Fuori anche Marco ATP, Copertina

Masters 1000 Miami: Quali. Anche Cecchinato eliminato all’esordio. Fuori tutti gli azzurri nelle quali

23/03/2015 22:50 18 commenti
Marco Cecchinato classe 1992, n.155 del mondo
Marco Cecchinato classe 1992, n.155 del mondo

Marco Cecchinato gioca alla pari con Darcis ma non basta e viene eliminato al primo turno nelle qualificazioni del torneo Masters 1000 di Miami ( $5.381.235, cemento).

Il tennista di Palermo è stato sconfitto da Steve Darcis, classe 1984 e n.84 del mondo, con il punteggio finale di 75 76 (4) in 1 ora e 35 minuti di gioco.

Primo Set: Partiva male il tennista siciliano, cedendo nel primo turno di servizio la battuta a 15, con Darcis che conduceva per 1-0 e servizio.
Nel terzo gioco, Marco annullava due palle del 3-0 e battuta al belga e così teneva il servizio per la prima volta, riportandosi sotto sull’1-2.
Nell’ottavo game Cecchinato strappava il servizio a 0 a Darcis e dopo aver tenuto il proprio turno di battuta, si portava in vantaggio per 5-4.
Sul 5-5 l’azzurro perdeva a 15 il servizio, così il belga andava a servire per il set sul 6-5. Opportunità che Steve non sprecava tenendo a 0 la battuta e portando a casa la prima frazione per 7-5.

Secondo Set: I due tennisti non rischiavano nulla sui propri turni di battuta e così si andava avanti senza particolari occasioni fino al 4-4 quando Cecchinato cedeva il servizio a 0 e il belga aveva l’opportunità di servire per il match.
Occasione che Darcis sprecava, con Marco che lo brekkava a 30, pareggiando i conti sul 5-5. Non succedeva più nulla e così il set veniva deciso al tie break.
Nel tie break il tennista di Palermo si portava avanti 3-1, però da quel momento subiva il ritorno del belga che metteva a segno un parziale di 6 punti a 1, conquistando la seconda frazione per 7 punti a 4 ed il match.

La partita punto per punto

ATP Miami
Steve Darcis [4]
7
7
Marco Cecchinato
5
6
Vincitore: S. DARCIS

S. Darcis BEL – M. Cecchinato ITA
1 Aces 8
4 Double Faults 6
57% 1st Serve % 55%
31/44 (70%) 1st Serve Points Won 31/42 (74%)
20/33 (61%) 2nd Serve Points Won 14/34 (41%)
0/2 (0%) Break Points Saved 2/5 (40%)
12 Service Games Played 12
11/42 (26%) 1st Return Points Won 13/44 (30%)
20/34 (59%) 2nd Return Points Won 13/33 (39%)
3/5 (60%) Break Points Won 2/2 (100%)
12 Return Games Played 12
51/77 (66%) Total Service Points Won 45/76 (59%)
31/76 (41%) Total Return Points Won 26/77 (34%)
82/153 (54%) Total Points Won 71/153 (46%)


Luigi Calvo


TAG: , , ,

18 commenti. Lasciane uno!

fabio (Guest) 24-03-2015 20:21

bravo cmq

18
rovescioinback (Guest) 24-03-2015 13:35

che tristezza

17
mike1111 24-03-2015 11:33

Scritto da Michele
Una volta nella vita però sarebbe bello se facesse pochino di più “del suo” (che in questo caso significa perdere) e batterlo qualche top 100, specialmente se non di livello allucinante come Darcis.

Darcis è un ottimo giocatore sul veloce, ha avuto spesso problemi fisici e ha dovuto ripartire dal fondo, ma quando è in giornata è dura per chiunque non sia uno specialista del veloce (chiedere ad un certo Nadal). Aggiungo: pur dispiacendomi per la sconfitta di Chek, mi fa piacere se Steve si eprima a buoni liveli, dato che è uno che ha (per lo meno lo aveva, non ne vedo un incontro da parecchio) un gioco bello da vedere, con frequenti discese a rete, come pochi fanno nel tennis contemporaneo.

16
rosencranz (Guest) 24-03-2015 10:00

Non per mettere il dito nella piaga, ma segnalo che hanno superato il primo turno Zverev (1997, battuto Souza n. 70), Ymer (1996, battuto Gimeno-Traver n. 90) e Jasika (1997, battuto Bedene n. 83). Questi mi sembrano risultati che fanno ben sperare, non quelli degli italiani. Poi magari escono alla prossima, però un segnale almeno lo hanno dato.

15
andre948 24-03-2015 07:16

L’unico che aveva chance era Vanni. Per gli altri 2 ora serve una bella stagione coi challenger su terra, e poi ad agosto tiriamo le somme e magari con un po di fiducia in più qualche risultato sul veloce di fine anno arriva, speriamo.

14
Gabriele da Firenze 24-03-2015 00:53

Scritto da dieter
delicato velo? De Bakker e’ stato 40 al mondo, ed e’ un signor giocatore, Delic non e’ un fenomeno ma sui campi rapidi si fa rispettare, e comunque Vanni era reduce da un problema al tendine rotuleo. Parliamo quando si conoscono i fatti

I fatti sono che oggi 4 italiani su 4 tornano a casa al 1° turno di qualificazione…neanche ad un primo turno di MD, ma addirittura delle quali!!
Evidentemente questo è il livello e se a voi basta consolarvi trovando mille motivi per giustificare ogni volta che si perde a me invece piacerebbe a volte festeggiare una vittoria importante…e ripeto, stiamo comunque parlando addirittura di qualificazioni…ma tanto è inutile chiarire.

13
becu rules (Guest) 24-03-2015 00:21

Scritto da vinyard
ma cecchinato da quando ha vinto il challenger di san marino è evaporato? come fa ad essere n° 155 che non vince mai una partita!

Intanto si è qualificato 5 volte nel main draw di tabelloni ATP 250 e 500, il che vuol dire che ha vinto ben più di una partita negli ultimi mesi, giusto per essere precisi…vincere a livello di challenger o di circuito maggiore sono poi due film abbastanza differenti.
Detto questo si può concordare sul fatto che Cecchinato non ha ancora fatto il salto di qualità che si sperava, figlio a dire il vero di un tennis di regolarità e senza colpi vincenti che a certi livelli esige un altro livello di tenuta mentale oltre che di pesantezza di palla che Marco ancora non ha – senza scomodare il re dei regolaristi Ferrer, ma anche i vari Cuevas, Andujar, Del Bonis e compagnia cantante – e che non è detto che possa raggiungere. Aggiungiamo che diverse delle ultime sconfitte sono arrivate sul veloce che non è certo la superficie dove può esprimersi al meglio

12
dan (Guest) 24-03-2015 00:09

Scritto da dieter
delicato velo? De Bakker e’ stato 40 al mondo, ed e’ un signor giocatore, Delic non e’ un fenomeno ma sui campi rapidi si fa rispettare, e comunque Vanni era reduce da un problema al tendine rotuleo. Parliamo quando si conoscono i fatti

Concordo

11
vinyard (Guest) 23-03-2015 23:48

ma cecchinato da quando ha vinto il challenger di san marino è evaporato? come fa ad essere n° 155 che non vince mai una partita!

10
Nat (Guest) 23-03-2015 23:45

Intanto zverev ha passato il turno battendo il tds1…. I nostri hanno braccio ma devono lavorare sulla testa…

9
dieter (Guest) 23-03-2015 23:34

delicato velo? De Bakker e’ stato 40 al mondo, ed e’ un signor giocatore, Delic non e’ un fenomeno ma sui campi rapidi si fa rispettare, e comunque Vanni era reduce da un problema al tendine rotuleo. Parliamo quando si conoscono i fatti

8
dan (Guest) 23-03-2015 23:34

Bravi cmq a tutti gli italiani…tutti, se pur con pregresse diverse esperienze, si affacciano per la prima volta a questi livelli…si faranno forse, pazienza

7
Michele (Guest) 23-03-2015 23:30

Una volta nella vita però sarebbe bello se facesse pochino di più “del suo” (che in questo caso significa perdere) e batterlo qualche top 100, specialmente se non di livello allucinante come Darcis.

6
Gabriele da Firenze 23-03-2015 23:11

Bravo Ceck ha comunque lottato con un forte top100…sugli altri stendiamo un delicato velo… 🙂

5
Luca Napoli 23-03-2015 23:09

Ha giocato alla pari di Darcis sul veloce. Bravo Marco.

4
J (Guest) 23-03-2015 23:07

Difficile chiedere di più, bravo comunque Cecchinato a farsi la trasferta americana e ad impegnare un ottimo giocatore come Darcis.

3
io tifo caruso (Guest) 23-03-2015 22:55

triste filotto 🙁

2
pallettaro (Guest) 23-03-2015 22:53

ha fatto fin troppo

1