Il torneo ITF di Brescia Copertina, WTA

ITF Brescia: avanti Vogt e Gamiz, Oprandi va fuori

05/06/2015 20:26 Nessun commento
Nella foto Andrea Gamiz
Nella foto Andrea Gamiz

Battute finali per l’ITF Femminile di Brescia, giunto quest’oggi alle semifinali. Purtroppo per i nostri colori nessuna delle italiane era in lizza per il passaggio alla finale: ad affrontarsi nella prima semifinale sono state le tenniste Stephanie Vogt e Tormo Sorribes – originarie rispettivamente di Liechtenstein e Spagna – mentre il secondo match di giornata ha visto opposte Romina Oprandi (svizzera) e Andrea Gamiz (venezuelana).

La prima gara di giornata è andata alla Vogt, che si è imposta 6-1 2-6 7-5 sulla spagnola. Andamento speculare per i primi due set, che hanno registrato una supremazia quasi cristallina di una tennista sull’altra. La prima frazione è andata a Vogt, che all’avversaria ha lasciato solo un game imponendo un ritmo impressionante al proprio gioco. La Sorribes ha subito la pressione impostale dall’atleta del Liechtenstein e non è quasi mai riuscita a comandare le operazioni. Totalmente differente l’andamento del secondo set, che a parti invertite ha fatto registrare il prepotente rientro in gara dell’iberica complice anche un calo evidente dell’avversaria. Il 6-2 finale certifica in modo più che realistico quanto visto in campo.

Più vibrante e combattuto il terzo set: dopo un inizio più che dirompente della Vogt, andata 4-0 e poi 5-1, la spagnola è rientrata in gara, brekkando due volte l’avversaria e portando a casa ben quattro game consecutivi. Sul 5-4 la Vogt ha anche avuto il match point annullato però da un colpo della Sorribes che aiutata dal nastro ha prolungato la gara. Sul 5-5, la Vogt ha comunque rialzato la testa vincendo gli ultimi due game. Il terzo match point a favore dell’atleta del Liechtenstein si è così rivelato quello decisivo: 6-1, 2-6, 7-5 il parziale finale. In finale la Vogt dovrà vedersela contro la qualificata Gamiz, piacevolissima sorpresa del torneo: la tennista venezuelana si è imposta sulla svizzera col punteggio finale di 7-5 6-4 esprimendo un gioco dinamico e propositivo. Mai intimorita dal più quotato avversario, la Gamiz ha confermato quanto di buono fatto vedere nel corso della Kermesse: su tutti il successo ottenuto ai quarti di finale contro la slovacca Kucova, testa di serie numero 2 del torneo. Sotto tono e meno agguerita del solito, l’Oprandi dal canto suo non ha mai dato l’impressione di essere entrata davvero in partita. Particolare l’andamento del secondo set, caratterizzato da una serie di break a ripetizione messi a segno dalle due tenniste. Vogt-Gamiz non era la finale pronostica ma di certo è la più ‘giusta’ considerato il livello di tennis espresso dalle due atlete in campo.


Massimo Calamuneri


TAG: ,

Lascia un commento