Resoconto da Bergamo Challenger, Copertina

L’urna di Bergamo non sorride all’Italia

07/02/2015 23:22 2 commenti
Flavio Cipolla al secondo turno delle qualificazioni
Flavio Cipolla al secondo turno delle qualificazioni

Sorteggiato il tabellone principale del Trofeo FAIP-Perrel. Esordio complicato per Arnaboldi, Marcora e Falgheri. Impegni di media difficoltà per le prime teste di serie: Beck, Pouille, Dustov e l’attesoBenoit Paire. Qualificazioni: avanza Flavio Cipolla.

L’urna è stata severa. La mano del supervisor Carmelo Di Dio non ha fatto un favore a tre dei quattro italiani impegnati al Trofeo Faip-Perrel (42.500€, Play-It). Arnaboldi, Marcora e Falgheri hanno “pescato” rispettivamente due teste di serie e un giocatore dal grande passato. Non ride il bergamasco Falgheri, che sfiderà un ottimo giocatore come Frank Dancevic. Il canadese di origine balcanica vanta successi su gente come Roddick, Del Potro e Nalbandian e si trova molto bene sul sintetico indoor. Stesse bene fisicamente, sarebbe tra i favoriti del torneo. Per Falgheri, che ormai ha abbandonato l’attività internazionale, sarà l’occasione per giocare un match affascinante. Pesca malissimo Andrea Arnaboldi, splendido semifinalista nel 2014. Il canturino sfiderà un altro gran favorito, l’ucraino Illya Marchenko, che sembra aver trovato una seconda giovinezza a partire dal successo al challenger di Brescia dello scorso novembre. E’ ucraino di nascita anche l’avversario di Roberto Marcora: Aleksandr Nedovyesov, tuttavia, ha cambiato nazionalità e oggi rappresenta il Kazakistan. Sfida molto complicata. Il tennis brillante del lombardo, tuttavia, può consentirgli di fare almeno match pari. La fiducia conquistata a Glasgow potrebbe tornargli utile. Federico Gaio, omaggiato di una wild card, attende un giocatore proveniente dalle qualificazioni.

Più in generale, ottimo campo di partecipazione per il torneo orobico. Impegni di media difficoltà per le prime tre teste di serie. “Andi” Beck esordirà contro il russo Konstantin Kravchuk, storico frequentatore del torneo bergamasco. Grande attesa per l’esordio del francese Lucas Pouille, potenziale stellina del torneo. Il suo stato di forma sarà testato sin dal primo turno dallo slovacco Andrej Martin, giocatore molto intelligente. Il terzo favorito è Farrukh Dustov, uzbeko che per anni si è allenato in Italia prima di tornare nel paese natale. Sembra ormai pronto per dare l’assalto ai top-100 ed esordirà contro il francese David Guez. Curiosità anche per Benoit Paire: l’ex top-25, a Bergamo per rilanciare la sua carriera, esordirà contro Jan Mertl. Per veri intenditori altri due incontri: la sfida generazionale tra Jan Hernych e Marton Fucsovics, separati da ben 13 anni, e il match tra Przysiezny e Authom, vecchie conoscenze di questo torneo e capaci di offrire uno spettacolo di alto livello.

Nel frattempo, tra Alzano Lombardo e la Palestra Italcementi, si è giocato il primo turno delle qualificazioni. L’Italia spera con Flavio Cipolla: il romano, al secondo impegno stagionale, si è distratto per un set contro il francese Jules Marie ma ha dominato gli altri due. Al secondo turno se la vedrà con il bielorusso Uladzimir Ignatik, ex numero 1 junior che tra i professionisti non ha mai saputo sfondare. Sconfitte per gli altri italiani in gara: c’è un pizzico di rammarico per Matteo Trevisan, che ha scippato un set al francese Laurent Lokoli prima di crollare alla distanza. Con un tabellone migliore, il toscano (pure lui ex numero 1 junior) avrebbe potuto dire la sua. Adesso scenderà in classifica perchè gli scadranno i punti dei quarti di finale ottenuti l’anno scorso. Anche Stefano Napolitano avrebbe potuto giocare un buon torneo, ma è stato bloccato da Adam Pavlasek, giovane ceco in grande ascesa. Domenica si giocheranno gli otto match di secondo turno, poi lunedì si ultimeranno le qualificazioni e si svolgeranno i primi match di tabellone principale. Il trofeo FAIP-Perrel sta per entrare nel vivo.


TAG: , ,

2 commenti

Paolino (Guest) 08-02-2015 16:56

Scritto da nere
Non è l’urna che è stata severa, è l’organizzazione che è stata a dir poco discutibile…. Come si fa a dire sorteggio difficile per falgheri?? quale avversario sarebbe stato “facile”, abbordabile, per un non classificato, che non gioca da pro da anni? come si fa a dire che trevisan e napolitano avrebbero potuto fare un buon torneo dopo avergli negato una wc per darla al suddetto falgheri e a un 19enne francese qualsiasi??? quest’articolo ha il sapore un po’ amaro della beffa.

Questo articolo sembra scritto da qualcuno molto vicino all’organizzazione del torneo. E’ una impressione eh…

2
nere 08-02-2015 11:55

Non è l’urna che è stata severa, è l’organizzazione che è stata a dir poco discutibile…. Come si fa a dire sorteggio difficile per falgheri?? quale avversario sarebbe stato “facile”, abbordabile, per un non classificato, che non gioca da pro da anni? come si fa a dire che trevisan e napolitano avrebbero potuto fare un buon torneo dopo avergli negato una wc per darla al suddetto falgheri e a un 19enne francese qualsiasi??? quest’articolo ha il sapore un po’ amaro della beffa.

1