Notizie dal Mondo Copertina, Generica

La sincerità di Alize Cornet sui guadagni e poi parla dell’IPTL: “L’IPTL è ben più impegnativo e complica secondo me totalmente la preparazione”

03/12/2014 10:08 21 commenti
Alize Cornet classe 1990, n.19 del mondo
Alize Cornet classe 1990, n.19 del mondo

Alize Cornet è stata molto sincera sulla partecipazione alla Champions Tennis League, manifestazione simile all’IPTL giocata interamente in India nello scorso novembre.

Dichiara la francese:I tennisti non hanno uno stipendio fisso come i calciatori. Io ho la fortuna di essere una top 20, ma in questo periodo non abbiamo alcun guadagno dato che non ci sono tornei.
Per noi tennisti fuori dalla top ten è una soluzione molto interessante, per gli altri non cambia nulla”
.

Poi ha parlato dellIPTL:L’IPTL è ben più impegnativo e complica secondo me totalmente la preparazione. Il mese scorso mi hanno contattato per essere riserva, ma ho rifiutata perchè non avrei avuto spazio per la preparazione. Le 4-5 settimane di allenamento per l’Australia sono vitali“.


TAG: , ,

21 commenti. Lasciane uno!

Phoedrus (Guest) 04-12-2014 14:04

Scritto da paolotdg
Premetto che io non sopporto la Cornet, ma non vedo perché ci sia da criticarla tanto dopo queste dichiarazioni.
Ha semplicemente detto che le fa piacere guadagnare qualche soldo in più con delle esibizioni, però senza compromettere la preparazione per la stagione successiva. Non mi sembra si sia lamentata di qualcosa.
Poi parliamoci chiaro, è giusto che un tennista (o chiunque altro) cerchi di trarre il massimo profitto dal proprio lavoro, dov’è il problema? Anzi, questi sono esempi positivi perché i guadagni extra li ottengono onestamente al posto di impecolarsi in schifezze varie come le scommesse e le partite vendute!
Se ci sono tutti questi magnati del sud-est asiatico che gli offrono una barca di soldi per le esibizioni perché dovrebbero rifiutare?

Straquoto!

21
Laura (Guest) 03-12-2014 22:58

Scritto da Hector

Scritto da Antonios
Anche se il titolo dell’articolo è molto corretto e chiaro, parlando di sincerità della Cornet, ciò non esime molti commentatori a scrivere commenti discutibili. Alizé Cornet ha dichiarato che in queste esibizioni, a dispetto di tante dichiarazioni ruffiane verso pubblico e organizzatori, i tennisti guadagnano tanto. Tennis World riporta più passaggi di questa intervista, in cui la Cornet arriva anche ad ammettere che in 10 giorni di Champions League Tennis, disputata in India, ha guadagnato più di quanto normalmente guadagna in 2 mesi di tornei. Cosa c’è di scandaloso in queste dichiarazioni? Peraltro ha precisato di non aver preso parte all’IPTL, dove avrebbe guadagnato ancora di più, per non compromettere la preparazione. Cosa c’è di strano? Parlare di guadagni è molto difficile e non a caso è rarissimo che qualche tennista ne parli, per non incorrere nelle mannaie della critica. Credo che sia apprezzabile invece la sincerità di una tennista che peraltro è testimonial dell’Unicef per la lotta all’Ebola e da poco ha lanciato una raccolta fondi per Jonathan Eyserric, uno dei tanti tennisti che navigano nelle retrovie delle classifiche mondiali e che rischiava di non non riuscire poi a pagare i suoi allenamenti. Nel servizio che riporto Alizé si lamenta della distribuzione dei premi dei tornei che penalizza chi non è al top della classifica.
http://www.itele.fr/sport/video/un-tennisman-appelle-aux-dons-pour-financer-sa-saison-100945

Sara’ anche testimonial dell’Unicef ma coi suoi comportamenti in campo e’ un pessimo spot per il tennis.

Se l’UNICEF ha affidato questo ruolo ad Alizé, vuol dire che il suo comportamento sincero e spontaneo in campo e fuori è adeguato allo standard delle campagne sociali. E comunque il tuo commento mi sembra completamente fuori contesto!

20
Hector (Guest) 03-12-2014 21:50

Scritto da Antonios
Anche se il titolo dell’articolo è molto corretto e chiaro, parlando di sincerità della Cornet, ciò non esime molti commentatori a scrivere commenti discutibili. Alizé Cornet ha dichiarato che in queste esibizioni, a dispetto di tante dichiarazioni ruffiane verso pubblico e organizzatori, i tennisti guadagnano tanto. Tennis World riporta più passaggi di questa intervista, in cui la Cornet arriva anche ad ammettere che in 10 giorni di Champions League Tennis, disputata in India, ha guadagnato più di quanto normalmente guadagna in 2 mesi di tornei. Cosa c’è di scandaloso in queste dichiarazioni? Peraltro ha precisato di non aver preso parte all’IPTL, dove avrebbe guadagnato ancora di più, per non compromettere la preparazione. Cosa c’è di strano? Parlare di guadagni è molto difficile e non a caso è rarissimo che qualche tennista ne parli, per non incorrere nelle mannaie della critica. Credo che sia apprezzabile invece la sincerità di una tennista che peraltro è testimonial dell’Unicef per la lotta all’Ebola e da poco ha lanciato una raccolta fondi per Jonathan Eyserric, uno dei tanti tennisti che navigano nelle retrovie delle classifiche mondiali e che rischiava di non non riuscire poi a pagare i suoi allenamenti. Nel servizio che riporto Alizé si lamenta della distribuzione dei premi dei tornei che penalizza chi non è al top della classifica.
http://www.itele.fr/sport/video/un-tennisman-appelle-aux-dons-pour-financer-sa-saison-100945

Sara’ anche testimonial dell’Unicef ma coi suoi comportamenti in campo e’ un pessimo spot per il tennis.

19
paolotdg 03-12-2014 21:11

Scritto da Antonios
Anche se il titolo dell’articolo è molto corretto e chiaro, parlando di sincerità della Cornet, ciò non esime molti commentatori a scrivere commenti discutibili. Alizé Cornet ha dichiarato che in queste esibizioni, a dispetto di tante dichiarazioni ruffiane verso pubblico e organizzatori, i tennisti guadagnano tanto. Tennis World riporta più passaggi di questa intervista, in cui la Cornet arriva anche ad ammettere che in 10 giorni di Champions League Tennis, disputata in India, ha guadagnato più di quanto normalmente guadagna in 2 mesi di tornei. Cosa c’è di scandaloso in queste dichiarazioni? Peraltro ha precisato di non aver preso parte all’IPTL, dove avrebbe guadagnato ancora di più, per non compromettere la preparazione. Cosa c’è di strano? Parlare di guadagni è molto difficile e non a caso è rarissimo che qualche tennista ne parli, per non incorrere nelle mannaie della critica. Credo che sia apprezzabile invece la sincerità di una tennista che peraltro è testimonial dell’Unicef per la lotta all’Ebola e da poco ha lanciato una raccolta fondi per Jonathan Eyserric, uno dei tanti tennisti che navigano nelle retrovie delle classifiche mondiali e che rischiava di non non riuscire poi a pagare i suoi allenamenti. Nel servizio che riporto Alizé si lamenta della distribuzione dei premi dei tornei che penalizza chi non è al top della classifica.
http://www.itele.fr/sport/video/un-tennisman-appelle-aux-dons-pour-financer-sa-saison-100945

Quoto 😀

18
paolotdg 03-12-2014 21:09

@ Ktulu (#1221795)

Io continuo a non vederci niente di scandaloso in questa dichiarazione: quello che ha detto è un dato di fatto, non una lamentela. Lei dice: “in questi due mesi non ho entrate quindi vado a fare soldi nelle esibizioni”, boh non ci vedo niente di assurdo e soprattutto non c’è da tirare in ballo quelli fuori dalla top 100 che hanno problemi economici (come hanno fatto in molti) perché non c’entrano proprio niente.
Quello che voglio dire è che le è stata fatta una domanda su cosa pensasse di queste esibizioni così ben pagate e lei ha risposto, non vedo il dramma.

17
Ktulu 03-12-2014 19:23

Scritto da paolotdg
Premetto che io non sopporto la Cornet, ma non vedo perché ci sia da criticarla tanto dopo queste dichiarazioni.
Ha semplicemente detto che le fa piacere guadagnare qualche soldo in più con delle esibizioni, però senza compromettere la preparazione per la stagione successiva. Non mi sembra si sia lamentata di qualcosa.

Non si critica il fatto di fare le esibizioni o di voler guadagnare qualche soldo in più, ha tutto il diritto di farlo.
La frase però ridicola è “in questo periodo non abbiamo alcun guadagno dato che non ci sono tornei”, come se facesse la fame e non potesse stare 1 mese e mezzo senza entrate…

16
tony71 (Guest) 03-12-2014 18:50

@ alc (#1221504)

davvero ridicola.

15
paolotdg 03-12-2014 18:37

Premetto che io non sopporto la Cornet, ma non vedo perché ci sia da criticarla tanto dopo queste dichiarazioni.
Ha semplicemente detto che le fa piacere guadagnare qualche soldo in più con delle esibizioni, però senza compromettere la preparazione per la stagione successiva. Non mi sembra si sia lamentata di qualcosa. 🙄
Poi parliamoci chiaro, è giusto che un tennista (o chiunque altro) cerchi di trarre il massimo profitto dal proprio lavoro, dov’è il problema? Anzi, questi sono esempi positivi perché i guadagni extra li ottengono onestamente al posto di impecolarsi in schifezze varie come le scommesse e le partite vendute! 😉
Se ci sono tutti questi magnati del sud-est asiatico che gli offrono una barca di soldi per le esibizioni perché dovrebbero rifiutare? 😆

14
Ktulu 03-12-2014 18:22

Scritto da Gabriele da Ragusa
@ Ktulu (#1221611)
Ma nn iniziamo…ma quale lamentarsi. Fa notare che la carriera di un tennista è diversa da quella di un calciatore. La carriera in media è anche molto ma molto più breve perchè tendenzialmente si esplode più tardi e si smette prima per cui il ragionamento nn fa una piega. Mantenendo per fermo il limite di una qualsiasi esibizione o manifestazione che potrebbe compromettere la preparazione invernale, il suo punto di vista di tennista è quello di sfruttare ogni forma di guadagno possibile, che abbia guadagnato 500k o 1000k. Lo fanno anche i top-10 perchè nn dovrebbe farlo un top-20?

Cosa c’entra che la carriera è piu’ breve di quella di un calciatore?
Ho solo commentato che è ridicolo specificare che “per due mesi non abbiamo guadagni”, come se nei restanti 10 non prendessero abbastanza soldi (parlo di top 20 come lei).
Poi certo, per chi sta fuori dai 100 il discorso è completamente diverso, ma questo è un altro discorso.

13
Gabriele da Ragusa 03-12-2014 17:31

@ Ktulu (#1221611)

Ma nn iniziamo…ma quale lamentarsi. Fa notare che la carriera di un tennista è diversa da quella di un calciatore. La carriera in media è anche molto ma molto più breve perchè tendenzialmente si esplode più tardi e si smette prima per cui il ragionamento nn fa una piega. Mantenendo per fermo il limite di una qualsiasi esibizione o manifestazione che potrebbe compromettere la preparazione invernale, il suo punto di vista di tennista è quello di sfruttare ogni forma di guadagno possibile, che abbia guadagnato 500k o 1000k. Lo fanno anche i top-10 perchè nn dovrebbe farlo un top-20?

12
Antonios (Guest) 03-12-2014 17:29

Anche se il titolo dell’articolo è molto corretto e chiaro, parlando di sincerità della Cornet, ciò non esime molti commentatori a scrivere commenti discutibili. Alizé Cornet ha dichiarato che in queste esibizioni, a dispetto di tante dichiarazioni ruffiane verso pubblico e organizzatori, i tennisti guadagnano tanto. Tennis World riporta più passaggi di questa intervista, in cui la Cornet arriva anche ad ammettere che in 10 giorni di Champions League Tennis, disputata in India, ha guadagnato più di quanto normalmente guadagna in 2 mesi di tornei. Cosa c’è di scandaloso in queste dichiarazioni? Peraltro ha precisato di non aver preso parte all’IPTL, dove avrebbe guadagnato ancora di più, per non compromettere la preparazione. Cosa c’è di strano? Parlare di guadagni è molto difficile e non a caso è rarissimo che qualche tennista ne parli, per non incorrere nelle mannaie della critica. Credo che sia apprezzabile invece la sincerità di una tennista che peraltro è testimonial dell’Unicef per la lotta all’Ebola e da poco ha lanciato una raccolta fondi per Jonathan Eyserric, uno dei tanti tennisti che navigano nelle retrovie delle classifiche mondiali e che rischiava di non non riuscire poi a pagare i suoi allenamenti. Nel servizio che riporto Alizé si lamenta della distribuzione dei premi dei tornei che penalizza chi non è al top della classifica.

http://www.itele.fr/sport/video/un-tennisman-appelle-aux-dons-pour-financer-sa-saison-100945

11
Ktulu 03-12-2014 15:46

Sono andato a vedere i dati ufficiali.
Di solo prize money nel 2014 ha guadagnato $1,163,655. Una cifra che una persona normale non riesce a portare a casa lavorando tutta la vita.
A questo vanno aggiunti i vari sponsor.
E si lamenta perchè per due mesi non ha guadagni…

10
manuel (Guest) 03-12-2014 15:44

invidiosissima,secondo me lei senza soldi non vive,e poi lei dice che è vitale per la preparazione dell’australian,ma si è scordata anche che giocatori del tipo williams o federer di allenamento ne hanno già abbastanza sulle gambe.
cornet N.B.i tennisti fuori dalla top 100 come stanno secondo te …,pochi lamenti e più,molto più lavoro serio.

9
Ktulu 03-12-2014 15:40

Ma questa ci sta a prendere per il cu…lo.
2 mesi senza guadagnare? Azz, poverina, in effetti durante l’anno di soldi ne tira su pochi, riuscirà ad arrivare a fine mese?? 😕

8
gigio (Guest) 03-12-2014 15:17

Surreale…

7
pazzodicamila (Guest) 03-12-2014 13:47

Poverina, alize! Mi dispiace tantissimo che per 2 mesi non guadagni, che non hai stipendio fisso. Non so se puo’ consolarti, ma conosco gente messa peggio di te e che senza guadagno ci sta 12 mesi! Fatti forza, passera’!

6
Gaucho (Guest) 03-12-2014 13:05

Che buffonata, avvenimento dai contesti ridicoli che fa solo gli interessi in forma di guadagno ai diretti interessati, anche il tennis si sta comportando come il pessimo sistema calcio, ahimè che dispiacere.

5
vaaveva (Guest) 03-12-2014 12:24

Avida ma sincera …altri non lo dicono ..

4
alc 03-12-2014 11:12

ma questi tennisti sono fuori di testa, un po’ come i calciatori. vivono in un mondo che non è reale………….

3
mariano (Guest) 03-12-2014 10:35

La Cornet è n. 19 del mondo e si lamenta perchè per due mesi in inverno non ci sono tornei e non guadagna
Che devono dire i poveri tennisti fuori dai primi 100 del mondo
Solo lavoro e spese di viaggio, di albergo e di allenatori
Un lavoro pesantissimo, mal pagato e che si interrompe in giovane età

2
Marcus91 (Guest) 03-12-2014 10:34

Avidità portami via!!! 🙄

1