Notizie dal Mondo Copertina, Generica

La gaffe del torneo di Pechino su Fabio Fognini

02/10/2015 11:06 17 commenti
La gaffe del torneo di Pechino su Fabio Fognini
La gaffe del torneo di Pechino su Fabio Fognini

Sicuramente una gaffe quella commessa dagli organizzatori del torneo ATP 500 di Pechino.
L’allenatore di Fabio Fognini, Josè Perlas è stato accreditato dal torneo cinese come allenatore di Fabil Fognini (che non esiste), per l’aggiunta era anche una giocatrice WTA.

Poco dopo su Twitter ha scritto Perlas: “Dopo 45 minuti di attesa mi danno questo accredito! 8 persone, passaporti, compilare due documenti, firma del giocatore, scanner, stampanti.. Non sempre due occhi vedono più di 16…!


TAG: , , , ,

17 commenti. Lasciane uno!

mats (Guest) 03-10-2015 23:48

Scritto da Koko
Semmai questa cosa testimonia che questi Cinesi hanno la loro grande cultura abbastanza chiusa e per il resto vanno a tentoni arrangiandosi con le abitudini anche sportive occidentali. Come organizzatori sono faraonici ma anche portati ad incongruenze e gaffes perchè magari fanno qualcosa al di fuori della loro millenaria cultura non esattamente improntata allo sport moderno made in Inghilterra.

tutto ‘sto minestrone, cultura millenaria, chiusa, per una vocale sbagliata? Ma piantala li# 😆

17
Miiiiii (Guest) 02-10-2015 21:56

Perlas, correggi la tua di gaffe.. Vorrai dire “non sempre 16 occhi vedono meglio di 2”.. :mrgreen:

16
mazing z (Guest) 02-10-2015 20:47

Nargiso in un’intervista anni fa’, che ho trovato su youtube, parlando della pennetta disse che flavia si stava affacciando nel mondo atp, quella era una gaffe.

15
Haas78 (Guest) 02-10-2015 19:25

Grandiosi 😀

14
frafra (Guest) 02-10-2015 18:17

Come si fa a non conoscere fabrizio fognino

13
rafael (Guest) 02-10-2015 15:53

Vorrei vedere la precisione dei nostri organizzatori se dovessero fare gli accrediti in cinese! :mrgreen: 😯 👿

12
Koko (Guest) 02-10-2015 14:38

Semmai questa cosa testimonia che questi Cinesi hanno la loro grande cultura abbastanza chiusa e per il resto vanno a tentoni arrangiandosi con le abitudini anche sportive occidentali. Come organizzatori sono faraonici ma anche portati ad incongruenze e gaffes perchè magari fanno qualcosa al di fuori della loro millenaria cultura non esattamente improntata allo sport moderno made in Inghilterra.

11
green carpet (Guest) 02-10-2015 14:15

Scritto da pallabreak

Scritto da Andrea not Petkovic

Scritto da pallabreak
Più che di una gaffe parlerei semplicemente di errore, eventualità attraverso la quale agli esseri umani capita di passare. Anche ai cinesi, abitualmente molto più precisi di noi. La l, nei computer, è subito sotto la o: può succedere di invertirle e magari è proprio ciò che è successo, non ci vedo tutta questa “clamorosità”. Poi mi sembra a sua volta comprensibile che i controlli vengano fatti soprattutto sugli intestatari dell’accredito, più che sulle persone di cui sono allenatori. Ecco perché ci sta che non si siano accorti che anziché Fabil il nome corretto era Fabio. E in ogni caso bisognerebbe allora spulciare tutti gli accrediti, che ne so, degli Internazionali d’Italia per capire se “gaffe” del genere sono così insolite e quindi degne d’esser segnalate. Infine, non capisco proprio la dichiarazione del signor Perlas su twitter: “non sempre 2 occhi vedono più di 16″. E dove sta la notizia? Caso mai è vero il contrario! Trattasi mica di una… gaffe?

Non si tratta solo di “FABIL” ma anche di “WTA” invece di “ATP”. Quello non è mica errore di battitura.

Scritto da LiveTennis.it Staff
@ pallabreak (#1462225)
Il nome può anche essere normale, ma la dicitura WTA fa diventare l’accaduto una gaffe di un certo livello.
Un abbraccio.

Ok, il particolare della dicitura Wta mi era sfuggito ed effettivamente è un po’ insolito. Resto però dell’idea che errori simili capitino anche nell’organizzazione dei tornei nostrani. E poi, gaffe per gaffe, ripeto: quella di Perlas, quando scrive che “non sempre 2 occhi vedono più di 16″, non vi pare almeno altrettanto clamorosa? Allora, io penso: se evidenziamo una, evidenziamo anche l’altra! Buon tennis a tutti.

Come trasformare una notizia “leggera” in questione inutilmente “pesante”…

10
Koko (Guest) 02-10-2015 13:55

Pennetta disperata dopo questo cambio? 😛

9
pallabreak (Guest) 02-10-2015 13:51

Scritto da Andrea not Petkovic

Scritto da pallabreak
Più che di una gaffe parlerei semplicemente di errore, eventualità attraverso la quale agli esseri umani capita di passare. Anche ai cinesi, abitualmente molto più precisi di noi. La l, nei computer, è subito sotto la o: può succedere di invertirle e magari è proprio ciò che è successo, non ci vedo tutta questa “clamorosità”. Poi mi sembra a sua volta comprensibile che i controlli vengano fatti soprattutto sugli intestatari dell’accredito, più che sulle persone di cui sono allenatori. Ecco perché ci sta che non si siano accorti che anziché Fabil il nome corretto era Fabio. E in ogni caso bisognerebbe allora spulciare tutti gli accrediti, che ne so, degli Internazionali d’Italia per capire se “gaffe” del genere sono così insolite e quindi degne d’esser segnalate. Infine, non capisco proprio la dichiarazione del signor Perlas su twitter: “non sempre 2 occhi vedono più di 16″. E dove sta la notizia? Caso mai è vero il contrario! Trattasi mica di una… gaffe?

Non si tratta solo di “FABIL” ma anche di “WTA” invece di “ATP”. Quello non è mica errore di battitura.

Scritto da LiveTennis.it Staff
@ pallabreak (#1462225)
Il nome può anche essere normale, ma la dicitura WTA fa diventare l’accaduto una gaffe di un certo livello.
Un abbraccio.

Ok, il particolare della dicitura Wta mi era sfuggito ed effettivamente è un po’ insolito. Resto però dell’idea che errori simili capitino anche nell’organizzazione dei tornei nostrani. E poi, gaffe per gaffe, ripeto: quella di Perlas, quando scrive che “non sempre 2 occhi vedono più di 16”, non vi pare almeno altrettanto clamorosa? Allora, io penso: se evidenziamo una, evidenziamo anche l’altra! Buon tennis a tutti.

8
green carpet (Guest) 02-10-2015 13:28

I poteri occulti si accaniscono contro casa Fognini dopo la campagna d’america…..

7
Andrea not Petkovic 02-10-2015 12:27

Scritto da pallabreak
Più che di una gaffe parlerei semplicemente di errore, eventualità attraverso la quale agli esseri umani capita di passare. Anche ai cinesi, abitualmente molto più precisi di noi. La l, nei computer, è subito sotto la o: può succedere di invertirle e magari è proprio ciò che è successo, non ci vedo tutta questa “clamorosità”. Poi mi sembra a sua volta comprensibile che i controlli vengano fatti soprattutto sugli intestatari dell’accredito, più che sulle persone di cui sono allenatori. Ecco perché ci sta che non si siano accorti che anziché Fabil il nome corretto era Fabio. E in ogni caso bisognerebbe allora spulciare tutti gli accrediti, che ne so, degli Internazionali d’Italia per capire se “gaffe” del genere sono così insolite e quindi degne d’esser segnalate. Infine, non capisco proprio la dichiarazione del signor Perlas su twitter: “non sempre 2 occhi vedono più di 16″. E dove sta la notizia? Caso mai è vero il contrario! Trattasi mica di una… gaffe?

Non si tratta solo di “FABIL” ma anche di “WTA” invece di “ATP”. Quello non è mica errore di battitura.

6
LiveTennis.it Staff 02-10-2015 12:26

@ pallabreak (#1462225)

Il nome può anche essere normale, ma la dicitura WTA fa diventare l’accaduto una gaffe di un certo livello.

Un abbraccio.

5
pallabreak (Guest) 02-10-2015 12:14

Più che di una gaffe parlerei semplicemente di errore, eventualità attraverso la quale agli esseri umani capita di passare. Anche ai cinesi, abitualmente molto più precisi di noi. La l, nei computer, è subito sotto la o: può succedere di invertirle e magari è proprio ciò che è successo, non ci vedo tutta questa “clamorosità”. Poi mi sembra a sua volta comprensibile che i controlli vengano fatti soprattutto sugli intestatari dell’accredito, più che sulle persone di cui sono allenatori. Ecco perché ci sta che non si siano accorti che anziché Fabil il nome corretto era Fabio. E in ogni caso bisognerebbe allora spulciare tutti gli accrediti, che ne so, degli Internazionali d’Italia per capire se “gaffe” del genere sono così insolite e quindi degne d’esser segnalate. Infine, non capisco proprio la dichiarazione del signor Perlas su twitter: “non sempre 2 occhi vedono più di 16”. E dove sta la notizia? Caso mai è vero il contrario! Trattasi mica di una… gaffe?

4
mimmo (Guest) 02-10-2015 12:07

Scritto da Luca 28
Io aggiungerei anche quelle di Super tennis che continuano a mandare in onda la pubblicità del WTA di Pechino in cui viene detto che ci saranno 5 azzurre in campo (quando ormai Karin ha dato forfait da tempo) e quella del master di fine anno con Serena (che ha già detto che non parteciperà) in copertina.

non credo si tratti di gaffe ma evidentemente di pubblicità ingannevole

3
Andrea not Petkovic 02-10-2015 11:33

Scritto da Luca 28
Io aggiungerei anche quelle di Super tennis che continuano a mandare in onda la pubblicità del WTA di Pechino in cui viene detto che ci saranno 5 azzurre in campo (quando ormai Karin ha dato forfait da tempo) e quella del master di fine anno con Serena (che ha già detto che non parteciperà) in copertina.

Idem per Stanford. “La regina proverà a difendere il titolo” in quanto Serena si era già ritirata da un po’.

2
Luca 28 02-10-2015 11:24

Io aggiungerei anche quelle di Super tennis che continuano a mandare in onda la pubblicità del WTA di Pechino in cui viene detto che ci saranno 5 azzurre in campo (quando ormai Karin ha dato forfait da tempo) e quella del master di fine anno con Serena (che ha già detto che non parteciperà) in copertina.

1