Lemon Bowl 2015 Copertina, Generica, Junior

Livello sempre più alto al Lemon Bowl 2015

03/01/2015 18:19 1 commento
Abedallah Shelbayh, under 12 proveniente dalla Giordania - (foto Mosquitos).
Abedallah Shelbayh, under 12 proveniente dalla Giordania - (foto Mosquitos).

I tabelloni principali del Lemon Bowl 2015 si sono allineati ai quarti di finale. Il livello è sempre più alto grazie alle ottime prestazioni di alcuni dei migliori giovani del panorama nazionale delle categorie under 10, 12 e 14.

Avanti i favoriti. La maggior parte delle teste di serie ha raggiunto i quarti di finale, ma non tutti hanno avuto vita facile negli ottavi. Come Samuel Vincent Ruggeri, del Tc Bagnatica (Bergamo): il n.1 del seeding under 14 ha dovuto recuperare un set di svantaggio al toscano Landini prima di prevalere. Nessun problema invece per le due favorite dell’under 12: Matilde Paoletti ha superato 6-0 6-3 Benedetta Luccone, mentre Lisa Pigato ha eliminato Erica Cardelli con il punteggio di 6-0 6-0. Nell’under 14 viaggiano come treni Federica Sacco (Fireball Napoli) e Linda Alessi (Tennis Training).

Laziali sugli scudi. Buone prestazioni anche dei giovani atleti del Lazio. Nella categoria under 10 prosegue la propria corsa Matilde Ercoli (Ercoli Tennis Team), vincitrice lo scorso anno dell’evento under 8. La figlia di Francesco Ercoli, trionfatore al Lemon Bowl negli anni ’80, ha estromesso dal torneo Martina Pietrolungo con il parziale di 7-6 6-2. Avanzano anche Carlotta Mencaglia (Eur Sporting Club) e Francesco Castellano (Tc Parioli) nell’under 12, così come gli under 14 René Hallemans (Aureliano Tennis Team), di padre italo-belga e mamma ucraina, Matteo Gigante (Junior Palocco), Martina Bianchi (Eur Sporting Club), Manuela Impeciati (Junior Palocco) e Alice Amendola (Tc Parioli).

Siciliana dai piedi d’oro. Ottima prestazione nell’under 12 femminile di Anastasia Abbagnato, allieva del maestro Chimirri al Tc Palermo. La siciliana, che ha superato Lara Mancuso 6-2 6-3, è la nipote di Eleonora Abbagnato, “etoile” all’Opéra di Parigi e moglie del calciatore della Roma Federico Balzaretti. “Anastasia ha iniziato a giocare a 5 anni – ha raccontato il padre Giuseppe – ma è stata ferma un anno intero a causa di un grave problema fisico che l’ha costretta per mesi sulla sedia a rotelle. Essere qui è quindi per noi un grande traguardo. I piedi veloci? Speriamo abbia preso dalla zia ballerina…”.

Match of the Day. L’incontro più intenso e spettacolare della giornata odierna, ricco di pubblico dal primo all’ultimo 15, ha visto di fronte due protagonisti del tabellone under 12 maschile: il giordano Abedallah Shelbayh e il marchigiano Peter Buldorini (Ct Guzzini). A spuntarla è stato il tennista asiatico, abile a imporsi per 7-6 7-6 alzando il livello nei due tie-break giocati. Shelbayh, mancino dal sublime rovescio bimane, ha dovuto però sudare le proverbiali sette camicie per vincere la resistenza del bravissimo Buldorini. Domani in campo tutti i quarti di finale al New Penta 2000, a partire dalle ore 10.30.


TAG: ,

1 commento

AndryREAX 04-01-2015 00:22

Domani vado a vedermi qualche talentino 🙂

1