Belinda Bencic Copertina, Generica

Belinda Bencic, 18 anni e non sentirli

18/08/2015 08:00 8 commenti
Belinda Bencic classe 1997, n.12 WTA
Belinda Bencic classe 1997, n.12 WTA

Volendo guardare in casa nostra, la data del 14 giugno 2015 è altamente significativa: quel giorno la 18enne terribile Belinda Bencic gioca e perde la finale del torneo di S’Hertogenbosch contro la nostra Camila Giorgi, rimandando l’appuntamento con il suo primo successo WTA e regalando invece alla marchigiana la sua prima gioia nel circuito maggiore.

Bene da quel giorno, Belinda ha messo il turbo e si può dire tranquillamente che non ha sbagliato più nulla.
Poco meno di due settimane per il primo alloro, battendo sull’erba di Eastbourne in finale Agnieszka Radwanska, già finalista Wimbledon e decisamente a suo agio sul verde, non di certo giocatrice improvvisata. Nello Slam inglese raggiunge gli ottavi perdendo in modo netto contro la Azarenka ma portando a casa i tre match in cui partiva favorita e che doveva vincere. Intanto la classifica sale e, dopo la sbornia per i risultati di fine 2014 (QF a New York) che sembravano averla condizionata in negativo all’inizio del 2015 (1T agli AUS Open), Belinda si appresta a vivere un’estate su cemento nordamericano da assoluta protagonista. La cambiale, come sopradetto, di New York sarà impegnativa ma la Bencic vista all’opera in Canada po’ puntare alle fasi finali dello Slam americano.

A Toronto ha vinto il suo primo Premier 5 della carriera (secondo successo WTA), giocando un tennis impeccabile e mettendo in riga giocatrici di assoluto rispetto, magari non al meglio della loro condizione ma pur sempre delle gran campionesse: primo turno la canadese Bouchard (crisi nera per lei ma non è una novità), secondo turno contro la numero 4 del seeding Caroline Wozniacki, che a molti pare proprio una sua versione ma depotenziata. Agli ottavi la Bencic sconfigge in un match dall’andamento strano e altalenante la tedesca Lisicki, ai quarti la Ivanovic senza alcun patema, in semi finale dopo una lunga battaglia una Serena Williams non al top e in finale la rumena Simona Halep, ritiratasi al limite delle proprie forze sul 3 a 0 in suo sfavore nel parziale decisivo. Una vittoria contro avversarie importanti e di prestigio, per una ragazzina che vale la pena ricordare ha solo 18 anni.

Best ranking al numero 12 del mondo, sui forum in tanti vedono in lei la dominatrice del tennis del prossimo decennio, degna erede della scuola di Martina Hingis, anche se non mancano critiche riguardo il suo tennis troppo di rimessa e poco incisivo o una solidità mentale che alle volte viene smarrita: sono critiche che sinceramente trovo leggermente pretestuose vista la giovanissima età della Bencic, giocatrice che potrà sicuramente migliorare nell’aspetto mentale dei suoi match e trovare nuove armi in più e affilate nel suo tennis, colmando lacune (ammesso che ce ne siano) per diventare davvero grandissima. Le premesse non mancano di certo.


Alessandro Orecchio


TAG: , ,

8 commenti

Vince 18-08-2015 15:03

Scritto da alexalex
Piano a parlare di nuovo fenomeno… ricordiamoci della Bouchard!

Guarda che non si arriva mai così in alto per caso…se la Bouchard vuole fare l’atleta seriamente, ha la possibilità di tornare dov’è già arrivata…se invece ha altri interessi e il tennis non è tutta la sua vita, è un altro discorso.

Comunque la Bencic mi sembra un tipo diverso, credo sia molto determinata e penso che non si perderà per strada…anzi, penso che in futuro potrà migliorare qualche inevitabile difetto che mostra oggi a 18 anni.

8
Elio 18-08-2015 12:49

@ marcopiper (#1423447)

Se non cambia Staff c’è poco da sperare ! 🙁 Ha già perso come minimo 4 anni. Togliamo la C a bencic, scomodiamo la FIT (come per Bahamonde) e il gioco è fatto ! 😛
Cosi imitiamo il calcio. 🙁 :mrgreen: 😈

7
marcopiper 18-08-2015 12:39

Perchè c’è ancora chi aspetta Camila? 😆

6
PingPong 18-08-2015 11:06

Quelle che mi pare che non capisca la gente è che Belinda, oltre ad avere le palle, ha pure la testa. Questo fatto la avvantaggia su altre concorrenti tecnicamente + dotate e che mai saranno campionesse. Non è questione di tecnica, talento innato o altro, un vincente lo vedi dagli occhi. Quando vedo parlare di pliskova o muguruza ad esempio mi viene da ridere. Gente che al primo soffio di vento si perde come se fosse in mezzo a una tempesta 😆 😆 . Certo, vinceranno qualcosa, ma nel medio lungo termine, bencic sarà una delle stelle + luminose.

5
radar 18-08-2015 10:39

Dominatrice del tennis del prossimo decennio io non ce la vedo.
In compagnia di altre sì, ma che sia più forte di Halep, Keys, Pliskova, Muguruza e di Camila (se mette la testa a posto!) è tutto da vedere.
Senza dimenticare quelle della sua stessa generazione: Konjuh, Kasatkina, Badosa Gibert..
Semplicemente è avanti rispetto ai suoi 18 anni, dimostrando una precocità notevole, risultante anche dalla pianificazione impostata e dai mezzi investiti su di lei sin dalla più tenera età, ma che dovrà essere confermata nel tempo.
Vedremo..

4
alexalex 18-08-2015 10:13

Piano a parlare di nuovo fenomeno… ricordiamoci della Bouchard!

3
Carlo (Guest) 18-08-2015 09:19

I 18 anni la Bencic più che non sentirli direi che non li dimostra.

In tutti gli aspetti, fisico, tecnico, comportamentale, è molto più matura della sua età anagrafica.
Se uno non la conoscesse le darebbe almeno 22 anni.

Precocità assoluta, che aveva già dimostrato, adesso deve solo mantenere (come minimo) questo livello anche a fronte delle inevitabili difficoltà che prima o poi troverà.

2
groucho (Guest) 18-08-2015 08:56

Veramente volendo guardare in casa nostra, mentre la Bencic vinceva Wimbledon junior un carneade marchigiano faceva lo stesso nel maschile. Chi si ricorda come si chiamava?

1