Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Andy Murray si dà al basket con la #HalfCourt challenge… ecco come è andata! (Video)

10/06/2015 07:20 1 commento
Andy Murray si dà al basket con la #HalfCourt challenge
Andy Murray si dà al basket con la #HalfCourt challenge

La stella del tennis internazionale, nonché numero 3 al mondo, Andy Murray ha partecipato all’NBA #HalfCourt challenge, dove ha avuto 5 tentativi per fare canestro da una distanza pari a quella di metà campo da basket.

Alla sfida avevano preso parte in precedenza anche i calciatori Gareth Bale, Eden Hazard, David Luiz, Tim Howard, Demba Ba e Andre Schurrle. Murray non aveva vita facile, dopo il precedente record di Gareth Bale (tre canestri su cinque tentativi), e, nonostante la distanza non sia stata un problema per lui, purtroppo non è riuscito a mettere a segno nessun canestro.

Murray ha affermato: “Mi sono divertito, anche se è stato frustrante perché anche quando sentivo di aver fatto un buon tiro, poi il pallone finiva qualche centimetro troppo a sinistra o un po’ troppo corto. Ho fatto del mio meglio, sfortunatamente non ho fatto un canestro ma è stato divertente”.

Murray ha proposto e invitato Serena Williams a partecipare all’#HalfCourt challenge; “Mi piacerebbe vedere Serena Williams provare l’#HalfCourt challenge. Penso che lei sarebbe contenta di farlo”.

Al termine della sua prova, Murray ha scelto il suo dream team cestistico, composto solamente da suoi colleghi tennisti: “Come centro vorrei Ivo Karlovic, è alto 2.08 quindi ovviamente andrebbe bene li; poi John Isner come ala grande, è 2.07 e sarebbe perfetto per completare la coppia di lunghi. Il playmaker è difficile da scegliere, avrei bisogno di un ragazzo più basso che sia estremamente veloce. Nadal potrebbe probabilmente andare bene, è piuttosto abile e veloce. Devo trovare posto a Roger Federer nella mia squadra da qualche parte, potrebbe fare la guardia, solo perché…probabilmente farebbe dei tiri molto belli da vedere, suppongo. Come ala piccola, perché no, mi metto io: forse non offrirei un grande contributo alla squadra, ma è la mia posizione”.

Come ti è sembrato l’ #HalfCourt challenge oggi?

“Mi sono divertito, anche se è stato frustrante perché anche quando sentivo di aver fatto un buon tiro, poi il pallone finiva qualche centimetro troppo a sinistra o un po’ troppo corto. Ho fatto del mio meglio, sfortunatamente non ho fatto canestro ma è stato divertente”.



Hai visto Gareth Bale fare l’#HalfCourt challenge, chi vincerebbe secondo te in un ipotetico uno contro uno tra di voi?

“Non credo di poter avere molte chance. Mi spiego: gioco a basket ogni tanto quando sono a casa o a Miami, ma non ho mai giocato da piccolo quindi la mancanza di basi tecniche potrebbe essere un problema. Chiaramente farei del mio meglio, questo è sicuro.”



Se dovessi scegliere cinque tra i tuoi colleghi tennisti per comporre un quintetto di basket, su chi ricadrebbe la scelta e perché?

“Come centro vorrei Ivo Karlovic, è alto 2.08 quindi ovviamente andrebbe bene li; poi John Isner come ala grande, è 2.07 e sarebbe perfetto per completare la coppia di lunghi. Il playmaker è difficile da scegliere, avrei bisogno di un ragazzo più basso che sia estremamente veloce. Nadal potrebbe probabilmente andare bene, è piuttosto abile e veloce. Devo trovare posto a Roger Federer nella mia squadra da qualche parte, potrebbe fare la guardia, solo perché…probabilmente farebbe dei tiri molto belli da vedere, suppongo. Come ala piccola, perché no, mi metto io: forse non offrirei un grande contributo alla squadra, ma è la mia posizione”.



Se potessi sfidare qualcuno all’#HalfCourt challenge, chi ti piacerebbe sfidare? Qualcuno del mondo dello sport, dello spettacolo?

“Mi piacerebbe vedere Serena Williams provare l’#HalfCourt challenge. Penso che lei sarebbe contenta di farlo”.



Come ti sei avvicinato alla NBA, giocavi a basket in passato?

“Da piccolo non ci ho mai giocato, non c’erano palloni da basket nella scuola che frequentavo in Scozia. Quando ho iniziato a trascorrere tanto tempo negli Stati Uniti, all’età di 19-20 anni, ho iniziato a seguire molte gare dei Miami Heat. Il primo match a cui ho assistito è stato Golden State Warriors contro Chicago Bulls: uno dei miei primi allenatori era un fan dei Warriors e quindi andavo spesso a vederli, di conseguenza ho sempre seguito i Warriors, e gli Heat negli ultimi 6-7 anni.”



Sei un grande tifoso dei Miami Heat, come mai?

“Trascorro 3 mesi all’anno a Miami, quindi provo ad andare a vedere le gare degli Heat il più possibile. Ho un appartamento a circa tre/cinque minuti di auto da li, io e alcuni amici abbiamo acquistato qualche abbonamento. Siamo stati davvero molto fortunati, abbiamo comprato gli abbonamenti il giorno prima che LeBron firmasse, con un tempismo perfetto, quindi sono diventato fan negli ultimi anni.”



Hai mai incontrato LeBron James?

“Non ho mai incontrato LeBron James, né nessun altro giocatore a Miami, ma ho guardato un bel po’ di partite e seguo molto questo sport quando sono in viaggio – Gioco a fantasy basketball e quel genere di cose, ma non ho incontrato nessun giocatore.”



Quindi chi è il tuo giocatore di basket preferito in questo momento?

“Adoro guardare Steph Curry, mi piace vedere i Warriors in questo momento, li trovo davvero divertenti. Ho incontrato Klay Thompson a New York l’anno scorso, è stato eccezionale. Quest’anno sono ancora più contento di vedere i Warriors giocare bene, visto che Steph Curry fa parte del mio fantasy team.”



Qual è il tuo giocatore di basket preferito di tutti i tempi?

“Per me questa è una domanda difficile, perché non ho seguito molto questo sport quando ero piccolo. Ho visto ovviamente i video di Michael Jordan, che si sa, è stato un atleta incredibile -come alcune delle cose che era in grado di fare. Ovviamente, anche Kobe Bryant è molto divertente da guardare, soprattutto alla fine delle gare, quando ama rischiare e prendersi l’ultimo tiro. Direi che sono loro i due i giocatori di cui ho visto più video nel corso degli ultimi anni.”


TAG: , ,

1 commento

Tweener (Guest) 10-06-2015 14:05

Ma c’è uno scopo benefico ho è solo un gioco?

1

Lascia un commento