Diario da San Benedetto del Tronto dal nostro AndryREAX Challenger, Copertina

Diario da San Benedetto – 16/07/2015

17/07/2015 09:12 40 commenti
Matteo Donati classe 1995, n.183 del mondo
Matteo Donati classe 1995, n.183 del mondo

Prima giornata marchigiana, tante soddisfazioni, pochi rimpianti. Il caldo la fa da padrone, mentre nei derby italiani vincono tutti i più giovani, e Volandri completa una giornata pressochè perfetta battendo Beck, in un match piuttosto strano, ma c’è un dato molto importante: su 8 giocatori ancora in gara, a San Benedetto, 6 sono italiani. Un Grazie ad AndryREAX

Ma partiamo dall’inizio, sono arrivato al TC Maggioni verso le 16.05, e ho visto che Hamou si stava riscaldando con un giudice di linea, che avrà avuto 14-15 anni, ma che teneva tranquillamente il ritmo imposto dal francese, dimostrando ottime doti tennistiche.

Oltre a questa scena simpatica c’erano Cecchinato e Caruso che si riscaldavano vicino al bar, e Donati che era seduto con un amico a chiacchierare. Iniziano i match e guardo i primi 5 minuti di Cecchinato, quanto mi basta per capire che quel match non avrà storia, e allora mi sposto sul campo 3, con Caruso e Giustino in campo, partita a mio avviso molto più aperta e più gradevole. Parte meglio il siciliano, con Giustino da subito molto nervoso a causa dell’umidità e anche della sua eccessiva sudorazione, che avrà forti ripercussioni sul suo servizio, in quanto, sue testuali parole, non riusciva a impugnare bene per battere, e un problema simile ha avuto anche Salvo. Dopo 3 games, con Caruso al servizio, Giustino sbaglia un lob non impossibile e si autocritica, dicendo “sono un rincoglionito, batte a 2 km/h, fan…”. Visto l’eccessivo nervosismo, Giustino subisce il break il game successivo grazie a una profondità costante nello scambio trovata da Caruso e a qualche errore di troppo, però nel game successivo, sotto gli occhi di Donati che nel frattempo era venuto a vedere il match, recupera immediatamente il break.

Intanto a seguire il match, proprio vicino a me, arrivava anche Hamou, con cuffie e telefono in mano, ed un signore di una cinquantina d’anni che continuava a fargli decine di domande, dandogli palesemente fastidio, ma lui è stato tranquillo e gentile a rispondergli. Giustino intanto grazie a delle accelerazioni di rovescio molto molto buone, applaudite anche dallo stesso Caruso che su una ha esclamato “boia!”, si portava avanti di un break, andando a servire sul 4-3. Però qui i problemi al servizio, che lo perseguiteranno per tutto il match, continuavano, e il giocatore campano perde di nuovo il servizio. Intanto saliva la tensione, entrambi provavano a incitarsi, il match era di buon livello per l’intensità e per le belle palle corte di Caruso, che davano molto fastidio a Giustino, che nel primo set diceva “bravo” all’avversario ancora prima che queste scendessero sul suo campo.

Tie break molto equilibrato, e sul 4-4 c’è un episodio che sfavorisce nettamente Caruso: prima palla di servizio, chiamata out con ritardo dal giudice di linea, in realtà era buona (o almeno così sostiene l’arbitro dopo aver scrutato il segno per una dozzina di secondi): a quel punto decide di far ripetere il punto, e Caruso dice “non puoi farmi questo, non è possibile, l’ha chiamata mezzora dopo”, poi dopo un paio di minuti di polemica, in cui prova anche a chiedere l’intervento del supervisor che però l’arbitro non concede, dicendo che l’episodio non era in discussione, Caruso si decide a servire di nuovo la prima e fa il punto, poi nel punto successivo Giustino si muove troppo poco coi piedi e una palla presa male da Caruso diventa praticamente un vincente, e a quel punto il TB è compromesso. Intanto stava finendo il match di Ceck e io mi affaccio in tribuna proprio per il match point e per l’intervista, dove gli dicono che è praticamente nel main draw degli us open grazie a questa vittoria, e lui con le solite dichiarazioni di rito dice di pensare innanzitutto a questo torneo etc. etc.

Torno sul campo3 per il secondo set, che è molto simile al primo, scambi lunghi, poche discese a rete ma comunque apprezzabile profondità e complessivamente pochi errori forzati, dunque match gradevole per gli appassionati dei match su terra. Partita ancora una volta equilibrata e dominata prima da uno, poi dall’altro giocatore, con Giustino che da 4-2 e servizio concede 12 punti di fila a Caruso che va a servire per il match, ma al siciliano a quel punto viene un po’ di braccino, Giustino si ricompone e riesce ad allungare il match fino al TB. Qui Caruso chiude, dopo 2 set di un’intensità e di una durata mostruosi, soddisfatto verso il suo angolo (anche accusato di coaching da Giustino durante il match), per una vittoria molto importante nell’economia della sua stagione. Intanto sul centrale era cominciato il match di Donati, e io arrivo alla fine del 3° gioco, con Donati sopra 2-1 senza break. Il break Matteo lo ottiene pochi giochi più tardi, con delle risposte d’anticipo molto molto belle, ed è proprio la risposta il colpo con cui quest’oggi a mio avviso s’è levato più soddisfazioni. Nello scambio da fondo, su entrambe le diagonali, i giocatori erano sullo stesso livello, con Naso che tendeva a prendersi più rischi e di conseguenza a sbagliare di più, mentre nei primi 2-3 colpi era sempre Matteo a prendere l’iniziativa. Il primo set è stato deciso da quel break sul 2-3, poi Donati ha avuto tante chance sul 2-5 per chiudere subito il set, senza dover servire, ma Naso è stato bravo a non cedere il proprio turno di servizio creandosi così un’altra chance. Donati però, dallo 0-15, ha piazzato dentro mi sembra 3 o addirittura 4 prime e non ha dato opportunità a Naso di agguantare un break che avrebbe riaperto totalmente il set.

Tra il primo e il secondo set, Donati ha chiesto l’intervento del fisio per un problema al polso destro, che si porterà avanti per tutta la partita, condizionandolo un po’ al servizio, che è risultato più lento del solito.

Naso parte bene, va sopra 3-1, si incita verso il suo angolo ma appena le cose vanno male inizia a lamentarsi, per colpa dei cattivi rimbalzi, della sfortuna, e chi più ne ha più ne metta. Donati recupera il break e infila un parziale di 4 giochi a 0 che sembrano sancire la fine dell’incontro, ma così non è: al servizio per il match sul 6-3 5-4, Naso trova qualche jolly in risposta e Matteo commette 2 errori di troppo, e così la partita va avanti, fino al TB. Al TB il doppio fallo sull’1-3 di Naso, che manda Donats avanti di 2 mini break, illudono ancora una volta il pubblico facendo credere che il match sia finito, ma non è così. Matteo va 5-2, con Naso al servizio, la prima del tennista di Trapani esce di pochissimi centimetri, e lui dice “Ma non è possibile, 8 prime fuori di una minchia”, scatenando anche qualche risata. Ma c’è ben poco da ridere per Donati e per il suo staff, perchè Naso infila 5 punti consecutivi che mandano la partita ad un terzo set, che non era nell’aria a dire il vero, visto il nervosismo del siciliano, ma meritato, poichè il livello di gioco da parte dei due ragazzi era simile.

Il terzo set è stato quello più divertente della partita, tante chances di break da una parte e dall’altra, tante palle corte da parte di entrambi i giocatori (a dirla tutta quelle di Matteo sono state eccessive, ma le 2 consecutive sul 4-4 30-30 son state dei capolavori), e ottimi vincenti di rovescio di Naso e di dritto di Donati, principalmente. Le palle break nel corso del set sono state tante, credo una decina, ma nessuno dei due giocatori riusciva a piazzare l’allungo decisivo, e quello che dava l’impressione di essere più fresco era Naso, che non aveva problemi fisici e che sembrava essere finalmente in pace con se stesso. Ma questa pace interiore è durata poco, ed è stata disturbata dall’arbitro: nell’ottavo gioco sul 3-3 ha dato la seconda di servizio a Naso, per il secondo time violation, ma in realtà era colpa di un raccattapalle che non stava molto fermo, e poi Giallo commetterà un doppio fallo concedendo palla break, poi annullata, a Donati. Poi nel dodicesimo gioco, in un altro punto molto delicato, con Naso al servizio per rimanere nel match, altro time violation, con Naso che perdeva la testa, riusciva prima ad annullare un match point ma al secondo Matteo era implacabile, ottima risposta su cui Naso non poteva fare niente e pugno al cielo per Matteo, partita veramente molto importante portata a casa.

Sul forum ho letto molti commenti catastrofici, ma sinceramente non capisco da che ne viene: Matteo ha giocato una buona partita, non la sua migliore, e dall’altra parte della rete c’era un Naso francamente molto ispirato. La pecca di Matteo è stata quella di calare proprio in un momento cruciale, sul 6-3 5-4 e servizio e poi al TB del 2°, rimettendo Gianluca in vita, ma va detto che secondo me questo problema al polso l’ha condizionato un bel po’, innanzitutto al servizio e poi durante gli scambi si vedeva che cercava di accorciarli con queste palle corte continue. Insomma, alla fine ha anche dimostrato tanto carattere vincendo un match che era diventato complicatissimo, e se io fossi il suo allenatore sarei soddisfatto del match odierno, sperando che questo problema al polso si risolva il prima possibile.

Dopo queste 2 battaglie (Giustino-Caruso e Donati-Naso) durate quasi 5 ore complessivamente, un po’ di meritato cibo, che mi farà saltare il primo set di Volandri-Beck, vinto dal livornese per 6-4. Arrivo nel primo game del secondo giusto in tempo per sentire uno dei C’MON di Beck, molto sonori: il teutonico, che nelle ultime 2 settimane ha dato 4 set a 0 a Gaio, gioca un secondo set pressochè perfetto lasciando le briciole a Volandri, ma poi improvvisamente si scioglie nel terzo set, in seguito ad un overrule dell’arbitro, che dirà che una sua demivolè è out, dopo uno scambio eccezzzzzzzzionale, quando lui era sicuro di aver fatto il punto. A quel punto Beck scompare dal campo, non è più lucido nelle scelte, inizia a sparare dritti in tribuna e manda anche una pallina fuori dal campo beccandosi un warning per ball abuse, e per Volandri è proprio un gioco da ragazzi chiudere per 6-1 la terza frazione. Filippo ha giocato abbastanza bene, facendo vedere qualche ottimo rovescio, però l’impressione è che se Beck avesse tenuto quel ritmo mostrato nel secondo set, per Volandri ci sarebbero stati molti problemi. Mi sono affacciato per qualche minuto sul doppio di Caruso/Naso contro Cerretani/Paval, in tempo per vedere qualche bel passante di Salvo e qualche bellissima volè dello specialista statunitense, ma siccome poi iniziava il match tra gli italiani e le teste di serie n1 sul centrale, son tornato lì.

Gaio era molto motivato, cercava di trainare un Cecchinato un po’ troppo spento, forse concentrato sul singolare, però comunque il punteggio di 6-4 6-2 a mio avviso è molto eccessivo per ciò che si è visto in campo, il problema sono stati i punti decisivi vinti praticamente sempre dalla coppia messicana, e un altro grosso problema è stato il servizio di Ramirez, veramente molto forte e preciso, infatti è stato l’unico giocatore a non essere mai breakkato. Comunque sia, non mi sono dispiaciuti, e credo che Gaio con un po’ di allenamento e con la ricerca di un partner magari fisso, potrebbe essere un ottimo doppista. Consiglio, a tutti, la visione di un punto spettacolare del Ceck sul 4-6 1-3 40-15: tweener e poi lob millimetrico, veramente da urlo.

Per oggi è tutto, domani 6 match in programma, tutti i singolari con italiani in campo dunque tutti interessanti, ed in più il doppio dei sempre apprezzabili Cipolla/Motti. A domani!

PS: Allego un piccolo video con qualche match point, col riscaldamento di Hamou e del giudice di linea, e qualche foto del match di Donati, scusandomi come sempre della qualità non eccelsa


TAG: ,

40 commenti. Lasciane uno!

fede (Guest) 17-07-2015 19:07

@ AndryREAX (#1398743)

Quinzi ha fatto il colpo vincendo Wimbledon,ma poi…. 301 al mondo come best ranking.Meglio Nargiso per ora.Si è del 96,ma CORIC KRIGYOS E KOKKINAKIS insegnano che anche se 6 giovane….

40
AndryREAX 17-07-2015 19:05

@ Nevskij (#1398835)

Opinioni. Per me il POTENZIALE dei 3 da me citati è superiore al POTENZIALE di Ceck.

39
Nevskij (Guest) 17-07-2015 17:55

Scritto da AndryREAX

Scritto da fede
Speriamo di vedere giovani come Cecchinato o Donati nei primi 20 al mondo perché i nostri top italiani credo che avranno un forte calo perché o non hanno più i colpi o non hanno la testa per giocare alla pari con i migliori.W IL TENNIS

Sono pronto a offrirti una cena a base di pesce, di tartufo, o di ció che tu vorrai se Cecchinato entrerà mai nei primi 20. Tra tutti gli under23 italiani, nonostante sia quello messo meglio in classifica, è quello che a mio avviso ha meno margini di miglioramento: il suo tennis è quello, stare 2 metri dietro la riga di fondo, non perdere campo col rovescio e far male col dritto o con il drop, ma un top20 deve avere ben altre qualità.
Per assurdo, sarei meno sorpreso se tra 3 anni Quinzi, Gaio i Mager fossero tra i 20. (Dire Donati sarebbe troppo banale)

Prima parte più che logica e sulla quale concordo. La seconda, scusa, ma è fuori dal mondo. Gaio è proprio al top carriera, se arriva 150 accende per primo lui un cero. Troppo poco resistente x battere i palettari sulla terra, troppo piccolo per battere i colossi da veloce. Quinzi per me non tornerà dalle sue nebbie e ha limiti di qualità. Mager l’ho visto meno, ma credo che un’apparizione tra i top 100-120 sia il massimo che gli si può chiedere. Se uno di questi arriva top 20, Ceck ha già vinto il RG. Marco il passo avanti lo deve fare di testa e nervi. Oggi vale top 70, se mette tutto a posto diventa una bestiaccia da terra e può fare top 40. E comunque avercene di giocatori così. Vi ricordo che poco tempo fa esultavamo x un ultratrentenne entrato nei top 100…

38
Kalle4 (Guest) 17-07-2015 17:38

@ AndryREAX (#1398760)

Si si ma in linea di massima concordiamo sul fatto che Mager sia quello con più chance..Gaio lo trovo bello da vedere per la sua varietà che sottolinei anche tu, però non lo vedo così in alto..ovviamente ben felice di essere smentito! Buona visione dei match di oggi che te li godi in diretta!

37
Koko (Guest) 17-07-2015 17:33

Scritto da tony71
@ Koko (#1398770)
ti sbagli anzi dal vivo si nota invece come a volte lo prenda veramente male irrigidendosi in funzione dell’ importanza del punto.il match point contro nieminen a rio ne è lo specchio..

Oh l’impressione è l’impressione e ho fornito prove che ero li! 😎 A Rio l’errore fu di optare all’ultimo momento per il rovescio ma chiaramente in casi come quelli è bene affidarsi sempre al dritto.

36
tony71 (Guest) 17-07-2015 17:25

@ Koko (#1398770)

ti sbagli anzi dal vivo si nota invece come a volte lo prenda veramente male irrigidendosi in funzione dell’ importanza del punto.il match point contro nieminen a rio ne è lo specchio..

35
Koko (Guest) 17-07-2015 17:09

Scritto da umbes18
@ AndryREAX (#1398743)
Secondo te il ceck a quanto può puntare al massimo?

Uno al seggiolino sopra di me diceva vabbe ha 23 anni dove può arrivare a 60 massimo…! Nemmeno io sono così pessimista e menagramo. Inoltre è girata con lo speaker la storia che Cecchinato è il Siciliano più in alto in classifica ATP di sempre superando Aldi!!Se c’era Di Mauro faceva sospendere il torneo! 😆

34
AndryREAX 17-07-2015 17:06

@ umbes18 (#1398771)

Con tantissimo duro lavoro puó entrare nei 50, ma non stabile.

33
umbes18 (Guest) 17-07-2015 17:02

@ AndryREAX (#1398743)

Secondo te il ceck a quanto può puntare al massimo?

32
Koko (Guest) 17-07-2015 17:02

Ero di passaggio e ho fatto una visitina al circolo immerso in pineta!Devo dire che dal vivo Cecchinato ha un rovescio ben più teso ed efficace di quello che si nota in streaming o in tv!

31
umbes18 (Guest) 17-07-2015 16:52

Scritto da AndryREAX

Scritto da fede
Speriamo di vedere giovani come Cecchinato o Donati nei primi 20 al mondo perché i nostri top italiani credo che avranno un forte calo perché o non hanno più i colpi o non hanno la testa per giocare alla pari con i migliori.W IL TENNIS

Sono pronto a offrirti una cena a base di pesce, di tartufo, o di ció che tu vorrai se Cecchinato entrerà mai nei primi 20. Tra tutti gli under23 italiani, nonostante sia quello messo meglio in classifica, è quello che a mio avviso ha meno margini di miglioramento: il suo tennis è quello, stare 2 metri dietro la riga di fondo, non perdere campo col rovescio e far male col dritto o con il drop, ma un top20 deve avere ben altre qualità.
Per assurdo, sarei meno sorpreso se tra 3 anni Quinzi, Gaio i Mager fossero tra i 20. (Dire Donati sarebbe troppo banale)

7

30
AndryREAX 17-07-2015 16:45

@ Kalle4 (#1398757)

Era per fare 3 nomi italiani under23…Gaio in fondo ha un gioco molto vario, con un po’ di continuità in più, un ulteriore lavoro al servizio, l’aggiunta di un po’ di peso della palla e con meno braccino nei momenti decisivi (che non avrà quando sarà più esperto), puó ambire a grossi traguardi perchè in fondo sa fare tutto. Mager ha quella combo servizio e dritto con cui giocatori come Sock sono lì dove sono, va migliorato il rovescio e deve imparare a variare di più, ma ha tanto potenziale. Su Quinzi non mi esprimo.

29
Kalle4 (Guest) 17-07-2015 16:36

@ AndryREAX (#1398743)

Sono d’accordo con te con l’esclusione del pronostico..Gaio lo vedo a fatica nei 100, Quinzi è un’incognita enorme mentre ho speranze per Mager..Ceck è apprezzabilissimo però ha limiti evidenti, secondo me gioca questi challenger e sempre su terra perchè ha capito che il suo tennis altrove non rende come si è visto lo scorso anno quando ha provato gli indoor invernali..

28
pierre hermes the picasso of pastry (Guest) 17-07-2015 16:03

davvero un bel report Andy , ora aspetto il dario del venerdi con ben 6 dei ns in campo.

27
AndryREAX 17-07-2015 15:50

Scritto da fede
Speriamo di vedere giovani come Cecchinato o Donati nei primi 20 al mondo perché i nostri top italiani credo che avranno un forte calo perché o non hanno più i colpi o non hanno la testa per giocare alla pari con i migliori.W IL TENNIS

Sono pronto a offrirti una cena a base di pesce, di tartufo, o di ció che tu vorrai se Cecchinato entrerà mai nei primi 20. Tra tutti gli under23 italiani, nonostante sia quello messo meglio in classifica, è quello che a mio avviso ha meno margini di miglioramento: il suo tennis è quello, stare 2 metri dietro la riga di fondo, non perdere campo col rovescio e far male col dritto o con il drop, ma un top20 deve avere ben altre qualità.

Per assurdo, sarei meno sorpreso se tra 3 anni Quinzi, Gaio i Mager fossero tra i 20. (Dire Donati sarebbe troppo banale)

26
fede (Guest) 17-07-2015 15:34

Speriamo di vedere giovani come Cecchinato o Donati nei primi 20 al mondo perché i nostri top italiani credo che avranno un forte calo perché o non hanno più i colpi o non hanno la testa per giocare alla pari con i migliori.W IL TENNIS

25
lelegenny (Guest) 17-07-2015 14:27

Scritto da AndryREAX
@ Alain (#1398659)
Bella domanda. Io ieri, parlando con un signore che mi ha fatto qualche domanda, ho detto che secondo me il vincitore sarebbe stato il vincente tra Ramos e Lorenzi, e credo che questa sia la cosa più probabile, con lo spagnolo ovviamente favorito. Il caldo può essere un fattore, il tifo anche, e credo che l’exploit lo possa fare o Donati (ma va valutato il problema al polso e poi in un eventuale finale con Ramos su questa terra lentissima partirebbe sfavorito) o persino Hamou, che ha quel gioco stravagante che ha già appassionato San Benedetto e che, se è in giornata, gli consente di non dover temere praticamente nessuno. Cecchinato sarebbe bello per lui se vincesse, guadagnerebbe una ventina di posizioni nel ranking, ma ha la parte di tabellone più difficile e poi quest’anno ha la “maledizione delle semifinali”, e partirebbe sfavorito sia con Lorenzi sia con Ramos, qualora dovesse vincere oggi. Escluderei la vittoria di uno tra Giannessi, Volandri e Caruso, chi per un motivo e chi per un altro.

concordo al 100%

24
lelegenny (Guest) 17-07-2015 14:26

Donati nella Race ..se vince oggi (e se non è infortunato, vince..) va intorno al 130..e se passa la semifinale..intorno alla 120..la prospettiva di entrare nei 100 non è cosi assurda…con almeno 10 tornei a disposizione…servono circa 140/150 punti da conquistare da qui a fine anno …in 10 tornei …sono 15 a torneo …cioè i quarti di finale in challenger da 50.000$..(quello di granby è 100.000)…considerando anche che quattro mesi di attività di quest anno ha fatto una media punti di quasi 50 al mese…forza matteo…dopo il ceck…sarebbe veramente straordinario averti tra i top 100

23
lelegenny (Guest) 17-07-2015 14:10

oggi vado anch io spero di arrivare non troppo tardi…voglio vedere matteo…con cui martedì ho fatto un bel selfie e una bella chiacchierata..

22
Sander (Guest) 17-07-2015 13:46

@ Gabriele da Firenze (#1398625)

Scusa Gabriele, ti faccio una domanda che mi viene in mente dopo quello che hai scritto, hai mai giocato a tennis o praticato sport in generale a livello agonistico? Ti dico questo perche’ leggendo sempre le tue considerazioni un po’umorali mi sembra di capire che non hai un bagaglio di formazione sportiva che ti aiuti a capire le dinamiche del tennis o dello sport in generale.
A mio parere hai ragione a dire che Donati non ha giocato il suo miglior match, deve sicuramente imparare a essere piu’ cinico in certi momenti, ma il trand e’ positivo, tieni conto che Naso e’ un ottimo giocatore e ti ricordo ad esempio che il tanto osannato Coric per un niente le prendeva da Caruso a Roma.
Donati e’ un ragazzo giovane in working progress, non possiamo pretendere la luna ma dobbiamo essere contenti dei miglioramenti che ci sono e delle basi che ha messo, su cui puo’ ancora crescere esponenzialmente.
Preciso che la prima parte del mio discorso non vuol dire che ritengo incompetenti chi non ha fatto sport ad alto livello, ci sono esempi di allenatori anche in altri sport che da giovani non hanno eccelso, vuole solo spiegare dal mio punto di vista che chi ha avuto certe esperienze sportive di livello ha senz’altro qualche vantaggio nella valutazione di uno sportivo o di un tennista come in questo caso.

21
Angelos99 17-07-2015 13:20

Grande Andry 🙂

20
dan (Guest) 17-07-2015 13:08

Bravo come sempre, Andry, grazie.

19
AndryREAX 17-07-2015 13:08

@ Alain (#1398659)

Bella domanda. Io ieri, parlando con un signore che mi ha fatto qualche domanda, ho detto che secondo me il vincitore sarebbe stato il vincente tra Ramos e Lorenzi, e credo che questa sia la cosa più probabile, con lo spagnolo ovviamente favorito. Il caldo può essere un fattore, il tifo anche, e credo che l’exploit lo possa fare o Donati (ma va valutato il problema al polso e poi in un eventuale finale con Ramos su questa terra lentissima partirebbe sfavorito) o persino Hamou, che ha quel gioco stravagante che ha già appassionato San Benedetto e che, se è in giornata, gli consente di non dover temere praticamente nessuno. Cecchinato sarebbe bello per lui se vincesse, guadagnerebbe una ventina di posizioni nel ranking, ma ha la parte di tabellone più difficile e poi quest’anno ha la “maledizione delle semifinali”, e partirebbe sfavorito sia con Lorenzi sia con Ramos, qualora dovesse vincere oggi. Escluderei la vittoria di uno tra Giannessi, Volandri e Caruso, chi per un motivo e chi per un altro.

18
Fighter 90 17-07-2015 13:07

Bel racconto della giornata che hai vissuto a San Benedetto, interessanti le tue analisi e sensazioni vissute dal vivo su Matteo e gli altri azzurri, a mio avviso del tutto condivisibili, complimenti.

17
Alain 17-07-2015 12:55

Ottimo articolo Andry.
E beato te che sei in vacanza e ti godi il tennis.
Domanda: con questo caldo chi vedi meglio per le ultime giornate? Ben sapendo che il favorito sulla carta è Ramos. Sulla carta, però.

16
Mirko91 17-07-2015 12:50

@ AndryREAX (#1398646)

ahahaha 😆 😆 😆 😆

15
AndryREAX 17-07-2015 12:28

Scritto da Mirko91
@ AndryREAX (#1398606)
ma quindi ti stai facendo la vacanza ahah

Mica sono un inviato di livetennis :mrgreen: :mrgreen: Sono a tutti gli effetti un paio di giorni in vacanza, come settimana scorsa a Todi…oggi prima delle 17.30 stavo anche pensando di andare al mare, ma il fresco della camera d’albergo rischia di farmi cambiare idea.

14
Gabriele da Firenze 17-07-2015 12:19

Scritto da AndryREAX
@ Gabriele da Firenze (#1398625)
“Tutto il bello”. C’è scritto che non ha giocato la sua miglior partita, che Naso era ispirato, e che lui era condizionato da un problema al polso, ma ha funzionato la risposta e la reazione mentale nel 3º è stata ottima. Fine. Poi i report sono le sensazioni che l’incontro ti trasmette, sono personali, quando tu vorrai scrivere un report se mai andrai dal vivo a vedere qualche incontro saremo liberi di commentare dicendo ció che pensiamo, fine. (E non mi sembra che i commenti precedenti al tuo siano critiche del tipo “non capisci una mazza”.)

Te l’ho detto che eravamo noi ieri (in tanti) a non capirci una mazza di quel match…tranquillo, il tuo articolo è bello…

13
Marco (Guest) 17-07-2015 12:17

Scritto da Gabriele da Firenze
Vorrà dire che noi che la partita l’abbiamo vista in streaming e non dal vivo e che eravamo chi perplesso chi più incavolato per il brutto gioco di Matteo, siamo tutti una massa di poveri incompetenti a cui piace solo criticare. Comunque eravamo davvero tanti, ieri, a non vedere tutto il bello di Donati raccontato in quest’articolo, davvero tanti…

In effetti gli incompetenti sono sempre molto superiori ai competenti, in tutte le attività umane.

Tu poi, porti la bandiera.

Vai a giocare a tennis, stai un pò meno davanti al pc, e anche la qualità dei tuoi commenti ne beneficierà. 😉

12
AndryREAX 17-07-2015 12:07

@ Gabriele da Firenze (#1398625)

“Tutto il bello”. C’è scritto che non ha giocato la sua miglior partita, che Naso era ispirato, e che lui era condizionato da un problema al polso, ma ha funzionato la risposta e la reazione mentale nel 3º è stata ottima. Fine. Poi i report sono le sensazioni che l’incontro ti trasmette, sono personali, quando tu vorrai scrivere un report se mai andrai dal vivo a vedere qualche incontro saremo liberi di commentare dicendo ció che pensiamo, fine. (E non mi sembra che i commenti precedenti al tuo siano critiche del tipo “non capisci una mazza”.)

11
Mirko91 17-07-2015 12:05

@ AndryREAX (#1398606)

ma quindi ti stai facendo la vacanza ahah 😀

10
Nevskij (Guest) 17-07-2015 12:03

Bravo Andy, quasi quasi ti faccio collaborare nel mio giornale 🙂

9
Gabriele da Firenze 17-07-2015 11:56

Vorrà dire che noi che la partita l’abbiamo vista in streaming e non dal vivo e che eravamo chi perplesso chi più incavolato per il brutto gioco di Matteo, siamo tutti una massa di poveri incompetenti a cui piace solo criticare. Comunque eravamo davvero tanti, ieri, a non vedere tutto il bello di Donati raccontato in quest’articolo, davvero tanti…

8
AndryREAX 17-07-2015 11:20

Intanto, stamattina, facevo colazione e al tavolo affianco c’era Becuzzi che parlava coj Motti!

http://i61.tinypic.com/27wzz1t.jpg (inquadrato solo il Becu)

:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

7
Fabri (Guest) 17-07-2015 11:19

Riproduco il mio mini-report di ieri :mrgreen: :
Ieri ero al Maggioni di San Benedetto e ho visto il finire del 1° set e il secondo set tra Donati e Naso. Non condivido le pesanti critiche alla nostra giovane promessa. Matteo mi è sembrato un giocatore già piuttosto solido per la sua età, servizio buono (in un game ho visto 2 ace) e sicuramente migliorabile, buona mobilità e fondamentali dal fondo, qualche bella volèe…..positivo e maturo l’atteggiamento in campo, di chi se fa qualche errore non si scoraggia….
Il match è stato duro perchè l’altro giocava bene, tirava forte dal fondo (a un certo punto Naso ha tirato un rovescio a tutto braccio vincente sulla riga di rara potenza e precisione). Il fatto che Matteo abbia vinto la partita dopo aver perso un duro TIE-BREAK la dice lunga sulla sua maturità. Ancora un po’ magro, deve potenziarsi a livello fisico….Insomma, vedo margini ulteriori di miglioramento, la stoffa c’è….

6
AndryREAX 17-07-2015 10:58

@ loki1875 (#1398557)

Oddio il paré muoviti me lo sono perso, idolo :mrgreen: :mrgreen: Sì comunque fuori luogo al massimo..se i raccattapalle ci mettevano tanto a passare palline o dare l’asciugamano che colpe aveva?

5
paoloz (Guest) 17-07-2015 10:20

infatti notavo il servizio inferiore al solito di Donati ieri, per caso hai notizie della natura del problema?
stiamo per entrare nel periodo cemento preludio agli usopen, per donati sarà una tappa importantissima, spero non si porti dietro qualche fastidio di quel tipo

4
Mirko91 17-07-2015 09:56

sempre bravo 🙂

3
loki1875 17-07-2015 09:42

Ottima recensione come sempre.
Ho visto anch’io l’incontro di Donati-Naso da bordo campo e ho avuto la tua stessa impressione, un buon match giocato da entrambi i giocatori, livello molto simile. Ho letto anch’io commenti negativi nel forum su Donati, ma credo ci sia da considerare anche il livello dell’avversario. Ad esempio oggi Naso ha giocato meglio di quanto abbia fatto Vanni lunedì.
Ottima tenuta mentale di Donati che in campo è veramente molto molto corretto. Naso mi ha dato l’impressione che nei momenti in cui non si lamentava giocava molto meglio.
Da bordo campo i time-violation mi sono sembrati veramente fuori luogo, Naso prendeva sempre lo stesso tempo tra una battuta ed un’altra, sicuramente troppo ok, ma allora dagli i warning da subito che poi si regola, non iniziare nel terzo set.

cit Naso:
Dopo l’ennesimo time-violation all’arbitro: “You feel better now?”
Al raccattapalle che gli portava l’asciugamano “Parè, muoviti che questa ce l’ha con me!”

2
Fede-rer 17-07-2015 09:28

Complimenti AndyReax! Una disamina precisissima, puntualissima e di grande competenza. Una delle migliori lette finora su questo sito! Ben scritta e con le giuste informazioni.

GRAZIE

1