Parla Trusendi Copertina, Generica

Walter Trusendi dichiara dopo la squalifica: “E’ stata una cavolata, ho sbagliato, non sono cose da farsi, è stato un errore, avrei potuto andare in campo, fare un game, prendermi i miei soldi. Sono distrutto. Io già faccio una fatica incredibile per mantenermi”

26/03/2015 15:45 48 commenti
Walter Trusendi  classe 1985, n.425 ATP
Walter Trusendi classe 1985, n.425 ATP

Dall’amico Vincenzo Martucci della Gazzetta dello Sport apprendiamo le parole di Walter Trusendi che è stato squalificato per 6 mesi dall’ITF.

A giugno dell’anno scorso, al Challenger di Mohammedia, in Marocco ho avuto 39 di febbre il giorno prima dell’esordio, contro Becker.
Non mi sentivo in grado di scendere in campo, avrei fatto una figuraccia. Però i 352 euro netti del primo turno non mi cambiavano la vita, ma mi facevano comodo per pagarmi un aereo, e tamponare qualche spesa. Così, ho chiamato il primo dei lucky loser il francese Rousset. E lui ha giocato al mio posto mio.
“E’ stata una cavolata, ho sbagliato, non sono cose da farsi, è stato un errore, avrei potuto andare in campo, fare un game, prendermi i miei soldi, che mi spettavano essendo in tabellone per diritto di classifica e non sarebbe successo alcunché. Invece..”

“Sono distrutto. Io già faccio una fatica incredibile per mantenermi. Sono tuttora convinto che non ho espresso al massimo le mie potenzialità e vado avanti per pura passione del tennis, facendo mille sacrifici. In pratica, finanziariamente, vado sempre sotto, a fine stagione, e perciò vivo ancora a casa dei miei genitori. Se non fosse per l’ingaggio nel campionato di serie A-1, col Forte dei Marmi, non potrei giocare Futures e Challenger“.

Pare che Elie Rousset abbia denunciato l’accordo, come lascerebbe pensare lo sconto di 3 mesi che ha ottenuto dal tribunale speciale istituito dalla federazione mondiale.



La Vicenda Trusendi

Le colpe dell’ITF

La squalifica

Le parole di Rousset


Fonte: Gazzetta dello Sport


TAG: , ,

48 commenti. Lasciane uno!

Gianka (Guest) 28-03-2015 08:46

Certo criticare l’italiano altrui e poi scrivere “dassero”…
Ci vuole un bel coraggio

48
IO SBANDY Se lo Seppi Cosa Bollelli in Pentola (Guest) 27-03-2015 23:14

Scritto da riccardo

Scritto da IO SBANDY Se lo Seppi Cosa Bollelli in Pentola

Scritto da stedoni
Invece di impegnarsi tanto a difendere bene o male un tennista che ha barato, converrebbe impegnarsi per far si di distribuire meglio i montepremi dei tornei, per far si che i giovani tennisti non debbano essere ricchi di famiglia per provare a fare i professionisti.

appunto : basterebbe assegnare il 10% o il 30% del montepremi totale dei grandi tornei ( ATP 500, 1000, GS ) ai tornei challenger e futures della stessa settimana o delle settimane precedenti e successive, per risolvere molti problemi ed aumentare il livello dello spettacolo.
Ma Federer, Nadal o Djokovic, se al posto di guadagnare 10 milioni di euro all’anno ne guadagnano solo 6 o 7 di milioni, poi come fanno a pagare il coach ???

Come fa un torneo a devolvere il 30% ad un altro torneo minore perchè quello riesca meglio? E’ come se te che prendi 2000€ ne dai 500€ a quello che ne prende 700€!!! Lo faresti? Perchè se lo facessi si può fare tutto se no stiamo a raccontare le cose belle col sedere degli altri.

tu le tasse non le paghi ? Guarda che non è che devolvi quei soldi in beneficienza … vanno alla mafia i tuoi soldini delle tasse ! Ma non puoi scegliere : sei obbligato ! Non è che lo faresti o non lo faresti : non lo decidi tu.
Ma c’era anche da chiederlo ?
ATP che impone agli organizzatori una percentuale che è destinata al montepremi dei tornei piccoli. Dov’è il problema ?

47
riccardo (Guest) 27-03-2015 12:37

Scritto da IO SBANDY Se lo Seppi Cosa Bollelli in Pentola

Scritto da stedoni
Invece di impegnarsi tanto a difendere bene o male un tennista che ha barato, converrebbe impegnarsi per far si di distribuire meglio i montepremi dei tornei, per far si che i giovani tennisti non debbano essere ricchi di famiglia per provare a fare i professionisti.

appunto : basterebbe assegnare il 10% o il 30% del montepremi totale dei grandi tornei ( ATP 500, 1000, GS ) ai tornei challenger e futures della stessa settimana o delle settimane precedenti e successive, per risolvere molti problemi ed aumentare il livello dello spettacolo.
Ma Federer, Nadal o Djokovic, se al posto di guadagnare 10 milioni di euro all’anno ne guadagnano solo 6 o 7 di milioni, poi come fanno a pagare il coach ???

Come fa un torneo a devolvere il 30% ad un altro torneo minore perchè quello riesca meglio? E’ come se te che prendi 2000€ ne dai 500€ a quello che ne prende 700€!!! Lo faresti? Perchè se lo facessi si può fare tutto se no stiamo a raccontare le cose belle col sedere degli altri.

46
zagortenay 27-03-2015 12:08

Mi vengono in mente le chiki’s al master di doppio dell’anno scorso……… 😥

45
Duilio (Guest) 27-03-2015 08:39

Se punizione deve essere, punizione sia per tutti però.
Perchè non puoi poi punire con la stessa pena un caso di doping, o peggio ancora sorvolare.
Questa è una emerita boiata fatta senza pensare troppo alle conseguenze che testimonia il disagio, più volte riportato anche dalla redazione, che esiste nei circuiti minori in confronto a ai montepremi ATP o peggio degli SLAM.

44
IO SBANDY Se lo Seppi Cosa Bollelli in Pentola (Guest) 27-03-2015 02:14

Comunque io preferirei vedere sulla Gazzetta, questo spazio di più di mezza pagina, occupato da qualcosa di più interessante come risultati o foto di tennis, o notizie su dove giocherà uno o giocherà l’altro ( o l’una o l’altra ).
Invece quasi una pagina per un articolo dedicato ad una vicenda fuori dal campo, facendo diventare famoso il mago Walter per una vicenda del genere ( che tanto fra una settimana, i non appassionati di tennis, non sapranno nemmeno che sia mai stato pubblicato questo articolo … ).
Questo è un articolo di stampo calcistico applicato al tennis.
Ma noi, si spera, siamo un pubblico ti tutt’altra qualità.
A questo punto dico :
W INTERNET. 200 euro di riviste e giornali al mese che non spendo più, da quando esiste.
Tanto per quello che leggevo prima che arrivasse internet …

43
IO SBANDY Se lo Seppi Cosa Bollelli in Pentola (Guest) 27-03-2015 01:50

Scritto da stedoni
Invece di impegnarsi tanto a difendere bene o male un tennista che ha barato, converrebbe impegnarsi per far si di distribuire meglio i montepremi dei tornei, per far si che i giovani tennisti non debbano essere ricchi di famiglia per provare a fare i professionisti.

appunto : basterebbe assegnare il 10% o il 30% del montepremi totale dei grandi tornei ( ATP 500, 1000, GS ) ai tornei challenger e futures della stessa settimana o delle settimane precedenti e successive, per risolvere molti problemi ed aumentare il livello dello spettacolo.
Ma Federer, Nadal o Djokovic, se al posto di guadagnare 10 milioni di euro all’anno ne guadagnano solo 6 o 7 di milioni, poi come fanno a pagare il coach ???

42
IO SBANDY Se lo Seppi Cosa Bollelli in Pentola (Guest) 27-03-2015 01:46

Scritto da biglebowski
il prize money del primo turno dovrebbe, per regolamento spettare a chi lo ha conquistato, indipendentemente da chi lo gioca, in caso di impedimento certificato per motivi medici.
il lucky loser dovrebbe ottenere il prize money solo se vincesse il primo turno.
è assolutamente sbagliato che il lucky loser vinca un prize money che NON ha guadagnato, avendo perso; già ottiene un vantaggio avendo la possibilità di giocare ancora.
se vince otterrà il prize del secondo turno, altrimenti nulla.
è il regolamento che è assurdo.

Giustissimo. Come avviene per quanto riguarda i punti ATP.
Il LL non li ottiene al primo turno, se va in tabellone in un ATP 500, 1000 o più alti. Invece chi perde li prende si.
Dai 250 in giù sono sempre 0.
Se invece passa il primo turno, il LL prende i punti.
ORa che mi ricordo, mi sembra che guadagna solo quelli delle quali, che se non sono cambiati i regolamenti che cambiano ogni due giorni, sono la metà del primo turno ( una volta era così ).

41
IO SBANDY Se lo Seppi Cosa Bollelli in Pentola (Guest) 27-03-2015 01:43

Scritto da Michele
So che le cose non sono equiparabili ma Cilic che viene squalificato per DOPING (che secondo me è ben peggio di questa cosa), falsa il tabellone di Wimbledon fingendo di essere infortunato (mica del torneo del mio circolo) e poi gli riducono la squalifica?!
Atp è pessima nei regolamenti, pessima!

Solo l’ATP ? Guarda come si guida sulle strade italiane …

40
IO SBANDY Se lo Seppi Cosa Bollelli in Pentola (Guest) 27-03-2015 01:39

Scritto da mirko.dllm

Scritto da Lupu

Scritto da mirko.dllm
Io invece trovo incredibile come gli italiani abbiano questo talento straordinario per complicarsi la carriera in ogni modo possibile ed immaginabile,con la ciliegina sulla torta di prendersi pure punizioni che oggettivamente sono sacrosante,per il loro modo di comportarsi sempre al di sopra delle regole,come già accadde per il caso delle scommesse,sia prima del 2007-2008 che dopo,quando per esempio Starace fu nuovamente accusato,per quella sua finale di Casablanca,per non parlare di Bracciali.Evidentemente per uno come Trusendi era troppo banale scendere lo stesso in campo per pochi minuti al massimo,e prendersi comunque lo stesso importo,che ha preso in modo illecito evidentemente.Riguardo a questa intervista di Trusendi,trovo un pò ridicolo questo suo rammaricarsi per la sua carriera,e che affermi che non ha ancora espresso al massimo tutte le sue potenzialità,perchè se ama davvero tanto il tennis come dice,già a vent’anni,se non prima,avrebbe fatto tutti i sacrifici possibili ed immaginabili per programmasi come si deve per esempio,in modo tale da rendere la sua carriera nettamente migliore di quella che è stata realmente.

Metti a confronto fatti e personaggi completamente diversi. Spicca la tua italica dote di fare di tutta l’erba un fascio

Può darsi che tu abbia ragione,Lupu.Io però cerco di guardare la situazione del nostro tennis nel suo insieme,magari sbagliando.Però,riguardo alla nostra passione comune per il tennis,in primis quello italiano,non riesco a capacitarmi come da quasi quarant’anni ci manchi un top ten,o un semifinalista di Slam.Ti sembra normale che lo abbiano avuto svariate e davvero tante nazioni dal 1979 ad oggi,e noi no?Non ci credo che non ti sia mai posto questa domanda,o non hai mai fatto riflessioni e considerazioni in merito.Visto che per te,ogni italiano ha una storia a se,che per carità,è un concetto giusto,però non posso fare a meno di chiedermi,possibile che tutti quanti,dal 1979 ad oggi,appunto,abbiano sempre preso decisioni sbagliate che li hanno portati a non mostrare mai,o raramente il loro massimo potenziale,come potrebbe essere stato il caso di un Camporese,per esempio? E poi,non solo da tutti questi anni ci manca un top ten,ma addirittura non abbiamo avuuto nemmeno un top 15 fisso,come invece ha avuto il nostro tennis femminile dal 2008 fino ad oggi.

Si, e noi sono 38 anni che non abbiamo un top 10 perchè Trusendi prende i soldi del primo turno senza giocarlo … ! Madddaiiiii SUVVVVVIA !

Però, oltre a non spiegarci come mai attorno a noi, basta scavalcare il confine, hanno o n.1 del mondo, o top 10, invece noi no ( Svizzera : Hingis e Federer, Rosset Wawrinka Hlasek … Croazia Ivanisevic, Ljubicic, Ancic, Cilic … Austria Muster Koubek … Serbia Seles, Djokovic, Francia Pioline, Grosjean, Gasquet, Leconte, Forget, Clement, Monfils, Tsonga … ).
Vero tutto questo. Non si spiega.
Come non si spiega come mai negli ultimi 35 anni l’Italia ha vinto due mondiali di calcio, e oltrepassando i confini, di tutte queste qui se ne conta solo uno, quello vinto dalla Francia in casa !
La Germania dei Becker e Graf, Stich e Kiefer non confina con l’Italia !
MARAMEO ! :mrgreen:

39
IO SBANDY Se lo Seppi Cosa Bollelli in Pentola (Guest) 27-03-2015 01:30

Scritto da mirko.dllm
Dimenticavo di dire,che se è vero che Rousset ha pure denunciato l’accordo con il nostro tennista,il toscano si è pure rivelato tutt’altro che avveduto,visto che avrebbe favorito un Giuda,praticamente.E allora penso proprio che coloro che scendono in campo lo stesso,seppur menomati da infortuni o malati,sfavorendo così dei loro colleghi battuti all’ultimo turno delle qualificazioni di un determinato torneo,per me non fanno bene,ma benissimo,a questo punto.

Ma c’è da vedere cosa cavolo c’è di vero in quello che leggiamo.
Io ti do dei soldi, e poi vado in giro a dire che tu li hai presi.
Ma sono scemo ?
Ah, passo nel torto anche io, come uno di due complici della malefatta.
Secondo … ma sono scemo a darteli ?
Chi mi obbliga ? Non c’è nulla di scritto. Piuttosto che andare a spifferare tutto, non faccio prima a giocare il torneo e poi … taches al tram ?

38
IO SBANDY Se lo Seppi Cosa Bollelli in Pentola (Guest) 27-03-2015 01:26

Scritto da mirko.dllm
Io invece trovo incredibile come gli italiani abbiano questo talento straordinario per complicarsi la carriera in ogni modo possibile ed immaginabile,con la ciliegina sulla torta di prendersi pure punizioni che oggettivamente sono sacrosante,per il loro modo di comportarsi sempre al di sopra delle regole,come già accadde per il caso delle scommesse,sia prima del 2007-2008 che dopo,quando per esempio Starace fu nuovamente accusato,per quella sua finale di Casablanca,per non parlare di Bracciali.Evidentemente per uno come Trusendi era troppo banale scendere lo stesso in campo per pochi minuti al massimo,e prendersi comunque lo stesso importo,che ha preso in modo illecito evidentemente.Riguardo a questa intervista di Trusendi,trovo un pò ridicolo questo suo rammaricarsi per la sua carriera,e che affermi che non ha ancora espresso al massimo tutte le sue potenzialità,perchè se ama davvero tanto il tennis come dice,già a vent’anni,se non prima,avrebbe fatto tutti i sacrifici possibili ed immaginabili per programmasi come si deve per esempio,in modo tale da rendere la sua carriera nettamente migliore di quella che è stata realmente.

Può programmarsi quello che vuole … secondo te cosa fanno i suoi avversari ? Stanno li a guardare lui che si programma ? Dai …

37
IO SBANDY Se lo Seppi Cosa Bollelli in Pentola (Guest) 27-03-2015 01:14

Scritto da Radames
dispiace per il Truso, che ha un tennis ben superiore alla sua classifica. Ormai la carriera ai piani alti è andata, ma avrebbe potuto fare ancora un paio di belle stagioni tra future e challenger, anche tornando, in assenza di malanni, fin verso i 200-250 ATP, che meriterebbe per il suo gioco. Spero che squalifichino tutti coloro che portano avanti questa pratica sottobanco, che non credo essere stata inventata da Trusendi.

Appunto, inizio a pensare che se la squalifica e la punizione siano state di questa entità, è per evitare che tali episodi si verifichino in futuro, e probabilmente perchè non è stato un caso isolato, ma ci sia il sospetto che sia diventata magari un abitudine tra i giocatori.
Oppure magari è iniziata per scherzo. Sull’articolo si legge che è stato il mago Walter a contattare il francese. E se fosse stato il contrario ? ” Sai, ho saputo che non stai bene. Giochi ? ” risposta : ” si, oh, già non guadagnamo nulla, se poi butto via anche questi quattro spicci ciao ! ” … e allora il francese potrebbe aver detto : ” tu te ne preocupas pas ” ( ma va ! ) ( cit. Adriano Celentano Susanna ! ). Tanto se stai male perdi sicuro. Gioco io. Ti do i soldi del primo turno, e magari vado al secondo turno e mi va bene così “.
Ed il mago Walter magari ha accettato.
Provo ad ipotizzare la cosa che penso sia stata più probabile.
Solo che in effetti, un po’ alterato il torneo lo è stato.
Per Becker, giocare contro un giocatore infortunato, o contro un Lucky Looser con già partite sulle corde, cambia e molto.
Alla fine lui ci rimette, se vogliamo vedere bene, dal dover affrontare un lucky looser piuttosto che un giocatore non in forma.
Chi ci guadagnano ? Appunto : il francese ed il mago Walter !

infine una mia considerazione.
5000 euro di multa. Tanti. 6 mesi di stop, tantissimi.
Solo che stando fuori 6 mesi, siccome gioca in perdita, il mago Walter va via quasi pari ! 5000 euro in meno di spese ! Che in effetti, se in 6 mesi non fai piazzamenti, forse non bastano 5000 euro per girare tra hotel e viaggi, in 6 mesi !!!
Il problema è perdere 6 mesi di ranking. Quello si. Ma tanto, con il livello che ha, anche se da n.450 finisce al n.1200, le quali le passa sempre e i turni pure. La classifica la riprende in quattro e quattrotto.
Ingiusta a mio avviso come proporzioni questa squalifica, ma non è una tragedia per Walter.
Se la dassero a Bolelli, Lorenzi o anche Cecchinato, il problema sarebbe più grave.

36
IO SBANDY Se lo Seppi Cosa Bollelli in Pentola (Guest) 27-03-2015 01:05

Scritto da T. B.
Ma la grammatica è un optional?

Se leggi l’articolo sulla Gazzetta, io ho riscontrato erroracci anche li.
Ai tempi i miei professori ce lo dicevano. Non guardate come si scrive sui giornali sportivi … credo proprio avessero ragione.

35
IO SBANDY Se lo Seppi Cosa Bollelli in Pentola (Guest) 27-03-2015 00:59

Si, ho letto anche io l’articolo oggi dal mio ciclomeccanico.
O Vincenzo Martucci ( che ho conosciuto a Prato in occasione della Coppa Davis Italia – Zimbabwe cenando in un allegra pizzeria, con degli amici addetti ai lavori ) ha scritto con la testa per aria, oppure ha firmato un articolo scritto da qualcun altro, in modo superficiale.
Subito si legge che 10000 dollari ( o euro ) sono il montepremi di un Challenger. Ma quando mai ?
Quello è il montepremi del future più piccolino, alias il montepremi del torneo di più basso livello del panorama internazionale.
Subito dopo leggo che l’ospitalità comprende pernottamento ed i due pasti al circolo. Ma questa è un’invenzione di sana pianta.
Anche qui è una informazione sbagliata. L’ospitalità comprende il pernottamento e la prima colazione, per giocatore e coach ( o ospite ).
Pranzo e cena, se lo pagano i tennisti con le loro tasche.
Io girando, solo in alcune occasioni in tornei di una certa importanza ( Barcellona, Umago e Stoccarda ad esempio ) ho visto l’ospitalità anche per i guest ed i coach, comprensiva di pranzo e cena. Spesso, al buffet presso la sede del torneo, o in ristoranti adiacenti. Mi ricordo anche Kitzbuhel quando era su di categoria.
Ma per il tabellone principale.
Nelle quali, a Barcellona, forse forse c’è il ticket per i giocatori, ma credo che se lo paghino anche quello, qui non sono molto sicuro.
Poi ci domandiamo pure se i CB stile anni ’80 chiamavano in gergo i giornali ” le bugie ” ???
Siccome Vincenzo Martucci è un grande competente e non un giornalista capitato per caso sul tema tennis, credo proprio che o ci sia qualche errore ( magari uno 0 in meno per quanto riguarda il montepremi dei challengers ) o che non l’abbia scritto lui questo articolo, e l’abbia firmato senza nemmeno leggerlo.

34
stedoni 26-03-2015 20:23

Invece di impegnarsi tanto a difendere bene o male un tennista che ha barato, converrebbe impegnarsi per far si di distribuire meglio i montepremi dei tornei, per far si che i giovani tennisti non debbano essere ricchi di famiglia per provare a fare i professionisti.

33
Alfredo 26-03-2015 20:22

Forza Truso, spero in una riduzione della pena, e’ stata una macroscopica leggerezza

32
nere 26-03-2015 20:22

Scritto da biglebowski
il prize money del primo turno dovrebbe, per regolamento spettare a chi lo ha conquistato, indipendentemente da chi lo gioca, in caso di impedimento certificato per motivi medici.
il lucky loser dovrebbe ottenere il prize money solo se vincesse il primo turno.
è assolutamente sbagliato che il lucky loser vinca un prize money che NON ha guadagnato, avendo perso; già ottiene un vantaggio avendo la possibilità di giocare ancora.
se vince otterrà il prize del secondo turno, altrimenti nulla.
è il regolamento che è assurdo.

quoto, è come la questione dei punti: il lucky loser non prende i punti della qualificazione… sarebbe più semplice, lineare e corretto. con questo sistema chissà quanti giocatori sforzano e magari aggravano una situazione fisica pur di non perdere quei pochi soldi che sono in palio a quei livelli.

31
biglebowski (Guest) 26-03-2015 20:06

il prize money del primo turno dovrebbe, per regolamento spettare a chi lo ha conquistato, indipendentemente da chi lo gioca, in caso di impedimento certificato per motivi medici.
il lucky loser dovrebbe ottenere il prize money solo se vincesse il primo turno.
è assolutamente sbagliato che il lucky loser vinca un prize money che NON ha guadagnato, avendo perso; già ottiene un vantaggio avendo la possibilità di giocare ancora.
se vince otterrà il prize del secondo turno, altrimenti nulla.
è il regolamento che è assurdo.

30
Ktulu 26-03-2015 19:26

Scritto da Gabriele da Ragusa
Scusate, nn ho ben capito, nn conoscendo bene le regole di ripescaggi etc. Ma nn sarebbe dovuto essere al contrario? Nel senso, stando all’articolo lui al di la dell’ aver concordato il da farsi e qst e’ chiaro, nn e’ sceso in campo giocando il primo turno quindi nn avrebbe dovuto prenderli qst soldi. Posso capire se invece pur cn la febbre fosse sceso in campo, ritiratosi dopo un paio di game ed intascato il prize. Ma cosi nn ho davvero capito

Cos’è che non hai capito? Aveva 2 scelte per incassare i 300€ di prize money: scendere in campo e ritirarsi oppure dare forfeit e “cedere” il posto al primo lucky loser, in cambio del prize money del primo turno.
Ha optato per la seconda.

29
laver (Guest) 26-03-2015 19:18

secondo me di soldi ne ha presi di piu’ tipo 500 se no sarebbe sceso in campo, secondo me portano avanti questa versione (concordata) perchè è la piu’ innocua possibile.

28
Michele (Guest) 26-03-2015 19:09

So che le cose non sono equiparabili ma Cilic che viene squalificato per DOPING (che secondo me è ben peggio di questa cosa), falsa il tabellone di Wimbledon fingendo di essere infortunato (mica del torneo del mio circolo) e poi gli riducono la squalifica?!
Atp è pessima nei regolamenti, pessima!

27
grandepaci (Guest) 26-03-2015 18:42

Scritto da Gabriele da Ragusa
Scusate, nn ho ben capito, nn conoscendo bene le regole di ripescaggi etc. Ma nn sarebbe dovuto essere al contrario? Nel senso, stando all’articolo lui al di la dell’ aver concordato il da farsi e qst e’ chiaro, nn e’ sceso in campo giocando il primo turno quindi nn avrebbe dovuto prenderli qst soldi. Posso capire se invece pur cn la febbre fosse sceso in campo, ritiratosi dopo un paio di game ed intascato il prize. Ma cosi nn ho davvero capito

semplice ha detto al primo che in caso di suo ritiro sarebbe entrato senti mi ritiro ma tu mi dai il price senza dover scendere in campo e fare una figuraccia 😉 piu´o meno e´cosi´

26
Gabriele da Ragusa 26-03-2015 18:36

Scusate, nn ho ben capito, nn conoscendo bene le regole di ripescaggi etc. Ma nn sarebbe dovuto essere al contrario? Nel senso, stando all’articolo lui al di la dell’ aver concordato il da farsi e qst e’ chiaro, nn e’ sceso in campo giocando il primo turno quindi nn avrebbe dovuto prenderli qst soldi. Posso capire se invece pur cn la febbre fosse sceso in campo, ritiratosi dopo un paio di game ed intascato il prize. Ma cosi nn ho davvero capito

25
Lupu (Guest) 26-03-2015 18:27

Scritto da grandepaci

Scritto da Lupu

Scritto da grandepaci

Scritto da Lupu
Con quello che si vede nello sport di oggi questo è nulla

il tuo ragionamento fa paura tanto peggio tanto meglio poi non lamentiamoci dei vari lupi pero ´ok

Reputo più dignitoso starsene a casa che mettere in scena una pagliacciata davanti a degli spettatori che gradirebbero vedere un vero incontro di tennis.

io reputo che nessuno dei due atteggamenti sia dignitoso ..o una cosa e´dignitosa o no ..non esiste il piu´dignitoso o il meno sensa rancore ma io la penso cosi´invece starsene a casa ok ma non ti fai dare 400 euro per quello questo e´un po meno dignitoso o no….

Hai perfettamente ragione pero Trusendi ha fatto una “truffa” fuori dal campo, ha truffato gli organizzatori non me spettatore. Non dico che ciò sia accettabile, è quanto meno un atto scorretto ma che nulla ha a che vedere con il truccare partite per il proprio bieco tornaconto imbrogliando chi investe tempo e soldi per vedere i propri beniamini.

24
psychofogna (Guest) 26-03-2015 18:23

Ragazzi una petizione per far si che Truso e rousset abbiano uno sconto di squalifica? Hanno capito di aver sbagliato e sono pentiti, se poi consideriamo che nn hanno truccato match ecc…
Secondo me una punizione ci stava anche, ma non 6 mesi !!! (alcuni per le scommesse o doping ne hanno presi meno)

23
mirko.dllm (Guest) 26-03-2015 18:03

Scritto da Lupu

Scritto da mirko.dllm
Io invece trovo incredibile come gli italiani abbiano questo talento straordinario per complicarsi la carriera in ogni modo possibile ed immaginabile,con la ciliegina sulla torta di prendersi pure punizioni che oggettivamente sono sacrosante,per il loro modo di comportarsi sempre al di sopra delle regole,come già accadde per il caso delle scommesse,sia prima del 2007-2008 che dopo,quando per esempio Starace fu nuovamente accusato,per quella sua finale di Casablanca,per non parlare di Bracciali.Evidentemente per uno come Trusendi era troppo banale scendere lo stesso in campo per pochi minuti al massimo,e prendersi comunque lo stesso importo,che ha preso in modo illecito evidentemente.Riguardo a questa intervista di Trusendi,trovo un pò ridicolo questo suo rammaricarsi per la sua carriera,e che affermi che non ha ancora espresso al massimo tutte le sue potenzialità,perchè se ama davvero tanto il tennis come dice,già a vent’anni,se non prima,avrebbe fatto tutti i sacrifici possibili ed immaginabili per programmasi come si deve per esempio,in modo tale da rendere la sua carriera nettamente migliore di quella che è stata realmente.

Metti a confronto fatti e personaggi completamente diversi. Spicca la tua italica dote di fare di tutta l’erba un fascio

Può darsi che tu abbia ragione,Lupu.Io però cerco di guardare la situazione del nostro tennis nel suo insieme,magari sbagliando.Però,riguardo alla nostra passione comune per il tennis,in primis quello italiano,non riesco a capacitarmi come da quasi quarant’anni ci manchi un top ten,o un semifinalista di Slam.Ti sembra normale che lo abbiano avuto svariate e davvero tante nazioni dal 1979 ad oggi,e noi no?Non ci credo che non ti sia mai posto questa domanda,o non hai mai fatto riflessioni e considerazioni in merito.Visto che per te,ogni italiano ha una storia a se,che per carità,è un concetto giusto,però non posso fare a meno di chiedermi,possibile che tutti quanti,dal 1979 ad oggi,appunto,abbiano sempre preso decisioni sbagliate che li hanno portati a non mostrare mai,o raramente il loro massimo potenziale,come potrebbe essere stato il caso di un Camporese,per esempio? E poi,non solo da tutti questi anni ci manca un top ten,ma addirittura non abbiamo avuuto nemmeno un top 15 fisso,come invece ha avuto il nostro tennis femminile dal 2008 fino ad oggi.

22
grandepaci 26-03-2015 17:49

Scritto da Lupu

Scritto da grandepaci

Scritto da Lupu
Con quello che si vede nello sport di oggi questo è nulla

il tuo ragionamento fa paura tanto peggio tanto meglio poi non lamentiamoci dei vari lupi pero ´ok

Reputo più dignitoso starsene a casa che mettere in scena una pagliacciata davanti a degli spettatori che gradirebbero vedere un vero incontro di tennis.

io reputo che nessuno dei due atteggamenti sia dignitoso ..o una cosa e´dignitosa o no ..non esiste il piu´dignitoso o il meno 😉 sensa rancore ma io la penso cosi´invece starsene a casa ok ma non ti fai dare 400 euro per quello questo e´un po meno dignitoso o no….

21
Lupu (Guest) 26-03-2015 17:26

Scritto da grandepaci

Scritto da Lupu
Con quello che si vede nello sport di oggi questo è nulla

il tuo ragionamento fa paura tanto peggio tanto meglio poi non lamentiamoci dei vari lupi pero ´ok

Reputo più dignitoso starsene a casa che mettere in scena una pagliacciata davanti a degli spettatori che gradirebbero vedere un vero incontro di tennis.

20
Ktulu 26-03-2015 17:14

Scritto da Radames
Spero che squalifichino tutti coloro che portano avanti questa pratica sottobanco, che non credo essere stata inventata da Trusendi.

I sottobanco sono un’altra cosa…

19
Ktulu 26-03-2015 17:13

Massima solidarietà. Squalifica decisamente esagerata.

18
grandepaci 26-03-2015 17:12

Scritto da mirko.dllm
Dimenticavo di dire,che se è vero che Rousset ha pure denunciato l’accordo con il nostro tennista,il toscano si è pure rivelato tutt’altro che avveduto,visto che avrebbe favorito un Giuda,praticamente.E allora penso proprio che coloro che scendono in campo lo stesso,seppur menomati da infortuni o malati,sfavorendo così dei loro colleghi battuti all’ultimo turno delle qualificazioni di un determinato torneo,per me non fanno bene,ma benissimo,a questo punto.

non un giuda ma uno che si e´reso conto dell errore ed essendo onesto a deciso di far venire fuori la verita se tutti facessimo cosi il mondo andrebbe meglio ma come mai noi italiani tendiamo a difendere l indifendibile in germania se uno copia una laurea si dimette noi prendiamo rolex e si va in tv a dire che e´tutto normale ma dai per favore

17
grandepaci 26-03-2015 17:09

Scritto da Lupu
Con quello che si vede nello sport di oggi questo è nulla

il tuo ragionamento fa paura tanto peggio tanto meglio poi non lamentiamoci dei vari lupi pero ´ok

16
Lupu (Guest) 26-03-2015 17:05

Scritto da mirko.dllm
Io invece trovo incredibile come gli italiani abbiano questo talento straordinario per complicarsi la carriera in ogni modo possibile ed immaginabile,con la ciliegina sulla torta di prendersi pure punizioni che oggettivamente sono sacrosante,per il loro modo di comportarsi sempre al di sopra delle regole,come già accadde per il caso delle scommesse,sia prima del 2007-2008 che dopo,quando per esempio Starace fu nuovamente accusato,per quella sua finale di Casablanca,per non parlare di Bracciali.Evidentemente per uno come Trusendi era troppo banale scendere lo stesso in campo per pochi minuti al massimo,e prendersi comunque lo stesso importo,che ha preso in modo illecito evidentemente.Riguardo a questa intervista di Trusendi,trovo un pò ridicolo questo suo rammaricarsi per la sua carriera,e che affermi che non ha ancora espresso al massimo tutte le sue potenzialità,perchè se ama davvero tanto il tennis come dice,già a vent’anni,se non prima,avrebbe fatto tutti i sacrifici possibili ed immaginabili per programmasi come si deve per esempio,in modo tale da rendere la sua carriera nettamente migliore di quella che è stata realmente.

Metti a confronto fatti e personaggi completamente diversi. Spicca la tua italica dote di fare di tutta l’erba un fascio

15
mirko.dllm (Guest) 26-03-2015 16:53

Dimenticavo di dire,che se è vero che Rousset ha pure denunciato l’accordo con il nostro tennista,il toscano si è pure rivelato tutt’altro che avveduto,visto che avrebbe favorito un Giuda,praticamente.E allora penso proprio che coloro che scendono in campo lo stesso,seppur menomati da infortuni o malati,sfavorendo così dei loro colleghi battuti all’ultimo turno delle qualificazioni di un determinato torneo,per me non fanno bene,ma benissimo,a questo punto.

14
tommaso (Guest) 26-03-2015 16:53

E’ la triste conferma che il mondo è dei furbi: la prossima volta fa bene a giocare tre game, ritirarsi, prendere l’assegno. Ma che tristezza…

13
Lupu (Guest) 26-03-2015 16:52

Con quello che si vede nello sport di oggi questo è nulla

12
mirko.dllm (Guest) 26-03-2015 16:45

Io invece trovo incredibile come gli italiani abbiano questo talento straordinario per complicarsi la carriera in ogni modo possibile ed immaginabile,con la ciliegina sulla torta di prendersi pure punizioni che oggettivamente sono sacrosante,per il loro modo di comportarsi sempre al di sopra delle regole,come già accadde per il caso delle scommesse,sia prima del 2007-2008 che dopo,quando per esempio Starace fu nuovamente accusato,per quella sua finale di Casablanca,per non parlare di Bracciali.Evidentemente per uno come Trusendi era troppo banale scendere lo stesso in campo per pochi minuti al massimo,e prendersi comunque lo stesso importo,che ha preso in modo illecito evidentemente.Riguardo a questa intervista di Trusendi,trovo un pò ridicolo questo suo rammaricarsi per la sua carriera,e che affermi che non ha ancora espresso al massimo tutte le sue potenzialità,perchè se ama davvero tanto il tennis come dice,già a vent’anni,se non prima,avrebbe fatto tutti i sacrifici possibili ed immaginabili per programmasi come si deve per esempio,in modo tale da rendere la sua carriera nettamente migliore di quella che è stata realmente.

11
danailo (Guest) 26-03-2015 16:41

Evidentemente preferiscono quelli che giocano 3-4 games nei master 1000 e prendono 8000 euro cosi’ tanto per…

10
pibla (Guest) 26-03-2015 16:27

Forti coi deboli e dboli coi forti, come sempre…

9
Mauro64 (Guest) 26-03-2015 16:25

Trusendi ha ammesso le sue colpe, comunque trovo pazzesco il provvedimento preso dall’ITF su questo caso.

8
leo (Guest) 26-03-2015 16:16

@ grandepaci (#1299509)

..e a te chi te l’ha detto che sono lacrime di coccodrillo??…

7
Andreas Seppi 26-03-2015 16:11

Forza truso siamo con te!! non mollare
Chi dovrebbe essere squalificato invece gioca tornei…una vergogna

6
Radames 26-03-2015 16:06

dispiace per il Truso, che ha un tennis ben superiore alla sua classifica. Ormai la carriera ai piani alti è andata, ma avrebbe potuto fare ancora un paio di belle stagioni tra future e challenger, anche tornando, in assenza di malanni, fin verso i 200-250 ATP, che meriterebbe per il suo gioco. Spero che squalifichino tutti coloro che portano avanti questa pratica sottobanco, che non credo essere stata inventata da Trusendi.

5
nere 26-03-2015 16:06

leggerezza di trusendi del tutto comprensibile e trascurabile visto il contesto e assolutamente sproporzionata nella pena rispetto alle combine e alle partite vendute nel circuito. come dice lui gli bastava scendere in campo e giocare un game e lui i soldi li prendeva comunque, così invece ha fato un favore al francese che ha avuto la possibilità di giocare. potevano limitarsi a dargli una multa.

4
Gianni da Caserta (Guest) 26-03-2015 16:03

Che vergogna..mi dispiace troppo per Trusendi,una squalifica non se la merita..al massimo solo una multa

3
grandepaci 26-03-2015 16:02

anche se umanamente mi spiace dico che dopo é tardi chiedere scusa bisogna pensarci prima le lacrime di coccodrillo servono a poco

2
T. B. (Guest) 26-03-2015 15:49

Ma la grammatica è un optional? 😯

1