Notizie dall'Italia Copertina, Generica

A Bordighera arriva Jarkko Nieminen

16/02/2015 13:31 2 commenti
Jarkko Nieminen, finlandese classe 1981, stato numero 13 del mondo nel 2006
Jarkko Nieminen, finlandese classe 1981, stato numero 13 del mondo nel 2006

Un altro top 100 sbarcherà a Bordighera. Dopo Milos Raonic e Andreas Seppi, farà presto tappa in Riviera anche il mancino finlandese Jarkko Nieminen, numero 66 del ranking mondiale. Arriverà giovedì 2 aprile e si fermerà fino a venerdì 10, ad allenarsi in vista del’Atp Masters 1000 di Monte-Carlo, al via la settimana successiva. Il finnico è uno dei veterani del circuito, e porta con sé un curriculum di tutto rispetto: 34 anni il prossimo luglio, è fra i top 100 da oltre tredici stagioni, nel 2006 ha occupato la tredicesima posizione del ranking, e vanta tre quarti di finale nei tornei del Grande Slam. Ma le buone notizie non finiscono qui. Infatti, Nieminen non arriverà al Bordighera Lawn Tennis Club 1878 da solo, ma porterà con sé otto giovani talenti dell’accademia di Helsinki che prende il suo nome, tutti fra i 16 e i 18 anni e ben posizionati nelle classifiche internazionali giovanili. Un gruppo di ragazzi finlandesi ed estoni guidato dal coach italiano Federico Ricci, tecnico che dopo un’esperienza negli Stati Uniti è diventato il braccio destro di Nieminen, prendendo la direzione dell’Accademia. Per tutti i giocatori c’era un obiettivo comune: trovare una base dove potersi allenare con continuità all’aperto in vista dei primi appuntamenti stagionali sulla terra battuta. Per Nieminen vuol dire il Masters 1000 del Principato (dove ha raggiunto i quarti di finale nel 2013); per i giovani, due eventi under 18 in scena in Costa Azzurra. La scelta è ricaduta sul Bltc 1878: “Come Jarkko Nieminen Tennis Academy – spiega Ricci – siamo grati dell’ospitalità offertaci. La location è perfetta, vicina alle sedi dei tornei che i nostri andranno ad affrontare, e sarà per tutti un onore poter stare per otto giorni nel più antico tennis club d’Italia”.

Al di là della collocazione geografica favorevole, non è un caso che abbiano optato proprio per il club di Bordighera. “Grazie all’importante lavoro del Piatti Team – ha sottolineato il presidente Maurizio Massaccesi – il nostro circolo ha guadagnato grande notorietà anche fuori dall’Italia, e questa ne è la più chiara dimostrazione”. Dopo essersi occupato dell’organizzazione logistica della settimana, lo staff del Bltc sarà a completa disposizione delle tredici persone (fra giocatori e coach) che faranno base al club. “Speriamo di essere all’altezza di un compito così importante. Anche perché, oltre a questo gruppo, avremo anche tutti gli altri ‘pro’ che frequentano abitualmente il club, compreso Andreas Seppi. Con due giocatori così importanti ci sarà anche molto pubblico, che potrà assistere in maniera gratuita agli allenamenti, e questo può rappresentare un bel test per capire le nostre potenzialità”. L’obiettivo del direttivo è chiaro: diventare un punto di riferimento a 360°, anche per team di passaggio provenienti dall’estero. “Sarebbe interessante – conclude Massaccesi – fare da base d’appoggio per tutto il Mediterraneo. Abbiamo già in calendario altre possibili collaborazioni, e speriamo che questa sia solo la prima di una lunga serie


TAG: , ,

2 commenti

totipz 16-02-2015 15:42

Scritto da Mithra
Ok il Bordighera è il club più antico e sembra il piu gettonato dai Pro ma come mai in questo Club non si organizza un evento del circuito Challenger o quantomeno Futures?

Non si guadagna

2
Mithra 16-02-2015 14:05

Ok il Bordighera è il club più antico e sembra il piu gettonato dai Pro ma come mai in questo Club non si organizza un evento del circuito Challenger o quantomeno Futures?

1