Davis Cup 2015 Copertina, Davis/FedCup

La Svizzera e Federer. Un enigma da affrontare

18/01/2015 10:37 3 commenti
Roger Federer classe 1981, n.2 del mondo
Roger Federer classe 1981, n.2 del mondo

Roger Federer ha partecipato quest’oggi alla tradizionale conferenza stampa della vigilia del torneo. Lo svizzero, testa di serie n.2, è chiaramente uno dei favoriti per la vittoria finale dell’Open d’Australia che inizierà nella giornata di lunedì. Nella conferenza sfampa, l’elvetico ha parlato in modo particolare della Coppa Davis.

In effetti c’è molta incertezza sulla partecipazione di Roger Federer nella competizione, in modo particolare dopo le dichiarazioni del giocatore rilasciate al giornalista Christian Despont, che le ha poi pubblicate su Twitter: “Dopo aver vinto la Coppa Davis, è difficile che ritorni a combattere”. La decisione ufficiale del tennista elvetico la scopriremo soltanto nel mese di febbraio.

Se Roger non dovesse giocare, chi potrebbe provare a difendere la vittoria svizzera, conquistata a Lille nel novembre scorso? La nazionale elvetica debutterà a Liegi contro il Belgio e bisogna evidenziare che anche Stan Wawrinka non ha ancora dato risposte certe al momento…

Si deve tener presente, però, che Roger intende partecipare ai Giochi Olimpici di Rio nel 2016, dove spera di poter vincere la medaglia d’oro. Per fare questo l’ex n.1 del mondo è obbligato, a causa delle nuove regole pubblicate dall’ITF, a disputare almeno un incontro di Coppa Davis nel periodo 2015-2016.


Lorenzo Carini


TAG: , , , ,

3 commenti

Pippo (Guest) 18-01-2015 12:20

Scritto da tatona
Da svizzero quando sento queste titubanze mi delude sempre !

Cosa preferiresti un’altra coppa devis o un altro Wimbledon e
Che ridiventi n. 1 al mondo?

3
tatona (Guest) 18-01-2015 11:29

Da svizzero quando sento queste titubanze mi delude sempre !

2
James RN 18-01-2015 10:48

secondo me non scenderà in campo. Non puoi giocare gli ottavi e poi a quel punto non giocare anche i turni successivi dai quarti in su, non sarebbe logico secondo me. Più facile che lasci fare ad altri gli ottavi, poi magari partecipa a partire dai quarti quando il gioco si fa più duro oppure in caso di sconfitta svizzera interviene per evitare la retrocessione della squadra.

1

Lascia un commento