Circuito Challenger Challenger, Copertina

Arriva un nuovo challenger italiano. Diamo il benvenuto al torneo di Perugia

04/03/2015 16:02 13 commenti
A giugno si giocherà il torneo challenger di Perugia
A giugno si giocherà il torneo challenger di Perugia

Il countdown è ufficialmente scattato. A poco più di tre mesi dal via, il Challenger Atp “Città di Perugia” prende forma con la macchina organizzativa, messa a punto dalla MEF Tennis Events di Marcello Marchesini e dal Tennis Club Perugia che ospiterà l’evento, in pieno fermento. L’importante manifestazione sportiva, che si svolgerà dal 15 al 21 giugno e che segna il ritorno del grande tennis nel capoluogo umbro, volge lo sguardo anche alle racchette della nostra regione e punta ad essere, insieme agli Internazionali dell’Umbria di Todi (in programma dal 6 al 12 luglio), evento sportivo di primaria importanza. Le due manifestazioni viaggiano a braccetto, come testimonia l’idea lanciata dal comitato organizzatore del Challenger Atp “Città di Perugia”, che si avvarrà tra le altre cose della preziosa collaborazione di Guido Gubbiotti e Claudio Costantini, rispettivamente “storico” socio e direttore sportivo del Tennis Club Perugia, e naturalmente da Marcello Marchesini, presidente della MEF Tennis Events che curerà i due tornei nonché nr. 1 del circolo tuderte. Ovvero offrire due wild card (a vincitore e finalista) per le qualificazioni del Challenger Atp “Città di Perugia” e degli Internazionali dell’Umbria di Todi attraverso un torneo Open per tennisti umbri di Seconda e Terza Categoria.

Una preziosa opportunità in palio sui campi del Tennis Club Perugia nella settimana dal 22 al 31 maggio, avvalorata dal fatto che per regolamento, da quest’anno nessun giocatore potrà partecipare a tornei Atp senza almeno un punto in classifica. Di conseguenza per i tennisti non professionisti l’unico modo di poter partecipare a questi eventi è quello di ottenere una wild card dall’organizzazione. “Ci sembrava giusto poter dare una grande chance ai tennisti della nostra regione – commentano all’unisono Guido Gubbiotti e Marcello Marchesini – in maniera da far intendere ancora di più che questi prestigiosi eventi possono accrescere ulteriormente la voglia di tennis in Umbria. Non solo, per i prossimi anni abbiamo in mente di allargare il coinvolgimento per queste due rassegne internazionali con altri eventi collaterali, non soltanto agonistici che li precedano. Perché i Challenger di Perugia e Todi rappresentano, e rappresenteranno in futuro, degli ottimi strumenti anche per l’indotto turistico ed economico dell’Umbria”. La sinergia è stata rafforzata in occasione di una cena svoltasi al Tennis Club Perugia ed alla quale ha preso parte anche Catiuscia Marini, presidente della Regione Umbria accolta dal presidente del circolo perugino Paolo Fantusati e dal presidente onorario Luigi Guerrieri. La governatrice dell’Umbria, alla quale è stata donata la tessera di socio onorario del Tennis Club Perugia, ha assicurato la vicinanza e il concreto impegno della Regione, e la costruzione di una rete di positive relazioni per la promozione dell’evento che non ha soltanto un indiscutibile valore sportivo, ma si dovrà caratterizzare – per la previsione dell’alto numero di partecipanti e visitatori – per l’attrattività turistica che porta con sé. Ed anche un valore sociale, visto che saranno programmate, all’interno del torneo, iniziative del mondo del volontariato, a Perugia particolarmente presente ed attivo.


TAG: ,

13 commenti. Lasciane uno!

Nunzio (Guest) 23-05-2015 18:52

Mai stato a Perugia.

13
fabio (Guest) 05-03-2015 10:37

bene così,ma sarebbe il caso di riportare il Tennis anche a Milano dove si giocava un bellissimo torneo Indoor e a Bologna.

12
GIALAPPA SBANDY REMIX 04-03-2015 23:18

Scritto da galimba

Scritto da yul71
E io che continuo a chiedermi come mai a Bologna non si faccia manco uno straccio di Future!

Idem a Firenze !

Nemmeno qui a Colico ! Strano ! :mrgreen:
( addirittura avevo sentito che c’erano i fondi per un Centro Federale tipo Tirrenia !!! Con il vento che c’è da queste parti tipo questa notte … )

11
nino88 (Guest) 04-03-2015 19:59

Bene!!!
Sono felice che finalmente qualcuno in Italia abbia capito che bisogna lavorare in sinergia

10
clipo 04-03-2015 19:57

Cacchio sarò in Sicilia, però quest’anno finalmente sarò a Todi.
Viva l’Umbria, piccola ma pulsante di iniziative

9
ste67 (Guest) 04-03-2015 19:44

Sono di Pordenone…ricordo con molto piacere i Tornei negli anni ’90 a Bologna…qui nel nord-est ci sono i tornei di Cortina-Mestre-Padova-Vicenza-Cordenons….speriamo che a questi si aggiungano altri appuntamenti …

8
De foffo. (Guest) 04-03-2015 19:33

Mi fa molto piacere, ma mi piacerebbe vedere più ATP in Italia perché saremo uno dei Paesi “non enormi come Cina, USA…” ad avere più challenger nel mondo

7
3.4 (Guest) 04-03-2015 18:50

50.000 anche perugia

6
wafer 04-03-2015 18:31

Ottimo!

5
gattone mecir 04-03-2015 17:01

Da quello che mi risulta dovrebbe essere confermato anche quest’anno con montepremi di 50.000 il Challenger di Mestre, la seconda settimana del Roland Garros

4
Gianni2 (Guest) 04-03-2015 16:47

Montepremi?
Comunque è una buona notizia per il tennis italiano,abbiamo parecchi challenger..ci mancano gli atp 🙄

3
galimba (Guest) 04-03-2015 16:22

Scritto da yul71
E io che continuo a chiedermi come mai a Bologna non si faccia manco uno straccio di Future!

Idem a Firenze 😡 !

2
yul71 (Guest) 04-03-2015 16:09

E io che continuo a chiedermi come mai a Bologna non si faccia manco uno straccio di Future!

1