Diario dal Messico Copertina, Generica

Diario di Viaggio dal Messico. 4° Puntata (Con foto e Video). Si parte per Acapulco

20/02/2015 11:55 6 commenti
Matteo Viola classe 1987, n.188 del mondo
Matteo Viola classe 1987, n.188 del mondo

La sconfitta al secondo turno ai danni di Novikov.

18 Febbraio Cuernavaca.

Altra bellissima giornata di sole e caldo in quel di Cuernavaca. Come sempre la sveglia è prestissimo ore 7 circa del mattino. Anche oggi un’ottima colazione per rifornirsi di energie e poi dritti in campo per il riscaldamento pre match.  Alle 10, Matteo entra sul court 5 per sfidare lo statunitense di origini russe Denis Novikov. Nel primo set Teo partiva molto forte issandosi subito sul 5-2, giocando un ottimo tennis, molto solido da fondo e approfittando degli errori dell’avversario si aggiudicava la prima frazione di gioco per 6-3. Nel secondo e terzo set Matteo è calato sulla distanza con lo statunitense che diventava sempre più aggressivo impedendo a Viola di ritrovare le buone sensazioni di inizio match e così, complice pure un andamento non continuo del servizio, che portava pure parecchi doppi falli in battuta, l’avversario scappava dominando il terzo set e vincendo la partita dopo poco meno di due ore di gioco.

A fine match ho parlato con Viola, per analizzare il perché di questa sconfitta, la quale sembrava improponibile dopo aver giocato un gran primo set. L’azzurro tramite queste parole può farci capire meglio l’esito e andamento del match: La partita è stata molto dura perché l’avversario gioca molto aggressivo da fondo campo. Inoltre risponde molto bene e mi ha messo un sacco di pressione quando andavo a servire. Nel primo set lui sbagliava molto di più, poi invece io gli ho dato una mano a farlo rientrare in partita ed è diventato più solido e soprattutto è diventato in giocabile al servizio. Io invece, con il servizio ho perso un po’ il timing durante il corso del secondo e terzo set, come spesso mi accade, non riuscendo a rimanere agganciato al mio avversario. Sono molto dispiaciuto, perché se nel secondo set fossi riuscito ad agganciarlo sul 5-5 (quando serviva per il set sul 5-4) secondo me sarei riuscito a portarla a casa la qualificazione per i quarti di finale. Peccato.

Dalle parole del tennista di Marghera traspare tutta la delusione per una partita alla sua portata che è scappata di mano per poco in quel fatidico secondo set e in particolare nel decimo gioco.

Si conclude così la settimana challenger di Viola, ma non la sua avventura in terra messicana. Teo infatti ci annuncia che: “Domani partirò alla volta di Acapulco, per firmare nel tabellone cadetto dell’Atp dove spero di entrare innanzitutto nelle qualificazione e poi cercare di accedere nel prestigioso tabellone dell’Atp messicano.

La partenza per Acapulco è fissata per la mattina del 19 Febbraio, dove in 3 ore scarse tramite i mezzi pubblici è possibile raggiungere la principale città dello Stato di Guerrero, che si trova a 350 km a sud ovest da città del Messico. La città si affaccia sulla bellissima baia di Acapulco e da sul maestoso oceano Pacifico. Questa volta le condizioni ambientali saranno più semplici per giocare a tennis. I campi nonostante siano in cemento, per lo meno lo scorso anno non erano velocissimi. La pallina viaggerà quindi di meno, anche perché saremo sul livello del mare. Così avremo condizioni per giocare a tennis abbastanza ideali e migliori per il tennista italiano, che come sempre proverà a stupire tutti centrando una qualificazione che può essere da slancio e da grande motivazione per questa stagione appena iniziata.

Da Cuernavaca è proprio tutto, come sempre ringraziamo per la disponibilità, i simpaticissimi Viola e la fidanzata per le immagini e video.

Nella prossima puntata del Diario di Viaggio saremo ad Acapulco, sempre in compagnia di Viola, per scoprire di più sulle condizioni e organizzazioni del più importante torneo Atp messicano, dove al via ci saranno giocatori di grande calibro  internazionale.


Luigi Calvo




Matteo Viola dal Messico 3 di livetennisit







TAG: , , , , ,

6 commenti

Figologo (Guest) 21-02-2015 11:36

Scritto da Andreas Seppi

Scritto da Figologo
Calvo puoi chiedere a Teo qual è la sua superficie preferita?

Ti rispondo io. Viola è un “multi superficie”. Lui ha dichiarato di non avere una superficie preferita, gioca senza difficoltà ovunque, anche se non nasconde una leggera preferenza al cemento

Grazie!

6
Andreas Seppi 21-02-2015 01:47

Scritto da Figologo
Calvo puoi chiedere a Teo qual è la sua superficie preferita?

Ti rispondo io. Viola è un “multi superficie”. Lui ha dichiarato di non avere una superficie preferita, gioca senza difficoltà ovunque, anche se non nasconde una leggera preferenza al cemento

5
Figologo (Guest) 20-02-2015 21:51

Calvo puoi chiedere a Teo qual è la sua superficie preferita?

4
Italtennis (Guest) 20-02-2015 19:22

Interessante questo diario grazie

3
guest (Guest) 20-02-2015 14:00

Peccato x la sconfitta,speriamo in acapulco,comunque grazie Matteo!!

2
Figologo (Guest) 20-02-2015 13:10

Molto disponibile Teo, bravo.

1