Verso la finale di Lille Copertina, Davis/FedCup

Davis Cup: Test medici per Roger Federer

16/11/2014 23:44 16 commenti
Roger Federer classe 1981, n.2 del mondo
Roger Federer classe 1981, n.2 del mondo

Roger Federer è in dubbio anche per la finale di Coppa Davis che vedrà impegnata la Svizzera a Lille contro la Francia dal prossimo venerdì.

Il Presidente della Federazione Tennis elvetica, Rene Stammbach, ha dichiarato che Roger Federer farà dei test di natura medica che definiranno la sua partecipazione alla finale contro i transalpini.

Dubbi quindi sulla partecipazione del n.2 del mondo alla finale di Davis Cup.


TAG: , , , ,

16 commenti. Lasciane uno!

Jose mourinho (Guest) 17-11-2014 21:43

Perfettamente d’accordo con mats ….gli bastava saltare Basilea e Parigi ….presentarsi al masters e avrebbe vinto il torneo e la Svizzera si sarebbe giocata la Davis

16
Mats (Guest) 17-11-2014 19:54

Scritto da ADRIANO FOREVER
Credo che l ingordigia di Roger riskia di rovinare una festa DAVIS…mi spiace dirlo ma Master ne aveva gia vinti..doveva giocarlo a ritmi bassi e uscirne si e dimostrato molto egista e poco patriottico

Mah…. un Master non può essere giocato a ritmi bassi. Ogni partita è una finale. Io ero in dubbio prima e lo sono ancora sulla programmazione dello svizzero e su questo tour de force delle ultime settimane: prima l’Asia, poi l’indoor europeo. Poteva saltare Basilea e soprattutto Parigi. Mi sembra naturale che giocare tutte le settimane a questi livelli a 33 anni alla fine abbia ripercussioni sul fisico.

15
manuel (Guest) 17-11-2014 16:42

Scritto da lallo
Sceneggiatura: prima giornata senza federer. 2 a 0 per Francia. A questo punto nel doppio Roger in campo per disperazione. Francesi ad un passo dalla vittoria pagano tensione e 2 a 1.. terza giornata: prima in campo Wawrinka (è il numero 1), non contro Monfils (che è sicuramente 2) e pareggio 2 a 2
Partita decisiva Federer – Monfils!! Qui fate voi:
C’è tutto il drama del mondo…. 3 su 5… un matto ed un claudicante… un instabile ed un emotivo ad un passo dal grande successo in nazionale… due nazioni in altalena (quasi vinto, quasi perso e viceversa)
nemmeno Kubrick farebbe meglio…

quoto.

14
manuel (Guest) 17-11-2014 16:41

@ ADRIANO FOREVER (#1214162)

a ritmi bassi no,ma nella semi con wawrinka poteva tranquillemente steccare un passante ed ora sarebbe più riposato senza il peso del mal di schiena,speriamo non pregiudichi la finale di davis.

13
Ken_Rosewall 17-11-2014 16:26

Scritto da Flock1990
Con sommo dispiacere temo che finirà per saltare anche quest’appuntamento. Quantomeno i suoi detrattori si zittiranno dopo il mare di fango gettatogli addosso quest’oggi per il ritiro prima della finale.
(Parere di un tifoso di Nadal che a differenza di troppi che scambiano il tennis col calcio pur tifando un giocatore riesce ad ammirare e lodare le gesta di uno dei più grandi della storia non del tennis ma dell’intero sport mondiale)

Bene, bravo, bis! 😉
tifo Federer ma non per questo non stimo Nadal ed altri campioni

12
lallo (Guest) 17-11-2014 15:09

Sceneggiatura: prima giornata senza federer. 2 a 0 per Francia. A questo punto nel doppio Roger in campo per disperazione. Francesi ad un passo dalla vittoria pagano tensione e 2 a 1.. terza giornata: prima in campo Wawrinka (è il numero 1), non contro Monfils (che è sicuramente 2) e pareggio 2 a 2
Partita decisiva Federer – Monfils!! Qui fate voi:
C’è tutto il drama del mondo…. 3 su 5… un matto ed un claudicante… un instabile ed un emotivo ad un passo dal grande successo in nazionale… due nazioni in altalena (quasi vinto, quasi perso e viceversa)
nemmeno Kubrick farebbe meglio…

11
beppep (Guest) 17-11-2014 15:07

Volevo unirmi al coro dei sostenitori della Davis e Fed e aggiungo anch’io che sono assolutamente i migliori tornei tennistici e dovrebbero essere il riferimento massimo per un tennista.Da tutto ciò il tennis ne uscirebbe,naturalmente,ancora più accreditato e quindi mi viene da proporre di incentivare la partecipazione dei big a tali competizioni.Come? Beh direi che è semplice : equiparare le vittorie con le nazionali,ad ogni passaggio turno, ad un 500.Così facendo ogni tennista avrebbe interesse a giocare,e si darebbe un valore aggiunto alla due competizioni a squadre.

10
pallettaro (Guest) 17-11-2014 14:05

@ secondoset (#1214004)

ma perchè potevamo esserci noi? ma che discorsi sono?

9
solas (Guest) 17-11-2014 14:02

sarà quel gufo dello zio tony

8
suro (Guest) 17-11-2014 13:45

@ pallettaro (#1213983)

Sì, siamo d’accordo, però.

Uno sport individuale che sa attrarre un popolo intero in nome del seno tifo patriottico è più popolare di qualsiasi individualità vincente. Anzi, raggiunge lo zenit della condivisione sportiva, di costume, di appartenenza territoriale, ecc..

Per questo scrivevo che l’ATP e la WTA dovrebbero rispettare di più la Davis e la FED, ottime anche per attrarre nuovi appassionati.

A volte è saggio sacrificare a un po’ di quel che si ha per ottenere un maggior ritorno in seguito.

Buon tennis a tutti.

7
ADRIANO FOREVER (Guest) 17-11-2014 13:21

Credo che l ingordigia di Roger riskia di rovinare una festa DAVIS…mi spiace dirlo ma Master ne aveva gia vinti..doveva giocarlo a ritmi bassi e uscirne si e dimostrato molto egista e poco patriottico

6
secondoset (Guest) 17-11-2014 10:16

Mi dispiace che ci sia stato contro l’Italia ed ora salti la finale.
Potevamo esserci noi. Per me la Davis, ha un fascino incredibile e sinceramente anche quando non gioce l’Italia mi coinvolge emotivamente molto più di un normale torneo. Quando in campo ci sono gli azzurri rimane – tennisticamwente parlando – il momento di massimo coinvolgimento come tifoso.

5
pallettaro (Guest) 17-11-2014 09:01

@ suro (#1213957)

Un attimo. Il tennis è già popolare senza la Davis, ma la coppa in sé, all’interno di uno sport individuale, ha perso fascino ed interesse. Aggiungi che a livello di soldi il master conta 10 volte la Davis per un top player e la spiegazione si completa del tutto. La migliore dimostrazione è appunto il fatto che Roger e Stan hanno dato la vita per una semi di Master cup, dimostrando di non interessarsi ad una minima cautela in vista di una finale di Davis. Roger non ha mai sentito più di tanto la Davis perchè la Svizzera ha sempre avuto poca tradizione nel tennis, crescendo giustamente per se stesso e la sua carriera. Diverso è il caso di un australiano o di un francese, ma dobbiamo anche tenere conto che ormai tutti gli australiani più forti sono di origine straniera, cosa che anche in altra nazioni accade spesso. Quindi anche l’aspetto della nazionalità incide.
A torto o a ragione i tennisti fanno tutte queste considerazioni, ma senza pensarci poi più di tanto nel senso che appena possono la Davis non lo fanno anche perché va ad incidere sulla loro programmazione che, per un top player, è la base per fare una stagione senza rompersi due o tre volte.

4
suro (Guest) 17-11-2014 05:11

La semifinale al Master, tiratissima tra due compagni di squadra, definisce ancora una volta quanto questo bellissimo sport sia gioco individuale.

Questo dimostra che c’e’ assoluto bisogno che la Davis e la Fed siano rispettate dall’ATP e dalla WTA perché il tennis resti popolare e i tennisti persone ancora amabili.

Anche il doppio restituisce un gusto particolare, in tal senso.

3
Flock1990 17-11-2014 02:16

Con sommo dispiacere temo che finirà per saltare anche quest’appuntamento. Quantomeno i suoi detrattori si zittiranno dopo il mare di fango gettatogli addosso quest’oggi per il ritiro prima della finale.
(Parere di un tifoso di Nadal che a differenza di troppi che scambiano il tennis col calcio pur tifando un giocatore riesce ad ammirare e lodare le gesta di uno dei più grandi della storia non del tennis ma dell’intero sport mondiale)

2
umbolone (Guest) 17-11-2014 00:35

Mmmmmmm io dico che stanno cercando di mandare in confusione psicologicamente i transalpini.. credo che il ritiro contro Nole è stato solo precauzionale, e con un’infiltrazione alla schiena sarà in grado di giocare.. questa finale di Davis è troppo importante per lui, non le sa può perdere..

1