Esclusiva Livetennis: A tu per tu con Matteo Donati. Stagione, Obiettivi e Sogni

27/05/2015 08:16 37 commenti
Matteo Donati classe 1995, n.215 del mondo
Matteo Donati classe 1995, n.215 del mondo

Subito dopo la vittoria di primo turno nel torneo di Vicenza contro il brasiliano Jose Pereira, ho avvicinato Matteo Donati. Alla fine più che un’intervista ne è venuta fuori una lunga chiaccherata ,che ho cercato di riassumere senza farvi mancare nulla delle cose più interessanti.

Un commento sul match odierno.

“All’inizio del match non sentivo troppo bene la palla sul lato del dritto. Ero molto frettoloso e lui essendo molto solido la cosa non mi ha giovato. Al servizio ero pure partito abbastanza bene, ho avuto molte chanche pure in risposta, andando varie volte sul 15-30, poi purtroppo ho preso un brutto break, a causa di due miei errori per via della fretta e così ho perso ritmo, ma alla fine sono stato bravo a rimanere lì senza mollare, cercando di fare il mio gioco, considerando che non conoscevo il mio avversario. Dopo di ché, ho iniziato a variare il gioco, con palle corte e facendolo muovere di più l’avversario. Nel secondo set Pereira è calato, forse a causa delle due partite di ieri, così sono riuscito ad scappargli via e portare a casa la partita. Sono contento comunque del mio match.”



Questa è la tua migliore stagione della carriera,quali sono i tuoi obiettivi adesso?

Il mio obiettivo di inizio anno era quello di entrare nelle quali degli Us Open, adesso ho già la fortuna di poter prendere parte alle quali di Wimbledon, poi ho già vinto una partita in un Master 1000 quindi sono davvero soddisfatto. Adesso non ci poniamo obiettivi, sappiamo su cosa dobbiamo lavorare e cosa migliorare per cercare di raggiungere il mio top, sia a livello di prestazioni che risultati, il prima possibile.

Ora andremo a giocare sull’erba, quello di Vicenza sarà l’ultimo torneo sulla terra dell’anno, ovviamente poi giocherò a Wimbledon. Finito Vicenza andrò a Bra per giocare sull’erba, cercando di adattarmi alla superficie più in fretta possibile e in base a come andrà il torneo a Vicenza deciderò quanti tornei fare sull’erba, ma di sicuro disputerò due challenger sull’erba più le quali a Londra. Successivamente penso di spostarmi negli Stati Uniti, visto che spero di avere la classifica per giocare pure le qualificazioni agli Us Open, giocando vari challenger sul cemento americano.



Il sogno nel cassetto di Matteo Donati qual è?

“Bella domanda, il mio sogno è arrivare nei tornei che contano e rimanerci fisso per tanto tempo e quindi essere stabilmente un top 50, che già sarebbe una bellissima cosa, poi ovviamente non mi pongo limiti più in alto nella classifica ATP sarò, meglio è, l’importante per me è sempre dare il massimo senza aver rimpianto alcuno.



Molti si chiedono quale sia la superficie preferita di Matteo Donati, tu cosa risponderesti?

“Io penso di giocare meglio sul cemento e mi sono sempre trovato bene. Sia su cemento outdoor che indoor, soprattutto da quest’anno dove ho lavorato tantissimo col servizio, mi sento molto a mio agio. Comunque cerco di diventare un tennista che si adatta a tutte le superfici, che penso sia importantissimo nel tennis odierno”.



Sull’erba, che è la prossima superficie su cui giocherai, come ti trovi?

“Sull’erba ho giocato da junior l’ultima volta. Non è che mi sia trovato così bene, forse anche perché ai tempi non avevamo dato tutta questa importanza ai tornei sul verde. C’è da considerare, che è una superficie su cui si gioca poco e ha solo due, tre settimane all’anno per giocarci e non è facile prendere subito ritmo e confidenza su una superficie così particolare.”



A Roma hai giocato con Berdych, praticamente alla pari, anche se lui nei punti importanti ha fatto la differenza. Cosa pensi di avere in meno in rispetto ai top della classifica ATP.

“La prima cosa, di cui ne abbiamo anche parlato col mio team, era l’aspetto fisico (sia come peso di palla che spostamenti laterali), nel senso che quando lui spingeva e io andavo in difesa non riuscivo a contrattaccare. Invece quando io spingevo e facevo gioco, lui riusciva a contrattaccare bene. Sono comunque veramente contento dell’esperienza e di aver sfruttato a pieno l’occasione di aver potuto giocare ben due match sul campo centrale di Roma.”

————————————————————————

Ringrazio per la disponibilità Matteo, augurandogli che i propri sogni e obiettivi possano avverarsi.


Da Vicenza, Luigi Calvo


TAG: , ,

37 commenti. Lasciane uno!

furio (Guest) 27-05-2015 22:07

Non vorrei esagerare ma io vedo il Pachugo top 10 entro 1 anno e mezzo max 2….

37
furio (Guest) 27-05-2015 22:06

Che parole meravigliose. Grande Pachugo sei sulla buona strada continua così!

36
aldo (Guest) 27-05-2015 21:02

Mi piace molto, per me ha grandi prospettive,è consistente dal punto di vista psicologico e solido e completo tecnicamente, non so se da top30 o 10 o 100 ma al momento sembra quello più attrezzato tra i giovani italiani

35
gruff (Guest) 27-05-2015 19:37

io la sparo qui ma donati a livello caratteriale lo vedo un errani 2, sto ragazzo a fine anno entra sicuro nei primi 130 120 del mondo

34
stankosky 27-05-2015 16:39

Scritto da pibla

Scritto da stankosky
Da troppo tempo aspettavo un giovane italiano che giocasse l’ultimo torneo sulla terra a maggio, finalmenteeeeee. In bocca al lupo Matteo indica la via giusta anche ai vari eremin,berrettini…..

…Napolitano, Mager…

certo! quoto al 100%

33
pibla (Guest) 27-05-2015 16:05

Scritto da stankosky
Da troppo tempo aspettavo un giovane italiano che giocasse l’ultimo torneo sulla terra a maggio, finalmenteeeeee. In bocca al lupo Matteo indica la via giusta anche ai vari eremin,berrettini…..

…Napolitano, Mager… 😉

32
Giannino (Guest) 27-05-2015 13:41

Grande Pachugo Donati!

31
Antony_65 (Guest) 27-05-2015 13:20

Bravissimo Matteo! Ragazzo con i piedi per terra che sogna di diventare stabilmente un bravo tennista innanzitutto poi si vedrà… non come la maggior parte dei giovani che sognano di diventare N. 1 e che poi magari non arriveranno neanche tra i primi 100…una lezione di umiltà. Continua cosi che farai molta molta strada.

30
fighter90 (Guest) 27-05-2015 12:59

Per me Matteo oltre ad essere un bravo ragazzo, ha un’ambizione da grande tennista. Non voglio fare pronostici su dove arriverà ma sono convinto che sarà un protagonista del grande tennis in futuro. Forza Matteo.

29
lelegenny (Guest) 27-05-2015 12:29

Forza matteo….mio figlio di sette anni e’ un tuo fan accanito…e se sabato sei ancora i gara a vicenza lo porto al torneo

28
stankosky 27-05-2015 12:18

Da troppo tempo aspettavo un giovane italiano che giocasse l’ultimo torneo sulla terra a maggio, finalmenteeeeee. In bocca al lupo Matteo indica la via giusta anche ai vari eremin,berrettini…..

27
Lucabigon 27-05-2015 12:13

Scritto da dario
certo che come tipologia di personaggi Donati e Quinzi sono proprio agli antipodi Il primo è un vero “ragioniere” e parla già da coach, l’altro è un “pane e mortadella” style che non sà neppure chi sono i suoi avversari

Anche questa affermazione credo sarai in grado di motivarla, no? Perchè qui in pratica sta diventando il festival di chi la spara più grossa…

26
paoloz (Guest) 27-05-2015 11:58

Scritto da Magnus
@ drummer (#1353757)
Anch’io fatico molto a trattenermi.
Già urta moltissimo la mancanza di rispetto per questi ragazzi, TUTTI, che hanno deciso di dedicare la loro VITA a questo meraviglioso sport, meritando quindi solo ammirazione, qualunque sia il risultato che ottengono.
Figurati quando“Questo” “miracolo” e “30″ (che, nota bene, va considerata un’offesa, sic!) in una sola riga…..

essere il 30esimo al mondo significa che al mondo in un dato campo tu sei il migliore del 99,99….% degli altri, in pratica sei una specie di einstein

25
Magnus (Guest) 27-05-2015 11:53

@ drummer (#1353757)

Anch’io fatico molto a trattenermi.
Già urta moltissimo la mancanza di rispetto per questi ragazzi, TUTTI, che hanno deciso di dedicare la loro VITA a questo meraviglioso sport, meritando quindi solo ammirazione, qualunque sia il risultato che ottengono.
Figurati quando leggiamo “Questo” “miracolo” e “30” (che, nota bene, va considerata un’offesa, sic!) in una sola riga…..

24
devan 27-05-2015 11:52

Tanto casualmente la sua programmazione vi piacerà o meno a seconda dei risultati che otterrà.

23
pibla (Guest) 27-05-2015 11:43

Scritto da Magnus
@ drummer (#1353748)
Lucabigon, Drummer,
quando uno scrive una frase del genere, dimostrando la più totale ignoranza di cosa sia lo sport, forse è meglio lasciar scorrere senza nemmeno commentare…..
I trollonzi si commentano da soli

Perfetto.

22
drummer 27-05-2015 11:28

@ Magnus (#1353753)

hai ragione al 100%.. e io ci casco quasi sempre e rispondo, sbagliando.

21
Magnus (Guest) 27-05-2015 11:21

@ drummer (#1353748)

Lucabigon, Drummer,

quando uno scrive una frase del genere, dimostrando la più totale ignoranza di cosa sia lo sport, forse è meglio lasciar scorrere senza nemmeno commentare…..
I trollonzi si commentano da soli 😕

20
drummer 27-05-2015 11:12

Scritto da Lucabigon

Scritto da Michou
Questo è un miracolo se entra nei 30

IPSE DIXIT. Di certo sarai in grando anche di spiegare, nel dettaglio tecnico, il perchè di questa affermazione. O no?

ho i miei dubbi.. ovviamente sulle spiegazioni tecniche del veggente in questione.. mah

19
drummer 27-05-2015 11:10

bell’intervista, mi piace la sua programmazione, ambiziosa, pur mantenendo sempre i piedi per terra. Dopo averlo visto a roma sono molto fiducioso su questo ragazzo, sempre molto lucido e con le idee ben chiare. E soprattutto positivo. In bocca al lupo!

18
Tifoso degli italiani (Guest) 27-05-2015 10:58

Bella intervista e ottima programmazione, anche se già un po’ si conosceva. Avere un ventenne che è in grado di giocare su tutte le superfici e che l’ultimo torneo su twrra lo gioca a maggio è un sogno che si avvera.

Per il resto a me la classifica di Donati per quest’anno mi interessa poco, perché si capisce che è un anno di esperimenti e di novità, e mi sembra di capire che anche lui e il suo team non hanno questa ossessione. Tuttavia può chiudere tranquillamente l’anno nei 150:a vent’anni solo Fognini ha fatto meglio negli ultimi 30 anni!

17
pibla (Guest) 27-05-2015 10:53

A mio avviso ottima programmazione!!

Sull’erba anch’io non so come possa andare, in prospettiva credo bene, nell’immefiato forse gli ci vorrà un po’ per ambientarcisi, vediamo…

FORZA MATTEO!!!

16
dario (Guest) 27-05-2015 10:51

certo che come tipologia di personaggi Donati e Quinzi sono proprio agli antipodi 🙂 Il primo è un vero “ragioniere” e parla già da coach, l’altro è un “pane e mortadella” style che non sà neppure chi sono i suoi avversari 😀

15
Tsipras (Guest) 27-05-2015 10:50

Parole che dimostrano che è un ragazzo serio e intelligente.
Programmazione che ritengo giusta, quindi il suo team, a differenza della pessima FIT, si sta dimostrando all’altezza del nostro miglior talento. Contento di essermi sbagliato al riguardo in passato.
E’ presto per dire dove potrà arrivare anche se…

14
gattone (Guest) 27-05-2015 10:44

finalmente un italiano che a maggio smette di giocare sul rosso

fara’ strada, gran testa

13
Ken_Rosewall 27-05-2015 10:43

Scritto da karsten braasch
beh, è in un momento positivo, ha avvicinato i primi 200, ci sta provare ad essere ambiziosi.
Riguardo ai top 30: MAMMAGARI. Per me già entrare nei 100, in generale, è un risultato straordinario, per chiunque. Forse ogni tanto perdiamo di vista la concorrenza e le difficoltà che passano questi ragazzi per emergere.

ma sì, che poi ha risposto alla domanda “sogno nel cassetto”. cosa doveva rispondere: 168 del mondo? 😉

12
devan 27-05-2015 10:29

Auguro a Matteo ogni bene!

11
karsten braasch (Guest) 27-05-2015 10:20

beh, è in un momento positivo, ha avvicinato i primi 200, ci sta provare ad essere ambiziosi.
Riguardo ai top 30: MAMMAGARI. Per me già entrare nei 100, in generale, è un risultato straordinario, per chiunque. Forse ogni tanto perdiamo di vista la concorrenza e le difficoltà che passano questi ragazzi per emergere.

10
RF87 27-05-2015 10:09

Programmazione giusta Matteo!
Hai giocato tanto e bene sulla terra ma senza esagerare,ora si torna sul veloce!

9
dan (Guest) 27-05-2015 10:00

Forza matteo!!!!

8
ziogabry (Guest) 27-05-2015 09:55

@ Lucabigon (#1353694)

perchè ogni volta che si parla di un nostro giovane c’è sempre qualcuno che dall’alto della sua nonsocosa deve sempre profetizzare su quale massimo raggiungerà ???? e donati massimo top 30… e quinzi massimo 200… e napolitano mass 4000 ecc… e che CAZZO!!!! CHE SIETE VEGGENTI?!?!?!?!

7
boccio87 (Guest) 27-05-2015 09:49

@ Guido (#1353703)

certo che comunque non va mai bene niente!!! se avesse continuato a fare tirnei sul rosso sicuramente ci sarebbe stata gente in questo forum che avrebbe inneggiato alla poca versatilità italiana e al fatto di rimanere attaccati all’amata terra… secondo me fa bene, se poi si sente in fiducia a giocare sul cemento (dove ha già disputato una semifinale challenger quest’anno) è giusto che affronti quest’avventura, alla fine ha 20 anni e può solo che migliorare!

6
Guido (Guest) 27-05-2015 09:31

Se davvero Vicenza sarà l’ultimo torneo dell’anno su terra, mi sembra una scelta un po azzardata. Va bene variare le superfici, ma per ora ha fatto i risultati migliori sulla terra, potrebbe anche giocarci un altro po. Credo che alla fine qualche altro challenger sulla terra lo fara da qui a fine anno.

5
volander (Guest) 27-05-2015 09:17

è il nostro miglior prospetto: le qualita di base ci sono eccome, ora non ci resta che aspettare e sperare che arrivino anche i risultati… Io ho fiducia in lui, forza matteo!

4
Lucabigon 27-05-2015 09:15

Scritto da Michou
Questo è un miracolo se entra nei 30

IPSE DIXIT. Di certo sarai in grando anche di spiegare, nel dettaglio tecnico, il perchè di questa affermazione. O no?

3
paoloz (Guest) 27-05-2015 09:08

fa piacere notare la lucidità con cui lui, e il suo team, analizzano le cose, si pongono obbiettivi e migliorano. Lavorare bene è la premessa per tutto.

2
Michou (Guest) 27-05-2015 09:03

Questo è un miracolo se entra nei 30

1