Andreas Seppi e un feeling tutto verde

23/06/2015 08:00 20 commenti
Andreas Seppi classe 1984, n.27 del mondo
Andreas Seppi classe 1984, n.27 del mondo

Con la prestigiosa finale dell’ATP500 di Halle, dove ha ceduto il passo a Roger Federer mettendo però in difficoltà il più forte giocatore di sempre sull’erba, Andreas Seppi è tornato numero 1 d’Italia, confermando l’ottimo feeling con questo 2015, interrotto solo sul cemento americano (in parte) e nella stagione su terra europea ma che nel gennaio australiano aveva toccato una vetta altissima (guarda caso proprio contro Roger).

Celebrando un nuovo importante traguardo della sua carriera, i tanti tifosi dell’altoatesino (ma non solo loro) hanno gridato a gran voce qualcosa che assomiglia a una verità incontrovertibile: Andreas Seppi è il miglior italiano da erba, quello con il tennis che meglio si adatta all’insidiosa superficie e di conseguenza, la nostra miglior freccia da scagliare in prospettiva Wimbledon. Insignito della 25esima testa di serie, ma con un probabile forfait di chi lo precede potrebbe scalare una posizione ed evitare pericolosi agganci (si rumoreggia sul ritiro di Monfils o Nishikori), Seppi si appresta a giocare il torneo londinese con una ritrovata serenità e soprattutto, con una convinzione simile a quella che in passato lo spinse lontano sul manto erboso londinese (l’ultimo “acuto” il 4T nel 2013).

Si è ironizzato sul fatto che Seppi abbia avuto parecchia fortuna a Halle per approdare all’atto conclusivo (grazie ai ritiri di Monfils e Nishikori), sta di fatto che in quei pochi sprazzi di tennis giocato contro avversari malconci, Seppi aveva dimostrato di essere particolarmente in palla, confermando le ottime sensazioni dei match precedenti (contro Haas e Robredo): qualora poi in effetti si volesse propendere per un evidente dose di fortuna, non ci troverei nulla di male nell’accettarla prendendone atto, anche solo per ripagare il 31enne bolzanino dei tanti torti subiti dalla malasorte nel suo passato sportivo.

Adesso, considerando anche la sconfitta subita al primo turno l’anno passato contro l’argentino atipico Leonardo Mayer in quel di Wimbledon, non resta che continuare a spingere sull’acceleratore, cercando di incamerare più punti possibili con l’obiettivo top20 di nuovo e incredibilmente a portata di mano.

Andreas senza dubbio è tennista che ben si adatta all’erba, vuoi per un servizio che viaggia (e pure parecchio …), per una diagonale di rovescio che difficilmente gli vedo fallire o per quella costanza nel suo tennis, che per alcuni non toccherà picchi stratosferici ma che per tutti non può che rappresentare un investimento sicuro su cui puntare per la durata di un intero match, fattore che specialmente negli incontri Slam 3 set su 5, diventa rilevante e da tenere in conto per l’esito finale. Ciò che personalmente mi colpisce di questo Seppi versione 2.0 del 2015 è l’aver aumentato l’attenzione soprattutto nei momenti iniziali delle partite, carburando fin dalle prime battute evitando quelle partenze ad handicap che tanti set (e partite …) hanno in passato compromesso: soprattutto su erba dove un singolo break può essere determinante, il non concedere il minimo vantaggio all’avversario, a mio avviso può davvero rendere Andreas Seppi un giocatore da seguire in ottica Wimbledon. A questo punto non resta che attendere il sorteggio e le sue insidie tutte verdi, fra giovani in rampa di lancio non tds, tennisti erbivori puri o vere e proprie bestie nere assolutamente da evitare.


Alessandro Orecchio


TAG: , ,

20 commenti. Lasciane uno!

Talaaa 23-06-2015 21:43

Scritto da pazzodicamila
Prestigiosa finale a suon di ritiri. Con tutto il rispetto per il bravo Andrea che su questa superficie ha fatto sempre benino.

Benino? Questo scherza. Il più forte italiano di sempre su erba ed avrebbe fatto “benino”. Certo se lo confronti con Federer ok, ma confrontalo con qualsiasi altro italiano e ha fatto benone!

20
gianfranco (Guest) 23-06-2015 20:58

Scritto da Hoila Seppi
@ alberto (#1377444)
be ma vi e´anche Schwarzer. Nel mondo e in tutti i paesi vi e´gente arrogante e altri più´educati. Ha poco a che vedere con l´origine. Bullo Fognini potrebbe essere anche austriaco, come Kollerer.

:lol:

19
gianfranco (Guest) 23-06-2015 20:56

Seppi ha perso.
Mi dicono che è corso nella foresta di Sherwood (Contea di Nottinghamshire)
per incontrarsi con Robin Hood.Insieme sferreranno un attacco al cattivo sceriffo di Nottingham,quello che ama rubare ai poveri per donare ai ricchi. :shock:

18
pazzodicamila 23-06-2015 16:06

Prestigiosa finale a suon di ritiri. Con tutto il rispetto per il bravo Andrea che su questa superficie ha fatto sempre benino.

17
Much (Guest) 23-06-2015 15:39

Acuta l’osservazione sulle sue partenze veloci quest’anno, bravo Orecchio!

16
Hoila Seppi (Guest) 23-06-2015 13:09

Scritto da versys65
In un mondo che va sempre peggio a livello di valori ed educazione, una persona di questo livello morale fa onore all’Italia.E’ l’esatto opposto di quello che lo segue in classifica.Forza Andreas

faccio il tuo ragionamento.
Schwarzer e´ italiano, Kollerer e´austriaco.

15
Hoila Seppi (Guest) 23-06-2015 13:09

@ alberto (#1377444)

be ma vi e´anche Schwarzer. Nel mondo e in tutti i paesi vi e´gente arrogante e altri più´educati. Ha poco a che vedere con l´origine. Bullo Fognini potrebbe essere anche austriaco, come Kollerer.

14
FER – MILANO 23-06-2015 12:57

Scritto da versys65
In un mondo che va sempre peggio a livello di valori ed educazione, una persona di questo livello morale fa onore all’Italia.E’ l’esatto opposto di quello che lo segue in classifica.Forza Andreas

Ottima osservazione. Nel Mondo, ma in particolare in Italia, abbiamo bisogno di tornare ad essere corretti ed educati, e Seppi ne é un esempio.
Quello che lo segue in classifica purtroppo rappresenta meglio gli Italiani di oggi, per questa ragione molta gente lo difende…

13
Cwatt (Guest) 23-06-2015 12:26

Scritto da alberto

Scritto da versys65
In un mondo che va sempre peggio a livello di valori ed educazione, una persona di questo livello morale fa onore all’Italia.E’ l’esatto opposto di quello che lo segue in classifica.Forza Andreas

Certo perchè lui fondamentalmente non è italiano, ma austriaco, a questo si devono la sua educazione, abnegazione al lavoro, rispetto per il prossimo. Tutte caratteristiche che mancano al suo panzuto collega, che invece è molto italiano

Da quando gli altoatesini sono così rispettosi soprattutto verso il resto degli italiani? Il fatto che sia un signore non è certo dovuto al fatto che sia altoatesino…

12
Maximilian (Guest) 23-06-2015 12:20

Scritto da alberto

Scritto da versys65
In un mondo che va sempre peggio a livello di valori ed educazione, una persona di questo livello morale fa onore all’Italia.E’ l’esatto opposto di quello che lo segue in classifica.Forza Andreas

Certo perchè lui fondamentalmente non è italiano, ma austriaco, a questo si devono la sua educazione, abnegazione al lavoro, rispetto per il prossimo. Tutte caratteristiche che mancano al suo panzuto collega, che invece è molto italiano

Che commento ridicolo….
E Bolelli, anche lui un “signore”, è svizzero?
Leggo concetti molto profondi….

11
alberto (Guest) 23-06-2015 11:32

Scritto da versys65
In un mondo che va sempre peggio a livello di valori ed educazione, una persona di questo livello morale fa onore all’Italia.E’ l’esatto opposto di quello che lo segue in classifica.Forza Andreas

Certo perchè lui fondamentalmente non è italiano, ma austriaco, a questo si devono la sua educazione, abnegazione al lavoro, rispetto per il prossimo. Tutte caratteristiche che mancano al suo panzuto collega, che invece è molto italiano

10
Alex81 23-06-2015 11:10

Scritto da Hoila Seppi
Benissimo ragazzi, ottimi commenti.
Iniziate a capire perché´il fenomeno e´un fenomeno in un mondo in cui tutti vogliono fare i ganzi senza esserlo.
Questo giocatore dalla classe cristallina, dai colpi puliti non arrotati, un giocatore alto ma veloce allo stesso modo, un gentiluomo amato da tutti i gli altri giocatori. Un giocatore che per fair play lascia vincere gli altri, dalla partenza alla pantera gentile, fino all´azzanno finale.
Peccato che abbia problemi di stomaco nei tornei americani e spesso arbitraggi orribili solo perché´non personaggio arrogante.
Il tennis italiano deve essere contento di avere lui e il mondo e non esagero c´e´lo invidia perché´il fenomeno a parte Roger e Nole cé´lo abbiamo noi.
Che emozioni e che lacrime. Speriamo ci dia ancora 2 anni di ottima carriera.

Quoto (a parte gli svarioni grammaticali :mrgreen: ) e ritengo che Seppi sia veramente un modello da seguire sia tennisticamente, perché a mio dire se gli viene come quest’anno è proprio un bel tennis, ma soprattutto moralmente perché è educato, mai l’ho visto esultare su un ritiro o un errore dell’avversario nè discutere con arbitri e/o avversari…

9
versys65 (Guest) 23-06-2015 10:58

In un mondo che va sempre peggio a livello di valori ed educazione, una persona di questo livello morale fa onore all’Italia.E’ l’esatto opposto di quello che lo segue in classifica.Forza Andreas

8
Hoila Seppi (Guest) 23-06-2015 10:35

Benissimo ragazzi, ottimi commenti.
Iniziate a capire perché´il fenomeno e´un fenomeno in un mondo in cui tutti vogliono fare i ganzi senza esserlo.
Questo giocatore dalla classe cristallina, dai colpi puliti non arrotati, un giocatore alto ma veloce allo stesso modo, un gentiluomo amato da tutti i gli altri giocatori. Un giocatore che per fair play lascia vincere gli altri, dalla partenza alla pantera gentile, fino all´azzanno finale.
Peccato che abbia problemi di stomaco nei tornei americani e spesso arbitraggi orribili solo perché´non personaggio arrogante.
Il tennis italiano deve essere contento di avere lui e il mondo e non esagero c´e´lo invidia perché´il fenomeno a parte Roger e Nole cé´lo abbiamo noi.
Che emozioni e che lacrime. Speriamo ci dia ancora 2 anni di ottima carriera.

7
Stefanello (Guest) 23-06-2015 10:27

@ Stefanello (#1377420)

Commento perfetto di un solido ed “umile” giocatore professionista….

6
Stefanello (Guest) 23-06-2015 10:24

Scritto da cescutz
Andreas, talentuoso umile e mite soldato, sudtiroler atipico ma neanche troppo…poche cazzate, poche parole, poche telenovelas, solo giocare e vincere partite.
In mezzo a tanti fenomeni pieni di tatuaggi, messe in piega, alcuni con le fidanzate più brave di loro , altri che mostrano al mondo tutte le loro magagne, i problemi con gli allenatori, le psicosi incurabili, gli atteggiamenti irriverenti, gli occhi iniettati di sangue miotici o midriatici…lui nella sua vita “normale”…compensa tutto
Il num. 1 in Italia è il posto che ti meriti…e…penso che tu abbia ancora margine per scalare e superare il tuo best rank, almeno di 4 o 5 posizioni.
Grazie Andreas!!!

5
cescutz (Guest) 23-06-2015 10:04

Andreas, talentuoso umile e mite soldato, sudtiroler atipico ma neanche troppo…poche cazzate, poche parole, poche telenovelas, solo giocare e vincere partite.
In mezzo a tanti fenomeni pieni di tatuaggi, messe in piega, alcuni con le fidanzate più brave di loro :grin: , altri che mostrano al mondo tutte le loro magagne, i problemi con gli allenatori, le psicosi incurabili, gli atteggiamenti irriverenti, gli occhi iniettati di sangue miotici o midriatici…lui nella sua vita “normale”…compensa tutto :wink:
Il num. 1 in Italia è il posto che ti meriti…e…penso che tu abbia ancora margine per scalare e superare il tuo best rank, almeno di 4 o 5 posizioni.
Grazie Andreas!!!

4
labicano (Guest) 23-06-2015 10:01

Seppi può far strada a Wimbledon!

3
Talaaa 23-06-2015 09:51

Tutto giusto, aggiungerei tra i progressi di Andreas dell’annata anche gli spostamenti da fondo: certo non sono mai stati un punto debole del nostro, ma quest’anno ha alzato ancora l’asticella e riesce a muoversi con una rapidità allucinante, come raramente gli avevo mai visto fare e sicuramente mai con questa continuità.

Sono impaziente per Wimbledon, le sensazioni sono buonissime. :grin:

2
Chris (Guest) 23-06-2015 08:57

Durante la finale con Roger, il commentatore di Supertennis (non ricordo il nome) disse che probabilmente la differenza su erba di Andreas è la seconda di servizio che ricade molto velocemente ed è difficile da impattare. La prima di servizio è regolare, viaggia a buone velocità (190-200 km/h) ma deve migliorare in percentuale, in queste ultime partite stava intorno al 60% di prime. Per il resto Andreas è uno che gioca con colpi molto piatti e tesi, sull’erba è normale credo che possano dar fastidio ad altri giocatori

1

Lascia un commento