Out Bolelli ATP, Copertina

Roland Garros: Simone Bolelli gioca un otttimo match ma poi crolla alla distanza contro David Ferrer

30/05/2015 18:14 48 commenti
Simone Bolelli classe 1985, n.60 ATP
Simone Bolelli classe 1985, n.60 ATP

Simone Bolelli esce di scena al terzo turno del Roland Garros (e28.028.600, terra).

Il tennista di Budrio ha giocato un ottimo match contro David Ferrer, n.9 del mondo, cedendo solo alla distanza con il risultato di 63 16 57 60 61 dopo 3 ore e 6 minuti di partita.

Primo set: Bolelli sul 3 a 4, dal 30 a 0 e dopo aver mancato una palla game, commetteva un errore di diritto sul break point e perdeva il servizio.
Sul 5 a 3 lo spagnolo, dopo aver annullato una palla break sul 30-40 (errore di diritto del Bole), alla seconda palla set a disposizione e complice qualche errore di troppo dell’azzurro, vinceva la frazione per 6 a 3.

Secondo set: Simone nel primo gioco annullava ben quattro palle break e dopo un lungo game teneva la battuta.
Sull’1 a 0 Bolelli brekkava a 0 lo spagnolo, che sul break point commetteva un errore forzato di diritto.
Sul 4 a 1 l’italiano metteva a segno un nuovo break (a 30), con l’iberico che commetteva un doppio fallo sulla palla break.
Sul 5 a 1 Simone teneva a 15 il turno di battuta e con tre punti vincenti chiudeva il parziale per 6 a 1 in 34 minuti.

Terzo set: Bolelli nel primo game, dal 15-40, mancava due palle break e poi sul 3 a 4, sul 30-40, annullava un break point con un diritto vincente.
Sul 5 pari, 30 a 0 con l’iberico al servizio, Bolelli piazzava quattro punti consecutivi, con David che sulla palla break mandava fuori di poco un rovescio lungolinea e per il Bole arrivava il break.
Sul 6 a 5 l’azzurro sul 30-40, annullava un’altra break e poi sul set point metteva a segno un vincente di diritto, teneva la battuta e conquistava il set per 7 a 5.

Quarto set: Simone nel secondo gioco cedeva ai vantaggi il turno di battuta, commettendo dal 40 pari due errori gratuiti consecutivi di rovescio.
Sullo 0 a 3 Bolelli, dal 30 a 0, perdeva nuovamente ai vantaggi il servizio, con due gratuiti consecutivi di diritto dal 40 pari.
Sullo 0 a 5 il tennista di Budrio, dallo 0-40, annullava complessivamente quattro set point e poi dopo aver mancato una palla game, al quinto tentativo l’iberico piazzava il terzo break del set e conquistava per 6 a 0 la quarta frazione (con un errore di rovescio dell’azzurro sul set point).

Quinto set: Bolelli nel secondo gioco subiva il break a 30 (diritto a metà campo in rete sulla palla break) e poi dopo aver mancato una palla del controbreak sullo 0 a 2 (diritto di poco fuori), perdeva nuovamente la battuta nel quarto gioco (ai vantaggi dal 15-40, dopo aver affossato sul vantaggio pari una palla corta in rete e poi sul break point, dopo una riga di Ferrer, sbagliava il diritto affossandolo in rete).
Sul 5 a 1 David teneva agevolmente a 15 il turno di battuta, chiudendo la partita per 6 a 1.

La partita punto per punto

GS Roland Garros
S.Bolelli
3
6
7
0
1
D.Ferrer [7]
6
1
5
6
6
Vincitore: D.Ferrer


TAG: , , , ,

48 commenti. Lasciane uno!

Scritto da Tweener
Secondo me chi dice che è calato Bolelli non ha visto la partita…..
Se mai è Ferrer che è salito vertiginosamente con ace,vincenti e anche un po’ di fortuna!
I due set finali sono bugiardi: il Bole ha sempre lottato in tutti i game,ma contro questo Ferrer c’era poco da fare.
Grande torneo del Bole comunque e sono sicuro che riuscirà a salire in classifica da qui in poi….

Quoto. Purtroppo Ferrer nel quarto e quinto ha iniziato a giocare in maniera incredibile mentre Simone è stato in partita ma, come ha detto lui, per competere con Ferrer devi sempre spingere. Io sarei comunque soddisfatto se Simone giocasse sempre come ieri senza magari adagiarsi sulle posizioni di ranking ritrovate!

48
Lupu (Guest) 31-05-2015 02:24

Bolelli è un ottimo tennista ma ormai sta rimbalzano contro il muro dei top50. ha avuto molte occasioni (Nishikori, robredo, Raonic, Ferrer) ma non ha mai saputo fare l’impresa alla Fognini. è un suo limite ma non gliene si può fare una colpa, resta sempre un piacere vederlo giocare come a fatto per due set oggi.

47
Lupu (Guest) 31-05-2015 02:14

Scritto da Goergestuttalavita

Scritto da Ale73
@ Goergestuttalavita (#1357513)
Che gli spagnoli abbiano un’ indole più battagliera e agonistica degli italiani è sotto gli occhi di tutti. Qui il razzismo non c’entra, non ho scritto che siamo meglio o peggio, ho scritto che siamo diversi e questa diversità si riflette anche nel modo di affrontare l’avvenimento sportivo. Forse che svedesi e brasiliani hanno la stessa indole? Tanto per fare un esempio.
Riguardo alla Pennetta , come già qualcuno ha evidenziato, la sua crescita, come anche quella della Errani, è anche legata a una maggiore frequentazione del mondo tennistico spagnolo,anche attraverso l’opera di alcuni allenatori. Quindi, se pure non spagnole, hanno certamente molto attinto da quel mondo sportivo.

Trattasi non di indole ma di corsi e ricorsi sportivi. Il tennis australiano dei Laver,Rosewall e Newcombe negli anni 60 poi il buio , quello svedese dei Borg e Wilander poi il buio, il tennis belga con due N° 1 mondiali WTA, il tennis svizzero etc… e da 15 anni il modello spagnolo che par durare più degli altri perchè punta tutto sulla fisicità, l’agonismo e l’abnegazione immemore della classe di campioni come Manolo Santana.Anche loro comunque per un pezzo hanno vissuto solo delle imprese dei fratelli Sanchez che non avevano alle spalle un vero movimento. E in quel periodo era sicuramente più forte il nostro tennis

in realtà all”epoca dei fratelli Sanchez noi avevamo Canè e Pistolesi 😳 noi abbiamo alternato periodi di buio a periodi di tenebre!

46
Goergestuttalavita (Guest) 31-05-2015 00:46

Scritto da Ale73
@ Goergestuttalavita (#1357513)
Che gli spagnoli abbiano un’ indole più battagliera e agonistica degli italiani è sotto gli occhi di tutti. Qui il razzismo non c’entra, non ho scritto che siamo meglio o peggio, ho scritto che siamo diversi e questa diversità si riflette anche nel modo di affrontare l’avvenimento sportivo. Forse che svedesi e brasiliani hanno la stessa indole? Tanto per fare un esempio.
Riguardo alla Pennetta , come già qualcuno ha evidenziato, la sua crescita, come anche quella della Errani, è anche legata a una maggiore frequentazione del mondo tennistico spagnolo,anche attraverso l’opera di alcuni allenatori. Quindi, se pure non spagnole, hanno certamente molto attinto da quel mondo sportivo.

Trattasi non di indole ma di corsi e ricorsi sportivi. Il tennis australiano dei Laver,Rosewall e Newcombe negli anni 60 poi il buio , quello svedese dei Borg e Wilander poi il buio, il tennis belga con due N° 1 mondiali WTA, il tennis svizzero etc… e da 15 anni il modello spagnolo che par durare più degli altri perchè punta tutto sulla fisicità, l’agonismo e l’abnegazione immemore della classe di campioni come Manolo Santana.Anche loro comunque per un pezzo hanno vissuto solo delle imprese dei fratelli Sanchez che non avevano alle spalle un vero movimento. E in quel periodo era sicuramente più forte il nostro tennis

45
cips2 (Guest) 31-05-2015 00:38

questi spagnoli migliorano con il protrarsi delle partite 🙄 mah!

44
Jose mourinho (Guest) 31-05-2015 00:06

Ha avuto paura di fare l’impresa??? Ma non diciamo fesserie x cortesia…ha giocato un gran match come spesso gli capita x tre set….poi come sempre capita purtroppo giocando 3/5 le partite diventano battaglie e corse….e diventa un altro sport…ha fatto un game in due set….cuevas ieri si può dire che ha avuto paura di fare l’impresa con l’idolo di casa visto che era 4/1 e servizio nel quarto ….non di certo simone che era avanti 2 set 1 con ferrer ma che nei restanti due set ha fatto un game …vero alcuni game sono stati combattuti è sicuramente il 6/0 6/1 sono bugiardi…. Ma cambiava poco, purtroppo la benzina era quasi finita….ha un’autonomia di due ore qualcosa in più ….poi le gambe purtroppo lo lasciano x strada…peccato xke era in forma e avesse trovato una non testa di serie poteva raggiungere gli ottavi tranquillamente…

43
ska (Guest) 31-05-2015 00:03

@ tennis (#1357616)

Ti ricordo che è ormai è cittadino monegasco ai fini fiscali.
Ergo, sui soldi della Davis e gli altri guadagni che riceve NON sono tassati in italia.

Se a te sembra normale pagare qualcuno per giocare per l’italia e questo paga le tasse altrove è una tua convinzione.
A me non sembra coerente.

pensa te cosa devo leggere IO!

42
Ale73 (Guest) 30-05-2015 23:39

@ Goergestuttalavita (#1357513)
Che gli spagnoli abbiano un’ indole più battagliera e agonistica degli italiani è sotto gli occhi di tutti. Qui il razzismo non c’entra, non ho scritto che siamo meglio o peggio, ho scritto che siamo diversi e questa diversità si riflette anche nel modo di affrontare l’avvenimento sportivo. Forse che svedesi e brasiliani hanno la stessa indole? Tanto per fare un esempio.
Riguardo alla Pennetta , come già qualcuno ha evidenziato, la sua crescita, come anche quella della Errani, è anche legata a una maggiore frequentazione del mondo tennistico spagnolo,anche attraverso l’opera di alcuni allenatori. Quindi, se pure non spagnole, hanno certamente molto attinto da quel mondo sportivo.

41
Antony_65 (Guest) 30-05-2015 23:34

Scritto da magilla
dire che ferrer è solo uno che rimanda tutto è limitativo ….rimanda e come visti i suoi 49 vincenti….secondo me è un gran bel atleta e un ottimo tennista….bravo simone …..anche se il calo è veramente troppo netto ed improvviso per uno che vuole essere ad alti livelli

Dico una provocazione..E se fosse un problema di sovrappeso? Forse un Bolelli un pochino più leggero si stancherebbe di meno alla lunga

40
tennis (Guest) 30-05-2015 23:20

@ ska (#1357535)

Ti ricordo che Simone è cittadino italiano e deve assolutamente giocare le olimpiadi rappresentando l’Italia. Ma che commenti che si devono leggere, ma dico….cosa scrivi???

39
ettorre (Guest) 30-05-2015 22:49

Scritto da Ken_Rosewall

Scritto da Goergestuttalavita

Scritto da camoscio10

Scritto da Alessandro
Diciamo la verità: Bolelli ha avuto paura di fare l’impresa, l’ha sentita vicino e non ha retto alla tensione. Per vincere certe partite bisogna averle giocate tante volte e purtroppo in carriera Bolelli si è trovato poche volte in quella situazione. Questo crollo verticale è spiegabile solo in questi termini. Ferrer, come Nadal, sono delle macchine programmate per vincere, prima che tecnicamente, agonisticamente e mentalmente, Bolelli tecnicamente non ha niente da invidiare a Ferrer, ma quando il match si fa difficile, teso, ansiogeno, allora tra i due corre un vero abisso: lo spagnolo cresce, l’italiano cala. D’altronde sono due popoli con un’indole diversa, solo apparentemente simili e questa differenza si rispecchia anche nello sport.

ottima considerazione , e principalmente Ferrer e Nadal sono programmati fisicamente e bem programmati

Dev’essere di indole spagnola anche la Pennetta che ha strapazzato la Suarez Navarro. Cosa facciamo ? Il manifesto della razza di infausta memoria ?

Probabilmente intendeva una differenza culturale che ci sta tutta
senza contare che le nostre migliori tenniste hanno un passato e anche un presente da “spagnole”

38
Ken_Rosewall 30-05-2015 22:43

Scritto da Goergestuttalavita

Scritto da camoscio10

Scritto da Alessandro
Diciamo la verità: Bolelli ha avuto paura di fare l’impresa, l’ha sentita vicino e non ha retto alla tensione. Per vincere certe partite bisogna averle giocate tante volte e purtroppo in carriera Bolelli si è trovato poche volte in quella situazione. Questo crollo verticale è spiegabile solo in questi termini. Ferrer, come Nadal, sono delle macchine programmate per vincere, prima che tecnicamente, agonisticamente e mentalmente, Bolelli tecnicamente non ha niente da invidiare a Ferrer, ma quando il match si fa difficile, teso, ansiogeno, allora tra i due corre un vero abisso: lo spagnolo cresce, l’italiano cala. D’altronde sono due popoli con un’indole diversa, solo apparentemente simili e questa differenza si rispecchia anche nello sport.

ottima considerazione , e principalmente Ferrer e Nadal sono programmati fisicamente e bem programmati

Dev’essere di indole spagnola anche la Pennetta che ha strapazzato la Suarez Navarro. Cosa facciamo ? Il manifesto della razza di infausta memoria ?

37
lucabalduini 30-05-2015 22:43

@ ska (#1357535)

Faccio finta di non aver letto.

36
gianky pa (Guest) 30-05-2015 22:19

@ ska (#1357535)

Ma che senso ha il tuo commento???
Allora la Giorgi che è italo-argentina e ha praticamente vissuta negli USA.
Sara e Flavia sn “spagnole” e la brindisina è residente a Verbier (CH).
Quinzi è cresciuto all’estero…
Quindi???

35
Cwatt (Guest) 30-05-2015 21:35

Scritto da Tweener
Secondo me chi dice che è calato Bolelli non ha visto la partita…..
Se mai è Ferrer che è salito vertiginosamente con ace,vincenti e anche un po’ di fortuna!
I due set finali sono bugiardi: il Bole ha sempre lottato in tutti i game,ma contro questo Ferrer c’era poco da fare.
Grande torneo del Bole comunque e sono sicuro che riuscirà a salire in classifica da qui in poi….

Nel quinto e’ vero che ha lottato ogni game ma il quarto non l’ha giocato proprio, per non parlare del primo set regalato, resta comunque un’ottima prestazione di Bolelli che può e deve migliorare per arrivare a dei successi importanti

34
camoscio10 (Guest) 30-05-2015 21:28

Scritto da Tweener
Secondo me chi dice che è calato Bolelli non ha visto la partita…..
Se mai è Ferrer che è salito vertiginosamente con ace,vincenti e anche un po’ di fortuna!
I due set finali sono bugiardi: il Bole ha sempre lottato in tutti i game,ma contro questo Ferrer c’era poco da fare.
Grande torneo del Bole comunque e sono sicuro che riuscirà a salire in classifica da qui in poi….

Concordo col tuo commento , l´unica cosa che penso ( e speravo ) è che dopo il terzo set Simone sarebbe andato al quinto in ogni caso quindi per mé avrebbe dovuto rischiare piú nel quarto set , logico che io lo dico a parole sapendo che non é facile ,in ogni caso CHAPEU a Simone grande e bravo professionista che merita di stare nei primi 20/30 del ranking

33
Tweener (Guest) 30-05-2015 21:10

Secondo me chi dice che è calato Bolelli non ha visto la partita…..
Se mai è Ferrer che è salito vertiginosamente con ace,vincenti e anche un po’ di fortuna!
I due set finali sono bugiardi: il Bole ha sempre lottato in tutti i game,ma contro questo Ferrer c’era poco da fare.
Grande torneo del Bole comunque e sono sicuro che riuscirà a salire in classifica da qui in poi….

32
sarita 30-05-2015 21:06

Scritto da Alex81
Bravissimo il Ferrer del 4 e 5 set a mio parere metterebbe in crisi seria Djokovic…

ahahahahahahahahah

31
ska (Guest) 30-05-2015 21:06

Dico i miei 2 centesimi di commento:
E’ evidente come il gioco di Bolelli stia migliorando.
E la traiettoria del suo ranking lo porterà a superare fognini entro il prossimo RG.
Sono contento per i suoi allenatori, per lui un po meno, per dirla tutta , mi piacerebbe che la smettesse di essere convocato per giocare per l’Italia in Davis e sono assolutamente contrario che rappresenti l’Italia alle olimpiadi, in quanto non residente in italia. Ma in una nazione ipocrita come la nostra, succede anche questo e nessuna fa nulla

30
camoscio10 (Guest) 30-05-2015 20:47

Scritto da ILSanto

Scritto da Gabriele da Ragusa
“Solo alla distanza”????? A fine 3 set ha smesso di giocare diamine. Anche prima che alla distanza ha smesso. Ha un tennis pazzesco ma cala mentalmente in maniera incredibile, prima ancora che fisicamente

Condivido al 100%

è testa e non fisico ,al massimo é Ferrer che ha cavalli tipo Mercedes nella parte fisica sopra la media

29
Il TennistaItaliano 30-05-2015 20:42

Ho sempre pensato che Ferrer fosse uno dei migliori..mi piace da impazzire il suo gioco..ma oggi,c’é comunque stato un grande Bolelli,ma non è bastato..va bene cosi

28
Goergestuttalavita (Guest) 30-05-2015 20:36

Scritto da Talaaa
@ Alessandro (#1357431)
Guarda, sono d’accordo con te, ma credo che piuttosto Ferrer abbia un bel po’ da invidiare a Bolelli a livello tecnico.

Tu devi esser quella volpe che non arrivava all’uva e diceva che era acerba 😛

27
Goergestuttalavita (Guest) 30-05-2015 20:35

Scritto da camoscio10

Scritto da Alessandro
Diciamo la verità: Bolelli ha avuto paura di fare l’impresa, l’ha sentita vicino e non ha retto alla tensione. Per vincere certe partite bisogna averle giocate tante volte e purtroppo in carriera Bolelli si è trovato poche volte in quella situazione. Questo crollo verticale è spiegabile solo in questi termini. Ferrer, come Nadal, sono delle macchine programmate per vincere, prima che tecnicamente, agonisticamente e mentalmente, Bolelli tecnicamente non ha niente da invidiare a Ferrer, ma quando il match si fa difficile, teso, ansiogeno, allora tra i due corre un vero abisso: lo spagnolo cresce, l’italiano cala. D’altronde sono due popoli con un’indole diversa, solo apparentemente simili e questa differenza si rispecchia anche nello sport.

ottima considerazione , e principalmente Ferrer e Nadal sono programmati fisicamente e bem programmati

Dev’essere di indole spagnola anche la Pennetta che ha strapazzato la Suarez Navarro. Cosa facciamo ? Il manifesto della razza di infausta memoria ? 😕

26
Talaaa 30-05-2015 20:20

@ Alessandro (#1357431)

Guarda, sono d’accordo con te, ma credo che piuttosto Ferrer abbia un bel po’ da invidiare a Bolelli a livello tecnico.

25
stef (Guest) 30-05-2015 20:18

@ ste (#1357455)

sono daccordo. 2 su 3…ne’ Bolelli ne’ Ferrer avrebbero giocato allo stesso modo ..in bene e in male.

in una partita 2 su 3 dopo il secondo set vinto, Simone avrebbe sentito la pressione del terzo e decisivo set che gli avrebbe fatto vincere il match.Per cui non avrebbe giocato come ha giocato oggi, bello libero mentalmente.

Ferrer 2 su 3 non si sarebbe fatto scappar via Bolelli. Mentre oggi sapeva benissimo che dopo le 2 ore di gioco Bolelli sarebbe calato e lui sarebbe salito. Per cui Ferrer ha giocato sapendo di avere ancora margine di recupero.

24
max (Guest) 30-05-2015 20:13

Purtroppo questo ragazzo dal tennis delizioso e dirompente non è mai riuscito nella sua carriera a mantenere il livello dopo le 2 ore di gioco,e specie negli slam questo limite fisico e mentale è devastante.

23
bad_player (Guest) 30-05-2015 19:29

Scritto da superpeppe
Ottimo bolelli ma con questo ferrer non si può fare più di così. Soprattutto nel quinto lo spagnolo ha dato il meglio di se non che bolelli abbia giocato male

Concordo. Il 6-1 se non si è visto il set potrebbe sembrare una debacle.
Non è stato esattamente quello….

22
ILSanto (Guest) 30-05-2015 19:21

Scritto da Gabriele da Ragusa
“Solo alla distanza”????? A fine 3 set ha smesso di giocare diamine. Anche prima che alla distanza ha smesso. Ha un tennis pazzesco ma cala mentalmente in maniera incredibile, prima ancora che fisicamente

Condivido al 100%

21
fighter90 (Guest) 30-05-2015 19:20

Purtroppo è difficile tenere quel ritmo per ore, Bolelli ha fatto il possibile ma Ferrer è un maratoneta instancabile. Il tennis è troppo muscolare,puoi giocare bene finché vuoi ma se non hai resistenza fisica non vai da nessuna parte.

20
ILSanto (Guest) 30-05-2015 19:19

Simone Bolelli oggi (e anche i due incontri precedenti) ha giocato da Top 10 – Top 15, l’anno scorso giocava i challenger, adesso poco per volta si sta riabituando a livelli che li competono. Bolelli quest’anno può entrare tra i primi 30 e un altro anno nella Top 20 e vincere qualche torneo 250 ATP. Grande giocatore di tennis

19
fabio (Guest) 30-05-2015 19:17

tre su 5 avrebbe vinto….bravo cmq per quanto fatto.

18
magilla 30-05-2015 19:16

dire che ferrer è solo uno che rimanda tutto è limitativo ….rimanda e come visti i suoi 49 vincenti….secondo me è un gran bel atleta e un ottimo tennista….bravo simone …..anche se il calo è veramente troppo netto ed improvviso per uno che vuole essere ad alti livelli

17
ste (Guest) 30-05-2015 19:14

chi dice che risultato alla mano in un match 2 set su 3 simone avrebbe vinto temo non abbia idea di tennis

16
Dar (Guest) 30-05-2015 19:08

Non è complesso trovare spiegazioni! Simone ha un tennis a volte spettacolare ma tenerlo per più di tre set su questi campi lenti dovendo spingere quelle palline pesanti è molto difficile! Devi avere una preparazione fisica e mentale che punti esclusivamente allo slam parigino (vedi rafa) ma soprattutto esperienza nel giocare sulla lunga distanza! Per un attimo ho pensato che in uno slam sul veloce possa Simone avere più chancea credo che quel movimento di piedi che lui deve avere essendo il suo punto debole presupponga uno sforzo sovrumano soprattutto per spostarsi sul dritto che io ritengo un colpo da top 10! Non si può sperare in qualcosa di diverso, e’ la differenza tra gli ottimi giocatori e campioni come lo spagnolo

15
bao.bab (Guest) 30-05-2015 19:03

Poco da dire: 2 su 3 e 3 su 5 sono 2 discipline diverse. Chi fa bene i 5000 difficilmente può essere competitivo anche sui 10000

14
Gabriele da Firenze 30-05-2015 18:54

Unica consolazione: se non era un match da Slam Simone avrebbe vinto.
Purtroppo è uno Slam e ha vinto l’alieno, rabbioso robottino iberico che, fra l’altro, sgambettava istericamente anche nel quinto set mentre aspettava la battuta dell’italiano…un animale in gabbia, costantemente sotto pressione.
Impressionante a quell’età e dopo tre ore di gioco sotto il sole.

13
camoscio10 (Guest) 30-05-2015 18:53

Scritto da Gabriele da Ragusa
“Solo alla distanza”????? A fine 3 set ha smesso di giocare diamine. Anche prima che alla distanza ha smesso. Ha un tennis pazzesco ma cala mentalmente in maniera incredibile, prima ancora che fisicamente

estatto , é solo un probblema di testa , questa partita lo aiuterá tanto ,con la mentalitá giusta si toglierá molte soddisfazioni , forza Simone

12
roberto (Guest) 30-05-2015 18:52

ferrer mentalmente più preparato a rimandare di la tutto!
bolelli ha tenuto lo scambio ben al di la di quanto potessi pensare;
buonissimi vincenti, ha un bel gioco,completo, forse fin troppo pulito; se arriva a wimbledon con questa forma, un sorteggio decente potrebbe portarlo molto avanti. IN ITALIA: NUMERO 1 (uno)

11
camoscio10 (Guest) 30-05-2015 18:51

Scritto da Alessandro
Diciamo la verità: Bolelli ha avuto paura di fare l’impresa, l’ha sentita vicino e non ha retto alla tensione. Per vincere certe partite bisogna averle giocate tante volte e purtroppo in carriera Bolelli si è trovato poche volte in quella situazione. Questo crollo verticale è spiegabile solo in questi termini. Ferrer, come Nadal, sono delle macchine programmate per vincere, prima che tecnicamente, agonisticamente e mentalmente, Bolelli tecnicamente non ha niente da invidiare a Ferrer, ma quando il match si fa difficile, teso, ansiogeno, allora tra i due corre un vero abisso: lo spagnolo cresce, l’italiano cala. D’altronde sono due popoli con un’indole diversa, solo apparentemente simili e questa differenza si rispecchia anche nello sport.

ottima considerazione , e principalmente Ferrer e Nadal sono programmati fisicamente e bem programmati

10
Alessandro (Guest) 30-05-2015 18:41

Diciamo la verità: Bolelli ha avuto paura di fare l’impresa, l’ha sentita vicino e non ha retto alla tensione. Per vincere certe partite bisogna averle giocate tante volte e purtroppo in carriera Bolelli si è trovato poche volte in quella situazione. Questo crollo verticale è spiegabile solo in questi termini. Ferrer, come Nadal, sono delle macchine programmate per vincere, prima che tecnicamente, agonisticamente e mentalmente, Bolelli tecnicamente non ha niente da invidiare a Ferrer, ma quando il match si fa difficile, teso, ansiogeno, allora tra i due corre un vero abisso: lo spagnolo cresce, l’italiano cala. D’altronde sono due popoli con un’indole diversa, solo apparentemente simili e questa differenza si rispecchia anche nello sport.

9
Sander (Guest) 30-05-2015 18:35

Bravo Simone, ha fatto il secondo e terzo set fantastici.
Penso che questa partita gli dia tanta fiducia per capire ancor di piu’ che puo’ giocarsela bene anche con i Top.
Purtroppo Simone quando la partita si fa prolungata lascia qualcosa all’avversario in termini di abitudine, lucidita’ e fibre resistenti.
Comunque andando per step questa partita ci consegna un Bole che puo’ ancor di piu’ dire la sua nei due su tre.
Ottima la propensione a venire piu’ a rete del solito e secondo me ottimo l’ingresso del suo nuovo coach, il Galimba e’ sicuramente un bravo allenatore ma soprattutto penso sia importante per Simone dal punto di vista caratteriale, come motivatore, e’ una persona che gli puo’ dare le giuste energie.
Oggi ho visto Simone crederci e anche inc….rsi al punto di prendere un warning, sta cominciando a tirare fuori una parte di se che non si era vista prima.
Per Wimbledon se trova un tabellone “normale” diciamo che puo’ fare buone cose…

8
Mats (Guest) 30-05-2015 18:34

Bolelli ha passato due turni in tre set, eliminando la testa di serie Troicki; oggi ha perso alla distanza da un top10 specialista della terra battuta. Lo considero un ottimo risultato.

7
Gabriele da Ragusa 30-05-2015 18:30

“Solo alla distanza”????? A fine 3 set ha smesso di giocare diamine. Anche prima che alla distanza ha smesso. Ha un tennis pazzesco ma cala mentalmente in maniera incredibile, prima ancora che fisicamente

6
arnaldo (Guest) 30-05-2015 18:28

Cosa dirgli se non bravo????se era al meglio dei 3 avrebbe vinto…..

5
Gaudenzino (Guest) 30-05-2015 18:27

Una netta superiorità atletica e mentale di Ferrer dal 4° set in poi, inoltre una fortuna sfacciata e indiscutibile in alcuni punti importanti… ……. ….. Ferrer nell’ordine bravo, fortunato e disumano. Per quanto riguarda noi la solita bellissima prestazione perdente, il solito campione inespresso e la solita tristezza per un italtennis che non esprime un top ten nel maschile da 35 anni, per non parlare di arrivare in fondo ad uno slam…
Ben poco si può aggiungere a questo mesto riassunto…

4
Alex81 30-05-2015 18:25

Bravissimo il Ferrer del 4 e 5 set a mio parere metterebbe in crisi seria Djokovic…

3
superpeppe (Guest) 30-05-2015 18:24

Ottimo bolelli ma con questo ferrer non si può fare più di così. Soprattutto nel quinto lo spagnolo ha dato il meglio di se non che bolelli abbia giocato male

2
superpeppe (Guest) 30-05-2015 18:24
1