Il torneo challenger di San Benedetto del Tronto Challenger, Copertina

Challenger San Benedetto del Tronto: Risultati Secondo Turno. Bene Volandri. Donati batte Naso per 7-5 al terzo set. Caruso e Cecchinato ai quarti. Out Viola e Giustino

16/07/2015 23:14 266 commenti
Risultati da San Benedetto del Tronto
Risultati da San Benedetto del Tronto

Questi i risultati con il Live dettagliato dal torneo challenger di San Benedetto del Tronto (€64,000 +H, terra).

ITA News San Benedetto del Tronto

Facile vittoria di Marco Cecchinato che batte Matteo Viola per 61 62 e conquista i quarti di finale dove sfiderà Filippo Volandri che ha eliminato Andreas Beck con il risultato di 64 16 61.

Vittoria di Salvatore Caruso che ha eliminato Lorenzo Giustino con il risultato di 76 (5) 76 (5).
Ai quarti affronterà Donati

Successo molto sofferto di Matteo Donati che si è imposto al secondo turno su Gianluca Naso per 63 67 (5) 75.
Ai quarti sfiderà Salvatore Caruso.



ITA Secondo Turno


Centrale – Ora italiana: 16:30 (ora locale: 16:30)
1. Marco Cecchinato ITA vs Matteo Viola ITA

CH San Benedetto
Marco Cecchinato
6
6
Matteo Viola
1
2
Vincitore: M. CECCHINATO

01:07:49
1 Aces 0
1 Double Faults 3
60% 1st Serve % 69%
20/26 (77%) 1st Serve Points Won 16/36 (44%)
7/17 (41%) 2nd Serve Points Won 6/16 (38%)
0/1 (0%) Break Points Saved 4/10 (40%)
7 Service Games Played 8
20/36 (56%) 1st Return Points Won 6/26 (23%)
10/16 (63%) 2nd Return Points Won 10/17 (59%)
6/10 (60%) Break Points Won 1/1 (100%)
8 Return Games Played 7
27/43 (63%) Total Service Points Won 22/52 (42%)
30/52 (58%) Total Return Points Won 16/43 (37%)
57/95 (60%) Total Points Won 38/95 (40%)



2. Gianluca Naso ITA vs Matteo Donati ITA (non prima ore: 18:30)

CH San Benedetto
Gianluca Naso
3
7
5
Matteo Donati
6
6
7
Vincitore: M. DONATI

02:37:39
7 Aces 7
8 Double Faults 2
52% 1st Serve % 57%
47/65 (72%) 1st Serve Points Won 44/60 (73%)
26/59 (44%) 2nd Serve Points Won 26/46 (57%)
10/14 (71%) Break Points Saved 4/6 (67%)
16 Service Games Played 17
16/60 (27%) 1st Return Points Won 18/65 (28%)
20/46 (43%) 2nd Return Points Won 33/59 (56%)
2/6 (33%) Break Points Won 4/14 (29%)
17 Return Games Played 16
73/124 (59%) Total Service Points Won 70/106 (66%)
36/106 (34%) Total Return Points Won 51/124 (41%)
109/230 (47%) Total Points Won 121/230 (53%



3. Andreas Beck GER vs Filippo Volandri ITA

CH San Benedetto
Andreas Beck
4
6
1
Filippo Volandri
6
1
6
Vincitore: F. VOLANDRI

01:35:25
1 Aces 1
4 Double Faults 3
52% 1st Serve % 60%
21/34 (62%) 1st Serve Points Won 27/40 (68%)
16/32 (50%) 2nd Serve Points Won 11/27 (41%)
4/9 (44%) Break Points Saved 2/6 (33%)
12 Service Games Played 12
13/40 (33%) 1st Return Points Won 13/34 (38%)
16/27 (59%) 2nd Return Points Won 16/32 (50%)
4/6 (67%) Break Points Won 5/9 (56%)
12 Return Games Played 12
37/66 (56%) Total Service Points Won 38/67 (57%)
29/67 (43%) Total Return Points Won 29/66 (44%)
66/133 (50%) Total Points Won 67/133 (50%)



4. [1] Cesar Ramirez MEX / Miguel Angel Reyes-Varela MEX vs Marco Cecchinato ITA / Federico Gaio ITA

CH San Benedetto
Cesar Ramirez / Miguel Angel Reyes-Varela [1]
6
6
Marco Cecchinato / Federico Gaio
4
2
Vincitori: RAMIREZ / REYES-VARELA



Campo 3 – Ora italiana: 16:30 (ora locale: 16:30)
1. [Q] Salvatore Caruso ITA vs [Q] Lorenzo Giustino ITA

CH San Benedetto
Salvatore Caruso
7
7
Lorenzo Giustino
6
6
Vincitore: S. CARUSO

02:17:23
0 Aces 4
3 Double Faults 6
69% 1st Serve % 52%
42/61 (69%) 1st Serve Points Won 26/41 (63%)
12/28 (43%) 2nd Serve Points Won 20/38 (53%)
6/10 (60%) Break Points Saved 6/10 (60%)
12 Service Games Played 12
15/41 (37%) 1st Return Points Won 19/61 (31%)
18/38 (47%) 2nd Return Points Won 16/28 (57%)
4/10 (40%) Break Points Won 4/10 (40%)
12 Return Games Played 12
54/89 (61%) Total Service Points Won 46/79 (58%)
33/79 (42%) Total Return Points Won 35/89 (39%)
87/168 (52%) Total Points Won 81/168 (48%)



2. [3] Flavio Cipolla ITA / Alessandro Motti ITA vs [WC] Collin Altamirano USA / Thai-Son Kwiatkowski USA

CH San Benedetto
Flavio Cipolla / Alessandro Motti [3]
3
6
10
Collin Altamirano / Thai-Son Kwiatkowski
6
2
4
Vincitori: CIPOLLA / MOTTI

3. Nikola Mektic CRO / Antonio Veic CRO vs [2] Dino Marcan CRO / Antonio Sancic CRO

CH San Benedetto
Nikola Mektic / Antonio Veic
4
5
Dino Marcan / Antonio Sancic [2]
6
7
Vincitori: MARCAN / SANCIC

4. [WC] Salvatore Caruso ITA / Gianluca Naso ITA vs [4] James Cerretani USA / Costin Paval ROU

CH San Benedetto
Salvatore Caruso / Gianluca Naso
2
4
James Cerretani / Costin Paval [4]
6
6
Vincitori: CERRETANI / PAVAL




TAG: , , , , , , ,

266 commenti. Lasciane uno!

pibla (Guest) 17-07-2015 12:37

Scritto da Lucabigon

Scritto da marco
Criticare persino Donati è davvero molto italiano. Ha iniziato la stagione che era fuori dai primi 400 del mondo. Ha guadagnato oltre 230 posizioni in 4 mesi (perché ha iniziato i tornei a marzo ) ha fatto finale in un challenger da 125k, battuto svariati top 100 e un top player come Giraldo, superando un turno in un Master 1000. È andato a giocare sul cemento indoor in Canada, sull’erba prima di Wimbledon e ora va più di un mese negli Usa. È forte nei colpi di inizio gioco, si è costruito un tennis moderno, brillante e spettacolare, adatto a tutte le superfici e anche divertente da vedere. È migliorato tantissimo fisicamente, lavorando come un mulo durante la pausa invernale. Ha un comportamento in campo educatissimo e irreprensibile, al punto di essere molto considerato dagli altri giocatori italiani più grandi. È molto forte e stabile sul piano mentale, mettendo in mostra quasi sempre una maturità molto superiore ai suoi 20 anni.
E poi, per una partita giocata sottotono, con condizioni impossibili (campo lentissimo e umidità pazzesca) partita comunque vinta….
Ecco che arrivano le critiche. ..
Ma cosa credete, che un giovane talento è tale solo se entra nei primi 100 con la pipa in bocca dando 61 61 a tutti?
Beh, se la pensate così siete del tutto fuori strada, perché non ci sono riusciti nemmeno Federer e Nadal.
Profonda stima per Donati e per il suo team.

Hai scritto cose giustissime e vere. Ma siamo sicuri che sia il caso di dare sempre importanza a commenti sconclusionati che provengono da certi utenti che di tennis, spiace dirlo, ma non capiscono un’H? Ignorarli sarebbe molto più produttivo.

E’ verissimo grande Luca, è altrettanto vero però che, in mezzo a tanta ignoranza tennistica e sportiva, ogni tanto, quando qualcuno scrive qualcosa di sacrosante e che dovrebbe pure essere scontato, ma che a quanto pare tanto scontato non è, tutta quella fetta di utenti che di tennis un minimo, non dico chissà che, ma un minimo ne mastica, faccia sentire la sua presenza massiccia, quotando e riquotando per tot volte, in modo che si capisca che uno zoccolo duro di gente che un minimo ragiona c’è.

Un salutone.

266
giacomo (Guest) 17-07-2015 11:17

ma al challenger di San Benedetto l’ordine delle partite le decide il presidente del festival del vino?

265
Fabri (Guest) 17-07-2015 10:46

Ieri ero al Maggioni di San Benedetto e ho visto il secondo set tra Donati e Naso. Non condivido le pesanti critiche alla nostra giovane promessa. Matteo mi è sembrato un giocatore già piuttosto solido per la sua età, servizio buono (in un game ho visto 2 ace) e sicuramente migliorabile, buona mobilità e fondamentali dal fondo, qualche bella volèe…..positivo e maturo l’atteggiamento in campo, di chi se fa qualche errore non si scoraggia….
Il match è stato duro perchè l’altro giocava bene, tirava forte dal fondo (a un certo punto Naso ha tirato un rovescio a tutto braccio vincente sulla riga di rara potenza e precisione). Il fatto che Matteo abbia vinto la partita dopo aver perso un duro TIE-BREAK la dice lunga sulla sua maturità. Ancora un po’ magro, deve potenziarsi a livello fisico….Insomma, vedo margini ulteriori di miglioramento, la stoffa c’è….

264
Lucabigon 17-07-2015 08:58

@ Lucabigon (#1398532)

Errata corrige: volevo dire una brutta “vittoria”.

263
Zlatan (Guest) 17-07-2015 08:57

Scritto da marco
Criticare persino Donati è davvero molto italiano. Ha iniziato la stagione che era fuori dai primi 400 del mondo. Ha guadagnato oltre 230 posizioni in 4 mesi (perché ha iniziato i tornei a marzo ) ha fatto finale in un challenger da 125k, battuto svariati top 100 e un top player come Giraldo, superando un turno in un Master 1000. È andato a giocare sul cemento indoor in Canada, sull’erba prima di Wimbledon e ora va più di un mese negli Usa. È forte nei colpi di inizio gioco, si è costruito un tennis moderno, brillante e spettacolare, adatto a tutte le superfici e anche divertente da vedere. È migliorato tantissimo fisicamente, lavorando come un mulo durante la pausa invernale. Ha un comportamento in campo educatissimo e irreprensibile, al punto di essere molto considerato dagli altri giocatori italiani più grandi. È molto forte e stabile sul piano mentale, mettendo in mostra quasi sempre una maturità molto superiore ai suoi 20 anni.
E poi, per una partita giocata sottotono, con condizioni impossibili (campo lentissimo e umidità pazzesca) partita comunque vinta….
Ecco che arrivano le critiche. ..
Ma cosa credete, che un giovane talento è tale solo se entra nei primi 100 con la pipa in bocca dando 61 61 a tutti?
Beh, se la pensate così siete del tutto fuori strada, perché non ci sono riusciti nemmeno Federer e Nadal.
Profonda stima per Donati e per il suo team.

92 minuti di applausi!!!!

262
Lucabigon 17-07-2015 08:29

Federer, quello che molti giudicano il miglior tennista di tutti i tempi, nel 1999 (anno della sua esplosione a livelli da top100) perse con Tieleman, Pozzi, Clement, Boutter, Carlsen, Spadea, Balcells, Pescariu, Sargsian, B. Black, Novak, Phau (n° 409 ai tempi!), Escude, Mirnyi ecc…e divenne Federer!!!

E tu, Pallettaro Mingherlino, vorresti dire che una brutta sconfitta con Naso non è certo un buon viatico per un candidato top player che peraltro ha iniziato l’annata fuori dai top400 e adesso si avvicina, pericolosamente, ai top100? Che stranezze…

261
Lucabigon 17-07-2015 08:22

Scritto da Pallettaro Mingherlino
Bruttissimo Donati. Ha vinto ma non ha convinto.
Contro un onesto mestierante di tornei Challenger, non è mai riuscito a dominare uno scambio. Mai una risposta vincente sulle seconde palle dell’avversario, si è limitato ad aspettare i suoi errori, salvo qualche bella smorzata (però di questo colpo ne ha fatto spesso abuso, diventando talvolta prevedibile).
Praticamente, ha giocato “stile Errani” nel brutto senso della parola (perchè Sara è stata spesso capace di regalarci ben altre emozioni).
E’ vero che Donati ha sempre condotto il match, aveva la possibilità di chiuderlo in due rapidi set e invece è riuscito a trasformarlo in un quasi calvario. Braccino nel più ampio senso della parola.
Ciò che mi ha fatto più effetto è stato vedere Naso sempre molto sicuro di sè, come se fosse certo di vincere (pur trovandosi sempre indietro nel punteggio), e infatti ha sempre dominato lo scambio e tirato vincenti a iosa, annullando palle break in continuazione: sembrava un Berdich e non il numero 300 del mondo.
Donati invece completamente rattrappito e insicuro. Ho avuto quasi la sensazione che in passato Matteo avesse giocato spesso e sempre perso facile da Naso (gli statistici al proposito verifichino gli H2H fra i due…). Insomma, sembrava che ci fosse una vera e propria sudditanza psicologica, che si traduceva anche in sudditanza tecnica.
Una brutta vittoria, ma sempre una vittoria, certo non un buon viatico per un candidato top player

Sai quante sconfitte con gente mediocre potrai trovare nel cammino di crescita anche degli attuali top player? Se si giudicano le possibilità del candidato top player da una “brutta vittoria” (che resta sempre comunque una vittoria) allora il tennis come sport da comprendere non fa proprio per te.

260
Lucabigon 17-07-2015 08:19

Scritto da Gabriele da Firenze

Scritto da marco
Criticare persino Donati è davvero molto italiano. Ha iniziato la stagione che era fuori dai primi 400 del mondo. Ha guadagnato oltre 230 posizioni in 4 mesi (perché ha iniziato i tornei a marzo )

Ma siamo impazziti in questo forum?
Chi critica Donati per quello che ha fatto fin qui?
Tutti GIUSTAMENTE lo osanniamo, se lo merita tutto il successo che sta avendo e i risultati di crescita che ottiene. Ma porcaccia miseria, sarà possibile criticare una partita che, e lo abbiamo scritto tutti, è stata brutta e giocata male, pur anche se vinta? Non è la morte di nessuno se una volta su tante lo critichiamo perchè ha giocato male. Speriamo che domani con Caruso giochi al suo meglio, perchè TUTTI vogliamo vederlo andare avanti. Perché è la nostra migliore promessa.

Mah…io più che criticare userei il termine “sottolineare” che magari non ha giocato benissimo. Non è che i tennisti sono robot che devono sempre esprimere il massimo. Alla fine ha vinto, sta facendo progressi pazzeschi da inizio anno, gioca su tutte le sueperfici un tennis moderno. Se c’è un azzurro che, attualmente, dà segni di poter raggiungere buoni livelli quello è Donati.

259
Lucabigon 17-07-2015 08:16

Scritto da marco
Criticare persino Donati è davvero molto italiano. Ha iniziato la stagione che era fuori dai primi 400 del mondo. Ha guadagnato oltre 230 posizioni in 4 mesi (perché ha iniziato i tornei a marzo ) ha fatto finale in un challenger da 125k, battuto svariati top 100 e un top player come Giraldo, superando un turno in un Master 1000. È andato a giocare sul cemento indoor in Canada, sull’erba prima di Wimbledon e ora va più di un mese negli Usa. È forte nei colpi di inizio gioco, si è costruito un tennis moderno, brillante e spettacolare, adatto a tutte le superfici e anche divertente da vedere. È migliorato tantissimo fisicamente, lavorando come un mulo durante la pausa invernale. Ha un comportamento in campo educatissimo e irreprensibile, al punto di essere molto considerato dagli altri giocatori italiani più grandi. È molto forte e stabile sul piano mentale, mettendo in mostra quasi sempre una maturità molto superiore ai suoi 20 anni.
E poi, per una partita giocata sottotono, con condizioni impossibili (campo lentissimo e umidità pazzesca) partita comunque vinta….
Ecco che arrivano le critiche. ..
Ma cosa credete, che un giovane talento è tale solo se entra nei primi 100 con la pipa in bocca dando 61 61 a tutti?
Beh, se la pensate così siete del tutto fuori strada, perché non ci sono riusciti nemmeno Federer e Nadal.
Profonda stima per Donati e per il suo team.

Hai scritto cose giustissime e vere. Ma siamo sicuri che sia il caso di dare sempre importanza a commenti sconclusionati che provengono da certi utenti che di tennis, spiace dirlo, ma non capiscono un’H? Ignorarli sarebbe molto più produttivo.

258
Brown forever (Guest) 17-07-2015 02:52

Scritto da pibla

Scritto da marco
Criticare persino Donati è davvero molto italiano. Ha iniziato la stagione che era fuori dai primi 400 del mondo. Ha guadagnato oltre 230 posizioni in 4 mesi (perché ha iniziato i tornei a marzo ) ha fatto finale in un challenger da 125k, battuto svariati top 100 e un top player come Giraldo, superando un turno in un Master 1000. È andato a giocare sul cemento indoor in Canada, sull’erba prima di Wimbledon e ora va più di un mese negli Usa. È forte nei colpi di inizio gioco, si è costruito un tennis moderno, brillante e spettacolare, adatto a tutte le superfici e anche divertente da vedere. È migliorato tantissimo fisicamente, lavorando come un mulo durante la pausa invernale. Ha un comportamento in campo educatissimo e irreprensibile, al punto di essere molto considerato dagli altri giocatori italiani più grandi. È molto forte e stabile sul piano mentale, mettendo in mostra quasi sempre una maturità molto superiore ai suoi 20 anni.
E poi, per una partita giocata sottotono, con condizioni impossibili (campo lentissimo e umidità pazzesca) partita comunque vinta….
Ecco che arrivano le critiche. ..
Ma cosa credete, che un giovane talento è tale solo se entra nei primi 100 con la pipa in bocca dando 61 61 a tutti?
Beh, se la pensate così siete del tutto fuori strada, perché non ci sono riusciti nemmeno Federer e Nadal.
Profonda stima per Donati e per il suo team.

Fantastico commento!

Perfetta analisi Bravo

257
AndryREAX 17-07-2015 02:43

Diario da San Benedetto – 16/07/2015

Prima giornata marchigiana, tante soddisfazioni, pochi rimpianti. Il caldo la fa da padrone, mentre nei derby italiani vincono tutti i più giovani, e Volandri completa una giornata pressochè perfetta battendo Beck, in un match piuttosto strano, ma c’è un dato molto importante: su 8 giocatori ancora in gara, a San Benedetto, 6 sono italiani.

Ma partiamo dall’inizio, sono arrivato al TC Maggioni verso le 16.05, e ho visto che Hamou si stava riscaldando con un giudice di linea, che avrà avuto 14-15 anni, ma che teneva tranquillamente il ritmo imposto dal francese, dimostrando ottime doti tennistiche. Oltre a questa scena simpatica c’erano Cecchinato e Caruso che si riscaldavano vicino al bar, e Donati che era seduto con un amico a chiacchierare. Iniziano i match e guardo i primi 5 minuti di Cecchinato, quanto mi basta per capire che quel match non avrà storia, e allora mi sposto sul campo 3, con Caruso e Giustino in campo, partita a mio avviso molto più aperta e più gradevole. Parte meglio il siciliano, con Giustino da subito molto nervoso a causa dell’umidità e anche della sua eccessiva sudorazione, che avrà forti ripercussioni sul suo servizio, in quanto, sue testuali parole, non riusciva a impugnare bene per battere, e un problema simile ha avuto anche Salvo. Dopo 3 games, con Caruso al servizio, Giustino sbaglia un lob non impossibile e si autocritica, dicendo “sono un rincoglionito, batte a 2 km/h, fan…”. Visto l’eccessivo nervosismo, Giustino subisce il break il game successivo grazie a una profondità costante nello scambio trovata da Caruso e a qualche errore di troppo, però nel game successivo, sotto gli occhi di Donati che nel frattempo era venuto a vedere il match, recupera immediatamente il break. Intanto a seguire il match, proprio vicino a me, arrivava anche Hamou, con cuffie e telefono in mano, ed un signore di una cinquantina d’anni che continuava a fargli decine di domande, dandogli palesemente fastidio, ma lui è stato tranquillo e gentile a rispondergli. Giustino intanto grazie a delle accelerazioni di rovescio molto molto buone, applaudite anche dallo stesso Caruso che su una ha esclamato “boia!”, si portava avanti di un break, andando a servire sul 4-3. Però qui i problemi al servizio, che lo perseguiteranno per tutto il match, continuavano, e il giocatore campano perde di nuovo il servizio. Intanto saliva la tensione, entrambi provavano a incitarsi, il match era di buon livello per l’intensità e per le belle palle corte di Caruso, che davano molto fastidio a Giustino, che nel primo set diceva “bravo” all’avversario ancora prima che queste scendessero sul suo campo. Tie break molto equilibrato, e sul 4-4 c’è un episodio che sfavorisce nettamente Caruso: prima palla di servizio, chiamata out con ritardo dal giudice di linea, in realtà era buona (o almeno così sostiene l’arbitro dopo aver scrutato il segno per una dozzina di secondi): a quel punto decide di far ripetere il punto, e Caruso dice “non puoi farmi questo, non è possibile, l’ha chiamata mezzora dopo”, poi dopo un paio di minuti di polemica, in cui prova anche a chiedere l’intervento del supervisor che però l’arbitro non concede, dicendo che l’episodio non era in discussione, Caruso si decide a servire di nuovo la prima e fa il punto, poi nel punto successivo Giustino si muove troppo poco coi piedi e una palla presa male da Caruso diventa praticamente un vincente, e a quel punto il TB è compromesso. Intanto stava finendo il match di Ceck e io mi affaccio in tribuna proprio per il match point e per l’intervista, dove gli dicono che è praticamente nel main draw degli us open grazie a questa vittoria, e lui con le solite dichiarazioni di rito dice di pensare innanzitutto a questo torneo etc. etc.

Torno sul campo3 per il secondo set, che è molto simile al primo, scambi lunghi, poche discese a rete ma comunque apprezzabile profondità e complessivamente pochi errori forzati, dunque match gradevole per gli appassionati dei match su terra. Partita ancora una volta equilibrata e dominata prima da uno, poi dall’altro giocatore, con Giustino che da 4-2 e servizio concede 12 punti di fila a Caruso che va a servire per il match, ma al siciliano a quel punto viene un po’ di braccino, Giustino si ricompone e riesce ad allungare il match fino al TB. Qui Caruso chiude, dopo 2 set di un’intensità e di una durata mostruosi, soddisfatto verso il suo angolo (anche accusato di coaching da Giustino durante il match), per una vittoria molto importante nell’economia della sua stagione. Intanto sul centrale era cominciato il match di Donati, e io arrivo alla fine del 3° gioco, con Donati sopra 2-1 senza break. Il break Matteo lo ottiene pochi giochi più tardi, con delle risposte d’anticipo molto molto belle, ed è proprio la risposta il colpo con cui quest’oggi a mio avviso s’è levato più soddisfazioni. Nello scambio da fondo, su entrambe le diagonali, i giocatori erano sullo stesso livello, con Naso che tendeva a prendersi più rischi e di conseguenza a sbagliare di più, mentre nei primi 2-3 colpi era sempre Matteo a prendere l’iniziativa. Il primo set è stato deciso da quel break sul 2-3, poi Donati ha avuto tante chance sul 2-5 per chiudere subito il set, senza dover servire, ma Naso è stato bravo a non cedere il proprio turno di servizio creandosi così un’altra chance. Donati però, dallo 0-15, ha piazzato dentro mi sembra 3 o addirittura 4 prime e non ha dato opportunità a Naso di agguantare un break che avrebbe riaperto totalmente il set.

Tra il primo e il secondo set, Donati ha chiesto l’intervento del fisio per un problema al polso destro (http://gyazo.com/b588191905ac593119862b2a0d97f3f3), che si porterà avanti per tutta la partita, condizionandolo un po’ al servizio, che è risultato più lento del solito. Naso parte bene, va sopra 3-1, si incita verso il suo angolo ma appena le cose vanno male inizia a lamentarsi, per colpa dei cattivi rimbalzi, della sfortuna, e chi più ne ha più ne metta. Donati recupera il break e infila un parziale di 4 giochi a 0 che sembrano sancire la fine dell’incontro, ma così non è: al servizio per il match sul 6-3 5-4, Naso trova qualche jolly in risposta e Matteo commette 2 errori di troppo, e così la partita va avanti, fino al TB. Al TB il doppio fallo sull’1-3 di Naso, che manda Donats avanti di 2 mini break, illudono ancora una volta il pubblico facendo credere che il match sia finito, ma non è così. Matteo va 5-2, con Naso al servizio, la prima del tennista di Trapani esce di pochissimi centimetri, e lui dice “Ma non è possibile, 8 prime fuori di una minchia”, scatenando anche qualche risata. Ma c’è ben poco da ridere per Donati e per il suo staff, perchè Naso infila 5 punti consecutivi che mandano la partita ad un terzo set, che non era nell’aria a dire il vero, visto il nervosismo del siciliano, ma meritato, poichè il livello di gioco da parte dei due ragazzi era simile.

Il terzo set è stato quello più divertente della partita, tante chances di break da una parte e dall’altra, tante palle corte da parte di entrambi i giocatori (a dirla tutta quelle di Matteo sono state eccessive, ma le 2 consecutive sul 4-4 30-30 son state dei capolavori), e ottimi vincenti di rovescio di Naso e di dritto di Donati, principalmente. Le palle break nel corso del set sono state tante, credo una decina, ma nessuno dei due giocatori riusciva a piazzare l’allungo decisivo, e quello che dava l’impressione di essere più fresco era Naso, che non aveva problemi fisici e che sembrava essere finalmente in pace con se stesso. Ma questa pace interiore è durata poco, ed è stata disturbata dall’arbitro: nell’ottavo gioco sul 3-3 ha dato la seconda di servizio a Naso, per il secondo time violation, ma in realtà era colpa di un raccattapalle che non stava molto fermo, e poi Giallo commetterà un doppio fallo concedendo palla break, poi annullata, a Donati. Poi nel dodicesimo gioco, in un altro punto molto delicato, con Naso al servizio per rimanere nel match, altro time violation, con Naso che perdeva la testa, riusciva prima ad annullare un match point ma al secondo Matteo era implacabile, ottima risposta su cui Naso non poteva fare niente e pugno al cielo per Matteo, partita veramente molto importante portata a casa.

Sul forum ho letto molti commenti catastrofici, ma sinceramente non capisco da che ne viene: Matteo ha giocato una buona partita, non la sua migliore, e dall’altra parte della rete c’era un Naso francamente molto ispirato. La pecca di Matteo è stata quella di calare proprio in un momento cruciale, sul 6-3 5-4 e servizio e poi al TB del 2°, rimettendo Gianluca in vita, ma va detto che secondo me questo problema al polso l’ha condizionato un bel po’, innanzitutto al servizio e poi durante gli scambi si vedeva che cercava di accorciarli con queste palle corte continue. Insomma, alla fine ha anche dimostrato tanto carattere vincendo un match che era diventato complicatissimo, e se io fossi il suo allenatore sarei soddisfatto del match odierno, sperando che questo problema al polso si risolva il prima possibile.

Dopo queste 2 battaglie (Giustino-Caruso e Donati-Naso) durate quasi 5 ore complessivamente, un po’ di meritato cibo, che mi farà saltare il primo set di Volandri-Beck, vinto dal livornese per 6-4. Arrivo nel primo game del secondo giusto in tempo per sentire uno dei C’MON di Beck, molto sonori: il teutonico, che nelle ultime 2 settimane ha dato 4 set a 0 a Gaio, gioca un secondo set pressochè perfetto lasciando le briciole a Volandri, ma poi improvvisamente si scioglie nel terzo set, in seguito ad un overrule dell’arbitro, che dirà che una sua demivolè è out, dopo uno scambio eccezzzzzzzzionale, quando lui era sicuro di aver fatto il punto. A quel punto Beck scompare dal campo, non è più lucido nelle scelte, inizia a sparare dritti in tribuna e manda anche una pallina fuori dal campo beccandosi un warning per ball abuse, e per Volandri è proprio un gioco da ragazzi chiudere per 6-1 la terza frazione. Filippo ha giocato abbastanza bene, facendo vedere qualche ottimo rovescio, però l’impressione è che se Beck avesse tenuto quel ritmo mostrato nel secondo set, per Volandri ci sarebbero stati molti problemi. Mi sono affacciato per qualche minuto sul doppio di Caruso/Naso contro Cerretani/Paval, in tempo per vedere qualche bel passante di Salvo e qualche bellissima volè dello specialista statunitense, ma siccome poi iniziava il match tra gli italiani e le teste di serie n1 sul centrale, son tornato lì.

Gaio era molto motivato, cercava di trainare un Cecchinato un po’ troppo spento, forse concentrato sul singolare, però comunque il punteggio di 6-4 6-2 a mio avviso è molto eccessivo per ciò che si è visto in campo, il problema sono stati i punti decisivi vinti praticamente sempre dalla coppia messicana, e un altro grosso problema è stato il servizio di Ramirez, veramente molto forte e preciso, infatti è stato l’unico giocatore a non essere mai breakkato. Comunque sia, non mi sono dispiaciuti, e credo che Gaio con un po’ di allenamento e con la ricerca di un partner magari fisso, potrebbe essere un ottimo doppista. Consiglio, a tutti, la visione di un punto spettacolare del Ceck sul 4-6 1-3 40-15: tweener e poi lob millimetrico, veramente da urlo.

Per oggi è tutto, domani 6 match in programma, tutti i singolari con italiani in campo dunque tutti interessanti, ed in più il doppio dei sempre apprezzabili Cipolla/Motti. A domani!

PS: Allego un piccolo video con qualche match point, col riscaldamento di Hamou e del giudice di linea, e qualche foto del match di Donati, scusandomi come sempre della qualità non eccelsa. https://www.youtube.com/watch?v=FVYcaazg5fU

256
pierre hermes the picasso of pastry (Guest) 17-07-2015 01:47

Scritto da pibla

Scritto da marco
Criticare persino Donati è davvero molto italiano. Ha iniziato la stagione che era fuori dai primi 400 del mondo. Ha guadagnato oltre 230 posizioni in 4 mesi (perché ha iniziato i tornei a marzo ) ha fatto finale in un challenger da 125k, battuto svariati top 100 e un top player come Giraldo, superando un turno in un Master 1000. È andato a giocare sul cemento indoor in Canada, sull’erba prima di Wimbledon e ora va più di un mese negli Usa. È forte nei colpi di inizio gioco, si è costruito un tennis moderno, brillante e spettacolare, adatto a tutte le superfici e anche divertente da vedere. È migliorato tantissimo fisicamente, lavorando come un mulo durante la pausa invernale. Ha un comportamento in campo educatissimo e irreprensibile, al punto di essere molto considerato dagli altri giocatori italiani più grandi. È molto forte e stabile sul piano mentale, mettendo in mostra quasi sempre una maturità molto superiore ai suoi 20 anni.
E poi, per una partita giocata sottotono, con condizioni impossibili (campo lentissimo e umidità pazzesca) partita comunque vinta….
Ecco che arrivano le critiche. ..
Ma cosa credete, che un giovane talento è tale solo se entra nei primi 100 con la pipa in bocca dando 61 61 a tutti?
Beh, se la pensate così siete del tutto fuori strada, perché non ci sono riusciti nemmeno Federer e Nadal.
Profonda stima per Donati e per il suo team.

Fantastico commento!

😉
questo Signori e’ una Gran commento.

255
Nevskij (Guest) 17-07-2015 01:41

Scritto da magilla
io starei attento a caruso e volandri

Ma anche no

254
Nevskij (Guest) 17-07-2015 01:40

Scritto da pibla

Scritto da marco
Criticare persino Donati è davvero molto italiano. Ha iniziato la stagione che era fuori dai primi 400 del mondo. Ha guadagnato oltre 230 posizioni in 4 mesi (perché ha iniziato i tornei a marzo ) ha fatto finale in un challenger da 125k, battuto svariati top 100 e un top player come Giraldo, superando un turno in un Master 1000. È andato a giocare sul cemento indoor in Canada, sull’erba prima di Wimbledon e ora va più di un mese negli Usa. È forte nei colpi di inizio gioco, si è costruito un tennis moderno, brillante e spettacolare, adatto a tutte le superfici e anche divertente da vedere. È migliorato tantissimo fisicamente, lavorando come un mulo durante la pausa invernale. Ha un comportamento in campo educatissimo e irreprensibile, al punto di essere molto considerato dagli altri giocatori italiani più grandi. È molto forte e stabile sul piano mentale, mettendo in mostra quasi sempre una maturità molto superiore ai suoi 20 anni.
E poi, per una partita giocata sottotono, con condizioni impossibili (campo lentissimo e umidità pazzesca) partita comunque vinta….
Ecco che arrivano le critiche. ..
Ma cosa credete, che un giovane talento è tale solo se entra nei primi 100 con la pipa in bocca dando 61 61 a tutti?
Beh, se la pensate così siete del tutto fuori strada, perché non ci sono riusciti nemmeno Federer e Nadal.
Profonda stima per Donati e per il suo team.

Fantastico commento!

Molto ben detto. E non ti curare dei commenti dei turisti del tennis

253
pibla (Guest) 17-07-2015 01:28

Scritto da marco
Criticare persino Donati è davvero molto italiano. Ha iniziato la stagione che era fuori dai primi 400 del mondo. Ha guadagnato oltre 230 posizioni in 4 mesi (perché ha iniziato i tornei a marzo ) ha fatto finale in un challenger da 125k, battuto svariati top 100 e un top player come Giraldo, superando un turno in un Master 1000. È andato a giocare sul cemento indoor in Canada, sull’erba prima di Wimbledon e ora va più di un mese negli Usa. È forte nei colpi di inizio gioco, si è costruito un tennis moderno, brillante e spettacolare, adatto a tutte le superfici e anche divertente da vedere. È migliorato tantissimo fisicamente, lavorando come un mulo durante la pausa invernale. Ha un comportamento in campo educatissimo e irreprensibile, al punto di essere molto considerato dagli altri giocatori italiani più grandi. È molto forte e stabile sul piano mentale, mettendo in mostra quasi sempre una maturità molto superiore ai suoi 20 anni.
E poi, per una partita giocata sottotono, con condizioni impossibili (campo lentissimo e umidità pazzesca) partita comunque vinta….
Ecco che arrivano le critiche. ..
Ma cosa credete, che un giovane talento è tale solo se entra nei primi 100 con la pipa in bocca dando 61 61 a tutti?
Beh, se la pensate così siete del tutto fuori strada, perché non ci sono riusciti nemmeno Federer e Nadal.
Profonda stima per Donati e per il suo team.

Fantastico commento!

252
Vecchiogiovi (Guest) 17-07-2015 00:32

Scritto da marco

Scritto da fabio
@ marco (#1398410)
beh sulla parte finale del tuo commento qualcosa da dire c’è Nadal all’età di Donati aveva già vinto il suo primo RG.La cosa più giusta da dire secondo me è che deve lavorare molto e giocare,così si migliora,ma nessuno si faccia illusioni.

Ma certo, Nadal è stato un fenomeno anche di precocita’, però anche lui quando scalava la classifica era costretto a lottare come una belva ogni match, mica è entrato nei 100 passeggiando. Nessuno entra nei 100 passeggiando. Questo volevo dire. Che è del tutto normale dover giocare tanti match lottati.

E del fisico che diciamo? Donati non è precoce come Nadal, del quale comunque si conoscono anche le polemiche ed i sospetti. Donati intanto ha carattere, non si scioglie come neve al sole, e umile, e anche educato, quindi è un ragazzo intelligente e tosto. Se mette i kg giusti senza strafare arriva in alto, inoltre gioca un tennis moderno, cosa che purtroppo non fa Cecchinato.

251
AndryREAX 17-07-2015 00:17

Punto da antologia di Ceck sul 4-6 1-3 40-15. Vi consiglio di rivederlo se non l’avete visto live

250
Bozz (Guest) 17-07-2015 00:16

Scritto da Lelegenny

Scritto da vr46

Scritto da marco
Criticare persino Donati è davvero molto italiano. Ha iniziato la stagione che era fuori dai primi 400 del mondo. Ha guadagnato oltre 230 posizioni in 4 mesi (perché ha iniziato i tornei a marzo ) ha fatto finale in un challenger da 125k, battuto svariati top 100 e un top player come Giraldo, superando un turno in un Master 1000. È andato a giocare sul cemento indoor in Canada, sull’erba prima di Wimbledon e ora va più di un mese negli Usa. È forte nei colpi di inizio gioco, si è costruito un tennis moderno, brillante e spettacolare, adatto a tutte le superfici e anche divertente da vedere. È migliorato tantissimo fisicamente, lavorando come un mulo durante la pausa invernale. Ha un comportamento in campo educatissimo e irreprensibile, al punto di essere molto considerato dagli altri giocatori italiani più grandi. È molto forte e stabile sul piano mentale, mettendo in mostra quasi sempre una maturità molto superiore ai suoi 20 anni.
E poi, per una partita giocata sottotono, con condizioni impossibili (campo lentissimo e umidità pazzesca) partita comunque vinta….
Ecco che arrivano le critiche. ..
Ma cosa credete, che un giovane talento è tale solo se entra nei primi 100 con la pipa in bocca dando 61 61 a tutti?
Beh, se la pensate così siete del tutto fuori strada, perché non ci sono riusciti nemmeno Federer e Nadal.
Profonda stima per Donati e per il suo team.

249
Nevskij (Guest) 17-07-2015 00:13

Battere Volandri x entrare tra i top 100. Due anni fa san marino. Curioso cm la storia si ripeta

248
AndryREAX 17-07-2015 00:10

Cacciate st’arbitro comunque, tra Caruso-Naso e questo doppio di Ceck/Gaio non capisce una mazza

247
Bettoli (Guest) 17-07-2015 00:04

@ fabio (#1398420)

Ma chi sei fenomeno!! 🙁

246
magilla (Guest) 16-07-2015 23:35

io starei attento a caruso e volandri

245
Claudio (Guest) 16-07-2015 23:28

Scritto da Emmanuel
Un ritorno di volandri in top 100?

Volandri finisce l’anno top100. Statene certi!!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

244
baruz (Guest) 16-07-2015 23:26

Finale hamou-ramos già scritta :mrgreen:

243
Emmanuel (Guest) 16-07-2015 23:20

@ iju 99 (#1398459)

Speriamo, anche se al posto di ramos preferirei un altro italiano :mrgreen:

242
baldi giovani pda (Guest) 16-07-2015 23:20

Ottima giornata. Domani speriamo fortemente in Paolino e Gianna. A questo punto, sarebbe un vero e proprio insulto dover assistere domenica sera ad una finale tra Ramos e Hamou……
La parte bassa del tabellone è nettissimamente la più dura con Volandri, Ceck, Paolino e Ramos, tutti grandi giocatori sulla terra.
Nella parte alta, Donati ha una grande occasione. Anche trovasse il Kicker di turno deve salire di livello e arrivare in finale.

P.S: basta a fare gli italioti e battibeccare sul futuro di Donati

241
iju 99 (Guest) 16-07-2015 23:15

Prevedo una finale donati-ramos

240
Luca96 16-07-2015 23:12

Hai capito Volandri 😆 match point vinto correndo da una parte all’altra come un giovincello di 20 anni :mrgreen:

239
italtennis (Guest) 16-07-2015 23:10

Grande filo
Ma la sue partite a san benedetto mi insospettiscono un po’….
ieri paire che si rifiuta di giocare la partita, oggi cede un set 6-1 per poi vincere con una facilitá irrisoria il terzo.
Consiglierei poi al ceck di ritirasi da questo doppio ad ora molto tarda per evitare di sprecare ulteriori energie che si sommano agli ormai molti tornei consecutivi giocati andando in fondo alla settimana

238
Antony_65 (Guest) 16-07-2015 23:10

Scritto da marco
Criticare persino Donati è davvero molto italiano. Ha iniziato la stagione che era fuori dai primi 400 del mondo. Ha guadagnato oltre 230 posizioni in 4 mesi (perché ha iniziato i tornei a marzo ) ha fatto finale in un challenger da 125k, battuto svariati top 100 e un top player come Giraldo, superando un turno in un Master 1000. È andato a giocare sul cemento indoor in Canada, sull’erba prima di Wimbledon e ora va più di un mese negli Usa. È forte nei colpi di inizio gioco, si è costruito un tennis moderno, brillante e spettacolare, adatto a tutte le superfici e anche divertente da vedere. È migliorato tantissimo fisicamente, lavorando come un mulo durante la pausa invernale. Ha un comportamento in campo educatissimo e irreprensibile, al punto di essere molto considerato dagli altri giocatori italiani più grandi. È molto forte e stabile sul piano mentale, mettendo in mostra quasi sempre una maturità molto superiore ai suoi 20 anni.
E poi, per una partita giocata sottotono, con condizioni impossibili (campo lentissimo e umidità pazzesca) partita comunque vinta….
Ecco che arrivano le critiche. ..
Ma cosa credete, che un giovane talento è tale solo se entra nei primi 100 con la pipa in bocca dando 61 61 a tutti?
Beh, se la pensate così siete del tutto fuori strada, perché non ci sono riusciti nemmeno Federer e Nadal.
Profonda stima per Donati e per il suo team.

Scritto da marco
Criticare persino Donati è davvero molto italiano. Ha iniziato la stagione che era fuori dai primi 400 del mondo. Ha guadagnato oltre 230 posizioni in 4 mesi (perché ha iniziato i tornei a marzo ) ha fatto finale in un challenger da 125k, battuto svariati top 100 e un top player come Giraldo, superando un turno in un Master 1000. È andato a giocare sul cemento indoor in Canada, sull’erba prima di Wimbledon e ora va più di un mese negli Usa. È forte nei colpi di inizio gioco, si è costruito un tennis moderno, brillante e spettacolare, adatto a tutte le superfici e anche divertente da vedere. È migliorato tantissimo fisicamente, lavorando come un mulo durante la pausa invernale. Ha un comportamento in campo educatissimo e irreprensibile, al punto di essere molto considerato dagli altri giocatori italiani più grandi. È molto forte e stabile sul piano mentale, mettendo in mostra quasi sempre una maturità molto superiore ai suoi 20 anni.
E poi, per una partita giocata sottotono, con condizioni impossibili (campo lentissimo e umidità pazzesca) partita comunque vinta….
Ecco che arrivano le critiche. ..
Ma cosa credete, che un giovane talento è tale solo se entra nei primi 100 con la pipa in bocca dando 61 61 a tutti?
Beh, se la pensate così siete del tutto fuori strada, perché non ci sono riusciti nemmeno Federer e Nadal.
Profonda stima per Donati e per il suo team.

Condivido in pieno queste partite servono a farsi le ossa per il futuro.

237
Tifoso degli italiani (Guest) 16-07-2015 23:09

Ma cecchinato deve ancora giocare il doppio appena finisce Volandri?? 😯

236
Vavi (Guest) 16-07-2015 23:08

@ Emmanuel (#1398447)

Magari ma è difficile

235
Angelos99 16-07-2015 22:59

@ vr46 (#1398404)

Top 100

234
Emmanuel (Guest) 16-07-2015 22:58

Un ritorno di volandri in top 100?

233
Angelos99 16-07-2015 22:57

Scritto da marco
Criticare persino Donati è davvero molto italiano. Ha iniziato la stagione che era fuori dai primi 400 del mondo. Ha guadagnato oltre 230 posizioni in 4 mesi (perché ha iniziato i tornei a marzo ) ha fatto finale in un challenger da 125k, battuto svariati top 100 e un top player come Giraldo, superando un turno in un Master 1000. È andato a giocare sul cemento indoor in Canada, sull’erba prima di Wimbledon e ora va più di un mese negli Usa. È forte nei colpi di inizio gioco, si è costruito un tennis moderno, brillante e spettacolare, adatto a tutte le superfici e anche divertente da vedere. È migliorato tantissimo fisicamente, lavorando come un mulo durante la pausa invernale. Ha un comportamento in campo educatissimo e irreprensibile, al punto di essere molto considerato dagli altri giocatori italiani più grandi. È molto forte e stabile sul piano mentale, mettendo in mostra quasi sempre una maturità molto superiore ai suoi 20 anni.
E poi, per una partita giocata sottotono, con condizioni impossibili (campo lentissimo e umidità pazzesca) partita comunque vinta….
Ecco che arrivano le critiche. ..
Ma cosa credete, che un giovane talento è tale solo se entra nei primi 100 con la pipa in bocca dando 61 61 a tutti?
Beh, se la pensate così siete del tutto fuori strada, perché non ci sono riusciti nemmeno Federer e Nadal.
Profonda stima per Donati e per il suo team.

232
Tifoso degli italiani (Guest) 16-07-2015 22:55

Scritto da vr46

Scritto da giovi
@ vr46 (#1398404)
Top 80

mi sembra piuttosto azzardata come risposta, top 100 mi sa che e` quasi impossibile

Top80 è, in effetti, azzardata come ipotesi.. ma top100 comincio a pensare che sia possibile se continua a fare bene anche sul cemento, così come sta facendo sulla terra.
Difficile anche questo obiettivo, anche perché ha iniziato la stagione a marzo, però lo ritengo possibile.

231
kla (Guest) 16-07-2015 22:53

@ fabio (#1398420)

Ma scrivere in italiano?? Li ho già detto??

230
Antony_65 (Guest) 16-07-2015 22:52

Scritto da faslevin
Secondo me la stagione di donati sino ad oggi è stata fantastica.questo ragazzo ha i numeri per competere nel circuito maggiore. mi associo a coloro che dicono che possa ottenere risultati su tutte le superfici. Se continua cosi l’anno prossimo sarà vicino alla top cento, con un anno di anticipo rispetto al cek che questo’anno a livello challenger è stato un rullo. Mi auguro di vedere l’anno prossimo altri 95 o96 dove si trova matteo

Secondo me ci sarà già quest’anno vicino ai 100 se non addirittura dentro sta facendo progressi impensabili sotto ogni aspetto fino a poco tempo fa

229
AndryREAX 16-07-2015 22:52

Che magia avevano fatto tutti e due sul punto poi contestato e assegnato dall’arbitro a Volandri. Dal suono era riga esterna, bah

228
Angelos99 16-07-2015 22:48

Fantastico Matteo, ha dato prova che anche soffrendo non molla. 🙂 Che stagione!!

227
giacomo (Guest) 16-07-2015 22:35

Donati era in giornata no….ci puo stare e’ tipico dei giovani,diciamo che ha scherzato col fuoco e gli e’ andata bene.
a me ha impressionato e quasi sbalordito Naso,ma dov’era in questi 4,5 anni?

226
faslevin (Guest) 16-07-2015 22:33

Secondo me la stagione di donati sino ad oggi è stata fantastica.questo ragazzo ha i numeri per competere nel circuito maggiore. mi associo a coloro che dicono che possa ottenere risultati su tutte le superfici. Se continua cosi l’anno prossimo sarà vicino alla top cento, con un anno di anticipo rispetto al cek che questo’anno a livello challenger è stato un rullo. Mi auguro di vedere l’anno prossimo altri 95 o96 dove si trova matteo

225
ale98 (Guest) 16-07-2015 22:33

@ Pallettaro Mingherlino (#1398396)

I suoi migliori coetanei sono ahimè dei futuri dominatori del tennis mondiale, almeno sulla carta, ovvio che Donati sia dietro a loro. Cioè questi qui hanno già vinto a livello slam, Kyrgios ha battuto Federer e Nadal, Coric ha battuto Nadal e Murray, Zverev semi ad Amburgo ecc. Ma qui si parla di gente che fra tre/quattro anni dovrebbe essere ai vertici della classifica, quindi arrivare a loro vorrebbe dire che Donati avrà fatto un salto di categoria e che sarà migliorato praticamente in tutto.. Io glielo auguro ma paragonarlo a quelli da me citati,in questo momento, non ha senso perchè per ora quelli lì sono a un altro livello..

224
marco (Guest) 16-07-2015 22:24

Scritto da fabio
@ marco (#1398410)
beh sulla parte finale del tuo commento qualcosa da dire c’è Nadal all’età di Donati aveva già vinto il suo primo RG.La cosa più giusta da dire secondo me è che deve lavorare molto e giocare,così si migliora,ma nessuno si faccia illusioni.

Ma certo, Nadal è stato un fenomeno anche di precocita’, però anche lui quando scalava la classifica era costretto a lottare come una belva ogni match, mica è entrato nei 100 passeggiando. Nessuno entra nei 100 passeggiando. Questo volevo dire. Che è del tutto normale dover giocare tanti match lottati.

223
Lelegenny (Guest) 16-07-2015 22:23

Scritto da vr46

Scritto da marco
Criticare persino Donati è davvero molto italiano. Ha iniziato la stagione che era fuori dai primi 400 del mondo. Ha guadagnato oltre 230 posizioni in 4 mesi (perché ha iniziato i tornei a marzo ) ha fatto finale in un challenger da 125k, battuto svariati top 100 e un top player come Giraldo, superando un turno in un Master 1000. È andato a giocare sul cemento indoor in Canada, sull’erba prima di Wimbledon e ora va più di un mese negli Usa. È forte nei colpi di inizio gioco, si è costruito un tennis moderno, brillante e spettacolare, adatto a tutte le superfici e anche divertente da vedere. È migliorato tantissimo fisicamente, lavorando come un mulo durante la pausa invernale. Ha un comportamento in campo educatissimo e irreprensibile, al punto di essere molto considerato dagli altri giocatori italiani più grandi. È molto forte e stabile sul piano mentale, mettendo in mostra quasi sempre una maturità molto superiore ai suoi 20 anni.
E poi, per una partita giocata sottotono, con condizioni impossibili (campo lentissimo e umidità pazzesca) partita comunque vinta….
Ecco che arrivano le critiche. ..
Ma cosa credete, che un giovane talento è tale solo se entra nei primi 100 con la pipa in bocca dando 61 61 a tutti?
Beh, se la pensate così siete del tutto fuori strada, perché non ci sono riusciti nemmeno Federer e Nadal.
Profonda stima per Donati e per il suo team.

222
fabio (Guest) 16-07-2015 22:17

Bravo il Vecchio filippo ha vinto il primo Set

221
fabio (Guest) 16-07-2015 22:16

@ marco (#1398410)

beh sulla parte finale del tuo commento qualcosa da dire c’è Nadal all’età di Donati aveva già vinto il suo primo RG.La cosa più giusta da dire secondo me è che deve lavorare molto e giocare,così si migliora,ma nessuno si faccia illusioni.

220
vr46 16-07-2015 22:14

Scritto da marco
Criticare persino Donati è davvero molto italiano. Ha iniziato la stagione che era fuori dai primi 400 del mondo. Ha guadagnato oltre 230 posizioni in 4 mesi (perché ha iniziato i tornei a marzo ) ha fatto finale in un challenger da 125k, battuto svariati top 100 e un top player come Giraldo, superando un turno in un Master 1000. È andato a giocare sul cemento indoor in Canada, sull’erba prima di Wimbledon e ora va più di un mese negli Usa. È forte nei colpi di inizio gioco, si è costruito un tennis moderno, brillante e spettacolare, adatto a tutte le superfici e anche divertente da vedere. È migliorato tantissimo fisicamente, lavorando come un mulo durante la pausa invernale. Ha un comportamento in campo educatissimo e irreprensibile, al punto di essere molto considerato dagli altri giocatori italiani più grandi. È molto forte e stabile sul piano mentale, mettendo in mostra quasi sempre una maturità molto superiore ai suoi 20 anni.
E poi, per una partita giocata sottotono, con condizioni impossibili (campo lentissimo e umidità pazzesca) partita comunque vinta….
Ecco che arrivano le critiche. ..
Ma cosa credete, che un giovane talento è tale solo se entra nei primi 100 con la pipa in bocca dando 61 61 a tutti?
Beh, se la pensate così siete del tutto fuori strada, perché non ci sono riusciti nemmeno Federer e Nadal.
Profonda stima per Donati e per il suo team.

219
fabio (Guest) 16-07-2015 22:11

Donati lìho già detto è un buon giocatore,forse migliorerà ancora in qualcosa,ma non è un campione,può fare una carriera dignitosa,questo si.

218
marco (Guest) 16-07-2015 22:11

Scritto da Gabriele da Firenze

Scritto da marco
Criticare persino Donati è davvero molto italiano. Ha iniziato la stagione che era fuori dai primi 400 del mondo. Ha guadagnato oltre 230 posizioni in 4 mesi (perché ha iniziato i tornei a marzo )

Ma siamo impazziti in questo forum?
Chi critica Donati per quello che ha fatto fin qui?
Tutti GIUSTAMENTE lo osanniamo, se lo merita tutto il successo che sta avendo e i risultati di crescita che ottiene. Ma porcaccia miseria, sarà possibile criticare una partita che, e lo abbiamo scritto tutti, è stata brutta e giocata male, pur anche se vinta? Non è la morte di nessuno se una volta su tante lo critichiamo perchè ha giocato male. Speriamo che domani con Caruso giochi al suo meglio, perchè TUTTI vogliamo vederlo andare avanti. Perché è la nostra migliore promessa.

No, non esiste criticare uno che sta facendo quello che sta facendo Donati. Esistono anche le giornate storte. Esistono anche gli avversari e Naso non è uno sprovveduto. E poi questo riesce a vincere anche quando non è in giornata e in condizioni ambientali difficili (perché con un campo un po meno lento di quello di stasera avrebbe vinto in due facili set anche giocando male).

217
giovi (Guest) 16-07-2015 22:11

Se vince i 3 challenger è fatta per o top 100

216
vr46 16-07-2015 22:06

Scritto da giovi
@ vr46 (#1398404)
Top 80

mi sembra piuttosto azzardata come risposta, top 100 mi sa che e` quasi impossibile

215
adecor 16-07-2015 22:04

Qualcuno mi sa dire quando escono rispettivamente le entry list delle qualificazioni dei Masters 1000 di Toronto e di Cincinnati?

214
marco (Guest) 16-07-2015 22:04

Criticare persino Donati è davvero molto italiano. Ha iniziato la stagione che era fuori dai primi 400 del mondo. Ha guadagnato oltre 230 posizioni in 4 mesi (perché ha iniziato i tornei a marzo ) ha fatto finale in un challenger da 125k, battuto svariati top 100 e un top player come Giraldo, superando un turno in un Master 1000. È andato a giocare sul cemento indoor in Canada, sull’erba prima di Wimbledon e ora va più di un mese negli Usa. È forte nei colpi di inizio gioco, si è costruito un tennis moderno, brillante e spettacolare, adatto a tutte le superfici e anche divertente da vedere. È migliorato tantissimo fisicamente, lavorando come un mulo durante la pausa invernale. Ha un comportamento in campo educatissimo e irreprensibile, al punto di essere molto considerato dagli altri giocatori italiani più grandi. È molto forte e stabile sul piano mentale, mettendo in mostra quasi sempre una maturità molto superiore ai suoi 20 anni.

E poi, per una partita giocata sottotono, con condizioni impossibili (campo lentissimo e umidità pazzesca) partita comunque vinta….

Ecco che arrivano le critiche. ..

Ma cosa credete, che un giovane talento è tale solo se entra nei primi 100 con la pipa in bocca dando 61 61 a tutti?

Beh, se la pensate così siete del tutto fuori strada, perché non ci sono riusciti nemmeno Federer e Nadal.

Profonda stima per Donati e per il suo team.

213
ska (Guest) 16-07-2015 22:00

Mah, leggo cose strane.
Alcuni vorrebbero che Donati fosse Federer, e SUBITO!

Qualche puntino sulle i.. Naso non è il 300 ora, ma il 220. Ed ha solo 60 punti ATP in meno di Donati. Sta crescendo anche lui, come qualità di gioco e come punti ATP guadagnati e finirà l’anno nei 200.
Certo la crescita non è veloce come quella di Matteo, ma esiste.
Il potenziale non sarà quello di Matteo, però è destinato piu in alto di dov’è.
Verò è che Matteonon ha giocato al meglio. Vero che nessuno lo fa.
Neanche Ferrer

212
Fighter 90 16-07-2015 21:59

Scritto da ale98
Comunque ci vuole coraggio a criticare Matteo.. Si oggi non avrà giocato la miglior partita dell’anno ma ha vinto e secondo me fisicamente non era neanche al 100%, spesso infatti provava delle smorzate e tentava di accorciare lo scambio, poi c’è da dire che dall’altra parte c’era un Naso molto ispirato.. Io non so cosa vi aspettate, penso che a breve vincerà un challenger, presto giocherà tornei Atp,eppure bisogna leggere delle critiche su di lui.. Io non capisco,mah..

Sono perfettamente d’accordo con te, tralasciando il fatto che Naso sta attraversando un ottimo periodo che lo ha fatto risalire in classifica, ma Donati non è un robot che può giocare sempre in modo ineccepibile, non sbagliando mai nulla, peraltro alla fine ha vinto con un avversario che aveva poco da perdere, non avendo i favori del pronostico. La vittoria non è mai scontata, sopratutto sulla terra nei challenger, dove affronti gente affamata di punti.

211
giovi (Guest) 16-07-2015 21:58

@ vr46 (#1398404)

Top 80

210
Pelandrone (Guest) 16-07-2015 21:58

Giustissimo se Donati avesse l’eta’ di un, faccio un esempio non una polemica, Fognini, ma visto che ha 20 anni ed ha dimostrato 2 attributi cosi’, e’ solo da ammirare e sostenere

Scritto da totommi
Oggi di donati si potrebbe dire tutto e il contrario di tutto.
Benissimo donati, uno che vince le partite anche non giocando al top.
Malissimo donati che ci mette un’ora in piu a vincere una partita gia vinta.
Tutto sommato… Benino donati.

209
vr46 16-07-2015 21:55

che obiettivo date a donati in termini di classifica per fine anno?

208
luca leconte (Guest) 16-07-2015 21:55

Comunque scorgendo lo score di Naso negli ultimi mesi se ne trovano poche di sconfitte quindi non era per nulla scontata la vittoria di Donatino. E’ vero l’aveva chiusa ma è stato bravo a non abbattersi ed a vincerla lo stesso. Continua a mostrare carattere.

207
Gabriele da Firenze 16-07-2015 21:52

Scritto da marco
Criticare persino Donati è davvero molto italiano. Ha iniziato la stagione che era fuori dai primi 400 del mondo. Ha guadagnato oltre 230 posizioni in 4 mesi (perché ha iniziato i tornei a marzo )

Ma siamo impazziti in questo forum?
Chi critica Donati per quello che ha fatto fin qui?
Tutti GIUSTAMENTE lo osanniamo, se lo merita tutto il successo che sta avendo e i risultati di crescita che ottiene. Ma porcaccia miseria, sarà possibile criticare una partita che, e lo abbiamo scritto tutti, è stata brutta e giocata male, pur anche se vinta? Non è la morte di nessuno se una volta su tante lo critichiamo perchè ha giocato male. Speriamo che domani con Caruso giochi al suo meglio, perchè TUTTI vogliamo vederlo andare avanti. Perché è la nostra migliore promessa.

206
santopadre(dei forum) (Guest) 16-07-2015 21:51

Io considererei il caldo anche per certi commenti perchè alcune critiche a Donati davvero non si possono leggere… 🙄 😛

205
luca leconte (Guest) 16-07-2015 21:51

Scritto da totommi
Oggi di donati si potrebbe dire tutto e il contrario di tutto.
Benissimo donati, uno che vince le partite anche non giocando al top.
Malissimo donati che ci mette un’ora in piu a vincere una partita gia vinta.
Tutto sommato… Benino donati.

204
Pallettaro Mingherlino (Guest) 16-07-2015 21:49

Scritto da ale98
Comunque ci vuole coraggio a criticare Matteo.. Si oggi non avrà giocato la miglior partita dell’anno ma ha vinto e secondo me fisicamente non era neanche al 100%, spesso infatti provava delle smorzate e tentava di accorciare lo scambio, poi c’è da dire che dall’altra parte c’era un Naso molto ispirato.. Io non so cosa vi aspettate, penso che a breve vincerà un challenger, presto giocherà tornei Atp,eppure bisogna leggere delle critiche su di lui.. Io non capisco,mah..

Ma infatti, io sono un convinto estimatore di Donati, e ho seguito con molto piacere la sua recente ascesa e i suoi convincenti successi, come ad esempio quello conseguito autorevolmente ieri l’altro conto Vanni (giocatore di caratura maggiore rispetto a Naso).
Tuttavia è anche doveroso segnalare quando gioca male, come è avvenuto stasera. L’unica cosa positiva è che ha vinto, e se vince anche giocando male ciò è un buon segno.
Ma di strada da fare, per colmare il gap rispetto ai suoi migliori coetanei, ce n’è ancora tanta !

203
paoloz (Guest) 16-07-2015 21:48

matteo non ha giocato oggi bene, anche col servizio meno preciso del solito
ma ci sono stati momenti della partita, tipo fine terzo zet, durante i quali ha alzato il ritmo
secondo me in questo momento sta facendo fatica a tenere un buon ritmo per molti minuti, ma di testa rimane molto solido e porta a casa comunque molte partite.
va bene così, arriveranno ovviamente momenti di maggiore brillantezza

202
Tweener (Guest) 16-07-2015 21:45

Scritto da laver

Scritto da chobin
La sensazione è che anche quando donati risponde bene e sembra poter attaccare, lentamente il pallino passa in mano a Naso. Gioco da fondo da rivedere, sicuramente sul rapido questo problema viene meno

a me pare che donati sia un po’ costruito negli schemi: all’inizio delle partite è sempre molto aggressivo e lucido, poi piano piano, man mano che passa il tempo sembra dimenticarsi gli schemi e diventare un po’ rematore…

Risponde molto avanzato, stile Murray,però spesso sono palle lente e centrali che l’avversario spinge e quindi manda in difficoltà Donati.
In generale l’ho visto un po’ scarico coi colpi a volte molto corti…
però mi piace come interpreta il tennis…un piccolo Dolgopolov! 😀
Col tempo potrà solo migliorare. Forza Donati!

201