenzo Favara, Maria Antonietta Manganello

Tennis Club Prato – Circolo Tennis A.T.A. Battisti (Trento) 5-1
Laurynas Grigelis (T) b. Matteo Trevisan (P) 57 64 75
Claudio Grassi (P) b. Gianluca Pecoraro (T) 60 63
Marco Crugnola (P) b. Pietro Pecoraro (T) 62 61
Jacopo Stefanini (P) b. Nicolò Zampoli (T) 62 63
Marco Crugnola/Claudio Grassi (P) b. Pietro Pecoraro/Nicolò Zampoli (T) 62 63
Jacopo Stefanini/Matteo Trevisan (P) b. Laurynas Grigelis/Gianluca Pecoraro (T) 62 64
G.A. Stefano Leorin; arbitri: Bruno Loffredo, Simone Sebastianella Calandra, Alessandra Zanchetta

CLASSIFICA
13 (5) Tennis Club Prato
7 (5) Tennis Club Schio Arket
4 (5) Due Ponti S.S.D. (Roma)
4 (5) Circolo Tennis A.T.A. Battisti (Trento)



GIRONE 4


Park Tennis Club Genova – Tennis Club Genova 1893 1-5
Marton Fucsovic (G) b. Andrea Arnaboldi (P) 75 64
Alessandro Giannessi (P) b. Andrea Basso (G) 63 64
Francesco Picco (G) b. Gianluca Mager (P) 64 64
Alessandro Motti (G) b. Alessandro Ceppellini (P) 64 76
Francsco Picco/Andrea Basso (G) b. Andrea Arnaboldi/Alessandro Giannessi (P) 63 75
Alessandro Motti/Marton Fucsovic (G) b. Pietro Ansaldo/Gianluca Mager (P) 75 60
G.A. Piercarlo Capra; arbitri: Lorenzo Bobbio, Christian Marangoni, Filippo Molina

Circolo Tennis Rovereto – Tennis Club Sinalunga 4-2
Luca Vanni (S) b. Giacomo Oradini (R) 62 64
Thomas Holzer (R) b. Pietro Licciardi (S) 63 64
Dawid Olejniczak (S) b. Luca Stoppini (R) 64 67(6) 75
Nicola Vidal (R) b. Nahuel Fracassi (S) 63 60
Thomas Holzer/Giacomo Oradini (R) b. Luca Vanni/Dawid Olejniczak (S) 76(5) 64
Luca Stoppini/Mattia Lotti (R) b. Tomas Tenconi/Giovannu Galuppo (S) 36 62 10-7
G.A. Nicolò Fagioli, (g.a. assistente Donato Antonio Boccardi); arbitri: Luigi Enzo Tetii, Andrea Waldner, Antonio Casa

CLASSIFICA
11 (5) Tennis Club Genova 1893
10 (5) Park Tennis Club Genova
4 (5) Circolo Tennis Rovereto
3 (5) Tennis Club Sinalunga





ITA A1 Femminile – 5° Giornata


GIRONE 1


A. S. Dil. Tennis Club Cagliari – Tennis Club Parioli ASD (Roma) 4-0
Gioia Barbieri (C) b. Marina hamayko (P) 60 61
Alice Matteucci (C) b. Martina Di Giuseppe (P) 63 36 63
Anna Floris (C) b. Susanna Giovanardi (P) 26 60 60
Anna Floris/Valentina Sulpizio (C) b. Martina Di Giuseppe/Susanna Giovanardi (P) 63 64
G.A. Gianluca Cossu; arbitri: Angelo Atzeni, Gianluca Satta

USD Tennis Beinasco – Circolo del Tennis Castellazzo 4-0
Giulia Gatto-Monticone (B) b. Isabella Tcherkes Zade (C) 62 61
Anastasiya Vasylyeva (B) b. Elsa Rebecca Terranova (C) 62 60
Giulia Pairone (B) b. Carlotta Nonnis Marzano (C) 62 76(4)
Giulia Gatto-Monticone/Giulia Pairone (B) b. Carlotta Marzano Nonnis/Elsa Rebecca Terranova (C) 61 60
G.A. Renzo Perfumo; arbitri: Francesco Pontone, Nicolò Dionisio

CLASSIFICA
15 (5) A. S. Dil. Tennis Club Cagliari
9 (5) Tennis Club Parioli ASD (Roma)
6 (5) USD Tennis Beinasco
0 (5) Circolo del Tennis Castellazzo



GIRONE 2


Tennis Club Genova 1893 – Club Tennis Ceriano 4-0
Alberta Brianti (G) b. Alice Moroni (C) 63 64
Alice Balducci (G) b. Giulia Sussarello (C) 64 62
Lyudmilla Samsonova (G) b. Clelia Melena (C) 62 64
Alberta Brianti/Alice Balducci (G) b. Giulia Sussarello/Clelia Melena (C) 75 60
G.A. Antonio Maiolo; arbitri: Daniel Esposito, Vittoria Graziano

Circolo Tennis Albinea A.S. D. – Tennis Club Prato A.S.D. 0-4
Lucrezia Stefanini (P) b. Nicole Pafundi (A) 61 64
Lisa Piccinetti (P) b. Chiara Filanci (A) 61 61
Maria Elena Camerin (P) b. Giulia Gabba (A) 61 64
Maria Elena Camerin/Lucrezia Stefanini (P) b. Giulia Gabba/Nicole Pafundi (A) 64 64
G.A. Luigi Bisi; arbitri: Andrea Bellelli, Emanuele Capra

CLASSIFICA
13 (5) Tennis Club Prato A.S.D.
7 (5) Tennis Club Genova 1893
5 (5) Club Tennis Ceriano
2 (5) Circolo Tennis Albinea A.S. D


TAG: ,

15 commenti. Lasciane uno!

Gabriele da Ragusa 09-11-2015 09:27

@ claudio (#1486894)

Sai anche se per caso la federazione da dei premi in denaro ai circoli in funzione del loro piazzamento? Grazie

15
Jack (Guest) 09-11-2015 08:08

@ adecor (#1486908)

Bisognava esserci…dico solo che in occasione di incontri importanti (vedi serie A1) dove comunque le squadre investono diversi soldini, non può bastare un semplice arbitro di sedia per giudicare palle che viaggiano a 2000 su superfici veloci come quella di Rovereto…arbitri che magari hanno anche poca esperienza a quel livello…un vero peccato ed anche molta amarezza…la federazione dovrebbe pensare a questo aspetto, anche se capisco molto difficile da gestire…ma una palla può fare la differenza su tutti i campi, figuriamoci in queste superfici…

14
adecor 09-11-2015 07:27

Scritto da intrepid

Scritto da adecor

Scritto da stan81
@ adecor (#1486720)
Forse perché per poter giocare la finale scudetto deve avere almeno una presenza nei giorni e per lui questa forse era la prima e unica apparizione nei gironi?

Questo lo so, ma credo sia molto più importante il Masters di doppio che la finale di Serie A1. Prendesse esempio da Fognini che ha fatto la presenza molto prima del Masters, cioè alla terza giornata.

ecco… mi mancava veder citare fogna come esempio

Scusa ma Fognini in molte cose non è da prendere come esempio ma in molte sì e questa è una cosa dove ha fatto un’ottima gestione.
Si era preso l’impegno e l’ha onorato mentre Bolelli l’ha onorato intanto ritirandosi poi una settimana prima del Masters che può darsi sia il primo e l’ultimo anno che gli capiti di giocare un Masters di doppio.

13
adecor 09-11-2015 07:23

Scritto da Jack
Ma dell’inadeguatezza arbitrale sulle superfici veloci nei campionati a squadre nessuno ne parla ? Ieri a Rovereto (serie A1 maschile) ne sono successe di tutti i colori…

Se sai qualcosa puoi dirmi cosa è successo ieri a Rovereto? Ho letto sul sito del mio circolo (TC Sinalunga) che l’arbitraggio è stato inadeguato ma poi hanno scritto solo i risultati dei match senza scrivere perché inadeguato.

12
claudio (Guest) 09-11-2015 01:48

@ Doc (#1486856)

15/25mila

11
Jack (Guest) 09-11-2015 00:31

Ma dell’inadeguatezza arbitrale sulle superfici veloci nei campionati a squadre nessuno ne parla ? Ieri a Rovereto (serie A1 maschile) ne sono successe di tutti i colori…

10
intrepid 08-11-2015 23:59

Scritto da adecor

Scritto da stan81
@ adecor (#1486720)
Forse perché per poter giocare la finale scudetto deve avere almeno una presenza nei giorni e per lui questa forse era la prima e unica apparizione nei gironi?

Questo lo so, ma credo sia molto più importante il Masters di doppio che la finale di Serie A1. Prendesse esempio da Fognini che ha fatto la presenza molto prima del Masters, cioè alla terza giornata.

ecco… mi mancava veder citare fogna come esempio :mrgreen:

9
Doc (Guest) 08-11-2015 23:53

Qualcuno sa dirmi quanto può valere economicamente per un giocatore la partecipazione alla serie A? Grazie

8
solotitano (Guest) 08-11-2015 23:47

@ leo_stanimal (#1486804)

Ne passa una sola per girone per le semifinali (A/R). Ignoro se ci sia un sorteggio o un criterio per stabilire delle teste di serie.
La seconda di ogni girone è salva, mentre terze e quarte fanno i playout (A/R) per stabilire 4 retrocessioni.

7
Tennisman (Guest) 08-11-2015 21:56

@ adecor (#1486741)

In effetti la mia domanda ha anche un’interpretazione polemica (e ce ne sarebbe da dire: con il dovuto rispetto per Simone, ma su questo versante è indifendibile).
Tuttavia la vera domanda è: il ritiro è per un infortunio di natura fisica o perchè non si è osato a perdere da Crepaldi?

6
leo_stanimal (Guest) 08-11-2015 21:44

Le peggiori 4 (una a girone) fanno il play-out per evitare di retrocedere e le migliori 8 (due a girone) fanno quarti-semi-finalissima? Con quale criterio si sorteggiano i quarti? Grazie mille in anticipo a tutti.

5
adecor 08-11-2015 20:12

Scritto da stan81
@ adecor (#1486720)
Forse perché per poter giocare la finale scudetto deve avere almeno una presenza nei giorni e per lui questa forse era la prima e unica apparizione nei gironi?

Questo lo so, ma credo sia molto più importante il Masters di doppio che la finale di Serie A1. Prendesse esempio da Fognini che ha fatto la presenza molto prima del Masters, cioè alla terza giornata.

4
stan81 (Guest) 08-11-2015 19:36

@ adecor (#1486720)

Forse perché per poter giocare la finale scudetto deve avere almeno una presenza nei giorni e per lui questa forse era la prima e unica apparizione nei gironi?

3
adecor 08-11-2015 19:25

Scritto da Tennisman
Il ritiro di Bolelli?

Ma infatti, Bolelli perché è andato a sprecare energie in Serie A1 quando Domenica inizia il Masters?

2
Tennisman (Guest) 08-11-2015 19:20

Il ritiro di Bolelli?

1

Lascia un commento