Il torneo future di Pontedera Copertina, Future

Italia F20 – Pontedera: Resistono Mager e Giustino

29/07/2015 22:39 3 commenti
Nella Foto Gianluca Mager
Nella Foto Gianluca Mager

La pattuglia italiana subisce una bella sfoltita negli ottavi di finale del Torneo Future ITF “Città di Pontedera” – Trofeo Devitalia (15.000 $, www.itfpontedera.it): per il momento sono due i tennisti azzurri ad aver staccato il pass per i quarti. Ha passeggiato per poco più di cinquanta minuti Gianluca Mager, l’italiano più accreditato a livello di ranking (testa di serie numero 3 e 358 del mondo), contro Gregorio Lulli, che il suo torneo lo aveva già vinto superando quattro torni, qualificazioni comprese, e conquistando i primi punti ATP. Ha impressionato il ventunenne genovese, sotto gli occhi vigili di Coach Diego Nargiso, in attesa di impegni per lui più ardui: dotato di un servizio e di un diritto dalla pesantezza plumbea, il salto nei Challenger sembra solo questione di mesi, mentre il rovescio e la gestione dei momenti importanti del match sono aspetti su cui deve ancora migliorare.

Il secondo azzurro che supera il turno è Lorenzo Giustino, avanti col brivido (60 76) contro Federico Maccari, dopo un vantaggio iniziale di dieci games a zero. Con l’eliminazione di Lulli, Maccari, di Fabrizio Ornago (che spreca una grande occasione contro l’australiano Banks) e di Andrea Vavassori gli ottavi di finale sono il capolinea di tutti i qualificati. Merita comunque un plauso e un occhio di attenzione in futuro il piemontese Vavassori, ragazzone dal servizio e dal diritto micidiali, con margini di crescita ancora tutti da scoprire: contro la testa di serie numero 2 Marco Trungelliti, “Wave” si è ben districato soprattutto nel secondo set, perso per 75, ma alla fine ha pagato la maggiore esperienza dell’argentino, che quest’anno è andato ad un passo dal qualificarsi per il tabellone principale del Roland Garros.

Il match sulla carta più interessante della giornata tra il greco Stefanos Tsitsipas e lo spagnolo Javier Marti. Il tennista ellenico continua a impressionare e elimina l’avversario con un netto 64 61, prendendo il largo sul 4-4 nel primo set. Marti ha pagato la maratona di tre ore e mezzo del giorno precedente contro il giovanissimo argentino Francisco Bahamonde: l’iberico, che lo scorso anno proprio a Pontedera ritornava all’attività dopo il gravissimo infortunio al braccio, quest’anno si è presentato in condizioni decisamente migliori ma ancora lontano dal “top”. Infine è arrivata la qualificazione ai quarti di finale del cinese Di Wu, prima testa di serie, che tuttavia ha dovuto penare tantissimo per sconfiggere il qualificato francese Florian Lakat (36 64 64).
Giovedì 30 si disputeranno i quarti di finale del singolare e le semifinali del doppio: l’ingresso è libero per tutta la durata della manifestazione.


TAG:

3 commenti

pibla (Guest) 30-07-2015 11:43

Visto in serata Giorgini-Capecchi 6-3 6-1 per il primo.

Giorgini è il metro di giudizio ideale a livello future, finché non lo si batte inutile pensare a salti in avanti, traete voi le conclusioni su Capecchi…vediamo in futuro…per ora il suo livello sono i futures e c’ha da farne ancora tanti.

3
MetalManiacHHH86 29-07-2015 23:39

Il cinesino è troppo distratto e discontinuo, notavo un Sanguinetti un po imbronciato perché le potenzialità sono ottime anche se fisicamente non ha la mole per reggere l’urto dei major ma il talento c’è tutto..

Ottimo Giustino che ha dominato il match giocando un gran tennis..

Menzione per l’argentino, che ha la pancetta e un andatura ciondolante ma ha un tennis scomodo ne dannatamente continuo.. Complimenti a vavassori che ha tenuto alla grande il campo contro un avversario decisamente più forte..

Si prospetta una fase finale niente male..

2
Dre (Guest) 29-07-2015 22:51

Il ventunenne SANREMESE. È nato e vive a SANREMO

1

Lascia un commento