Lorenzo Carera si ritira. Ecco la sua bellissima lettera…..

26/02/2015 08:50 29 commenti
Lorenzo Carera ha deciso di smettere con il tennis
Lorenzo Carera ha deciso di smettere con il tennis

Lorenzo Carera ha chiuso la carriera da professionista.

L’azzurro, classe 1991, tramite Facebook ha lasciato un bellissimo messaggio che noi di Livetennis pubblichiamo per far capire quanta passione c’è anche nei livelli minori del circuito, che non tutti gli appassionati, ovviamente, possono conoscere.

Questo giorno e’ arrivato anche per me..
Con qualche lacrimuccia ma sapendo che e’ la scelta giusta..
Che dire? Chi avrebbe mai pensato che dietro una piccola pallina gialla potesse nascondersi un sogno così grande , chi l ‘ avrebbe mai detto che tutto questo avrebbe generato tanto entusiasmo, tante emozioni, tante lacrime e tante gioie e tanta tanta ma tanta determinazione ..mi hai insegnato a non arrendermi mai anche quando tutto va male, mi hai insegnato a stringere i denti e sorridere alla fatica, mi hai insegnato che dopo la salita c’è la discesa e i sacrifici ti ripagano..mi hai insegnato ad essere più stronzo della vita ma allo stesso tempo un sensibilone buono , mi hai insegnato ad odiare amando..mi hai fatto capire il bello della vita, l’alzarsi la mattina presto e godersi il giorno piuttosto che la notte… Mi hai insegnato ad avere autostima e non correre dietro a nessuno perché tutto ciò di cui ho bisogno lo trovo dentro me.. Mi hai insegnato a tirar fuori l’energia quando manca, mi hai insegnato ad essere un vincente.

Grazie tennis e soprattutto grazie alla persona che ammiro di più .. Papà ..
Ho iniziato all’età di 5 anni e ora che ne ho 23 voglio ringraziare tutte le persone che mi hanno sempre spinto, incoraggiato e hanno sempre creduto in me..
Non avrei mai creduto che fosse così difficile dirlo o ammetterlo ma ho deciso di lasciare il mondo del professionismo, non per rinuncia, non perché mollo ma semplicemente per scelta personale.
Mi mancherà? Si, sicuramente mi mancherà mettermi in gioco e lottare,
Ma il campo e’ lo specchio della vita e io grazie a questo sport sarò sempre un lottatore , una persona con le palle e mentalità vincente.
Ancora una volta,Grazie
Il vostro leone


Lorenzo Carera


TAG: , ,

29 commenti. Lasciane uno!

Maurice (Guest) 11-03-2016 15:07

Grande Lorenzo, con questa lettera dimostri la tua crescita, da campione di tennis ( perche chiunque riesca ad entrare nei 1000 Atp lo e’ a prescindere, per chiunque capisca di tennis) ad un uomo vero ! Immagino la soddisfazione e forse qualche lacrima di Johnny nel leggere questo tuo saluto.
Solo un padre e sopratutto il padre di uno sportivo puo capire queste cose

29
Salvo (Guest) 26-02-2015 15:41

Scritto da Stav
Carera finita…

:smile:

28
zagortenay 26-02-2015 15:26

Al di là di tutte le considerazioni e i significati che possa avere, io penso che la redazione abbia fatto bene a pubblicare questa lettera, proprio perchè è bellissima e molto intensa! :grin:

27
Koko (Guest) 26-02-2015 15:15

Mi auguro che possa continuare a giocare a tennis anche da non pro se ama lo sport. In ogni caso direi che un pro deve riuscire a vivere di questo sport non è che sei professionista solo perchè compari con un punto nella classifica ATP. Anche un ragazzino di 16 anni si atteggerebbe a pro passando un turno in un futures per infortunio di un panzone…sarebbe però esagerato considerarlo davvero tale.

26
luca (Guest) 26-02-2015 14:27

Scritto da BOMBARDERO
Non ce l’avevo con nessuno in particolare, ne tantomeno nel mio commento ho scritto che #luca hai insultato nessuno, quindi non prenderla sul personale. A chi dice addirittura che ho cercato di accendere una polemica, basta farsi un giro tra gli articoli per vedere che, se qua dentro c’è uno a cui le polemiche non interessano, quello sono io!! Il mio discorso era più in generale, sul fatto che si leggono sempre tanti commenti di critica sterile nei confronti di chiunque sia in questione: campioni, giocatori più o meno modesti dallATP ai future passando per i challenger, ma ancor di più WTA, redazione che scrive articoli inutili, tifosi di una o dell’altra, allenatori…e questo articolo mi ha dato lo spunto per esprimere questo mio pensiero più o meno condivisibile! FINE della “polemica”, come l’avete chiamata!!

mica ho detto che mi hai insultato, ho semplicemente espresso la mia opinione. questo sito è fatto per discutere, condividere opinioni sia tra utenti che con la redazione.
punto e a capo

25
Paolo (Guest) 26-02-2015 13:40

bellissima lettera.

24
pallettaro (Guest) 26-02-2015 13:34

@ BOMBARDERO (#1278701)

Mi spiace. Sei tu che hai usato l’aggettivo morale indicando fantomatici moralizzatori, non è certo colpa mia.
Hai tentato di iniziare una polemica sterile e non ci sei riuscito, proprio perché ti ho pescato in tempo.
Le altre cose che dici si chiamano libertà di espressione, o diritto di pensarla diversamente da te per chi non vuol cadere in facili e finti drammi.
Chi gioca a tennis a livello pro o chi vuole giocarci non può non conoscere il fatto che soldi non ne fai, anzi li devi tirar fuori. Se questo ragazzo a 24 anni ha vinto solo una partita future ha fatto bene a lasciar stare. Il resto è vaniloquio.

23
BOMBARDERO 26-02-2015 13:24

Non ce l’avevo con nessuno in particolare, ne tantomeno nel mio commento ho scritto che #luca hai insultato nessuno, quindi non prenderla sul personale. A chi dice addirittura che ho cercato di accendere una polemica, basta farsi un giro tra gli articoli per vedere che, se qua dentro c’è uno a cui le polemiche non interessano, quello sono io!! Il mio discorso era più in generale, sul fatto che si leggono sempre tanti commenti di critica sterile nei confronti di chiunque sia in questione: campioni, giocatori più o meno modesti dallATP ai future passando per i challenger, ma ancor di più WTA, redazione che scrive articoli inutili, tifosi di una o dell’altra, allenatori…e questo articolo mi ha dato lo spunto per esprimere questo mio pensiero più o meno condivisibile! FINE della “polemica”, come l’avete chiamata!!

22
Anthony_65 (Guest) 26-02-2015 13:04

Scritto da pierre herme the picasso of pastry

Scritto da BOMBARDERO
l’unica nota stonata di questo sito è la “banda dei moralizzatori” che non vede l’ora di leggere un articolo per scrivere contro la redazione che pubblica articoli “inutili”, che fa errori di ortografia o che non mette il numero del seeding nell’entry list del prossimo torneo(uno non li legge e fa prima…), per insultare professionisti della racchetta dopo la prima sconfitta invitando ad appendere la racchetta al chiodo e giudicando la loro vita fuori dal campo di tennis (uno non li guarda e fa prima..come capita anche a me per tennisti/e che non amo, non c’è niente di male in questo!)..ma addirittura avere da ridire su queste 4righe scritte da un ragazzo della mia età (che per molti di loro potrebbe essere il figlio se non il nipote…)in cui parla della sua vita, delle sue emozioni, ma soprattutto di quello che gli ha insegnato questo meraviglioso sport (di cui sicuramente non sarà stato un predestinato, come non lo è nessuno di noi perché altrimenti non staremmo qui a commentare ma su un campo in giro per il mondo a giocare) lo trovo abbastanza ridicolo!

bel commento.
da questa lettera di Lorenzo si evince la passione e l’amore x uno sport che lo ha contraccambiato negli insegnamenti ma non nei risultati.
una riflessione : lo scorso anno trascorsi un pomeriggio assieme a Grassi e R Ghedin
una vita di sacrifici sempre in giro x il mondo senza la possibilita’ di coprire le spese.
io dico BRAVO a tutti questi fantastici ragazzi che giocano sudando e sognando ma che non saranno mai top 100 e non vinceranno mai nemmeno un challenger, sono bravissimi perche’ essere 300-400 ma anche 500 mondo vuol dire giocare alla grande ma il tennis e lo sport in generale premiano i fuoriclasse e chi ci dovrebbe campare ” fa la fame ” rimettendoci di tasca.
il mio pensiero va a Trusendi, Brizzi, Burzi, Crepaldi, Sinicropi, Giorgini, …grandi NON eletti, spero che Vanni faccia il salto e diventi un altro Lorenzi, lui ha fatto un miracolo a passare dall’ altra parte cosi come Cipolla qualche anno fa.
brutta bestia il tennis.
un discorso banale se vogliamo ma che non puo’ non toccare la ns sensibilita’.

Sono solidale con voi e rispetto la scelta del giovane giocatore, il quale non è tenuto a dare le sue motivazioni pubblicamente, avrà fatto le sue scelte ponderate e magari ciò che farà nella vita sarà molto più utile per la società. In bocca al lupo per il tuo futuro caro Carera!

21
pallettaro (Guest) 26-02-2015 12:27

@ BOMBARDERO (#1278494)

commento del tutto fuori luogo. Nessuno ha fatto interventi su morale o quant’altro. Ne tanto meno ho letto commenti sulla sua vita personale.
Diciamo che hai provato ad iniziare una polemica che nessuno francamente voleva. Alcuni hanno espresso curiosità magari per conoscere le ragioni del suo ritiro, altri hanno ironizzato suoi suoi risultati. Ci sta dai, non esageriamo.
7 anni fa campionato di calcio eccellenza scarto il portiere e colpisco il palo a porta vuota, i tifosi della squadra avversario mi sbeffeggiarono per tutta la partita. Alla fine della partita sono andato a ringraziarli e ci siamo presi il caffè insieme al bar dello stadio. Lo sport, quando non si raggiungono grandi risultati, è anche questo, non bisogna prendersi troppo sul serio.

20
winter18 (Guest) 26-02-2015 11:47

Si, vabbè, ma le motivazioni dell’addio a 23 anni se le è dimenticate.

19
Stav (Guest) 26-02-2015 11:37

@ simona (#1278579)

simona hai ragione ma non badarci sono solo commenti a un articolo su livetennis. la lettera e’ carina e certamente il ragazzo sapra’ far tesoro dell’esperienza tennistica.

18
luca (Guest) 26-02-2015 11:33

Scritto da simona

Scritto da isa
Partite giocate
ATP W-0 L-0
Challenger W-0 L-0
Futures W-1 L-15

Questo ragazzo ha smesso di giocare e per qualche motivo la redazione ha ritenuto di pubblicare la notizia. Ma che problema avete voi che lo trovate strano o sbagliato. La lettera è piena di luoghi comuni? Invece valutare il prossimo senza saperne niente che luogo è? Vi piace un mondo così? A me non piace un mondo dove tutto si giudica in termini di partite vinte e perse.

vi piace un mondo così?
a me….. un mondo così :smile: :smile: :smile:

comunque dai di cosa stiamo parlando ha vinto una partita future in carriera, nel mio piccolo da giocatore di 4ta nel giorno che appenderò la racchetta al chiodo avrò diritto a una citazione su live tennis. comunque io lotto sono 4.3 lotto e ci credo ancora in una carriera da professionista ah ah ah

17
simona (Guest) 26-02-2015 11:21

Scritto da isa
Partite giocate
ATP W-0 L-0
Challenger W-0 L-0
Futures W-1 L-15

Questo ragazzo ha smesso di giocare e per qualche motivo la redazione ha ritenuto di pubblicare la notizia. Ma che problema avete voi che lo trovate strano o sbagliato. La lettera è piena di luoghi comuni? Invece valutare il prossimo senza saperne niente che luogo è? Vi piace un mondo così? A me non piace un mondo dove tutto si giudica in termini di partite vinte e perse.

16
Stav (Guest) 26-02-2015 11:16

Carera finita…

15
isa (Guest) 26-02-2015 10:58

Partite giocate
ATP W-0 L-0
Challenger W-0 L-0
Futures W-1 L-15 :shock:

14
pierre herme the picasso of pastry (Guest) 26-02-2015 10:55

Scritto da BOMBARDERO
l’unica nota stonata di questo sito è la “banda dei moralizzatori” che non vede l’ora di leggere un articolo per scrivere contro la redazione che pubblica articoli “inutili”, che fa errori di ortografia o che non mette il numero del seeding nell’entry list del prossimo torneo(uno non li legge e fa prima…), per insultare professionisti della racchetta dopo la prima sconfitta invitando ad appendere la racchetta al chiodo e giudicando la loro vita fuori dal campo di tennis (uno non li guarda e fa prima..come capita anche a me per tennisti/e che non amo, non c’è niente di male in questo!)..ma addirittura avere da ridire su queste 4righe scritte da un ragazzo della mia età (che per molti di loro potrebbe essere il figlio se non il nipote…)in cui parla della sua vita, delle sue emozioni, ma soprattutto di quello che gli ha insegnato questo meraviglioso sport (di cui sicuramente non sarà stato un predestinato, come non lo è nessuno di noi perché altrimenti non staremmo qui a commentare ma su un campo in giro per il mondo a giocare) lo trovo abbastanza ridicolo!

bel commento.
da questa lettera di Lorenzo si evince la passione e l’amore x uno sport che lo ha contraccambiato negli insegnamenti ma non nei risultati.
una riflessione : lo scorso anno trascorsi un pomeriggio assieme a Grassi e R Ghedin
una vita di sacrifici sempre in giro x il mondo senza la possibilita’ di coprire le spese.
io dico BRAVO a tutti questi fantastici ragazzi che giocano sudando e sognando ma che non saranno mai top 100 e non vinceranno mai nemmeno un challenger, sono bravissimi perche’ essere 300-400 ma anche 500 mondo vuol dire giocare alla grande ma il tennis e lo sport in generale premiano i fuoriclasse e chi ci dovrebbe campare ” fa la fame ” rimettendoci di tasca.
il mio pensiero va a Trusendi, Brizzi, Burzi, Crepaldi, Sinicropi, Giorgini, …grandi NON eletti, spero che Vanni faccia il salto e diventi un altro Lorenzi, lui ha fatto un miracolo a passare dall’ altra parte cosi come Cipolla qualche anno fa.
brutta bestia il tennis.
un discorso banale se vogliamo ma che non puo’ non toccare la ns sensibilita’.

13
luca (Guest) 26-02-2015 10:34

Scritto da BOMBARDERO
l’unica nota stonata di questo sito è la “banda dei moralizzatori” che non vede l’ora di leggere un articolo per scrivere contro la redazione che pubblica articoli “inutili”, che fa errori di ortografia o che non mette il numero del seeding nell’entry list del prossimo torneo(uno non li legge e fa prima…), per insultare professionisti della racchetta dopo la prima sconfitta invitando ad appendere la racchetta al chiodo e giudicando la loro vita fuori dal campo di tennis (uno non li guarda e fa prima..come capita anche a me per tennisti/e che non amo, non c’è niente di male in questo!)..ma addirittura avere da ridire su queste 4righe scritte da un ragazzo della mia età (che per molti di loro potrebbe essere il figlio se non il nipote…)in cui parla della sua vita, delle sue emozioni, ma soprattutto di quello che gli ha insegnato questo meraviglioso sport (di cui sicuramente non sarà stato un predestinato, come non lo è nessuno di noi perché altrimenti non staremmo qui a commentare ma su un campo in giro per il mondo a giocare) lo trovo abbastanza ridicolo!

non ho insultato nessuno, mi sembrava una non notizia e irrilevante da lacrimuccie stile c’è posta per te, se a te non piacciono i miei commenti non degnarti di rispondere.

12
Ktulu 26-02-2015 10:25

Vabè, il tennis professionistico è per pochi, se capisci che non vai da nessuna parte è una scelta ovvia (a meno che non ti chiami Becuzzi :mrgreen: )

11
gianluca (Guest) 26-02-2015 10:22

Bravo ragazzo , belle parole ma non mi pare abbia fatto “professionismo”, a meno che lo si intenda come giocare open in Italia…mah…

10
BOMBARDERO 26-02-2015 10:17

l’unica nota stonata di questo sito è la “banda dei moralizzatori” che non vede l’ora di leggere un articolo per scrivere contro la redazione che pubblica articoli “inutili”, che fa errori di ortografia o che non mette il numero del seeding nell’entry list del prossimo torneo(uno non li legge e fa prima…), per insultare professionisti della racchetta dopo la prima sconfitta invitando ad appendere la racchetta al chiodo e giudicando la loro vita fuori dal campo di tennis (uno non li guarda e fa prima..come capita anche a me per tennisti/e che non amo, non c’è niente di male in questo!)..ma addirittura avere da ridire su queste 4righe scritte da un ragazzo della mia età (che per molti di loro potrebbe essere il figlio se non il nipote…)in cui parla della sua vita, delle sue emozioni, ma soprattutto di quello che gli ha insegnato questo meraviglioso sport (di cui sicuramente non sarà stato un predestinato, come non lo è nessuno di noi perché altrimenti non staremmo qui a commentare ma su un campo in giro per il mondo a giocare) lo trovo abbastanza ridicolo!

9
luca (Guest) 26-02-2015 09:54

ragazzi ma di cosa stiamo parlando, con tutto il rispetto al massimo è stato 1852 del mondo (fonte atp). non è obbligatorio dare notizie se non hanno una certa rilevanza o se ce l’hanno sarebbe il caso di spiegarla.
saluti

8
leconte (Guest) 26-02-2015 09:52

avrà capito che non andava da nessuna parte.
Scelta intelligente, ha tempo per fare tanto.

7
pallettaro (Guest) 26-02-2015 09:41

La passione supera le effettive capacità fisiche, tecniche o economiche?
Bisogna vedere il suo caso, ma il professionismo è una strada davvero impervia e bisogna avere tutte queste componenti.
In ogni caso pur apprezzando lo slancio del ragazzo la trovo una lettera piena di luoghi comuni, ma almeno non ha fatto il piangina.

6
Fede-rer 26-02-2015 09:28

Lettera formalmente bella e ben scritta, ma che se ben analizzata trovo un po’ piena e farcita di luoghi comuni e sentimentalismi.
Il fatto che abbia smesso per scelta lo immagino! Bisogna capire se è perchè si è stufato di giocare, se aveva problemi fisici, se non riusciva a sfondare e raggiungere i risultati desiderati…

5
giuly (Guest) 26-02-2015 09:11

Magari sapere perché uno si ritira a 24
anni poteva essere interessante

4
Figologo (Guest) 26-02-2015 09:08

Auguro ottime cose.
Sei del ’91, hai 23 anni, sei ancora in tempo per fare le tue scelte.

Coraggio.

3
dani1kenobi (Guest) 26-02-2015 09:02

Un bravo ragazzo sicuramente.
Bella lettera densa di contenuti ed emozionale.
Gli auguro il meglio.

2
simona (Guest) 26-02-2015 08:59

Auguri Lorenzo!!!!

1

Lascia un commento