Errani sconfitta ai quarti Copertina, WTA

Roland Garros: Sara Errani esce sconfitta nei quarti da Serena Williams

03/06/2015 15:27 103 commenti
Sara Errani classe 1987,  n.17 del mondo
Sara Errani classe 1987, n.17 del mondo

Sara Errani termina la sua corsa ai quarti di finale del Roland Garros (terra).

La tennista romagnola è stata sconfitta dall’americana Serena Williams, classe 1981 e n.1 del mondo, con lo score finale di 61 63 in 1 ora e 6 minuti di gioco.

Primo Set: Williams avanti 2-0 e servizio, dopo il break conquistato a 0, subiva l’immediato contro break dell’azzurra, che si riportava sotto 1-2.
Serena però strappava nel quarto gioco a 30 il servizio a Sara (che commetteva tre errori gratuiti) e avanti 3-1, annullava una palla break alla Errani con un rovescio vincente e alla prima occasione teneva la battuta, conducendo per 4-1.
Dopo aver brekkato per la terza volta nel set l’italiana, a 15 (con un rovescio vincente sul break point), la statunitense andava a servire per il set sul 5-1.
Serena sotto 15-30, otteneva tre punti consecutivi e chiudeva la prima frazione per 6-1, grazie ad un ace sul set point.

Secondo Set: Fino al 3-3, le due tenniste tenevano i loro turni di battuta, senza concedere alcuna palla break.
Nel settimo gioco la Errani perdeva la battuta a 15, dopo un lob lungo di rovescio (e due vincenti nel game dell’americana), così la Williams andava a servire sul 4 a 3 in suo favore.
Sotto 3-5 e battuta a disposizione, la tennista romagnola annullava tre match point alla n.1 del mondo, con due errori di rovescio dell’americana e un clamoroso smash a rete, ma al quarto match point con un dritto in rete di Sara (che aveva mancato due palle del 4-5), la Williams piazzava l’ennesimo break e portava a casa per 6-3 la seconda frazione e il match.

La partita punto per punto

GS Roland Garros
S.Williams [1]
6
6
S.Errani [17]
1
3
Vincitore: S.Williams

S. Williams USA – S. Errani ITA
10 Aces 0
2 Doubles Faults 0
39 Winners 9
23 Unforced Errors 7
9/15 (60%) Net Points Won 3/5 (60%)
58% 1st Serves In 89%
21/29 (72%) 1st Serve Points Won 22/48 (46%)
11/21 (52%) 2nd Serve Points Won 2/6 (33%)
2/3 (67%) Break Points Saved 3/8 (38%)
32/54 (59%) 1st Return Pts Won 29/50 (58%)
4/6 (67%) 2nd Return Pts Won 10/21 (48%)
5/8 (63%) Break Points Won 1/3 (33%)
32/50 (64%) Total Service Pts Won 24/54 (44%)
30/54 (56%) Total Return Pts Won 18/50 (36%)
62/104 (60%) Total Points Won 42/104 (40%)
65 mins Duration 65 mins
176 kph / 109 mph Avg. 1st Serve Speed 125 kph / 78 mph
134 kph / 83 mph Avg. 2nd Serve Speed 114 kph / 71 mph
199 kph / 124 mph Fastest Serve 136 kph / 84 mph


Luigi Calvo


TAG: , , , ,

103 commenti. Lasciane uno!

Vince 04-06-2015 18:00

Scritto da tommaso

Scritto da jolly

Scritto da tommaso

Scritto da peppe78

Scritto da Yes2.0

Scritto da Mats

Scritto da proio
Brava comunque ad approfittare dei buchi nel tabellone per spingersi sino ai quarti.

Quali buchi?
Ha battuto la Petkovich #10
che la Wozniaki sulla terra non riesca a rispettare la sua teste di serie non è una sorpresa

Petko infortunata, Goerges malata e ombra di se stessa. Non scherziamo ragazzi, brava sara a sfruttare il tabellone e la condizione delle avversarie

ahahahahah ma finitela di rosicare!

Petko si è almeno ritirata dal prossimo torneo a cui era iscritta. Altre fingono dolori ovunque e poi zompettano allegre 3 giorni dopo dall’altra parte del mondo. La Goerges non so, ma la Petko aveva di sicuro qualche problema. Non è rosicare, è un dato di fatto (che si sia cancellata da Hertogenbosch)

Bravo tommaso, ti quoto al 100×100.
La petkovic tra la’ltro, è una delle giocatrici più corrette (oltre che sfortunate ) del circuito. Non c’era bisogno del ritiro dal torneo di settimana prox per capire che non stava bene. Bastava seguire il tennis e leggere qualche giornale più obiettivo ed informato dei nostri che trattano solo di calcio e ciclismo. Si è infortunata all’inizio del torneo di norimberga e si era ritirata al primo turno sotto 5 a 0 dalla putinseva, a parigi ha giocato, tutto sommato si muoveva abbastanza bene, sicuramente non era al 100×100. Ora .se non gioca neppure settimana prox spero sia precauzionale per recuperare per wimbledon certp che andrea non è fortunata!!!
Peccato solo che quando io mi permisi semplicemente di far presente il suo problema prima del match con la errani e dopo il match, fui subissato di improperi. E pensare che per addolcire la pillola ricordai anche come l’anno scorso fosse la errani ad avere un problema simile nel loro match di parigi!!

L’anno scorso Sara arrivò a Parigi dopo una stagione sulla terra molto più lunga (a Madrid andò più avanti e a Roma fece finale). ma a volte sembra che solo le nostre possano giocare match “di cuore” anche se non sono al meglio. Tutte le altre se hanno problemi “fanno finta” e se vincono “sono future top10″, non si dice mai che le nostre possano perdere perché le altre hanno semplicemente giocato meglio. E’ il sensazionalismo del giornalismo italiano che ha creato una certa branca di tifo. I quarti della Errani sono un buon risultato? Sì. Contro Serena c’era possibilità di vincere? No. Non le si poteva chiedere di più ma non era neppure giusto “pretendere” di meno. Basta sentire Sara prima del match: “Speriamo che non sia al 100%”. Non è antisportività, è conoscere bene i propri limiti.

Guarda che se Serena è al 100% non ce n’è per nessuna, è del tutto normale che chi l’affronta si augura che non si esprima al meglio.
E non è nemmeno questione di conoscere i propri limiti, si tratta semplicemente di riconoscere i meriti delle avversarie, cosa che non tutte fanno, purtroppo…a volte semplicemente per ipocrisia, a volte invece proprio per mancanza di conoscenza delle avversarie, comprese quelle che hanno fatto la storia di questo sport.

103
pinkfloyd 04-06-2015 10:40

Scritto da Carlo

Scritto da pinkfloyd

Scritto da Carlo

Scritto da pinkfloyd
Sicuramente un servizio migliore l’avrebbe aiutata, soprattutto sulla seconda, ma molte giocatrici hanno seconde molli (compresa Flavia), quindi quello fa parte “del gioco”, “del proprio bagaglio tecnico” e della insicurezza in questo fondamentale che è praticamente uguale per tutte (o quasi).
Comunque si, sono discorsi aleatori, diciamo

Non ti seguo quando dici che “un servizio migliore l’avrebbe aiutata, soprattutto sulla seconda”, e che anche altre hanno seconde “molli”.
La seconda di servizio non è un problema tecnico, è una scelta volontaria di giocarla più debole, più “molle” come dici tu.
Sara se volesse potrebbe benissimo servire la seconda identica alla prima, non farlo secondo me è un errore.
In pratica lei mette dentro sempre circa il 90% di prime, oggi 89%.
Se tirasse una seconda identica, e non c’è ragione tecnica per non farlo, subirebbe intanto un pò meno risposte vincenti, con un rischio di doppio fallo di solo 1% (su cento ne sbaglia di prima 10, sulle 10 di seconda una), assolutamente irrilevante, in pratica vorrebbe dire un doppio fallo ogni due partite!
Questo sarebbe un piccolo miglioramento che non richiede niente, si può fare immediatamente, basta ragionarci un attimo.
Sara fa quasi sempre le scelte tattiche giuste sul campo, ma questa, che è una scelta a priori, non è assolutamente intelligente.

Se “non sa” tirare forte la prima, di conseguenza la seconda sarà ancora più debole. Potrebbe “forzare” la seconda, ma ugualmente non sarebbe velocissima e sarebbe comunque vulnerabile e soggetta a risposte fulminanti.
Però potrebbe forzarla di più, per quanto questo possa significare qualcosa, ripeto.
“Proprio bagaglio tecnico” intendevo il servizio in generale, che, come ho scritto, è il fondamentale più insicuro, in generale.
“Molte hanno seconde molli”, è così, la Pennetta per esempio soffre pure di questo problema, che possono avere anche altre, Radwanska, Kerber per esempio e altre.

Dici: “Se “non sa” tirare forte la prima, di conseguenza la seconda sarà ancora più debole.”
La “conseguenza” non esiste, è una scelta volontaria, un limite mentale, non è per niente scontato. Se volesse potrebbe, e secondo me dovrebbe, tirare una seconda identica alla prima. Ripeto, non è un problema nè un limite tecnico, è solo una scelta volontaria.
Per la Pennetta il problema è diverso, non ha, e nessuno ha, le percentuali di prima di Sara, deve per forza ridurre il rischio nella seconda.
Faccio un excursus: quando da ragazzo praticavo atletica se all’arrivo dei 400 metri avevo ancora fiato mi prendevo una lavata di capo dall’allenatore, avessi vinto o no, perchè dovevo arrivare “morto”, e non più in piena spinta, se no voleva dire che non avevo dato il massimo.
Tornando al tennis, se una giocatrice come Sara ha quelle percentuali sulla prima, e praticamente non fa mai doppio fallo, dovrebbe essere “strigliata” perchè non fa tutto quello che dovrebbe, non rischia quello che potrebbe. Non fare mai doppio fallo non è una bella cosa, qualcuno, pochi, a partita ci “devono” essere, a dimostrazione del fatto che stai giocando anche con questo fondamentale ai tuoi limiti.
Diciamo che già il servizio e quello che è, se poi mentalmente si prende pure dei margini secondo me sbaglia, deve tirare la seconda come la prima.

E’ giusto quello che scrivi, ripeto, però, proprio per quel limite “mentale” che comporta il servizio (e per quasi tutte, ancor di più sulla seconda), la seconda di servizio non potrà mai essere veloce come la prima, che sia 200/200 o 130/130.
L’insicurezza o l’incapacità nel tirare la prima, sulla seconda si palesa ancora di più, per lei.
Potrebbe tirarla più profonda, magari più angolata, ma come velocità perderà sempre qualcosa, secondo me.

Comunque il tuo “desiderio” è giusto: dovrebbe rischiare di tirarla “quasi” come la prima (che è già di per sé debole) altrimenti si offre totalmente alle risposte di molte che sanno rispondere bene e che sfruttano quasi automaticamente questa evidente debolezza di Sara, come è evidente e palese.

102
Koko (Guest) 04-06-2015 03:38

@ Carlo (#1361415)

Post condivisibilissimo. Troppa paura e prudenza su seconde da spingere lunghe è uguale come insulsaggine al rischio eccessivo incoscente Giorgesco suo opposto. Gli estremi si toccano nell’inefficacia. Anzi non spingere le seconde e prendere sempre in fronte rispostone dalla Williams è persino più insulso e perdente nonostante Sara abbia vinto più della Giorgi. Troppo difensivismo anche quando non serve. Il problema che il rinforzo gli è dato dalle altre che non rispondono come la Williams e comunque la fanno palleggiare e lei è troppo soldatina per improvvisare cose troppo lontane da quello che fa di solito.

101