Circuito Future Copertina, Future

Italia F18 – Modena: Resoconto della serata di ieri e degli incontri pomeridiani di oggi

15/07/2015 19:52 Nessun commento
Nella foto Francisco Bahamonde
Nella foto Francisco Bahamonde

Club La Meridiana, Casinalbo, 15 luglio 2015 – XXXII° Memorial “Eugenio Fontana” (15.000 dollari, terra Numerosi gli appassionati accorsi per assistere al match, tra Il ventenne piemontese Lorenzo Sonego, wild card della federazione ed il sassolese di adozione Davide Della Tommasina, 25 anni tesserato per lo Sporting Club Sassuolo.

La Serata di ieri che non ha deluso il pubblico sia sul piano sportivo che del vero e proprio show che ormai Della Tommasina ha abituato ad esibire, o lo si ama o lo si odia, ma certamente non lasciano indifferenti le sue intemperanze. Partita altalenante, Sonego si aggiudica il primo set 6/3 e perde il secondo 3/6. L’inizio del terzo sembra favorire Della Tommasina che si porta 2 a 0, ma si fa rimontare dal piemontese che si porta 5 a 2, poi 5/4 una palla match, un doppio fallo e una volee facile di rovescio sbagliata e 5 pari, poi bravo Sonego che non si lascia abbattere da questa serie di errori e si aggiudica la partita 7/5. Molto meno entusiasmante il match vinto da Pietro Licciardi testa di serie n° 6 su Andrea Grazioso per 6/2 6/3. Buona la prestazione in doppio del castelfranchese Filippo Leonardi che in coppia con il giocatore del team della squadra di serie A della Meridiana Luca Pancaldi si aggiudicano per 7/5 6/3 l’incontro contro Antonio Massara/Pietro Rondoni. Passano il turno i due argentini Tomas Lipovsek/Andrea Collarini e gli italiani Alessandro Luisi/Andrea Vavassori rispettivamente su Antonio Campo/Pierdanio Lo Priore 6/0 6/0, Francesco Borgo/Matteo Volante 6/4 6/1.

Mentre il caldo non concede tregua, sono tutti giovanissimi gli atleti dei primi incontri. Alle 15.00 sono scesi sul centrale Francisco Bahamonde, 18 anni (ARG) vs Jacopo Stefanini 19 anni (ITA).
Un primo set giocato ad armi pari, Stefanini impressiona sia per la velocità negli spostamenti che nella potenza del dritto, ma l’argentino si dimostra decisamente un giocatore più solido, e dopo una serie di break e contro break sul 3 pari del primo set, non concede più niente all’avversario e si aggiudica l’incontro per 7/5 6/1.Sul Campo quattro Cristian Carli 19 anni (ITA) vs Pietro Licciardi 21 anni (ITA). Il primo allenato dall’argentino Patricio Remondegui, in passato coach della modenese Adriana Serrazanetti, ed il secondo da Renzo Furlan ex giocatore di prestigio che nel 1996 divenne n° 19 del mondo.
Un Licciardi decisamente sottotono mentre Carli in ottima forma hanno dato vita ad una partita, malgrado il punteggio faccia pensare ad altro, sempre e solo in favore di Cristian, che ben controlla sempre il vantaggio, termina in suo favore 6/3 7/6.


TAG:

Lascia un commento