Tennis Gate On Tour Challenger, Copertina

Challenger di Mestre, primo turno di Quali: la pioggia condiziona l’avvio, fuori Bellotti, avanti Napolitano – Tennis Gate On Tour

31/05/2015 21:50 Nessun commento
Stefano Napolitano classe 1995, n.471 del ranking ATP
Stefano Napolitano classe 1995, n.471 del ranking ATP

Una pioggia battente e un cielo plumbeo avevano fatto preoccupare un po’ tutti ma alla fine le partite si sono svolte come da programma anche grazie all’ottimo lavoro svolto dall’organizzazione: nonostante un inizio difficile dettato dalle precarie condizioni climatiche si è dunque concluso il primo turno di Qualificazioni al Challenger di Mestre che già dalle battute iniziali ha regalato qualche sorpresa.

La prima è arrivata prestissimo, con l’eliminazione della testa di serie numero 4 Riccardo Bellotti, sconfitto dopo 2 ore e 22 minuti di gioco dall’argentino Andrea Collarini. Bellotti era di gran lunga il più quotato dei due ma sin dall’inizio del match il tennista sudamericano si è mostrato capace di respingere con grande maestria i colpi dell’italiano. Un vero peccato per Bellotti che nella prima parte di questo 2015 era stato capace di inanellare ben 6 successi a livello Futures. Alla fine Collarini si è imposto 4-6, 6-3, 7-5. Interessante anche il match che ha visto protagonisti Calvin Hemery e Pedro Sousa, con il giovane francese classe ‘95 ad aver avuto la meglio a conferma dell’ottimo momento vissuto in queste settimane. Quest’anno Hemery ha già vinto un Futures e ha visto sfumare solo al terzo ed ultimo turno di quali la possibilità di accedere al Main Draw del French Open, comprensibile dunque la voglia di riscatto della giovane promessa transalpina che si è imposta 7-6 (5), 4-6, 6-4 sull’avversario di turno.

Continua a cullare l’idea di accedere al Main Draw anche il giovane Napolitano, che ha ben figurato contro lo statunitense Tiafoe: ‘Nel primo set mi ha aiutato lui, non ho fatto niente di particolare ma il mio avversario sbagliava molto’ – ci ha detto Napolitano a fine gara – ‘Nel secondo set lui è salito, è un ragazzo molto promettente, ha anche fatto il primo turno a Parigi. Non è facile giocarci contro, ero sotto 5-4 poi ho imposto il mio gioco, penso di essere stato bravo a salire di livello nel momento più importante della gara’. Il 6-3 del primo set, in effetti, aveva fatto credere a tutti che la seconda parte di gara potesse procedere sulla falsa riga della prima e invece Tiafoe è uscito alla distanza rientrando prepotentemente in gara. Alla fine è stato necessario il tie break, con Napoliano ad aver lasciato solo 3 punti allo statunitense: ‘Quest’anno ho vinto il primo Futures, l’anno scorso avevo fatto 4 finali, sicuramente è un bagaglio di esperienze importante che devo sfruttare volta per volta. Ho un’impostazione troppo difensiva ma a questi livelli non va più bene, sono alto quasi 2 metri e devo cercare di attaccare di più’. La classifica mondiale non è in cima ai pensieri di Napolitano, che per il momento vuole giocare ‘più Challenger possibili’ confrontandosi con i ‘giocatori migliori, solo così posso migliorare il mio livello di gioco’. In chiusura non poteva mancare una battuta sull’apparizione al Foro Italico, quando Napolitano ha battuto Melzer: ‘E’ stata un’emozione fantastica, all’inizio mi tremavano le gambe, per un italiano giocare agli Internazionali di Roma davanti agli occhi di migliaia di appassionati è un’esperienza unica. Battere uno che ha avuto la carriera di Melzer è stata una gioia incredibile, avere giocato le prequali mi ha fatto conquistare la Wild Card per le qualificazioni e questo mi ha aiutato ad arrivare al primo turno già con ottime sensazioni’. Napolitano ha battuto Tiafoe 6-3 7-6 (3).

Palpitante anche il match che ha visto contrapposti la testa di serie numero 6, Christian Garin, e Pietro Licciardi, il giovante classe 94 allenato dall’ex top 20 Renzo Furlan. Un primo set che ha vissuto su fiammate continue ha lasciato il posto ad una seconda parte di gara altrettanto emozionante con Licciardi a ben figurare nonostante la sconfitta finale. Garin ha battuto Licciardi 7-6 (3) 7-6 (0).

Si conclude così la terza tappa del tour di Tennis Gate ,, che come già ricordato negli scorsi giorni procederà sino alla fine di luglio andando a toccare altri 15 tornei tra Futures e Challenger in programma in Italia.

Seguite l’evento anche sui nostri social: se avete domande o curiosità potete scriverci utilizzando l’hashtag #TGOT o commentando l’articolo su Live Tennis.


TAG: , , , ,

Lascia un commento