Il torneo challenger di Todi Challenger, Copertina

Challenger Todi: Risultati Secondo Turno. Matteo Donati gran vittoria su Pouille. Marco Cecchinato e Andrea Arnaboldi ai quarti. Fuori Mager (Video)

09/07/2015 22:50 173 commenti
Risultati da Todi
Risultati da Todi

Questi i risultati con il Live dettagliato dal torneo challenger di Todi (e42.500 H, terra).

ITA News Todi

Matteo Donati approda ai quarti di finale dopo aver eliminato in tre set il transalpino Lucas Pouille, classe 1994, n.96 ATP.
Ai quarti sfiderà Andrea Arnaboldi in un derby tutto italiano.
Da segnalare che Donati nel terzo parziale avanti per 4 a 1 e quattro palle per il doppio break, cedeva poi il servizio nel settimo gioco.
Sul 4 a 3 però l’azzurro piazzava un nuovo break e chiudeva poi nel game successivo la partita per 6 a 3, dopo aver annullato una palla per il controbreak e chiuso l’incontro alla quarta palla match a disposizione.

Continua lo spettacolo alla Distal & ITR Group Tennis Cup, il Challenger ATP di Todi, dove venerdì sono in programma in quarti di finale. In grandissimo spolvero il palermitano Marco Cecchinato. L’allievo di Cristian Brandi ha impiegato poco più di un’ora per avere la meglio sullo svedese Christian Lindell, battuto col punteggio di 6-3 6-2. Col suo bellissimo, ed efficacissimo rovescio slice, Cecchinato stacca così il biglietto per i quarti di finale.

Prosegue spedita la marcia dell’argentino Nicolas Kicker; il “giustiziere” di Dusan Lajovic elimina un altro grande nome della rassegna tuderte, lo spagnolo Albert Montanes (ex nr.22 al mondo), superato 7-5 6-3 con una prestazione solida sotto tutti i punti di vista. Continua la corsa anche per la testa di serie nr. 6 del seeding, il colombiano Alejandro Gonzalez che ha dovuto sudare non poco per avere ragione del francese Mathias Bourgue: 6-4 2-6 6-4 appannaggio del sudamericano ed onore delle armi al talentuoso 21enne di Avignone che ha esibito colpi da applausi. Esce di scena il giovane ligure Gianluca Mager, allenato dall’ex Davis Man azzurro Diego Nargiso, superato 7-6 6-2 dall’esperto transalpino Stephane Robert apparso in ottime condizioni fisiche.

Approda ai quarti di finale dopo una autentica maratona durata quasi tre ore, il milanese Andrea Arnaboldi, abile a domare lo slovacco Martin col punteggio di 7-6 3-6 6-3. Ad incitare il mancino a bordocampo anche il capitano azzurro di Davis e Fed Cup Corrado Barazzutti. Qualificazione ai quarti poi per il belga Germain Gigounon che supera 7-6 6-3 il portoghese Silva. Nel tabellone di doppio volano in semifinale Cipolla e Gonzalez, coppia nr. 1 del seeding, che hanno superato Giacalone-Napolitano 6-3 6-7 10-6. Avanti pure Kicker-Lindell vittoriosi 6-3 6-4 su Motti-Robert.

Aljaz Bedene, testa di serie nr.1 e campione uscente del Challenger ATP di Todi, avanza ai quarti di finale dopo la vittoria in tre set sul tedesco Andreas Beck (6-3 5-7 6-2). Partita molto equilibrata, che lo sloveno (ora naturalizzato britannico) ha iniziato bene per poi subire la reazione del mancino teutonico. Nel terzo set la maggiore lucidità di Bedene ha fatto la differenza e così l’attuale nr. 75 al mondo ha chiuso la pratica staccando il pass per i quarti di finale di venerdì.



ITA 2° Turno


Blue Panorama Airlines – Ora italiana: 13:30 (ora locale: 1:30 pm)
1. Christian Lindell SWE vs Marco Cecchinato ITA

CH Todi
Christian Lindell
3
2
Marco Cecchinato
6
6
Vincitore: M. CECCHINATO

01:06:29
2 Aces 0
1 Double Faults 0
53% 1st Serve % 67%
17/25 (68%) 1st Serve Points Won 25/28 (89%)
11/22 (50%) 2nd Serve Points Won 11/14 (79%)
0/3 (0%) Break Points Saved 0/0 (0%)
8 Service Games Played 9
3/28 (11%) 1st Return Points Won 8/25 (32%)
3/14 (21%) 2nd Return Points Won 11/22 (50%)
0/0 (0%) Break Points Won 3/3 (100%)
9 Return Games Played 8
28/47 (60%) Total Service Points Won 36/42 (86%)
6/42 (14%) Total Return Points Won 19/47 (40%)
34/89 (38%) Total Points Won 55/89 (62%)



2. [SE] Andrej Martin SVK vs [WC] Andrea Arnaboldi ITA

CH Todi
Andrej Martin
6
6
3
Andrea Arnaboldi
7
3
6
Vincitore: A. ARNABOLDI

02:44:44
1 Aces 2
7 Double Faults 2
57% 1st Serve % 55%
41/64 (64%) 1st Serve Points Won 34/53 (64%)
21/48 (44%) 2nd Serve Points Won 24/43 (56%)
5/10 (50%) Break Points Saved 8/13 (62%)
15 Service Games Played 15
19/53 (36%) 1st Return Points Won 23/64 (36%)
19/43 (44%) 2nd Return Points Won 27/48 (56%)
5/13 (38%) Break Points Won 5/10 (50%)
15 Return Games Played 15
62/112 (55%) Total Service Points Won 58/96 (60%)
38/96 (40%) Total Return Points Won 50/112 (45%)
100/208 (48%) Total Points Won 108/208 (52



3. [1] Aljaz Bedene GBR vs Andreas Beck GER (non prima ore: 17:30)

CH Todi
Aljaz Bedene [1]
6
5
6
Andreas Beck
3
7
2
Vincitore: A. BEDENE

4. [Q] Matteo Donati ITA vs [4] Lucas Pouille FRA (non prima ore: 20:00)

CH Todi
Matteo Donati
7
4
6
Lucas Pouille [4]
5
6
3
Vincitore: M. DONATI

01:56:35
8 Aces 9
0 Double Faults 6
80% 1st Serve % 55%
58/82 (71%) 1st Serve Points Won 38/54 (70%)
12/21 (57%) 2nd Serve Points Won 22/44 (50%)
6/8 (75%) Break Points Saved 7/10 (70%)
16 Service Games Played 15
16/54 (30%) 1st Return Points Won 24/82 (29%)
22/44 (50%) 2nd Return Points Won 9/21 (43%)
3/10 (30%) Break Points Won 2/8 (25%)
15 Return Games Played 16
70/103 (68%) Total Service Points Won 60/98 (61%)
38/98 (39%) Total Return Points Won 33/103 (32%)
108/201 (54%) Total Points Won 93/201 (46%)



5. Andreas Beck GER / Peter Gojowczyk GER vs [2] Cesar Ramirez MEX / Miguel Angel Reyes-Varela MEX

CH Todi
Andreas Beck / Peter Gojowczyk
6
6
Cesar Ramirez / Miguel Angel Reyes-Varela [2]
1
2
Vincitori: BECK / GOJOWCZYK



Grandstand – Ora italiana: 13:30 (ora locale: 1:30 pm)
1. Albert Montanes ESP vs Nicolas Kicker ARG

CH Todi
Albert Montanes
5
3
Nicolas Kicker
7
6
Vincitore: N. KICKER

2. [Q] Stephane Robert FRA vs [WC] Gianluca Mager ITA

CH Todi
Stephane Robert
7
6
Gianluca Mager
6
2
Vincitore: S. ROBERT

01:20:16
11 Aces 7
2 Double Faults 6
53% 1st Serve % 42%
29/40 (73%) 1st Serve Points Won 20/25 (80%)
21/36 (58%) 2nd Serve Points Won 15/35 (43%)
7/9 (78%) Break Points Saved 2/6 (33%)
10 Service Games Played 10
5/25 (20%) 1st Return Points Won 11/40 (28%)
20/35 (57%) 2nd Return Points Won 15/36 (42%)
4/6 (67%) Break Points Won 2/9 (22%)
10 Return Games Played 10
50/76 (66%) Total Service Points Won 35/60 (58%)
25/60 (42%) Total Return Points Won 26/76 (34%)
75/136 (55%) Total Points Won 61/136 (45%)




3. Germain Gigounon BEL vs [Q] Frederico Ferreira Silva POR (non prima ore: 18:00)

CH Todi
Germain Gigounon
7
6
Frederico Ferre Silva
6
3
Vincitore: G. GIGOUNON



Court 1 – Ora italiana: 13:30 (ora locale: 1:30 pm)
1. [6/Alt] Alejandro Gonzalez COL vs [Alt] Mathias Bourgue FRA

CH Todi
Alejandro Gonzalez [6]
6
2
6
Mathias Bourgue
4
6
4
Vincitore: A. GONZALEZ

2. [1] Flavio Cipolla ITA / Maximo Gonzalez ARG vs [WC] Omar Giacalone ITA / Stefano Napolitano ITA

CH Todi
Flavio Cipolla / Maximo Gonzalez [1]
6
6
10
Omar Giacalone / Stefano Napolitano
3
7
6
Vincitori: CIPOLLA / GONZALEZ

3. Nicolas Kicker ARG / Christian Lindell SWE vs Alessandro Motti ITA / Stephane Robert FRA

CH Todi
Nicolas Kicker / Christian Lindell
6
6
Alessandro Motti / Stephane Robert
3
4
Vincitori: KICKER / LINDELL

4. [3] James Cerretani USA / Costin Paval ROU vs Andrej Martin SVK / Gerald Melzer AUT

CH Todi
James Cerretani / Costin Paval [3]
7
2
10
Andrej Martin / Gerald Melzer
6
6
3
Vincitori: CERRETANI / PAVAL



Il successo di Donati


TAG: , , , , ,

173 commenti. Lasciane uno!

Koko (Guest) 10-07-2015 18:33

Scritto da suro
@ Koko (#1393096)
Ma l’hai vista la partita di Todi, si o no?
Stai parlando di Bercy, ecc., di WC passate, presenti e future, per cui ti chiedo: l’hai vista la partita?
Se si, ci dici che ne pensi senza razzolarci troppo intorno?
Grazie

Si! 😛

173
pibla (Guest) 10-07-2015 10:08

Scritto da cataflic

Scritto da giucar
Grande Matteo, con queste vittorie mi fai emozionare. Ricordo ancora quando qualche annetto fa si parlava delle giovani promesse italiane e, chi c’era ricorderà che Donati era considerato il meno futuribile, Quinzi e Baldi erano le grandi promesse ( e ormai sono entrambi più che bruciati), Napolitano così così ma di Donati non parlava nessuno, tutto è iniziato con quei future vinti in Scandinavia e da li la gran salita, ricordo ancora quando un utente mi disse dopo quei futures che Quinzi avrebbe comunque asfaltato Donati ma il tempo mi ha dato ragione.
Nel futuro prevedo solo due top 100 fissi ovvero donati e cecchinato come in questi tempi abbia avuto di costanti solo Fognini e Seppi, poi magari qualcuno come Bolelli, Lorenzi o Volandri che viaggiano a periodi fra i 100 e fuori, magari un Mager oppure un Fabbiano od un Arnaboldi che hanno ancora tempo. Su Quinzi e Napolitano non so mentre Baldi penso sia ormai purtroppo finito prima ancora di cominciare.

Mi duole smentirti, ma Donati era considerato moltissimo dagli addetti ai lavori e si diceva che era ancora troppo poco sviluppato per dare sostanza al suo tennis…

Esatto

172
RF87 10-07-2015 10:02

Scritto da Nevskij

Scritto da Palmeria
SEEEEEEHHH!
Raga, sbaglio o questa è la miglior partita della sua carriera ?
Ha giocato meglio che contro giraldo a Roma, a mio avviso!

Evidentemente non hai visto la vittoria su Cecchinato a Napoli

Vero,ma quel giorno il Ceck era anche un pò acciaccato…

Complimenti Donats comunque,BR & keep pushin’!

171
erminio (Guest) 10-07-2015 09:17

avevo visto Donati al Rolland Garros juniors, nell’anno in cui c’erano anche Napolitano e Quinzi, forse il 2012.
Non entro nei particolari tecnici, ma una cosa mi aveva veramente colpito.
Donati perde il 1° set nettamente ed é sotto 5 a 1 nel secondo set.
Non mi ricordo più quante match points ha dovuto salvare ma mi ricordo perfettamente, ed é questo che volevo sottolineare, ha avuto constantemente un’attitudine di “battente”, sempre senza rinunciare, punto dopo punto, e alla fine ha vinto il 2°set e la partita.
Ammirevole.

170
cataflic (Guest) 10-07-2015 07:30

Scritto da giucar
Grande Matteo, con queste vittorie mi fai emozionare. Ricordo ancora quando qualche annetto fa si parlava delle giovani promesse italiane e, chi c’era ricorderà che Donati era considerato il meno futuribile, Quinzi e Baldi erano le grandi promesse ( e ormai sono entrambi più che bruciati), Napolitano così così ma di Donati non parlava nessuno, tutto è iniziato con quei future vinti in Scandinavia e da li la gran salita, ricordo ancora quando un utente mi disse dopo quei futures che Quinzi avrebbe comunque asfaltato Donati ma il tempo mi ha dato ragione.
Nel futuro prevedo solo due top 100 fissi ovvero donati e cecchinato come in questi tempi abbia avuto di costanti solo Fognini e Seppi, poi magari qualcuno come Bolelli, Lorenzi o Volandri che viaggiano a periodi fra i 100 e fuori, magari un Mager oppure un Fabbiano od un Arnaboldi che hanno ancora tempo. Su Quinzi e Napolitano non so mentre Baldi penso sia ormai purtroppo finito prima ancora di cominciare.

Mi duole smentirti, ma Donati era considerato moltissimo dagli addetti ai lavori e si diceva che era ancora troppo poco sviluppato per dare sostanza al suo tennis…

169
suro (Guest) 10-07-2015 07:23

@ Koko (#1393096)

Ma l’hai vista la partita di Todi, si o no?

Stai parlando di Bercy, ecc., di WC passate, presenti e future, per cui ti chiedo: l’hai vista la partita?
Se si, ci dici che ne pensi senza razzolarci troppo intorno?

Grazie

168
nere 10-07-2015 02:03

Per me donati

Scritto da giucar
Grande Matteo, con queste vittorie mi fai emozionare. Ricordo ancora quando qualche annetto fa si parlava delle giovani promesse italiane e, chi c’era ricorderà che Donati era considerato il meno futuribile, Quinzi e Baldi erano le grandi promesse ( e ormai sono entrambi più che bruciati), Napolitano così così ma di Donati non parlava nessuno, tutto è iniziato con quei future vinti in Scandinavia e da li la gran salita, ricordo ancora quando un utente mi disse dopo quei futures che Quinzi avrebbe comunque asfaltato Donati ma il tempo mi ha dato ragione.
Nel futuro prevedo solo due top 100 fissi ovvero donati e cecchinato come in questi tempi abbia avuto di costanti solo Fognini e Seppi, poi magari qualcuno come Bolelli, Lorenzi o Volandri che viaggiano a periodi fra i 100 e fuori, magari un Mager oppure un Fabbiano od un Arnaboldi che hanno ancora tempo. Su Quinzi e Napolitano non so mentre Baldi penso sia ormai purtroppo finito prima ancora di cominciare.

Per me donati mager e Napolitano futuri top 100 in rigoroso ordine di classifica quindi mah chissà, poi berrettini

167
AndryREAX 10-07-2015 01:58

Diario da Todi – 09/07/2015

La solidità di Cecchinato. Il muro di “Alejo” Gonzalez. La classe di Arnaboldi. La potenza di Mager. La grinta di Giacalone. Il match a specchio tra Bedenè e Beck. La testa di Donati. Tanti, tantissimi i temi di questa mia seconda (e ultima) giornata in umbria.

Arrivo al TC Todi verso le 13.10, e vedo Cecchinato che sta facendo una corsetta attorno a tutti i campi, prima di scendere sul suo campo, il centrale, pochi minuti dopo, nel match con Lindell. Oltre al Ceck, incontro anche Kicker, che si stava rilassando sul campo in sintetico dove ci sono anche 2 porte da calcio, e ha fatto mezzo giro di campo palleggiando e dimostrando anche doti tecniche spiccatamente argentine. Quando mi sono affacciato a metà primo set sul suo campo contro Montanes, ed era sotto 5-2, ho pensato “gioca meglio a calcio che a tennis”…bene, da quel momento lupo Albert è uscito totalmente dal match, Kicker ha avuto il merito di correre su ogni palla e l’ha portata a casa; dei ragazzi parlavano anche di giri di scommesse a cui non vorrei credere, ma tant’è…a pensar male, si può aver ragione.

Torniamo al match del Ceck, avevo già capito che aria tirava nei primi games, l’80% degli scambi era comandato dal Ceck, col dritto faceva veramente quello che gli pareva, e la superiorità rispetto a Lindell era chiara, sin dal palleggio. Ottimo al servizio nel primo set, un po’ meno nel secondo quando è calata anche la percentuale di prima ma insomma, la vittoria finale non è mai, mai stata in dubbio, e quindi mi son concesso il lusso di andare spesso sul campo1, non coperto da telecamere, a vedere Gonzalez contro Bourgue. Match di intensità elevata, elevatissima, entrambi giocavano molto profondi, e poi tutti e due adoperavano spesso la palla corta, specialmente Bourgue, vedendo Alejo fare compagnia ai giudici di linea sui teloni. Nel primo set la partenza di Gonzalez è stata ottima, con Bourgue molto falloso, poi ha avuto anche una grossa chance, da 5-2 con doppio break, è andato 0-30 sul servizio di Gonzalez sul 5-4, però non è riuscito a concretizzare. Nel secondo set ha giocato un tennis fantastico, fatto di grandi accelerazioni di rovescio, di discese a rete e di palle corte, e io l’ho lasciato sopra 3-1 al 3°, e quando ho sentito il “Gioco partita incontro Gonzalez” sono stato assai sorpreso, credevo che ormai fosse in pieno comando, evidentemente i non forzati avran preso il sopravvento sui vincenti.

Dopo son scesi in campo Gianluca e Andrea, e io ho fatto fatica a scegliere chi guardare, poichè entrambi i match avevano grandi motivi d’interesse. Parliamo prima di Mager, che giocava contro il francese Robert, giocatore talentuoso che non ha fatto una carriera come quella che avrebbe potuto fare, ma Gianluca comunque mi ha destato una ottima impressione, purtroppo le critiche da fargli son sempre le stesse: braccino nei momenti importanti, e percentuale di prime in campo troppo, troppo bassa. Per il resto, ha una prima di servizio (quando entra) devastante (210-215 km/h in scioltezza), un dritto molto potente e un rovescio comunque solido, deve migliorare un po’ negli spostamenti e provare qualche variazione in più, oltre ai 2 problemi sopracitati.

Parlando invece di Arnaboldi, la sua vittoria è stata veramente gustosa, ed anche il match è stato complessivamente molto divertente. Nel primo set ha regnato l’equilibrio, entrambi non molto solidi al servizio si son scambiati qualche break ma alla fine Arna è riuscita a portare il set al TB, incitato da un Barazzutti che lo incoraggiava veramente ogni punto. Nel TB è partito meglio Martin che è andato subito 3-0, poi Arna è riuscito nella rimonta fino al 6-6, dopodiché l’italiano ha perso il minibreak che temevo gli sarebbe costato caro, ma a quel punto lo slovacco, travestito da Babbo Natale, ha fatto 2 doppi falli e poi c’è stata la chirurgica palla corta di Arna, eseguita con la solita maestria, a chiudere 9-7 il TB. Il tennista lombardo è partito benissimo anche nel 2° set, breakkando subito l’avversario, ma poi il campione di Padova è tornato in cattedra alla grande prima ottenendo il controbreak e poi andando sopra di un break, e a quel punto Arnaboldi ha lanciato un pessimo segnale, dicendosi “Guarda che partita che perderò ancora guardaaa”. In effetti il secondo set gli è completamente sfuggito di mano, ma nel terzo è andato subito 3-0, poi c’è stata un’altra reazione di Martin che, supportato dalla bellissima fidanzata, è stato anche 3-4 30-0, ma la classe di Arnaboldi e l’esperienza nel salire in cattedra quando conta, che già si era notata a Parigi, han fatto sì che Andrea ottenesse il break decisivo, tenesse il servizio successivo a 0 e portasse a casa veramente una gran partita.

Intanto si stava giocando sul campo1 un bel doppio tra Cipolla/Gonzalez e Napolitano/Giacalone. La coppia più giovane tra le due, quella formata dai 2 italiani, che avevo già apprezzato ieri, mi ha colpito ancora una volta poichè son 2 ragazzi dal carattere opposto a quanto sembrerebbe in campo, Giacalone è più leader, mentre Napolitano, immerso nel suo silenzio, sbaglia veramente poche scelte. Sul 3-6 3-5 40-40 c’è stato un match point per la coppia italo-argentina, malamente buttato, e i giovani italiani hanno incominciato a crederci, e alla fine son riusciti a portare il match al super tie break, dove erano partiti bene, riuscendo a issarsi fino al 6-4 grazie a qualche scambio anche molto divertente vinto, ma poi la maggior esperienza dei loro avversari ha avuto la meglio, e devo dirlo, purtroppo, perchè mi stavo incominciando ad appassionare a questa strana coppia.

Il match tra Bedenè e Beck è stato giocato praticamente alla pari dai 2 giocatori, la profezia di ieri di Gaio non si è avverata, in quanto Andreas ha giocato una bella partita anche oggi, mancando però in alcuni momenti molto delicati, dove probabilmente è stata la fiducia di Bedenè a fare la differenza, siccome il naturalizzato inglese negli ultimi 12 mesi ha ottenuto risultati migliori rispetto al teutonico. Praticamente i 2 giocatori giocavano a specchio, uno destro e l’altro mancino, ma con caratteristiche tecniche molto simili, stessa apertura del dritto, stessa pesantezza di palla, ma la determinazione e la freddezza di Bedenè nei punti importanti han fatto la differenza.

Passiamo ora al match clou della giornata, quello di Donati, intenso, coinvolgente, dal primo fino all’ultimo quindici. Più o meno tutti quelli che leggono questo report avranno visto la partita, e si saranno resi conto di come, anche solo rispetto a ieri, ci siano tanti cambiamenti in Donati, alcuni positivi e altri, secondo me, meno. Beh, è un parere totalmente personale, ma a me quella posizione di servizio da sinistra che ha adoperato oggi praticamente un punto su due per spedire la palla in kick sul rovescio di Pouille, non è piaciuta. L’aveva già fatto a roma spesso durante le prequali e anche nel match con Berdych, però facendo così innanzitutto si diventa prevedibili, poichè da lì è difficilissimo battere al centro e l’avversario dunque saprà già che stai per battere esterno, ed è vero che Pouille la soffriva molto questa soluzione alta sul rovescio, però alla fine facendo così lo ha mandato in palla anche su questo colpo, e nel 7° game del 3° set questo si è notato, quando Lucas ha ottenuto un controbreak che poteva pesare tantissimo, ma per fortuna così non è stato. Prima di parlare dell’altro cambiamento rispetto a ieri, descriviamo rapidamente i primi 2 set: entrambi i giocatori erano estremamente solidi al servizio, gli scambi erano spesso divertenti, principalmente sulla diagonale del rovescio dove Pouille aveva più coraggio nell’effettuare i cambi lungolinea (alcuni molto molto belli), qualche discesa a rete, e comunque ritmi molto elevati. Sul 6-5 del primo set, Donati ha avuto la prima grossa chance che gli veniva concessa dal francese e, implacabile, anche grazie a qualche errore molto brutto di Pouille ha strappato il servizio e portato in cascina il primo set. Nel secondo l’equilibrio era sempre tanto e a fare la differenza è stato un break di Pouille nel 5° gioco, con Donati che stava cominciando a sbagliare un po’ troppo con il dritto. Ha avuto anche la chance di rientrare col francese al servizio per il set, ma non l’ha sfruttata, e direi giustamente la partita è andata al terzo.

Nel primo game del terzo set c’è stata una svolta della partita, per quanto paradossale: sul 40-15 per Teo, il francese ha colpito male la risposta che stava cadendo fuori, ma il raccattapalle l’ha presa al volo e allora, da regolamento, il punto si sarebbe dovuto ripetere, però l’arbitro ha deciso di far valere la regola del buon senso in quanto la palla sarebbe uscita sicuramente, ma questo ha fatto arrabbiare molto Pouille che nel game successivo, visibilmente nervoso, ha perso il servizio: buon per Teo che in pochi istanti è andato sopra 3-0. Sul 4-1, poi, Pouille era in sciolta totale, ma quelle 5BP salvate (praticamente dei mini match point), gli han ridato grande motivazione, ed incoraggiato dagli “allez Lucà” dell’allenatore, ha ottenuto il controbreak nel game successivo, e la partita sembrava indirizzata sul binario del francese. Però a quel punto Matteo ha usato la testa, ha alzato ancora di più il suo livello di gioco, ha mostrato qualche colpo veramente bello e ha ottenuto il break. Al servizio per il match però ha avuto problemi ad ottenere i punti da sinistra ma alla fine, al quarto tentativo, ce l’ha fatta, dopo che il francese aveva salvato il terzo match point con un dritto che aveva sfiorato mezzo centimetro di riga. Rianna, Palmieri, il suo allenatore, tutti soddisfatti, Matteo con le braccia al cielo e tutto è bene ciò che finisce bene, anche se come han detto scherzosamente Rianna e Palmieri “abbiamo una certa età, potevi chiuderla prima”. Per chiudere, parliamo dell’altro cambiamento rispetto a ieri: la sua posizione sulla seconda ieri era sempre con i piedi dentro il campo e sempre a levare il tempo all’avversario, mentre oggi ha alternato risposte di anticipo a risposte normali, dove si cerca la profondità e magari di non dare angolo all’avversario, e questa cosa mi è sembrata molto logica. L’unica piccola critica che posso fare al Donati odierno, oltre a quel servizio che però è totalmente un pensiero personale, è quella dei pochi approcci a rete: alcuni colpi a mio avviso andrebbero seguiti con maggiore frequenza, per non rischiare di dover fare altri 2-3 miracoli prima di chiudere il punto, e, siccome a rete Matteo ci sa fare, credo dovrebbe andarci con più continuità e fiducia.o

Per oggi è tutto, spero che anche questo report vi sia piaciuto nonostante sia meno pieno di notizie di quello di ieri, e che dire, domani purtroppo non vedrò dal vivo molti match interessanti, tra cui spicca Donati-Arnaboldi, però in questi 2 giorni di Todi mi sono divertito molto.

http://gyazo.com/14a6c49a10f04670330041622bde74b9 – Foto del giorno, Donats che fa segno verso il suo angolo di aver usato il cervello, che sembra funzionargli proprio bene 🙂

166

Che vittoria Matteo!

165
giucar 10-07-2015 01:18

Grande Matteo, con queste vittorie mi fai emozionare. Ricordo ancora quando qualche annetto fa si parlava delle giovani promesse italiane e, chi c’era ricorderà che Donati era considerato il meno futuribile, Quinzi e Baldi erano le grandi promesse ( e ormai sono entrambi più che bruciati), Napolitano così così ma di Donati non parlava nessuno, tutto è iniziato con quei future vinti in Scandinavia e da li la gran salita, ricordo ancora quando un utente mi disse dopo quei futures che Quinzi avrebbe comunque asfaltato Donati ma il tempo mi ha dato ragione.

Nel futuro prevedo solo due top 100 fissi ovvero donati e cecchinato come in questi tempi abbia avuto di costanti solo Fognini e Seppi, poi magari qualcuno come Bolelli, Lorenzi o Volandri che viaggiano a periodi fra i 100 e fuori, magari un Mager oppure un Fabbiano od un Arnaboldi che hanno ancora tempo. Su Quinzi e Napolitano non so mentre Baldi penso sia ormai purtroppo finito prima ancora di cominciare.

164
Nevskij (Guest) 10-07-2015 01:16

Scritto da Palmeria
SEEEEEEHHH!
Raga, sbaglio o questa è la miglior partita della sua carriera ?
Ha giocato meglio che contro giraldo a Roma, a mio avviso!

Evidentemente non hai visto la vittoria su Cecchinato a Napoli

163
Sc Hermulheim 10-07-2015 00:56

Scritto da Koko

Scritto da guidoyouth
e niente, koko ha sta fissa dei giocatori avvantaggiati dalle wc o che fanno i punti facili. mi ricordo delle sue critiche a kyrgios che vinceva i challenger “facili” americani.
ci vorrebbero le mezze misure altrimenti si rischia di fare le figuracce come con l’australiano.

Non era una critica a Kyrgios ma a Quinzi che perdeva intanto tempo mi pare in Africa. Guardate che a tennis molti sanno giocare bene ma la fiducia e le giuste scelte fanno una grande differenza. Partire avvantaggiati ti fa prendere una grande fiducia e i risultati possono essere radicalmente modificati. Il livello due anni fa era simile per molti e non è che solo i nostri erano in realtà più scarsi. L’altra mia fissa è infatti il giovane nostrano più depresso da torneucci provinciali terricoli e mancanza di WC esaltanti! Per me incide parecchio ad inizio carriera portandoti a partire molto indietro. Gli altri giovani sembrano tutti fenomeni ma credetemi non è assolutamente così c’è molto sostegno con WC e capacità di inserire meglio il giovane in certi contesti.

Sul discorso programmazione/fiducia hai perfettamente ragione,e’ un merito e un pregio non da poco cercare tornei abbordabili dove guadagnare in fretta fiducia e punti,e non un qualcosa che sminuisca risultati ottenuti in questi tornei.
Sul discorso wc,invece,hai ragione fino a un certo punto.Che le wc siano un aiuto importante e’ vero,ma da sole non ti portano nei 100,sono solamente un’arma in più da affidare a chi già e’ competitivo a certi livelli(Pouille a Bercy ha passato le quali prima di arrivare agli ottavi,e in fondo rispetto ai risultati ottenuti ha raccolto poco,115 punti per 4 top 100 battuti,di cui 2 top 30),altrimenti possono essere addirittura un boomerang.
Inoltre noi non possiamo lamentarci,anzi.Solo Usa e Francia ospitano un numero elevato di tornei atp tale da poter assicurare ai loro giovani 4/5 wild card a testa a stagione,compresi slam e masters 1000,gli altri non sono messi meglio di noi.Siamo,con margine,il paese che organizza più challenger,che sono tutt’altro che “tornei provinciali terricoli” e sono funzionali all’ingresso nel “tennis che conta” ad giovane molto più degli slam.
Nei 1000 per conquistare 90 punti devi battere il 90% delle volte due top 50 di cui un top 20(se va bene),in un challenger devi si vincere 5 match,ma il 60/70% dei casi vinci un challenger senza affrontare top 100.
Confrontiamo ad esempio il risultato di Pouille a Bercy e di Donati a Napoli:per il francese 4 top 100,di cui 2 top 30,battuti per 115 punti,per Donati(vado a memoria)Michon,Golubev(avversario più quotato,intorno al n.130),Arnaboldi,Cecchinato e Munoz per 125 punti.Secondo in quale dei due si ottengono punti più facilmente?Tieni conto anche del numero di occasioni del genere in Italia e la risposta sarà semplice.

162
Antony_65 (Guest) 10-07-2015 00:35

Scritto da umbes18

Scritto da Alex81
Che partita ha vinto Donati? Ragazzi è presto ma il talento è celere a vedersi, questo sarà il nuovo Fognini (o forse più) italiano!! Ha i colpi, deve solo crescere come tutti gli basta poco forza Matteo tu sì che vali!

probabilmente matteo è uno dei più grandi nostri talenti degli ultimissimi anni . se migliora decisamente nei recuperi e in generale potrà aspirare a una carriera simile a fabio . forse il talento non è lo stesso ma di testa è superiore e nel tennis conta più questo

Concordo. È il 2° top 100 che batte quest’anno sulla terra che pure non è la sua superficie preferita…dopo la sconfitta con Berdych a Roma il suo entourage disse che la differenza in quel match era stata soprattutto fisica non tecnica in favore del ceko. È su questo aspetto che dovrà migliorare in futuro il nostro gioiello.

161
Alex81 09-07-2015 23:58

Scritto da umbes18

Scritto da Alex81
Che partita ha vinto Donati? Ragazzi è presto ma il talento è celere a vedersi, questo sarà il nuovo Fognini (o forse più) italiano!! Ha i colpi, deve solo crescere come tutti gli basta poco forza Matteo tu sì che vali!

probabilmente matteo è uno dei più grandi nostri talenti degli ultimissimi anni . se migliora decisamente nei recuperi e in generale potrà aspirare a una carriera simile a fabio . forse il talento non è lo stesso ma di testa è superiore e nel tennis conta più questo

O

Sai il talento di Fognini è più unico che raro ma tale è rimasto eppure bastava poco per tirare fuori una testa leggermente diversa e ambire a risultati importanti come ha fatto Gasquet, però è tardi per rimuginarci sopra quindi pensiamo al nuovo che a oggi si chiama Donati! 🙂

160
iju 99 (Guest) 09-07-2015 23:48

Bella vittoria di matteo

159
Sit 09-07-2015 23:47

Scritto da umbes18

Scritto da Alex81
Che partita ha vinto Donati? Ragazzi è presto ma il talento è celere a vedersi, questo sarà il nuovo Fognini (o forse più) italiano!! Ha i colpi, deve solo crescere come tutti gli basta poco forza Matteo tu sì che vali!

probabilmente matteo è uno dei più grandi nostri talenti degli ultimissimi anni . se migliora decisamente nei recuperi e in generale potrà aspirare a una carriera simile a fabio . forse il talento non è lo stesso ma di testa è superiore e nel tennis conta più questo

C’è da dire anche che donati è più di 10 cm più alto di fabio, quindi fisicamente più adatto al tennis odierno, fisicamente ricorda djokovic 20enne

158
Koko (Guest) 09-07-2015 23:33

Scritto da guidoyouth
e niente, koko ha sta fissa dei giocatori avvantaggiati dalle wc o che fanno i punti facili. mi ricordo delle sue critiche a kyrgios che vinceva i challenger “facili” americani.
ci vorrebbero le mezze misure altrimenti si rischia di fare le figuracce come con l’australiano.

Non era una critica a Kyrgios ma a Quinzi che perdeva intanto tempo mi pare in Africa. Guardate che a tennis molti sanno giocare bene ma la fiducia e le giuste scelte fanno una grande differenza. Partire avvantaggiati ti fa prendere una grande fiducia e i risultati possono essere radicalmente modificati. Il livello due anni fa era simile per molti e non è che solo i nostri erano in realtà più scarsi. L’altra mia fissa è infatti il giovane nostrano più depresso da torneucci provinciali terricoli e mancanza di WC esaltanti! Per me incide parecchio ad inizio carriera portandoti a partire molto indietro. Gli altri giovani sembrano tutti fenomeni ma credetemi non è assolutamente così c’è molto sostegno con WC e capacità di inserire meglio il giovane in certi contesti.

157
guidoyouth (Guest) 09-07-2015 23:22

e niente, koko ha sta fissa dei giocatori avvantaggiati dalle wc o che fanno i punti facili. mi ricordo delle sue critiche a kyrgios che vinceva i challenger “facili” americani.
ci vorrebbero le mezze misure altrimenti si rischia di fare le figuracce come con l’australiano.

156
CRIS (Guest) 09-07-2015 23:14

VAI MATTEOOOO!

155
Luca celi (Guest) 09-07-2015 23:08

Io domani vedo leggermente favorito donati su arnaboldi

154
Alex81 09-07-2015 23:03

Ebbene il semifinalista nostrano ce l’avremo anche a Todi, a conferma che a parte la sorprendente costanza di rendimento di Cecchinato altri azzurri fanno exploit nei CHallenger nostrani (fuori no!) raggiungendo spesso gli ultimi atti dei tornei. Ma tralasciamo questo aspetto per parlare del match di QF di domani tra 2 dei miei giocatori italiani preferiti (forse anche per gioco mostrato nelle giornate sì), Anaboldi e Donati, il “fantasista” per usare un termine calcistico e il “talentinho”: se i due manterranno i livelli di oggi forse a Todi il biglietto solo per quel match lo faranno pagare per lo spettacolo, sennò sarà comunque un bel match forza ragazzi (ovviamente si tifa anche Marco)!

153
Koko (Guest) 09-07-2015 23:01

Scritto da Francesco
@ Koko (#1393076)
Beh se ti riferisci a Parigi Bercy 2014 prima di battere Fognini,Pouille aveva battuto Karlovic,non proprio un pippone indoor!Tra l’altro vidi quel match e il francese gioco’ un gran match!Evitiamo di sminuire qualcuno quando questo viene battuto da un nostro giocatore!

Ma quanti altri tornei come quello ha fatto? Quanti senza WC che aiutano in grandi tornei Francesi? Dico solo se vale tot per questo fatto in classifica varrà tot + 50 e non che sia scarso! Tecnicamente è senza dubbio un ottimo elemento.

152
umbes18 (Guest) 09-07-2015 23:00

Scritto da Alex81
Che partita ha vinto Donati? Ragazzi è presto ma il talento è celere a vedersi, questo sarà il nuovo Fognini (o forse più) italiano!! Ha i colpi, deve solo crescere come tutti gli basta poco forza Matteo tu sì che vali!

probabilmente matteo è uno dei più grandi nostri talenti degli ultimissimi anni . se migliora decisamente nei recuperi e in generale potrà aspirare a una carriera simile a fabio . forse il talento non è lo stesso ma di testa è superiore e nel tennis conta più questo

151
Francesco (Guest) 09-07-2015 22:59

@ Koko (#1393076)

Beh se ti riferisci a Parigi Bercy 2014 prima di battere Fognini,Pouille aveva battuto Karlovic,non proprio un pippone indoor!Tra l’altro vidi quel match e il francese gioco’ un gran match!Evitiamo di sminuire qualcuno quando questo viene battuto da un nostro giocatore!

150
Koko (Guest) 09-07-2015 22:59

Scritto da Luca Milano

Scritto da Koko
Pouille ha delle indubbie doti tecniche ma è evidente che la sua attuale classifica è gonfiata da WC facili in grandi tornei che ci sono numerosi in Francia. Entra in un torneone Francese con WC incontra un paio di Fognini svogliati anche top 40 ATP su rapido e incamera tanti punti facendo anche un apparente figurone che in realtà è molto aria fritta. Dunque un Francese che vale 100 frutta in classifica 150 grazie alle WC e all’organizzazione Francese mentre uno simile nostrano che vale 105 va a rendere in classifica 80 se non meno rischiando se non seguito con forza e bene persino di arenarsi nei challengerini terricoli come è successo a Quinzi. Questa è la triste realtà!

è vero che Pouille non vince da 2 mesi, ma da qui a dire che Donati non ha fatto un gran colpo ce ne vuole

Non mi dire che sei folgorato da Pouille in base alla vittoria su Fogna! Chiunque può fare un figurone per qualche set contro il nostro. Per dire mi ricordo qualche anno fa quando Fognini era già top 40 ci fu un Brasiliano sconosciuto (mi pare Zampieri) che gli diede un 6-0 su terra. Fognini può creare il fenomeno dal nulla anche in Cina e fa poco testo.

149
Mattia 97 09-07-2015 22:59

Grandissima partita di Matteo ! Che dritto che ha fatto vedere oggi, complimentoni per tutto

148
mah (Guest) 09-07-2015 22:58

@ antony 59 (#1393088</

147
Iannone (Guest) 09-07-2015 22:56

Scritto da Giannino
Grande Pachugo!!! forza!

Complimenti al “Pachugo” come lo chiami te. Adesso derby con arnaboldi speriamo di vedere un bel match

146
umbes18 (Guest) 09-07-2015 22:55

se non sbaglio la sua 3° migliore vittoria in carriera (vs giraldo e golubev le 2 migliori )

145
Alex81 09-07-2015 22:54

Che partita ha vinto Donati? Ragazzi è presto ma il talento è celere a vedersi, questo sarà il nuovo Fognini (o forse più) italiano!! Ha i colpi, deve solo crescere come tutti gli basta poco forza Matteo tu sì che vali!

144
Sc Hermulheim 09-07-2015 22:53

La cosa che più fa piacere trovare in Donati e che anche attualmente lo rende superiore ai giocatori da challenger italiani,come Arnaboldi,Fabbiano,Marcora e’ la continuità.
Sta ovviamente dimostrando una grande stabilità tecnica e mentale,ma soprattutto e’ costante ad ogni livello:nel singolo match-come dimostrato oggi-,nel torneo-come a Napoli,Roma e Todi-,e sul lungo periodo,da Aprile ad oggi,con ottime prestazioni nei momenti più importanti,a Roma e Wimbledon.
Se è ancora relativamente lontano dai 100 sia nel ranking che nella race e’ soltanto perché ha iniziato tardi la stagione,ma conta relativamente rispetto ai progressi mostrati,che alla sua età sono quello che conta davvero.

143
antony 59 (Guest) 09-07-2015 22:53

@ alberto (#1393066)

186 e non
+è finita.

142
Luca Milano (Guest) 09-07-2015 22:52

Scritto da Koko
Pouille ha delle indubbie doti tecniche ma è evidente che la sua attuale classifica è gonfiata da WC facili in grandi tornei che ci sono numerosi in Francia. Entra in un torneone Francese con WC incontra un paio di Fognini svogliati anche top 40 ATP su rapido e incamera tanti punti facendo anche un apparente figurone che in realtà è molto aria fritta. Dunque un Francese che vale 100 frutta in classifica 150 grazie alle WC e all’organizzazione Francese mentre uno simile nostrano che vale 105 va a rendere in classifica 80 se non meno rischiando se non seguito con forza e bene persino di arenarsi nei challengerini terricoli come è successo a Quinzi. Questa è la triste realtà!

è vero che Pouille non vince da 2 mesi, ma da qui a dire che Donati non ha fatto un gran colpo ce ne vuole

141
Koko (Guest) 09-07-2015 22:49

Scritto da baruz

Scritto da Koko
Pouille ha delle indubbie doti tecniche ma è evidente che la sua attuale classifica è gonfiata da WC facili in grandi tornei che ci sono numerosi in Francia. Entra in un torneone Francese con WC incontra un paio di Fognini svogliati anche top 40 ATP su rapido e incamera tanti punti facendo anche un apparente figurone che in realtà è molto aria fritta. Dunque un Francese che vale 100 frutta in classifica 150 grazie alle WC e all’organizzazione Francese mentre uno simile nostrano che vale 105 va a rendere in classifica 80 se non meno. Questa è la triste realtà!

Ecco, un giovane azzurro batte un 94′ top 100, e questo diventa improvvisamente una pippa scatenata
Mah

Diciamo che mi hai mal interpretato per inutile vena polemica. 😛 Era un discorso più generale sul nostro tennis comparato con quello d’oltralpe. Quando dico 105 semmai stimo i nostri più che disistimare il Francese! E’ come un vino con qualità nostrane che però vale meno come quotazione in confronto con certi vini d’oltralpe forse immeritatamente.

140
Angelos99 09-07-2015 22:46

Vittoria che afferma il momento di crescita di questo ragazzo, immenso Matteo!!! 🙂

139
baruz (Guest) 09-07-2015 22:46

Scritto da Koko
Pouille ha delle indubbie doti tecniche ma è evidente che la sua attuale classifica è gonfiata da WC facili in grandi tornei che ci sono numerosi in Francia. Entra in un torneone Francese con WC incontra un paio di Fognini svogliati anche top 40 ATP su rapido e incamera tanti punti facendo anche un apparente figurone che in realtà è molto aria fritta. Dunque un Francese che vale 100 frutta in classifica 150 grazie alle WC e all’organizzazione Francese mentre uno simile nostrano che vale 105 va a rendere in classifica 80 se non meno. Questa è la triste realtà!

Ecco, un giovane azzurro batte un 94′ top 100, e questo diventa improvvisamente una pippa scatenata
Mah

138
Nostradamus (Guest) 09-07-2015 22:43

Scritto da alberto
ciao, mi date ranking attuale? grazieeee

Best ranking: num. 190

137
Koko (Guest) 09-07-2015 22:43

Pouille ha delle indubbie doti tecniche ma è evidente che la sua attuale classifica è gonfiata da WC facili in grandi tornei che ci sono numerosi in Francia. Entra in un torneone Francese con WC incontra un paio di Fognini svogliati anche top 40 ATP su rapido e incamera tanti punti facendo anche un apparente figurone che in realtà è molto aria fritta. Dunque un Francese che vale 100 frutta in classifica 150 grazie alle WC e all’organizzazione Francese mentre uno simile nostrano che vale 105 va a rendere in classifica 80 se non meno rischiando se non seguito con forza e bene persino di arenarsi nei challengerini terricoli come è successo a Quinzi. Questa è la triste realtà!

136
mah (Guest) 09-07-2015 22:43

matteo top 100 tra un anno top 50 tra due

135
gido 09-07-2015 22:41

Scritto da ric 98
@ gido (#1393044)
gido domani per chi tifi tra arna e matteo?

Ric, il mio cuore batte per il mio corregionale Matteo! Pero’ mi piace un sacco anche Arna: come a Napoli cerchero’ di essere imparziale ma tifero’ un pochino in piu’ per Matteo! In ogni caso comunque finisca saro’ contento come una Pasqua anche se siamo in estate!

134
Luca leconte (Guest) 09-07-2015 22:41

Complimenti davvero a Matteo, in costante progresso, le lacune ci sono ma c’è anche un gran carattere.

133
AndryREAX 09-07-2015 22:39

FORZAAAAAAAA. Anche se, come gli han detto scherzando Rianna e Palmieri, “abbiamo una certa età, chiuderla prima no?”

132
fab (Guest) 09-07-2015 22:39

Scritto da Lucabigon
Grandissima vittoria di Donati contro uno dei migliori (se non il migliore) classe ’94 al mondo…

classe 95

Come non detto avevo capito un altra cosa

131
Bozz (Guest) 09-07-2015 22:38

Immenso!!!

130
alberto (Guest) 09-07-2015 22:38

ciao, mi date ranking attuale? grazieeee

129
Palmeria (Guest) 09-07-2015 22:38

SEEEEEEHHH!
Raga, sbaglio o questa è la miglior partita della sua carriera ?
Ha giocato meglio che contro giraldo a Roma, a mio avviso!

128
tixdes (Guest) 09-07-2015 22:38

L’ultimo game ti fa capire quanto un buon servizio sia importante nei momenti di pressione e difficoltà.
Soprattutto quando serve da destra è di livello superiore, bravissimo!!!

127
ric 98 (Guest) 09-07-2015 22:37

@ gido (#1393044)

gido domani per chi tifi tra arna e matteo?

126
Il TennistaItaliano 09-07-2015 22:37

Donati – Arnaboldi 😎

125
Lucabigon 09-07-2015 22:37

Grandissima vittoria di Donati contro uno dei migliori (se non il migliore) classe ’94 al mondo…

124
king_scipion66 09-07-2015 22:36

Bravo Matteo….proprio un bel tennis stasera!!

123
Il Ghiro (Guest) 09-07-2015 22:36

Scritto da Gabriele da Firenze
Brekkato, proprio adesso cavolo!!!
Quanto stanno costando quelle 5 palle break non sfruttate sul 4-1…mannaggia

Ha telefonato il manutentore dei campi ha detto di stare tranquillo circa la salute dei teloni di fondo stasera… :mrgreen:

122
Fabio 2002 pronto x diventare un professionista di tennis (Guest) 09-07-2015 22:36

Che ragazzo….Che personalità…. Che partita…. Che game finale….quante palle del contro break annullate….Che vittoriAaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

121
baruz (Guest) 09-07-2015 22:36

Mamma mia come gioca Matteo!
Nonostante un culo pazzesco del francese non ha tremato ed ha chiuso…bello vedere il nostro costringere a remare un top100 che merita posizioni anche migliori

120
Luca celi (Guest) 09-07-2015 22:36

Grandissimo Matteo!!

119
fab (Guest) 09-07-2015 22:36

Ale” Grandissimo Matteo!

118
Luca Milano (Guest) 09-07-2015 22:36

quanta roba Donati!!!
manca solo un po’ di esperienza (vedi braccino finale) ma il tennis c’è tutto

117
Brown forever (Guest) 09-07-2015 22:36

Bravo Matteo ,continua cosí che il lavoro paga

116
superpeppe (Guest) 09-07-2015 22:36

Vittoria davvero prestigiosa. Grande Donati continuiamo così

115
Giovanni 09-07-2015 22:35

Bravissimo, vittoria ottenuta con la tigna, nei challenger si sta assestando a un buon livello

114
Strac de laurà (Guest) 09-07-2015 22:35

grandeeeeeeeee.
che giocatorino!!!

113
Vinny68 (Guest) 09-07-2015 22:35

grandeeeeeeee

112
Nostradamus (Guest) 09-07-2015 22:35

CHE VITTORIA DONATI!!! Livello allucinante contro un ottimo giocatore come Pouille. 😯

111
Mirko91 09-07-2015 22:35

che sofferenza anche l’ultimo game…ma grande matteoooo

110
faslevin (Guest) 09-07-2015 22:35

Don serve dove vuole…. ha tenuto il servizio controllando e mettendo la palla in ogni punto del campo. l’avversario si poteva soltanto difendere. Grande vittoria

109
gido 09-07-2015 22:35

Dumaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
Splendida prestazione!

108
Tifoso degli italiani (Guest) 09-07-2015 22:35

Alèèèè! Grande vittoria, grandissimo Matteo!!!

107
paoloz (Guest) 09-07-2015 22:35

ecco il vero donati grandissimo matteo

106
QUINZI e GIORGI (io ci credo) 1926 (Guest) 09-07-2015 22:35

Grandissimo Matteo

105
Gabriele da Firenze 09-07-2015 22:34

Evvai!!! Battuto anche il n. 96 del mondo!!! Grande , grande Matteo! 🙂

104
demorpurgo (Guest) 09-07-2015 22:33

forza ➡

103
superpeppe (Guest) 09-07-2015 22:29

Controbreak!! Dai che la chiudiamo

102
Mirko91 09-07-2015 22:28

ottimo il controbreak immediatooo..dai si chiudeeee

101